04 Novembre 08:21 Quando arriveranno i risultati definitivi delle elezioni in Usa

Si continuano a contare i voti negli Stati Uniti. Per ora è un testa a testa, ma per i risultati ufficiali potrebbe volerci più tempo del previsto. Anche visto il numero di voti espressi per posta, che nei diversi Stati vengono conteggiati in momenti diversi, gli esiti delle presidenziali statunitense potrebbero anche arrivare tra alcuni giorni. In moltissimi quest'anno hanno votato per posta, anche a causa dell'epidemia di coronavirus che ha colpito il Paese più di ogni altro al mondo. In Pennsylvania, uno degli swing state su cui è puntata l'attenzione e che potrebbe essere fondamentale nel stabilire il vincitore, sono stati contati i primi 75mila voti su circa 400mila arrivati per posta. Ne rimangono quindi altri 300mila ancora da scrutinare.

04 Novembre 08:11 Elezioni USA, Trump in vantaggio in Nord Carolina

Il presidente uscente, Donald Trump, è in vantaggio in Nord Carolina. Lo affermano le proiezioni di Fox News che sottolineano come, con il 94% di voti scrutinati, il repubblicano è in testa con 50,1% contro il 48,7% dello sfidante democratico Joe Biden. Lo Stato porta al vincitore ben 15 grandi elettori.

04 Novembre 07:25 Proiezioni CNN: Rhode Island a Biden

Joe Biden vincerà in Rhode Island. Lo dicono le ultime proiezioni della Cnn, che attribuiscono al candidato democratico i 4 grandi elettori dello Stato. In cui nel 2016 aveva trionfato Hillary Clinton. Secondo le proiezioni di Fox News Biden è in testa con il 54,2% contro il 39,3% del presidente uscente Donald Trump.

04 Novembre 07:02 Elezioni Usa, i risultati: chi sta vincendo tra Trump e Biden

Si continuano a contare i voti negli Stati Uniti, mentre arrivano i primi risultati dai seggi, ma la situazione è ancora incerta. È un testa a testa al momento tra Donald Trump e Joe Biden. Vediamo qual è la situazione al momento, Stato per Stato:

  • Biden vince in New Jersey (14 grandi elettori), Rhode Island (4), Massachussets (11), Maryland (10), Delaware (3), District of Columbia (3), New Hampshire (4), Vermont (3), Virginia (13), Illinois (20), Connecticut (7), Maine (4), New Jersey (14), New York (29), New Mexico (5), Colorado (9), California (55), Oregon (7), Washington (12), Arizona (11) e Minnesota (10).
  • Trump vince Missouri (10 grandi elettori), West Virginia (5), Indiana (11), Kentucky (8), Alabama (9), Mississippi (6), Tennessee (11) , Oklahoma (7), Arkansas (6), Florida (29), Louisiana (8), Nebraska (5), Wyoming (3), South Dakota (3), North Dakota (3), Kansas (6), Utah (6), Idaho (4), Texas (38), Ohio (18) e Montana (3).

Si continuano a tenere d'occhio i principali swing states. La partita è ancora aperta in Pennsylvania, Michigan, Georgia e Wisconsin.

04 Novembre 06:53 Trump attacca: “Sono avanti io, ma vogliono rubarci la vittoria. Non lo permetteremo”

Pochi minuti dopo il discorso di Biden, arriva la durissima risposta di Donald Trump. Il Presidente in carica utilizza il suo profilo Twitter per annunciare un suo imminente discorso e insinuare che sia in atto un tentativo di "rubargli la vittoria". Il riferimento è allo scrutinio dei voti per posta, che Trump considera a rischio brogli. Un tweet che immediatamente è stato etichettato come "informazione fuorviante" dal social di Jack Dorsey:

04 Novembre 06:52 Biden parla alla nazione: “Abbiate pazienza, sarà lunga ma vinceremo”

Mentre continua lo spoglio dei voti, il candidato democratico Joe Biden ha brevemente preso la parola in Delaware chiedendo ai suoi sostenitori di avere pazienza e sottolineando che ci potrebbe volere ancora molto per arrivare al risultato definitivo. "Sapevamo che ci sarebbe voluto un po' di tempo. Ma abbiate fiducia, vinceremo". E ancora: "Voglio ringraziare ognuno di voi. Stiamo andando bene, ma sarà lunga. Serve pazienza".

 

04 Novembre 06:35 Il Montana va a Donald Trump

Secondo AP è Donald Trump il vincitore in Montana. Anche Fox News dà il presidente uscente in vantaggio con il 52,2% dei voti contro il 45,4% ottenuto dallo sfidante democratico, Joe Biden.

04 Novembre 06:29 Joe Biden vince in Minnesota

Il democratico Joe Biden ha vinto nello Stato del Minnesota: è AP a riferirlo. Nel 2016 anche Hillary Clinton aveva trionfato qui con il +1,5%. Secondo le proiezioni di Fox News, Biden ha il 53,3% di voti contro il 44,7% ottenuto dal presidente uscente Donald Trump.

04 Novembre 06:22 Proiezioni Fox News: Biden trionfa alle Hawaii

Joe Biden vince alla Hawaii. Lo riferiscono le proiezioni di Fox News. Il candidato democratico otterrebbe così anche i quattro grandi elettori delle isole.

04 Novembre 06:12 Trump vince in Ohio: i 18 grandi elettori vanno ai repubblicani

Donald Trump vince in Ohio, uno degli Stati in bilico su cui era concentrata l'attenzione dei sondaggisti negli ultimi giorni. Secondo le proiezioni della Cnn, il presidente uscente trionfa in Ohio e conquista i 18 grandi elettori dello Stato. Trump aveva vinto in Ohio anche nel 2016 e si riconferma quindi nello Stato. Secondo le proiezioni di Fox News avrebbe ottenuto il 53,5% dei voti contro il 45,1% dello sfidante democratico Joe Biden.

04 Novembre 06:02 Presidenziali USA, Donald Trump vince in Texas

Il Texas va a Donald Trump. Secondo le proiezioni di Fox News, il presidente uscente ha vinto nello Stato del Sud con il 52% dei voti contro il 46,6% ottenuto dallo sfidante democratico Joe Biden. Il Texas è uno Stato tradizionalmente repubblicano, ma questa volta il margine di vittoria di Trump sarebbe molto contenuto.

04 Novembre 05:57 Joe Biden vince in Virginia: i 13 grandi elettori vanno al democratico

Joe Biden ha vinto in Virginia. Lo affermano le proiezioni della Cnn, che attribuiscono al democratico i 13 grandi elettori dello Stato. Anche nel 2016 avevano trionfato i democratici in Virginia, con la vittoria nello Stato di Hillary Clinton.

