in evidenza 23 luglio 02:24 Monaco, la polizia: “L’attentatore è cittadino di Monaco di 18 anni di origini iraniane”

La polizia ha detto, nel corso di una conferenza stampa, che l'attentatore è un cittadino tedesco, residente a Monaco da almeno 2 anni, e aveva 18 anni. Era di origini iraniane e aveva la doppia cittadinanza. Il giovane non era stato schedato dalla polizia. La sparatoria è cominciata davanti al Mcdonald e poi si è spostato nel centro commerciale ed è lì che si è avuto il numero maggiore di vittime. L'attentatore avrebbe usato soltanto una pistola. Lo zaino è stato trovato ma all'interno non c'erano armi. La pistola aveva un gran numero di colpi nel caricatore e non si esclude che abbia ricaricato l'arma più volte.

Una pattuglia in borghese lo avrebbe intercettato dopo la strage, sparando alcuni colpi di pistola verso l'attentatore. Non si sa se sia stato raggiunto da questi proiettili o se si sia ucciso.

Confermati i 10 morti, compreso l'attentatore che si è ucciso, e i 21 feriti, 6 sono molto gravi. Ci sono bambini e adolescenti tra i feriti.

La polizia non si sbilancia sulle motivazioni del gesto: "Per adesso non abbiamo nessuna idea. Non sappiamo se si tratti di un attentato o una sparatoria". Sono ancora in corso le indagini sulla famiglia del giovane.

Il killer aveva una "doppia cittadinanza" e non era un profugo, ha riferito Andrae, il capo della polizia di Monaco. Non c'è nessun elemento che indichi una matrice islamica dell'attacco o "parallelismo" con l'attacco con ascia sul treno a Wuerzburg e nemmeno con la strage di 5 anni fa in Norvegia, ha detto Andrae avvertendo però che questi aspetti verranno chiariti da un'inchiesta.

23 luglio 01:29 Il bilancio sale a 10 vittime. L’attentatore si è ucciso. Ripartono i mezzi pubblici

La polizia annuncia che i morti sono 10 e che è stato ritrovato il corpo dell'attentatore che si sarebbe suicidato. Nel frattempo Monaco prova a tornare alla normalità. I mezzi pubblici hanno ricevuto il via libera e sono tornati a circolare. Segno questo che probabilmente non ci sono altri complici in fuga. Quindi si tratta di un attentatore solitario che forse non aveva nulla a che fare con l'Isis.

Successivamente è arrivata la conferma dalla polizia: l'attentatore ha agito da solo e si è suicidato. La polizia ha dato anche un cauto cessato allarme.

23 luglio 00:49 Monaco, ritrovata l’auto dell’attentatore. “Cadavere a un km dal centro commerciale”

Ritrovata l'auto del presunto attentatore una Ford Focus color antracite. L'auto è stata rimossa e verrà analizzato dai reparti scientifici.

Oltre alle teste di cuoio del GSG9 della Polizia, a Monaco sono stati dispiegati i reparti d'elite BFE+, una unità speciale con una particolare formazione militare che è stata istituita in Germania dopo l'attentato al Bataclan a Parigi. Lo sforzo delle autorità tedesche è al massimo, ma nulla si sa ancora della caccia all'uomo degli attentatori.

In nottata gli artificieri si stavano avvicinando al cadavere di un uomo con uno zaino rivenuto in un parco a "circa un chilometro" dal centro commerciale nei pressi del quale c'è stato l'attacco a Monaco. Lo ha riferito la polizia in un punto stampa tenuto nel capoluogo bavarese. La polizia non ha precisato se l'uomo si sia suicidato o sia stato ucciso delle forze di sicurezza. L'obiettivo degli artificieri era quello di esaminare il contenuto dello zaino e consentire agli inquirenti di avvicinarsi al corpo senza correre rischi di un'esplosione.

23 luglio 00:45 Monaco, l’allenatore del Bayern Ancelotti: “Tutto questo è incomprensibile”

"Tutto questo e' molto triste. Ed incomprensibile. Condoglianze ai familiari delle vittime". Lo ha detto il neo allenatore del Bayern Carlo Ancelotti riferendosi alla strage di Monaco.

