Deve rispondere del reato di condotta spericolata. Tay'Lor Smith, 19 anni, sarà condannata il prossimo 27 marzo e rischia un anno di carcere oltre ad un una multa fino a $ 5,000. La teenager di Washington ha ammesso di aver spinto la sua amica Jordan Holgerson, 16 anni, da un ponte di oltre 20 metri. I fatti sono avvenuti lo scorso 7 agosto e ripresi in un video amatoriale. La giovane è precipitata in uno specchio d'acqua dopo essere stata spinto da un ponte e ha subito una serie di ferite, tra cui cinque costole rotte e la perforazione dei polmoni. "Sono andata in cima al ponte e l'altra … mia amica… è venuta sul ponte con me", ha detto Holgerson all’emittente KATU dal suo letto d'ospedale mentre descriveva i momenti che hanno portato all’incidente. "Stava facendo il conto alla rovescia, ma io non ero convinta di saltare. Le ho detto: ‘No, non contare, non salterò mai se fai il conto alla rovescia. Non sono pronta’. E poi mi spinse". I pubblici ministeri hanno citato una dichiarazione del procuratore: "È chiaro che Taylor Smith si è impegnata in una condotta che ha creato un rischio sostanziale di morte e ha provocato gravi danni fisici a Jordan Holgerson".

La madre di Jordan, Genelle Holgerson, ha detto che sua figlia sta seguendo ancora un percorso di terapia fisica per riprendersi dall’infortunio. “Penso che quando questo sarà tutto finito, potrò finalmente chiudere questo capitolo. Non vediamo loro di arrivare a mercoledì 27″. In seguito all'incidente, la Smith è apparsa nella trasmissione "Good Morning America" ​​dicendo che non pensava alle conseguenze di quella spinta sua amica: "Pensavo che sarebbe andata bene." La 19enne ha anche affermato che è stata Jordan a chiederle di essere spinta. "Voleva saltare ma aveva paura, e mi ha chiesto di darle una spinta", ha detto.