04 Novembre 05:43 Elezioni Usa, Biden in testa in New Mexico

Secondo le proiezioni di Fox News, Joe Biden è al momento in testa in New Mexico con il 53,8% dei voti, contro il 44,3% di quelli presi da Donald Trump. Lo Stato mette in palio cinque grandi elettori.

04 Novembre 05:35 Joe Biden vince in Arizona: lo Stato passa ai democratici

Joe Biden vince in Arizona. Secondo le proiezioni di Fox News, il democratico conquista questo importante Stato chiave e i suoi 11 grandi elettori. Nel 2016 Trump aveva vinto con il +3,7% e lo Stato nelle ultime 11 presidenziali era andato per ben 10 volte ai republicani.

04 Novembre 05:28 La Florida va a Donald Trump

Donald Trump vince in Florida. Secondo le proiezioni aggiornate di Fox News, il republicano ha conquistato i 29 grandi elettori di questo Stato chiave con il 51,3% dei voti contro il 47,8% di quelli totalizzati da Joe Biden.

04 Novembre 05:02 Chi sta vincendo tra Trump e Biden: la situazione aggiornata stato per stato

Ancora testa a testa tra Donald Trump e Joe Biden: mentre arrivano i primi risultati dopo la chiusura dei seggi, si attende di conoscere cosa sta succedendo nei cosiddetti swing states, gli stati in bilico. Al momento, la situazione è la seguente:

  • Biden vince in New Jersey (14 grandi elettori), Rhode Island (4), Massachussets (11), Maryland (10), Delaware (3), District of Columbia (3), New Hampshire (4), Vermont (3), Virginia (13), Illinois (20), Connecticut (7), Maine (4), New Jersey (14), New York (29), New Mexico (5), Colorado (9), California (55), Oregon (7), Washington (12).
  • Trump vince Missouri (10 grandi elettori), West Virginia (5), Indiana (11), Kentucky (8), Alabama (9), Mississippi (6), Tennessee (11) , Oklahoma (7), Arkansas (6), Florida (29), Louisiana (8), Nebraska (5), Wyoming (3), South Dakota (3), North Dakota (3), Kansas (6), Utah (6), Idaho (4).

Trump sarebbe secondo le prime proiezioni avanti in Ohio, in North Carolina e in Georgia. Biden invece è avanti in Arizona. La vera partita si gioca però in Michigan, in Wisconsin e in Pennsylvania.

04 Novembre 04:55 Alle 5 si chiudono i seggi in California, Oregon, Washington e Idaho

Alle 5 ora italiana i seggi chiudono in California, Oregon, Washington e Idaho. Ci sono pochi dubbi su come andrà: in California, Oregon e Washington vincerà, al netto di qualche sorpresa, Biden, in Idaho invece Trump.

04 Novembre 04:41 Alexandria Ocasio-Cortez confermata alla Camera

Riconfermata alla Camera Usa Alexandria Ocasio-Cortez: la giovane e rampante esponente del partito democratico è stata rieletta a New York, riportano i media Usa. Grazie alla vittoria a sorpresa contro Joseph Crowley alle primarie democratiche del 2018 nel Quattordicesimo Distretto di New York, è stata eletta al Congresso statunitense il 6 novembre 2018 al termine delle elezioni di metà mandato, diventando a 29 anni la donna più giovane eletta alla carica parlamentare nella storia statunitense.

04 Novembre 04:35 Il New Jersey dice sì alla legalizzazione della marijuana

Il New Jersey ha votato per legalizzare la marijuana. Nel giorno delle elezioni presidenziali, gli elettori hanno approvato la legalizzazione del possesso e l'uso di marijuana per gli adulti di età pari o superiore a 21 anni attraverso un referendum, con la Commissione di regolamentazione della cannabis del New Jersey responsabile della produzione e delle vendite di marijuana, secondo il New York Times e l'Associated Press.

04 Novembre 04:20 Occhi puntati sulla Pennsylvania: segnale negativo per Biden

La sfida tra Biden e Trump si gioca sugli swing states, tra cui in particolare la Pennsylvania. La situazione è in bilico ma c'è un segno minaccioso per il candidato democratico: Trump è in vantaggio rispetto alla sua esibizione del 2016 nella contea di Trumbull (Warren, vicino a Youngstown e al confine occidentale della Pennsylvania) con quasi tutti i voti contati.

04 Novembre 04:06 Trump-Biden, la sfida si decide nei battleground states: cosa sta succedendo ora

Chi sta vincendo tra Trump e Biden? In attesa dei risultati decisivi in arrivo dagli swing states, o battleground states, più in bilico che mai, ecco la situazione stato per stato per i due candidati:

  • Biden vince in New Jersey (14 grandi elettori), Rhode Island (4), Massachussets (11), Maryland (10), Delaware (3), District of Columbia (3), New Hampshire (4), Vermont (3), Virginia (13), Illinois (20), Connecticut (7), Maine (4), New Jersey (14), New York (29), New Mexico (5), Colorado (9).
  • Trump vince Missouri (10 grandi elettori), West Virginia (5), Indiana (11), Kentucky (8), Alabama (9), Mississippi (6), Tennessee (11) , Oklahoma (7), Arkansas (6), Florida (29), Louisiana (8), Nebraska (5), Wyoming (3), South Dakota (3), North Dakota (3), Kansas (6).

04 Novembre 04:04 Alle 4 chiudono i seggi in Iowa, Nevada, Utah e Montana

Chiudono alle 4 ora italiana i seggi in Iowa, Nevada, Utah, Montana: negli ultimi due vincerà Trump, in Nevada dovrebbe vincere Biden ma i risultati non incoraggianti che sta registrando con gli ispanici un po' in tutto il paese lasciano tutto in sospeso, mentre in Iowa i sondaggi della vigilia davano un sostanziale pareggio fra Trump e Biden.

04 Novembre 03:32 I democratici confermano la maggioranza alla Camera

Fox News annuncia che sulla base delle sue stime i Democratici conserveranno la maggioranza alla Camera, e la allargheranno di almeno altri cinque seggi.

04 Novembre 03:23 Trump parlerà alla Nazione in serata dalla Casa Bianca

Il presidente americano in carica, Donald Trump, terrà un discorso dalla East Room alla Casa Bianca più tardi. Lo ha riferito l'ex consigliera Kellyanne Conway. "Sentirete il presidente stasera…è atteso un suo discorso alla nazione più avanti dalla East Room della Casa Bianca". Anche il candidato dem Joe Biden potrebbe prendere la parola dal Delaware dove sta seguendo i risultati del voto.