Intanto, ci sono stati "almeno dieci feriti". Lo ha riferito la polizia in un punto stampa tenuto nel capoluogo bavarese. Viene confermato che le vittime sono nove incluso, anche se nell'incontro con i media non è stato esplicitato, un attentatore. Non è chiaro se ci siano e quanti siano gli attentatori in fuga.

23 luglio 00:14 Monaco, una 15enne tra le vittime. Almeno 20 feriti. La polizia: “Mandateci i video”

Tra le vittime della strage di Monaco potrebbe esserci una ragazza di 15 anni. Lo riferisce la Sueddeutsche Zeitung (Sz).

Sarebbero almeno 20 i feriti della strage di Monaco: lo riferisce la Bild online citando fonti della polizia. Secondo lo stesso sito, il cadavere del probabile attentatore sarebbe stato esaminato con un un robot per il sospetto che avesse esplosivo in uno zainetto che indossava.

"Circa 100 persone" sono state "testimoni oculari" dell'attacco a Monaco. Lo riferisce l'agenzia Dpa citando un portavoce della polizia. La polizia di Monaco, in un tweet, rimanda ad un proprio sito cui inviare immagini e video della sparatoria ed esorta a "non pubblicarli"

Molti turisti sono rimasti bloccati a Monaco, impossibilitati a lasciare la città. Le strade sono bloccate, il traffico ferroviario da e per Monaco interrotto, dopo che la stazione è stata evacuata e chiusa nel quadro del piano di emergenza scattato dopo gli spari al centro commerciale. Molti turisti sono alla ricerca di un posto in albergo, cosa non facilissima vista l'alta stagione turistica. Deutsche Bahn ha allestito vagoni letto su binari nell'hinterland di Monaco, per ospitare i viaggiatori che si trovano sui treni che non possono arrivare a Monaco. I vagoni si trovano nelle stazioni limitrofe di Mammendorf, Starnberg, Geltendorf, Dachau e Freising.

"I trasporti pubblici locali" a Monaco di Baviera "continuano sempre a non circolare fino a nuova indicazione!": lo ha riferito in un tweet pubblicato alle 23:10 la polizia del capoluogo bavarese dopo la sparatoria al centro commerciale Olympia.

Ci sono mille soccorritori tra vigili del fuoco e Croce rossa in servizio a Monaco dopo l'attacco al centro commerciale. Lo ha detto all'ANSA il portavoce dei servizi di soccorso. A disposizione ci sono 16 elicotteri e lo stato di allerta non e' stato ancora abbassato. Secondo il responsabile, non si è mai visto un intervento di queste dimensioni in Baviera. Nel parco Olympia sono stati allestiti due tendoni dove anche i testimoni e i familiari ricevono assistenza psicologica. Non sono state fornite al momento informazioni sull'identità delle vittime ed è previsto un briefing nelle prossime ore.

22 luglio 23:53 Si teme che il nono cadavere possa nascondere una bomba nello zaino

In questo momento sul luogo del ritrovamento del nono cadavere la polizia ha fatto arrivare un robot degli artificeri, nel timore che lo zaino che indossa l'uomo possa nascondere una bomba.

22 luglio 23:45 Monaco, testimone alla Cnn: “Ha sparato in faccia ad alcuni bambini. Urlava Allah Akbar”

Sembra molto attendibile la testimonianza di una donna musulmana raccolta dalla Cnn. La giovane mamma, di nome Loretta,  ha raccontato come si trovasse con suo figlio nel bagno del McDonald's insieme al killer. "E' lì dove ha caricato la sua arma", ha detto. "Poi ho sentito ‘boom, boom, boom', e ho visto tutti quei feriti…. Io ero alle sue spalle, ero nel bagno con mio figlio – ha proseguito – e ho solo visto che sparava direttamente in faccia ai bambini".

Suo figlio, di 8 anni, era stato in bagno a tu per tu con l’attentatore, che era “corpulento, vestiva di nero e aveva gridato ‘Allah Akbar'”. A quel punto la donna ha afferrato suo figlio, è fuggita fuori dal fast food verso il centro commerciale.