04 Novembre 03:19 Testa a testa tra Trump e Biden: cosa sta succedendo stato per stato

Testa a testa tra Donald Trump e Joe Biden per l'elezione a presidente degli Stati Uniti. Dopo la chiusura dei seggi in altri 14 stati e in attesa di scoprire cosa sta accadendo negli swing states, ecco la situazione attuale per i due candidati secondo le call dei maggiori network a stelle e strisce:

  • Biden vince in New Jersey (14 grandi elettori), Rhode Island (4), Massachussets (11), Maryland (10), Delaware (3), District of Columbia (3), New Hampshire (4), Vermont (3), Virginia (13), Illinois (20), Connecticut (7), Maine (4), New Jersey (14), New York (29), New Mexico (5), Colorado (9).
  • Trump vince Missouri (10 grandi elettori), West Virginia (5), Indiana (11), Kentucky (8), Alabama (9), Mississippi (6), Tennessee (11) , Oklahoma (7), Arkansas (6), Florida (29), Louisiana (8), Nebraska (5), Wyoming (3), South Dakota (3), North Dakota (3).

04 Novembre 03:08 Campagna Trump dichiara vittoria in Florida

La campagna di Donald Trump in un tweet parla di vittoria in Florida nonostante i media americani diano la gara ‘too close to call', con il presidente avanti di 2,5 punti con il 91% delle schede scrutinate. Sono ben 29 i grandi elettori che il presidente in carica guadagna contro lo sfidante democratico. Si tratta di un traguardo importante per l'inquilino della Casa Bianca, che è riuscito a conquistare uno degli swing states più decisivi per l'elezione.

04 Novembre 02:58 Alle 3 ora italiana chiudono i seggi in altri 14 stati, attesa per gli exit poll di Minnesota, Michigan e Texas

Alle 3 ora italiana chiudono i seggi in altri 14 stati. Si tratta di Arizona, Colorado, Kansas, Louisiana, Michigan, Minnesota, Nebraska, New Mexico, New York, North Dakota, South Dakota, Texas, Wisconsin, Wyoming. Attenzione agli exit poll dal Minnesota, dal Michigan, Texas, Wisconsin e Arizona.

04 Novembre 02:52 Usa 2020, eletta Sarah McBride: è la prima senatrice statale transessuale

Sarah McBride, 30 anni, sarà la prima senatrice statale transessuale nella storia degli Stati Uniti. La candidata democratica ha conquistato un seggio nel Senato dello Stato del Delaware, secondo quanto riportato dall'LGBTQ Victory Fund; nel 2016, era diventata la prima transessuale a intervenire durante la convention nazionale del partito democratico. "A chiunque abbia paura che la sua verità e i suoi sogni si escludano a vicenda, sappia che il cambiamento è possibile. Sappiate che la vostra voce conta, sappia che anche voi potete fare questo", ha scritto su Twitter dopo aver votato.

04 Novembre 02:38 Attivista del movimento di estrema destra e complottista QAnon eletta alla Camera

Un'attivista del controverso movimento di estrema destra QAnon, che propugna una teoria complottista, è stata eletta alla Camera dei rappresentanti. QAnon entra così al Congresso, con la repubblicana Marjorie Taylor Greene, che si aggiudica in Georgia il seggio del distretto 14, secondo le proiezioni. Due mesi fa il presidente Donald Trump l'aveva salutata come una "futura stella repubblicana". Secondo la teoria di QAnon, Trump sta conducendo una guerra segreta contro un culto liberale globale di pedofili adoratori di Satana. "Grande vittoria stasera!", ha twittato Marjorie Taylor Greene. La donna, 46 anni, in agosto aveva battuto alle primarie repubblicane un concorrente più moderato, ha fatto campagna con lo slogan "Salva l'America, fermare il socialismo" e con video in cui appare armata di un fucile semiautomatico e mette in guardia contro i "terroristi Antifa.

04 Novembre 02:33 Governatore Pennsylvania: “Esito può non arrivare oggi, armatevi di pazienza”

"Armatevi di pazienza e fate un respiro profondo" perché l'esito del voto negli Stati Uniti potrebbe non arrivare oggi. E' l'invito rivolto agli elettori dal governatore dello stato chiave della Pennsylvania, il democratico Tom Wolf. "In tutto lo stato instancabili scrutatori sono pronti a garantire che ogni voto venga conteggiato – ha scandito Wolf in un videomessaggio diffuso in queste ore – Ma per contare questo eccezionale numero di voti si potrebbe impiegare più tempo che in passato. Potremmo non conoscere il risultato oggi, ma incoraggio tutti a fare un respiro profondo e ad avere pazienza".

04 Novembre 02:22 Chi sta vincendo tra Trump e Biden: la situazione stato per stato

Mentre continua lo spoglio dei voti negli Stati Uniti, cominciano ad arrivare i primi risultati, in attesa di capire cosa sta succedendo nei cosiddetti swing states, gli stati in bilico che anche questa volta si sono confermati too early to call. Al momento il numero totale dei grandi elettori per l'elezione di Joe Biden è superiore a quello di Donald Trump. Di seguito la situazione aggiornata per entrambi i candidati:

  • Biden vince in New Jersey (14 grandi elettori), Rhode Island (4), Massachussets (11), Maryland (10), Delaware (3), District of Columbia (3), New Hampshire (4), Vermont (3), Virginia (13), Illinois (20), Connecticut (7), Maine (4), New Jersey (14).
  • Trump vince Missouri (10 grandi elettori), West Virginia (5), Indiana (11), Kentucky (8), Alabama (9), Mississippi (6), Tennessee (11) , Oklahoma (7), Arkansas (6).

04 Novembre 02:09 A Biden la vittoria in Massachussets, Maryland, Delaware e District of Columbia

Secondo le ultime proiezioni, Joe Biden è dato vincitore nei seguenti stati: in Massachussets (11 grandi elettori), Maryland (10), Delaware (3) e il District of Columbia (3).

04 Novembre 02:07 Trump vince in South Carolina: nessuna sorpresa

L'Associated Press assegna la South Carolina, che vale 9 grandi elettori, a Donald Trump. Nessuna sorpresa rispetto a quanto successo quattro anni fa.

04 Novembre 01:59 Urne chiuse in altri 14 stati: occhi puntati sulla Pennsylvania e sul Maine

Alle 2 ora italiana si chiudono le urne in 14 stati dove a breve comincerà lo spoglio. Occhi puntati soprattutto sulla Pennsylvania, e poi ancora su Alabama, Connecticut, Delaware, DC, Illinois, Maine, Maryland, Massachusetts, Mississippi, Missouri, Oklahoma, Rhode Island, Tennessee.