"Non sono potuti fuggire", afferma la donna piangendo e spiegando di non avere dubbi sulle urla dello sparatore perchè musulmana.

Questa testimonianza farebbe propendere per la pista araba, ma altri testimoni dicono che l'uomo, parlava in perfetto tedesco e avrebbe urlato a una persona che lo insultava dalla finestra: "Sono tedesco, sono stato mobbizzato per 9 anni, stai zitto tu turco di merda". Non è chiaro se abbia agito da solo, nel caso sarebbe più facile che l'attentatore possa essere un cane sciolto, un lupo solitario, uno psicopatico che forse mosso da xenofobia avrebbe deciso di colpire un Mcdonald, luogo dove famiglie di straniere e mano agiate portano la famiglia a cena.

Il fatto che abbia urlato Allah Akbar, Dio e grande, urlo tipico degli jihadisti, sia stato un gesto di sfottò, una presa in giro, oppure effettivamente la matrice dell'attentato è di fatto islamica. Il fatto che sul web molti account vicini all'Isis abbiano esultato, non vuol dire che ci sia un nesso di casualità tra questa ennesima strage e lo stato del Califfato.

Secondo ulteriori testimonianze e anche da un video, l'uomo avrebbe urlato di esser stato in cura. Tra le ipotesi anche quella dello psicopatico che abbia voluto colpire indistintamente degli stranieri forse anche per motivi legati ai sussidi statali.

 

22 luglio 22:59 Gli Imam: “Le porte delle nostre Moschee aperte a chi cerca un rifugio”

A Monaco di Baviera è iniziata una vera e propria "gara di solidarietà". I cittadini stanno aprendo le loro case e, notizia molto importanti, anche le moschee hanno aperto le porte a chiunque sia alla ricerca di un rifugio sicuro.

22 luglio 22:34 Sale a 9 il numero delle vittime

Sale a nove il bilancio delle vittime accertate dell'attentato al centro commerciale di Monaco. L'ha appena reso noto la polizia, che ha aggiunto che oltre all'ottava vittima vi è un altro corpo di sesso maschile "ucciso con violenza". Si sta verificando se possa trattarsi di uno degli attentatori: il suo corpo è stato trovato a un chilometro di distanza dal luogo della strage, con sulle spalle uno zaino rosso simile a quello utilizzato dal killer. Si pensa che possa essersi suicidato e che quindi possa essere lui uno degli autori della cerneficina, ma la polizia sta utilizzando molta prudenza per il timore che nella borsa possa nascondersi un ordino. Per questo una vasta area intorno al cadavere è stata isolata.

22 luglio 22:29 Fonti ospedaliere: “Tra le vittime potrebbero esserci bambini”

Il direttore dell'opedale di Monaco ha reso noto che ci sono anche diversi bambini tra i ricoverati, alcuni dei quali con ferite mortali.

22 luglio 22:14 L’attentatore ha gridato: “Sono tedesco, turchi di merda”

 

L'attentatore oltre a gridare "sono un cittadino tedesco" avrebbe pronunciato slogan xenofobi. E' quanto emerge da alcune ricostruzioni di stampa, che al momento tuttavia non sono state confermate dalla polizia. In un video, tuttavia, si può distintamente sentire l'autore della strage gridare: "Sono tedesco, turchi di merda".

22 luglio 22:05 I numeri telefonici da contattare in caso di bisogno

La polizia di Monaco di Baviera ha istituito un numero telefonico a disposizione dei cittadini. Chi ha bisogno di aiuto può telefonare allo 089-29.101.910. I familiari delle vittime o dei dispersi possono invece contattare il numero 0800 776 6350.

22 luglio 21:57 Polizia: “Nessun indizio che sia stato attacco di matrice islamica”

"Attualmente non vi è nessun indizio che si sia trattato di un attentato di matrice islamica". A chiarirlo è stato il portavoce della polizia, spiegando inoltre che l'attacco è cominciato all'interno di un Mc Donald per poi proseguire in strada.