04 Novembre 01:56 Ohio too early too call: in bilico come Georgia e North Carolina

Secondo Fox News, la situazione in Ohio è too early to call, con i risultati dei due candidati Donald Trump e Joe Biden troppo incerti per poter prevedere un vincitore, in questa fase iniziale dopo la chiusura delle urne. L'Ohio conta 18 Grandi elettori ed è uno degli stati in cui è ancora difficile chiamare la vittoria tra i due candidati, come in Georgia e North Carolina.

04 Novembre 01:46 Proiezioni Cnn: Biden vince in New Hampshire al 72,2%

Secondo le prime proiezioni della Cnn, il candidato democratico Joe Biden è in netto vantaggio in New Hampshire (4 grandi elettori) con il 72,2% contro il 27,8% di Donald Trump.

04 Novembre 01:44 Donald Trump verso la vittoria in Florida

Donald Trump sarebbe il favorito per la vittoria in Florida, uno degli swing states più decisivi per l'elezione del presidente degli Stati Uniti. Basti pensare che nella contea di Dade nel 2016 Hillary vinse col 30% dei voti, Biden avanti solo del 10%. Il presidente ha recuperato nelle zone a maggioranza ispanica. Qui, secondo un sondaggio ABC il 54% degli elettori approva l'operato di #Trump, e il 53% lo ritiene migliore per gestire l'economia. Solo per il 48% #Biden è meglio per la lotta al #Covid19 (Trump 47%).

04 Novembre 01:38 Nuova call per Donald Trump: vince anche il West Virginia

Donald Trump, dopo Indiana e Kentucky, vince in West Virginia, secondo le proiezioni dell'Associated Press e di Fox. Il West Virginia ha 5 grandi elettori.

04 Novembre 01:31 Georgia e South Carolina stati in bilico: candidati troppo vicini, impossibile prevedere la vittoria

Georgia e South Carolina sono "too early to call", ossia non è ancora possibile assegnare la vittoria ad uno dei due candidati alla Casa Bianca, secondo la Cnn, perché sono troppo vicini tra di loro. Soprattutto la Georgia è considerata pressoché indispensabile per Trump, se vuole assicurarsi un secondo mandato alla Casa Bianca.

04 Novembre 01:25 Prime proiezioni Cnn, Biden in leggero vantaggio su Trump in Florida

Secondo le prime proiezioni della Cnn, il candidato democratico Joe Biden è in leggero vantaggio in Florida, uno degli swing states per eccellenza, con il 50,7% contro il 48,4% di Donald Trump. Si ricordi però che lo spoglio in Florida inizia dai voti espressi in anticipo e per posta. Subito il vantaggio di Biden potrebbe essere consistente, ma sarà rilevante vedere il margine di Trump prima dell'arrivo dei voti dalle contee più repubblicane, dopo le 2.

04 Novembre 01:17 Joe Biden vince in Vermont e Virginia alle presidenziali 2020

Joe Biden ha vinto in Vermont, secondo le proiezioni dell'Associated Press. Il Vermont ha in palio 3 grandi elettori. Vittoria del democratico anche in Virginia, dove erano in palio 13 grandi elettori, secondo le proiezioni di Fox News. Dunque, a questo punto, prosegue il testa a testa tra l'ex vice di Obama e Donald Trump, che vince invece in Indiana e Kentucky.

04 Novembre 01:10 Donald Trump vince in Indiana e Kentucky

Donald Trump vince in IndianaKentucky. E' infatti arrivata la "chiamata" della Cnn che ha dato il presidente in carica in vantaggio su Joe Biden in questi due stati. Al tyconn vanno in questo modo 19 grandi elettori.

04 Novembre 01:06 Chiuse le urne in 5 Stati, tra cui Georgia e South Carolina

All'1, ora italiane, si sono chiuse le urne in cinque stati USA: Georgia, Indiana, Kentucky, South Carolina, Vermont e Virginia. Occhi puntati soprattutto sulla Georgia, uno degli swing states, mentre secondo le prime proiezioni in Indiana avrebbe vinto Trump su Joe Biden.

04 Novembre 01:02 In Michigan i risultati delle elezioni potrebbero arrivare tra 3 giorni

Il Michigan non si aspetta di avere il risultato delle elezioni stanotte, potrebbero volerci fino a 80 ore, tre giorni, ha detto Jake Rollow, portavoce del segretario di Stato Jocelyn Benson.

04 Novembre 00:56 Prima chiamata USA 2020: il deputato Repubblicano Rogers rieletto in Kentucky

L'Associated Press ha annunciato la prima chiamata: il deputato repubblicano Harold Rogers ha ottenuto la rielezione per il quinto distretto del Kentucky. Rogers vince le elezioni nel suo distretto dal 1980.

04 Novembre 00:51 USA 2020, come funzionano le “chiamate” delle principali tv americane

Nel corso della nottata, le principali reti televisive americane, come CNN e Fox, cominceranno a “chiamare” le elezioni in vari stati, cioè ad assegnare a un candidato o all’altro la vittoria. Queste attribuzioni non indicano che i risultati sono definitivi, ma che il network televisivo ha deciso che ormai la vittoria di un candidato è così vicina da poter essere dichiarata con ragionevole sicurezza. Tutte le reti hanno dei team che si occupano di decidere le “chiamate”, e questi utilizzano diversi dati per fare le previsioni: anzitutto gli exit poll, poi il conteggio provvisorio dei voti, ma anche quello che dicono le migliaia di giornalisti inviati da ciascun grosso network ai seggi. Quando un network attribuisce uno stato a un candidato, la cosiddetta call, di solito è piuttosto affidabile, ma bisogna stare attenti: sono previsioni, non sono i risultati definitivi. Quest’anno inoltre potrebbero esserci più problemi del solito: a causa dell’ampio numero di persone che hanno votato via posta o in anticipo, i dati degli exit poll e dei primi conteggi potrebbero essere meno affidabili.

04 Novembre 00:48 Il governatore della Florida schiera la Guardia nazionale “per precauzione”

Il governatore repubblicano della Florida, Ron DeSantis, ha dichiarato a Fox News di aver deciso di dispiegare la Guardia nazionale in varie località a scopo precauzionale per prevenire disordini nel post voto. "Tutto procede senza intoppi. Non prevediamo alcun problema. E' a scopo precauzionale", ha chiarito il governatore. Stessa decisione anche a New York e in California.

04 Novembre 00:39 Prime proiezioni USA, Trump in vantaggio in Kentucky: il presidente ha il 69,4% contro il 29,2% di Biden

Netto il vantaggio di Donald Trump in Kentucky secondo le prime proiezioni della Cnn dove il presidente in caric ha il 69,4% contro il 29,2% di Joe Biden. Anche in Indiana l'attuale inquilino della Casa Bianca è avanti allo sfidante in contee tradizionalmente repubblicane. In Indiana ci sono in palio 11 grandi elettori e in Kentucky 8.

04 Novembre 00:27 In Indiana Trump in vantaggio di 38 punti su Biden

Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, sarebbe in vantaggio di 38 punti percentuali sul candidato democratico Joe Biden in Indiana, il primo Stato insieme al Kentucky in cui si sono chiusi i seggi per le elezioni 2020. Con l'uno per cento dei voti scrutinati, in base alle proiezioni il capo della Casa Bianca avrebbe il 68,3 per cento dei voti a favore contro il 29,8 per l'ex vice di Barack Obama. Si tratta per la maggior parte di contee tradizionalmente repubblicane, come DeKalb e Sullivanan, che se la percentuale attuale sarebbe di circa 6 punti sotto la performance del 2016 per l'attuale inquilino della Casa Bianca.

04 Novembre 00:21 Donald Trump attende alla Casa Bianca i risultati delle elezioni insieme allo staff e alla famiglia

Il presidente Donald Trump aspetterà nell'est della Casa Bianca i risultati dell'Election Day con i suoi membri dello staff e i familiari. Poco fa, lo stesso presidente ha scritto un tweet pubblicato sul proprio account personale: "Stiamo veramente bene in tutto il Paese. Grazie".

04 Novembre 00:12 USA 2020: chiusi a mezzanotte in Italia i primi seggi in Indiana e Kentucky

Si sono chiusi a mezzanotte ora italiana in Indiana e Kentucky i primi seggi per le elezioni negli Stati Uniti. Entrambi gli Stati sono considerati roccaforti del Partito repubblicano e del presidente in carica Donald Trump: in Indiana gli ultimi sondaggi davano a Trump un vantaggio tra i sette e i 14 punti percentuali sul candidato democratico Joe Biden; in Kentucky il margine di distacco era dato a quasi 20 punti.

04 Novembre 00:02 Migliaia di agenti in strada a New York, la polizia avverte i manifestanti: “Non ci provate”

La polizia di New York dispiegherà migliaia di agenti sulle strade della Grande Mela già nelle prossime ore in modo da essere pronta nel caso dovessero scoppiare disordini. "Saremo in migliaia sulle strade nei prossimi giorni per assicurarci che la città sia al sicuro", afferma il capo del New York Police Department, Terence Monahan, mettendo in guardia i manifestanti violenti. "Non ci provate nemmeno. Sappiamo che siete e sarete arrestati", ha avvertito.

03 Novembre 23:55 Elezioni USA, è ufficiale: affluenza alle urne mai così alta da oltre un secolo

Si va verso un'affluenza alle urne da record negli Stati Uniti, la più alta da oltre un secolo. Secondo lo Us Electoral Project dell'Università della Florida, oltre 101 milioni di americani hanno votato già prima dell'Election Day, di cui oltre 65 milioni per posta.

03 Novembre 23:53 Instagram sbaglia avviso agli utenti: “Si vota domani”, ma è un guasto al sistema

Alcuni utenti di Instagram negli Stati Uniti hanno segnalato di aver ricevuto oggi un avviso che "domani è il giorno del voto". Un guasto al sistema che, ha spiegato il team comunicazione di Instagram, era stato corretto ma è rimasto memorizzato nella cache di utenti che non hanno riavviato l'app. Oggi, tutti gli utenti avrebbero dovuto ricevere un avviso nella parte in alto del feed che dice "è l'ultimo giorno per votare". Instagram non ha comunicato quanti utenti sono stati colpiti dal malfunzionamento. Instagram ha messo in atto una serie di modifiche per bloccare "contenuti dannosi" che potrebbero apparire durante il voto. Inoltre etichetterà i post di candidati che dichiareranno prematuramente la vittoria e ha creato un "centro di informazioni per gli elettori" con notizie provenienti da autorità elettorali verificate.

03 Novembre 23:46 Per il 34% degli elettori Usa economia più importante, Covid a 18%

Il 34% degli elettori americani ha indicato l'economia come tema più importante per decidere come votare. Il 21% ha indicato le diseguaglianze razziali, solo terzo il Covid-19, indicato dal 18%, seguito dalla sicurezza e dal sistema sanitario. E' quanto emerge da un sondaggio della Cnn.

03 Novembre 23:42 Lo scrutinio dei voti in North Carolina è stato posticipato di un’ora

I funzionari elettorali della North Carolina hanno deciso di prorogare il voto in quattro distretti oltre le 19.30 (1.30 in Italia) orario programmato per la chiusura dei seggi, che ritarderà la pubblicazione dei risultati dello Stato. I funzionari hanno sottolineato che la proroga, che secondo loro sarebbe durata meno di un'ora, era un evento relativamente di routine. Il North Carolina è uno degli swing state e vale quindici grandi elettori.

03 Novembre 23:36 A che ora (italiana) chiudono i seggi negli Stati Uniti

I primi seggi USA a chiudere saranno quelli dell'Indiana e del Kentucky, quando in Italia sarà mezzanotte. Gli ultimi Stati a cominciare lo spoglio saranno Alaska e Hawaii, alle 6.00 di mercoledì in Italia. Ma i seggi negli gli Stati chiave, quelli che veramente interessano per la corsa presidenziale americana, chiuderanno quasi tutti molto prima, quando in Italia saranno le 2.00. Ecco il quadro completo degli orari di apertura e chiusura dei seggi, tra parentesi l'equivalente dell'ora italiana:

  • ALABAMA: seggi aperti dalle 7 alle 19 (14.00-2.00 di notte in Italia);
  • ALASKA: dalle 7.00 alle 20.00 (17.00-6.00);
  • ARIZONA: dalle 6.00 alle 19.00 (14.00-3.00);
  • ARKANSAS: dalle 7.30 alle 19.30 (14.30-2.30);
  • CALIFORNIA: dalle 7.00 alle 20.00 (16.00-5.00);
  • COLORADO: dalle 7.00 alle 19.00 (15.00-3.00);
  • CONNECTICUT: dalle 6.00 alle 20.00 (12.00-2.00);
  • DELAWARE: dalle 7.00 alle 20.00 (13.00-2.00);
  • WASHINGTON, DISTRICT OF COLUMBIA: dalle 7.00 alle 20.00 (13.00-2.00);
  • FLORIDA: dalle 7.00 alle 19.00 (13.00-1.00);
  • GEORGIA: dalle 7.00 alle 19.00 (13.00-1.00);
  • HAWAII: dalle 7.00 alle 19.00 (18.00-6.00);
  • IDAHO: dalle 8.00 alle 20.00 (16.00-4.00);
  • ILLINOIS: dalle 6.00 alle 19.00 (13.00-2.00);
  • INDIANA: dalle 6.00 alle 18.00 (mezzogiorno-mezzanotte);
  • IOWA: dalle 7.00 alle 21.00 (14.00-4.00);
  • KANSAS: dalle 7.00 alle 19.00 (14.00-2.00);
  • KENTUCKY: dalle 6.00 alle 18.00 (mezzogiorno-mezzanotte);
  • LOUISIANA: dalle 6.00 alle 20.00 (13.00-3.00);
  • MAINE: dalle 6.00 alle 20.00 (mezzogiorno-2.00);
  • MARYLAND: dalle 7 alle 20 (13.00-2.00);
  • MASSACHUSETTS: dalle 7.00 alle 20.00 (13.00-2.00);
  • MICHIGAN: dalle 7.00 alle 20.00 (13.00-2.00);
  • MINNESOTA: dalle 7.00 alle 20.00 (14.00-3.00);
  • MISSISSIPPI: dalle 7.00 alle 19.00 (14.00-2.00);
  • MISSOURI: dalle 6.00 alle 19.00 (13.00-2.00);
  • MONTANA: dalle 7.00 alle 20.00 (15.00-4.00);
  • NEBRASKA: dalle 7.00 alle 20.00 (15.00-3.00).