22 luglio 21:41 Sale a 7 il numero delle vittime

A riferirlo è Suzy Wimmer dalla polizia federale di monaco

22 luglio 21:27 Attentato Monaco, la polizia conferma: “I morti accertati sono 6”

Si aggrava il bilancio dell'attentato che ha colpito Monaco. La polizia locale parla di 6 morti. Il bilancio è ancora provvisorio e si procede con cautela. Gli attentatori sono ancora in fuga e si cerca di ricostruire il loro profilo. Non è ancora chiaro il numero definitivo dei feriti che dovrebbero essere all'incirca 100, di cui diversi in gravi condizioni. Secondo la poliza non si registrano altre sparatorie se non quella al centro commerciale.

 

22 luglio 21:06 Obama: “Solidarietà al popolo tedesco”

Il presidente degli Stati Uniti Barack Obama ha tenuto un breve discorso di solidarietà al popolo tedesco ed offerto il suo supporto. Nel frattempo sui cieli di Monaco volteggiano elicotteri della polizia con cecchini pronti ad aprire il fuoco alla prima minaccia.

22 luglio 21:02 Polizia: “Tre uomini in fuga, hanno fucili”

La polizia tedesca parla di tre uomini, i presunti attentatori, in fuga con dei fucili. Le autorità hanno invitato tutti gli automobilisti a lasciare le strade principali della capitale e di lasciare libero il passaggio ai mezzi dei soccorritori.

22 luglio 20:54 La polizia parla di “grave attentato terroristico”

Dopo che le autorità hanno dichiarato "lo stato d'emergenza" in tutta Monaco di Baviere, dove sono arrivate le forze Speciali Gsg9 della polizia, gli agenti hanno annunciato che i fatti del centro commerciale Olympia Einkaufszentrum (Oez) rappresentano un "grave attentato terroristico". La polizia, nei suoi continui tweet, esorta cittadinanza e turisti  a restare in casa. La autorità hanno chiesto l'intervento dell'antiterrrorismo.

22 luglio 20:44 I media tedeschi parlano di sei morti

Il quotidiano Bayerische Rundfunk scrive che le vittime della sparatoria al centro commerciale OEZ sarebbero almeno sei. Inoltre, parla di numerosi feriti. Intanto, secondo la tv pubblica regionale Wdr, la Baviera ha richiesto l'intervento dei GSG 9 (i Grenzschutzgruppe 9), il corpo d'e'lite anti-terrorismo e operazioni speciali appartenente alla Bundespolizei, la polizia federale tedesca.

22 luglio 20:41 Bild: “Uno degli attentatori si sarebbe suicidato”

La Bild scrive che uno dei tre presunti attentatori che hanno colpito a Monaco di Baviera si sarebbe suicidato nel centro commerciale Olympia Einkaufszentrum (Oez) dove è cominciato quello che la polizia definendo un "attentato terroristico".

22 luglio 20:36 La polizia di Monaco di Baviera parla di “attacco terroristico”

La polizia bavarese parla ufficialmente di un "sospetto attacco terroristico" in relazione alla sparatoria avvenuta questo pomeriggio a Monaco di Baviera. Lo ha annunciato l'ufficio stampa della polizia. Dopo la chiusura della stazione ferroviaria principale, i testimoni avrebbero detto di aver visto "un uomo fuggire sui binari". Gli agenti consigliano ancora alla gente di rimanere a casa e di non andare sulla strada.

22 luglio 20:26 Tre attentatori in fuga, la conferma è del Ministro dell’Interno

Secondo il ministero sono tre gli attentatori in fuga: lo ha reso noto il titolare del dicastero bavarese, Joachim Hermann, citato dal quotidiano ‘Bild'. Il titolare del dicastero dovrebbe tenere in serata una riunione d'emergenza con il Primo Ministro della Baviera Horst Seehofer presso la Cancelleria di Stato di Monaco di Baviera. Intanto l'ospedale di Schwabing e altre cliniche della città di Monaco si preparano ad accogliere i feriti, secondo quanto riferito dalla tv bavarese BR. Medici e personale infermieristico è stato richiamato in servizio per fare fronte all'emergenza.