03 Novembre 23:25 Supporter di Trump su Twitter denunciano brogli alle elezioni: “Fermate il furto”

Aumentano su Twitter i post con l'hashtag #StopTheSteal (‘ferma il furto') e #FreeAndFairElections (‘elezioni libere e giuste') che segnalano presunti brogli elettorali a danno dei repubblicani. Alcuni denunciano ritardi nell'apertura dei seggi, in Pennsylvania ad esempio, orchestrate ad arte per non far votare chi deve andare a lavorare. Altri segnalano e pubblicano foto di guasti alle macchine elettorali a Philadelphia, New York e in Georgia, zone conquistate da Trump nel 2016.

03 Novembre 23:19 Boom di elettori negli Stati Uniti: tra le più alte affluenze di sempre

Gli Stati Uniti sono sulla buona strada per vedere alcune dei più alte affluenze ad un appuntamento elettorale dall'inizio del 1900. Michael P. McDonald, il professore dell'Università della Florida che raccoglie i dati per il progetto Elections prevede un tasso di affluenza alle urne complessivo del 67% quest'anno, più di 10 punti in più rispetto a quanto è successo nel 2016.

03 Novembre 23:10 Il governatore repubblicano del Vermont ammette: “Ho votato per Biden”

Il governatore uscente del Vermont, il repubblicano Phil Scott ha detto ai giornalisti fuori dal seggio di aver votato per Joe Biden. In corsa per la rielezione, Scott è finora l'unico politico del Gop con il nome sulla scheda che fa sapere ufficialmente di aver scelto il candidato democratico come prossimo presidente degli Stati Uniti. Un altro governatore repubblicano uscente, Charlie Baker del Massachusetts, ha rivelato oggi di aver votato scheda bianca.

03 Novembre 23:06 Chiara Ferragni tifa per Joe Biden e Kamala Harris: “Follower americani, andate a votare”

Arriva l'endorsement di Chiara Ferragni a Joe Biden e Kamala Harris. L'influencer italiana ha infatti postato tra le sue story su Instagram un'immagine del candidato democratico e della sua vice e sotto ha scritto: "Follower americani, ricordatevi di andare a votare oggi…". Poi, la moglie di Fedez ha postato l'appello dell'ex presidente degli Usa Barack Obama, di cui proprio Biden è stato vice-presidente.

03 Novembre 22:58 Kamala Harris in viaggio per raggiungere Biden a Wilmington

La candidata democratica alla vicepresidenza Usa Kamala Harris si sta dirigendo a Wilmington, nel Delaware, dopo aver trascorso il pomeriggio in Michigan, dove ha ricordato agli elettori in una chiesa di Detroit quanto fosse sottile il margine di vittoria di Donald Trump nello stato nel 2016. Li ha esortati a cercare di convincere anche altre persone a votare e ha invitato le persone a ricordarsi perchè votano quando rimangono bloccate in lunghe file.

03 Novembre 22:56 Elezioni USA 2020, gli attesi risultati dei voti negli swing states

Quando in Italia saranno più o meno le 5 di domani mattina, è probabile che conosceremo il nome del prossimo presidente degli Stati Uniti. Ma tutto dipenderà dallo spoglio dei voti nei cosiddetti swing states, o stati in bilico, che potrebbero ribaltare o confermare le previsioni della vigilia, che davano Joe Biden in vantaggio su Trump. Vediamo, nello specifico, cosa può succedere:

  • Arizona I seggi chiudono alle 3 di notte ora italiana. All’inizio il risultato potrebbe favorire Biden, poi ci si può aspettare un recupero di Trump. I sondaggi danno Biden in vantaggio di 2,6 punti.
  • Florida I seggi chiudono alle 2. Vantaggio democratico iniziale e poi recupero repubblicano. I sondaggi danno Biden in vantaggio di 2,5 punti.
  • Georgia I seggi chiudono all’una di notte. I sondaggi danno Biden in vantaggio dello 0,9 per cento.
  • Michigan I seggi chiudono alle 3. Per i sondaggi Biden è in vantaggio di otto punti.
  • North Carolina I seggi chiudono all’1.30. Qui la situazione si complica perché i risultati definitivi potrebbero arrivare anche tra qualche giorno dopo che saranno conteggiati anche i voti arrivati entro il 12 novembre. Secondo i sondaggi Biden ha un vantaggio di 1,7 punti.
  • Ohio I seggi chiudono all’1.30. Trump è in vantaggio di 0,6 punti, secondo i sondaggi.
  • Pennsylvania I seggi chiudono alle 2. Anche qui si prevede un conteggio piuttosto lento. Biden è dato in vantaggio di 4,7 punti.
  • Wisconsin I seggi chiudono alle 3. I sondaggi danno Biden in vantaggio di 8,2 punti.

03 Novembre 22:43 Record di contagi Covid in Wisconsin: oltre 5000 casi in 24 ore per uno dei più decisivi swing states

Il Wisconsin ha registrato un record di casi giornalieri con 5.771 contagi di Coronavirus confermati in 24 ore e 52 decessi. I ricoveri sono stati 247. Lo stato per settimane si è classificato come una delle zone più a rischio degli Usa. Secondo i ricercatori della Johns Hopkins University, la media giornaliera di nuovi casi nello Stato è aumentata del 44% nelle ultime due settimane, diventando il quarto peggior paese per numero di nuovi casi pro capite. Nel Wisconsin, uno degli swing states più decisivi per l'elezione del nuovo presidente USA, il bilancio delle vittime dall'inizio della pandemia ha raggiunto quota 2.102.