22 luglio 20:18 Monaco di Baviera, evacuata la stazione centrale

Evacuata la stazione centrale di Monaco per un'azione della polizia. Lo rende noto la Deutsche Bahn. Nel frattempo la polizia scrive di "possibili spari nel centro di Monaco". I media tedeschi da parte propria riportano informazioni non confermate dalle stesse forze del'ordine, secondo cui i morti della sparatoria nel centro commerciale di Monaco oscillano da 3 a 6. Ci sarebbero molti feriti. Le informazioni che arrivano dalla Baviera, dunque, sono ancora tutt'altro che chiare.

22 luglio 20:10 Media tedeschi: “E’ caccia all’uomo, gli attentatori sarebbero tre e in fuga”

Situazione tesissima a Monaco di Baviera, dove la polizia è ancora sulle tracce dell'attentatore che ha seminato panico e sangue nel centro commerciale. In realtà c'è da dire che molti testimoni, citati dai media tedeschi, parlano di "tre persone armate". Non è chiaro però se siano tutte collegate con quanto avvenuto nel centro commerciale Olympia. "La polizia sta usando tutti i servizi di emergenza disponibili con il supporto di forze speciali e la polizia federale" si legge sul profilo di Polizei München.

"A causa della situazione ancora poco chiara chiediamo a tutte le persone della zona urbana di rimanere a casa o di restare in edifici chiusi" si legge ancora sui social legati alle forze dell'ordine. Intanto sito della tv pubblica bavarese cita una propria reporter per riferire che "tutti i i negozi del centro di Monaco sono chiusi, i clienti non possono più uscire".

22 luglio 19:53 Monaco di Baviera, la polizia: “Non sappiamo dove si trovi l’attentatore”

Il profilo twitter della polizia bavarese continua ad essere aggiornata, tuttavia le informazioni concrete non sono molte. Per adesso gli agenti rimarcano il fatto di evitare gli spazi aperti. L'attentatore al momento è ancora fuggito. "La polizia è molto nervosa, gruppi di 10-12 poliziotti pattugliano la zona dove è avvenuta la sparatoria e si muovono armi alla mano in tutte le direzioni", riferisce un reporter della tv pubblica bavarese Br che è sul luogo. Sul posto sono giunte le truppe speciali, pompieri e decine di ambulanze. "L'intera zona attorno al centro commerciale Olympia è stata evacuata, l'azione della polizia è in corso".

22 luglio 19:48 Il ministero dell’interno tedesco parla di 3 morti

Il primo bilancio delle vittime della sparatoria avvenuta a Monaco di Baviera, nella zona del parco olimpico, all'interno di un centro commerciale, è di tre morti. Ad ufficializzarlo è il ministro dell'interno tedesco.

 

22 luglio 19:33 Monaco di Baviera, situazione molto confusa: “Potrebbero esserci più attentatori”

L'assalitore responsabile della sparatoria a Monaco di Baviera sarebbe fuggito in metropolitana. Lo scrivono diversi media tedeschi, tra cui il giornale locale Muenchen Abendzeitung. Lo stesso quotidiano riferisce anche di una seconda sparatoria avvenuta da pochi minuti nel centro della città, in zona Stachus. Inizialmente si era parlato di un solo assalitore, non è chiaro se uomo o donna. In realtà l'informazione non ha conferme ufficiali. "La situazione è ancora completamente confusa. Non si sa se ci sia un solo a più attentatori a Monaco": lo dice alla Dpa un portavoce della polizia, ribadendo che ci si aspettano "morti e feriti". La sparatoria è cominciata alle 17:52.

 

22 luglio 19:30 Monaco di Baviera, chiusa anche la metropolitana

L'allarme è scattato intorno alle 18. Per precauzione la metropolitana è stata completamente bloccata in tutta la città di Monaco. "Ci aspettiamo molto morti". Lo dice un portavoce della polizia all'agenzia Dpa riferendosi all'attentato in un centro commerciale a Monaco. Polizei München sta pubblicando numerosi tweet nei quali invita tutti ad evitare gli spazi pubblici.