03 Novembre 22:32 Un uomo armato è stato arrestato fuori un seggio elettorale in North Carolina

Un uomo armato è stato arrestato fuori da un seggio elettorale del North Carolina. Il dipartimento di polizia di Charlotte Mecklenburg ha dichiarato di aver fermato un 36enne, Justin Dunn che indossava un cappello di Trump, stivali da combattimento e un'arma laterale visibile, intento a provocare i Democratici che si erano radunati per una manifestazione vicino al seggio elettorale, al Tempio del Santuario Oasis a Charlotte. Dopo essere stato allontanato dal seggio, è ritornato ed è stato arrestato con l'accusa di violazione di domicilio di secondo grado. "Chiaramente questo tipo di intimidazione degli elettori va contro tutto ciò che il nostro paese rappresenta, e dovremmo spendere tutte le nostre energie per aiutare le persone a votare, non rendendo i seggi elettorali più minacciosi e più scoraggianti", ha commentato il consigliere Sam Spencer.

03 Novembre 22:20 Melania Trump va a votare in Florida senza mascherina

La first lady degli Stati Uniti, Melania Trump, si è presentata a votare a Palm Beach in Florida, senza mascherina. Lo riporta il Wall Street Journal. secondo cui era l'unica persona a non indossare il dispositivo di protezione contro il contagio da Coronavirus, a cui era risultata positiva qualche settimana fa. Ha detto che si sentiva "alla grande". Alla domanda sul motivo per cui non ha votato con suo marito la scorsa settimana, ha detto: "L'Election Day è oggi".

03 Novembre 22:07 Wall Street chiude in rally il giorno dell’Election Day a +2,05%

Wall Street chiude in rally il giorno del voto americano. Il Dow Jones sale del 2,05% a 27.477,40 punti, il Nasdaq avanza dell'1,85% a 11.160,57 punti mentre lo S&P 500 mette a segno un progresso dell'1,78% a 3.369,11 punti.

03 Novembre 22:00 Biden: “Affluenza incredibile, avremo 150 milioni di votanti”

"L'affluenza è incredibile. Avremo più gente che vota di tutte le elezioni nella storia americana. Mi aspetto che votino oltre 150 milioni di persone". Lo ha detto il candidato democratico Joe Biden, parlando con mascherina e megafono ai sostenitori in una strada di Philadelphia (Pennsylvania), in un discorso trasmesso dalla Cnn.

03 Novembre 21:48 Salvini e Meloni per Trump alle elezioni USA 2020: “Speriamo vinca lui”

Matteo Salvini e Giorgia Meloni tifano Trump alle elezioni USA 2020. Il leader della Lega ha condiviso una foto sui propri profili social in cui si mostra con un cappello e la frase "Make America Great Again", slogan dell'ex tycoon durante la campagna elettorale. Anche Meloni è intervenuta a supporto dell'inquilino della Casa Bianca: "Tendo a non tifare mai, in queste cose. Mi urta un po' quando vedo esponenti italiani che fanno le cheerleader dei leader internazionali. Posso dire, da italiana e da patriota, che spero vinca Donald Trump. Non solo perché condivido molte cose che dice ma, soprattutto, per l'interesse italiano", ha detto a Stasera Italia su Rete 4.

03 Novembre 21:33 “Non votate”, telefonate robotizzate per scoraggiare gli elettori USA: indaga l’Fbi

Molte persone in vari Stati degli USA hanno riferito di aver ricevuto chiamate telefoniche robotizzate stamani, in cui una voce invitava a "rimanere a casa". Lo scrive la Cnn. In Michigan e nel Nebraska in particolare le autorità hanno invitato gli elettori a trascurare chiamate automatiche che invitano la gente a "stare al sicuro, in casa". L'origine delle telefonate e dei messaggini non è chiara ma, secondo indiscrezioni, l'Fbi avverte di aver avviato un'indagine.

03 Novembre 21:11 Per il figlio di Donald Trump tutto il mondo “è rosso”: anche l’Antartide vota per il presidente

"Ok, finalmente la mia mappa elettorale". Il figlio di Donald Trump, Don Trump Jr. su Twitter ha pubblicato in occasione dell’Election Day una mappa in cui tutto il mondo è colorato di rosso, compresa l’Antartide,. Il rosso è il colore del Gop con solo alcune macchie blu tra cui Messico, India, Cina e Cuba. Il figlio di Trump ha dato ai repubblicani tutta l’Africa con l’eccezione della Liberia. Blu anche lo stato di New York e la California, mentre la Croazia è inspiegabilmente in bianco (la matrigna Melania viene dalla vicina Slovenia). Utenti di Twitter hanno notato altre incongruenze: manca il Sud Sudan, mentre l’India si è offesa perché la mappa attribuisce al Pakistan il Kashmir conteso da decenni. In compenso la mappa da’ all’India anche lo Sri Lanka.

03 Novembre 21:02 Record di latinoamericani alle elezioni, hanno votato in 8 milioni: potrebbero essere decisivi

Record di elettori latinoamericani alle elezioni USA 2020. Al momento già in 8,6 milioni hanno espresso il loro voto. Democratici e progressisti in tutti gli Stati Uniti, specialmente negli swing states, hanno lavorato per galvanizzare i giovani latini. In Arizona e in altri stati in cui si deciderà chi sarà il prossimo presidente, come Texas, Florida, Pennsylvania, Nevada e North Carolina, il 33% dei voti dei latinos proveniva da persone che non hanno votato nel 2016, secondo Voto Latino. Il gruppo ha registrato più di 601.330 elettori per questo ciclo elettorale, tre quarti dei quali hanno un'età compresa tra i 18 ei 39 anni.

03 Novembre 20:47 In Iowa hanno votato quasi 1 milione di persone: il 45% sono democratici

I dati delle elezioni statali mostrano che almeno 996.970 cittadini dell'Iowa hanno votato in anticipo, di persona o per posta. Si tratta di circa il 48% degli elettori registrati e il 63% di quelli che hanno votato alle elezioni del 2016. Quasi 41.000 persone in tutto lo stato hanno votato oggi. I Democratici registrati rappresentavano il 45% dei primi elettori. I repubblicani registrati costituivano il 33% dei primi elettori e il 21% non erano affiliati. Le votazioni chiudono alle 22:00 ora locale. Le schede degli assenti possono essere restituite per posta fino al 9 novembre, a condizione che siano timbrate entro il 2 novembre.