22 luglio 19:26 Si parla di una seconda sparatoria nella Karlsplatz di Monaco

La tv N24 parla di una seconda sparatoria nella Karlsplatz di Monaco, chiamata anche Stachus, nel centro della città.-

Il centro commerciale Olympia è stato aperto nel 1972 in occasione delle Olimpiadi di Monaco. Si trova in una zona residenziale della città, a due fermate di metropolitana dallo stadio olimpico. Con i suoi 135 negozi, è uno dei più grandi della capitale bavarese, ed ospita anche grandi magazzini come Kaufhof to Karstadt ma anche l'Apple store e Zara.

22 luglio 19:24 Monaco di Baviera, Farnesina attiva unità di crisi

La Farnesina ha attivato l'Unità di crisi. Lo ha annunciato il ministero degli Esteri in un tweet. Sono in corso verifiche con il consolato generale italiano

22 luglio 19:20 La prima foto dell’attentatore: “E’ un uomo bianco”

Si tratterebbe di un uomo bianco. La Bild dice che sarebbe stato licenziato recentemente. Sono le prime informazioni che trapelato da Monaco di Baviera sulla persona che ha aperto il fuoco nel centro commerciale ‘Mona', nel quartiere Mossach, la zona che ospitò il villaggio delle Olimpiadi del 1972. Sembra che l'attentatore abbia sparato prima all'interno del mall, quindi ha continuato la sparatoria anche una volta uscito, per poi fuggire.

22 luglio 19:07 Monaco, sparatoria nel centro commerciale. La ricostruzione

Terrore a Monaco di Baviera, nella zona del parco olimpico, dove è avvenuta una sparatoria all'interno di un centro commerciale. Lo riferiscono i media tedeschi che, citando la polizia, parlano di numerosi morti".

  • Secondo quanto riferito da alcuni testimoni, un solo uomo armato avrebbe fatto irruzione nel centro commerciale ‘Mona' di Monaco di Baviera, nel quartiere Mossach, per poi aprire il fuoco.
  • I testimoni oculari riferiscono di avere visto "almeno 15 morti", il ministro dell'interno tedesco ha però precisato che le vittime sono 9. Il bilancio potrebbe però aumentare.
  • Sembra che la sparatoria sia cominciata nel McDonald's che si vede nell'inquietante video in cui appare anche l'attentatore: l'uomo bianco che spara all'impazzata sulla folle. Alla fine l'uomo sarebbe fuggito in direzione della metro.
  • Secondo la Bild, il presunto attentatore "era stato licenziato", particolare tuttavia ancora da confermare. Quel che sembra certo è che prima di premere il grilleto avrebbe gridato: "Sono un cittadino tedesco".
  • "Al momento è in corso una grande operazione, si prega di evitare la zona", ha scritto la polizia di Monaco di Baviera su Twitter. Molti sono i media che hanno evidenziato come gli attentatori potrebbero essere anche più di uno.
  • Tre uomini sono attualmente ricercati: avrebbero dei fucili e sarebbero quindi estremamente pericolosi.
  • Non è possibile, allo stato attuale, affermare che sia stato un attacco di matrice islamica.
 

22 luglio 19:01 I media parlano di un morto e 10 feriti

Secondo informazioni ufficiose riportate dalla tv N24, la sparatoria nel centro commerciale di Monaco avrebbe causato almeno un morto e 10 feriti. Secondo testimonianze raccolte dalla tv, la sparatoria sarebbe avvenuta all'interno della drogheria Dm, una delle piu' popolari in Germania.

22 luglio 18:58 I primi video dopo la sparatoria

 

22 luglio 18:50

Spari in un centro commerciale a Monaco. Stando alle prime informazioni, diversi colpi di arma da fuoco sono stati uditi nel centro commerciale Olympia nel quartiere di Moosach. Una vasta operazione di polizia è in corso. Ci sarebbero diversi morti. "Diverse persone sono morte" nella sparatoria a Monaco di Baviera e "la polizia desume che si tratti di un autore isolato": scrive il sito del quotidiano Sueddeutsche Zeitung. La situazione è totalmente incerta, ha detto una portavoce della polizia.  "Al momento è in corso una grande operazione, si prega di evitare la zona". Lo scrive la polizia di Monaco di Baviera su Twitter in relazione ad alla sparatoria.