03 Novembre 20:35 Elezioni Usa 2020, i risultati in diretta: chi vince tra Trump e Biden

La lunga attesa è quasi finita: a breve il mondo intero conoscerà il nome del 46esimo presidente degli Stati Uniti. Chi ha vinto tra Donald Trump e lo sfidante democratico Joe Biden? Oltre 100 milioni di persone hanno votato per il proprio candidato ed anche se i sondaggi della vigilia davano l'ex vice-presidente di Obama in netto vantaggio sul tycoon, non è ancora detta l'ultima parola. Archiviato l'Election Day, intorno all' 1 del mattino di mercoledì 4 novembre, ora italiana, ci sarà la chiusura dei primi seggi in Indiana, Kentucky, Georgia, South Carolina, Vermont, Virginia, poi comincerà lo spoglio e solo a notte fonda sapremo, forse, chi sarà il prossimo inquilino della Casa Bianca.

Chi vincerà le elezioni americane tra Trump e Biden secondo i sondaggi

Gli ultimi sondaggi nazionali alla vigilia dell'Election Day assegnano a Joe Biden un vantaggio ampio, il 6,7% secondo la media di RealClearPolitics, ma il destino degli Stati Uniti dipende dagli 8 di swing States, gli Stati in bilico che con i loro voti elettorali decideranno le presidenziali. Ogni Stato ne assegna in proporzione alla propria popolazione, e il candidato che arriverà a 270 andrà alla Casa Bianca. Secondo le ultime previsioni Joe Biden è in netto vantaggio, ma nelle ultime 48 ore il presidente in carica, Donald Trump, pare abbia recuperato quasi ovunque. Un bel problema, questo, per i democratici, che vogliono a tutti i costi scongiurare quello che è successo quattro anni fa quando ad assegnare la vittoria all'ex tycoon furono Michigan, Wisconsin e Pennsylvania, tre Stati di tradizione democratica in cui Clinton era avanti nei sondaggi, ma che il futuro presidente vinse per soli 77.744 voti totali.

A che ora inizia lo spoglio e quando arrivano i risultati

Negli Stati Uniti si vota dalle 8 alle 20 oggi, martedì 3 novembre. Poi, una volte chiuse le urne, comincerà lo spoglio dei voti. Il nome del vincitore potrebbe essere chiaro già intorno alle 5 del mattino, ora italiana, con l'arrivo dei risultati degli Stati più "pesanti" per quanto riguarda il numero di grandi elettori. La scaletta dell'arrivo dei risultati con ora italiana dovrebbe essere la seguente:

  • all'1 del mattino di mercoledì 4 novembre si chiudono primi seggi in Indiana, Kentucky, Georgia, South Carolina, Vermont, Virginia;
  • alle 1.30: si chiudono i seggi in North Carolina, West Virginia, Ohio: il primo e il terzo sono molto importanti, nella corsa alla Casa Bianca;
  • alle 2.00: chiudono i seggi in 16 Stati, tra cui Florida e Pennsylvania, due degli Stati in bilico;
  • alle 3.00: chiudono i seggi in Wisconsin, Michigan (due Stati che Trump strappò a Clinton nel 2016, per una manciata di voti) e, soprattutto, Texas;
  • alle 4.00: chiudono i seggi in 4 Stati, tra cui lo Utah;
  • alle 5.00: chiudono i seggi in 5 Stati tra cui la California;
  • alle 7.00: chiudono i seggi in Alaska, ultimo stato a votare.

Cosa succede se Trump vince le Elezioni USA

Nel caso in cui Donald Trump venisse riconfermato presidente degli Stati Uniti, è probabile, stando alle ultime indiscrezioni del New York Times che come primo provvedimento potrebbe decidere di abbandonare la Nato, il che sarebbe un duro colpo allo scenario internazionale. Per quanto riguarda l'emergenza Coronavirus, ha promesso che dopo l'elezione avrebbe licenziato il virologo Anthony Fauci oltre a lasciare l'Organizzazione mondiale della Sanità. Ma anche relazioni sempre più complesse con la Cina, con cui proprio Trump ha combattuto una dura guerra commerciale, per poi accusare Pechino di aver infettato il mondo intero con il Covid. Ci sono anche i delicati equilibri in Medio Oriente, in cui è sfida aperta sul nucleare tra Iran e Stati Uniti. Sulla violenza della polizia contro gli afroamericani e i duri scontri tra manifestanti Black Lives Matter e suprematisti bianchi, Trump non ha preso una netta posizione, lasciando intendere che non ha alcuna intenzione di provare a ricucire le divisioni.

Elezioni presidenziali, cosa succede se vince Biden

Stando a quanto riportato sul sito del partito democratico, in caso di vittoria, il programma elettorale di Joe Biden prevede: lotta al Coronavirus, al fianco dell’Organizzazione mondiale della sanità, a differenza di Trump; aumento della paga minima per i lavoratori, come Trump, ma anche aumento delle tasse ai più ricchi; stop alle carceri private e alla libertà su cauzione e un investimento di 2 miliardi di dollari per ridurre le emissioni di co2 per contrastare l’inquinamento. Per quanto riguarda la politica estera, Biden promette l'eliminazione del Muslim ban,
divieto di accesso negli Stati Uniti a cittadini provenienti da alcuni Paesi islamici e la ripresa del dialogo con Cuba.

Dove seguire i risultati delle elezioni USA in TV

Anche in Italia ci sarà una lunga notte in attesa dei risultati delle elezioni americane. Fanpage.it monitorerà in diretta lo spoglio dei voti, ma tanti sono i programmi di approfondimento che terranno informati i più curiosi. Per il servizio pubblico la prima a partire sarà RaiNews 24, con una diretta alle 23 realizzata in collaborazione con l’emittente americana Cnn. Dalle 23.30 andrà invece in onda su Rai1 uno “Speciale Porta a Porta”, con il conduttore Bruno Vespa e la partecipazione della giornalista Monica Maggioni. Anche Rai3 seguirà gli spogli in diretta con uno Speciale Tg3 condotto da Giovanna Botteri in onda dalla mezzanotte, con la partecipazione di Lucia Annunziata. Non mancherà ovviamente la ormai consueta maratona di Enrico Mentana su La7, che andrà in onda a partire dalla mezzanotte per concludersi solo alle 9.40 del mattino. Per Mediaset Nicola Porro che condurrà su Rete4 un racconto in presa diretta, “La notte americana”. Lo speciale è targato Videonews in collaborazione con TGCom24. Una diretta con dati in tempo reale e approfondimenti sarà anche disponibile su SkyTg24.

USA 2020, a che ora arrivano i risultati definitivi

Come abbiamo visto, i primi exit poll delle elezioni Usa saranno disponibili in Italia solo dalle 23 circa e le prime proiezioni dalle 3 del mattino del 4 novembre. Previsti, tuttavia, forti ritardi per quanto riguarda i risultati definitivi poiché si è verificato un record impressionante di voti per posta, i risultati dei quali potrebbero addirittura arrivare tra qualche giorno.