20 Ottobre 20:33 Genova, verso la chiusura di quattro aree della città dalle 21 alle 6: stop a libera circolazione

In quattro aree di Genova si va verso una "chiusura" della circolazione al pubblico "dalle ore 9 delle sera fino alle 6 del mattino". Lo ha annunciato il sindaco della città Marco Bucci. Il provvedimento, in linea con quanto stabilito dall'ultimo dpcm, è "sotto esame ora con la ministra dell'Interno Lamorgese, concorderemo assieme al prefetto e alla ministra le modalità", ha spiegato.

In tali aree "si potrà circolare soltanto se si va in uno specifico esercizio commerciale, in un ristorante o in un bar. L'accesso ‘ludico' puo' essere consentito solo se si va in un esercizio commerciale" al chiuso o all'aperto ma con posti a sedere. Bucci ha anticipato che le aree coinvolte saranno quelle del centro storico, del quartiere di Sampierdarena nella parte tra via Cantore e il mare e di Certosa. "Sono le aree che oggi danno i segnali più preoccupanti per i contagi e per la possibilità di avere assembramenti. Definiremo meglio domani mattino con la Prefetta e la ministra Lamorgese per avere tutte le modalità precise".

In queste aree di Genova, ha spiegato il sindaco, non sarà possibile l'assembramento ma neppure la libera circolazione. "Ci si potrà spostare per raggiungere la propria abitazione o un ristorante ma non si potrà stare in giro e sostare", ha chiarito Bucci. "Non ci saranno dei posti di blocco all'ingresso e all'uscita dei quartieri – ha continuato – ma dei controlli intensivi da parte delle forze dell'ordine sì".

20 Ottobre 20:25 Coronavirus Francia: 20.468 nuovi contagi e 262 vittime in 24 ore

In Francia oggi sono stati riscontrati 20.468 nuovi contagi da coronavirus, in crescita rispetto al dato di ieri (13.243) che però, come in Italia, risentiva del fine settimana. Le vittime sono state 262, con il totale dei decessi che è quindi arrivato a 33.885. In Francia, il tasso di contagio rispetto alla popolazione,  ovvero il numero di nuovi casi nell'arco di sette giorni per 100.000 abitanti, ha superato la soglia massima di allerta (250) in 22 dipartimenti. Attualmente più di 2000 pazienti son ricoverati nelle unità di terapia intensiva che si si stanno riempiendo e hanno superato già il 50% in alcuni dipartimenti

20 Ottobre 20:19 In Lombardia, arrivano i test rapidi covid nelle scuole e nei pronto soccorso: risultati in 15 minuti

In Lombardia, arrivano i test rapidi covid nelle scuole e nei pronto soccorso. In alcune scuole di Milano, di Monza e Brianza e nei pronto soccorso di riferimento dell’Agenzia di tutela della Salute dell’Insubria sono iniziate infatti le sperimentazioni con i tamponi antigenici rapidi, il cui esito si ottiene in circa quindici minuti. “L’obiettivo è quello di individuare e isolare velocemente tutti i potenziali casi positivi”, ha affermato il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana.

20 Ottobre 20:14 In Liguria didattica a distanza a rotazione per gli studenti e stop a qualsiasi manifestazione

La Liguria impone la didattica a distanza a rotazione per il 50% degli studenti delle scuole superiori. Lo prevede una nuova ordinanza allo studio del Governatore Toti che ricavalca quella della vicina Liguria. "Chiediamo di passare alla didattica a distanza per tutti gli anni delle superiori ad esclusione della prima per il 50% degli studenti a rotazione" ha spiegato Toti, aggiungendo: "Chiediamo che non più di metà degli studenti delle seconde, terze, quarte e quinte vadano a scuola, al fine di consentire un ulteriore riduzione dell'affollamento dei mezzi pubblici e un minor affollamento davanti alle scuole. Il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti di concerto con il ministero della Sanità firmerà un'ordinanza che da lunedì imporrà anche il divieto totale di assembramento ovunque nell'intero territorio della Regione. "Vietiamo alle persone di stazionare in gruppi, da parte dei cittadini c'è bisogno del massimo rigore e attenzione per nei comportamenti" ha sottolineato Toti. Esteso in tutta la Liguria il divieto assoluto di manifestazioni di ogni genere. "Al governatore Toti  abbiamo trasmesso nel pomeriggio la nostra ordinanza e mi ha confermato che anche la sua Regione adotterà analogo provvedimento" aveva spiegato in precedenza il governatore pimontese Cirio.

20 Ottobre 20:09 In Campania scatterà la zona rossa per Arzano

In Campania scatterà la zona rossa per Arzano. È quanto si apprende da una nota dell'Unità di Crisi regionale per l'emergenza Covid in Campania che anticipa i contenuti delle prossime ordinanze allo studio della Regione. "Per i dati epidemiolgici provenienti dall'area metropolitana di Napoli e in relazione al Comune di Arzano, sarà disposta l'istituzione della zona rossa nello stesso Comune di Arzano" spiega la nota. Si tratta della stessa area dove già nei giorni scorsi era scattato il lockdown.

20 Ottobre 20:00 L’App Immuni ha superato i 9,1 milioni di download

La app Immuni "ha superato i 9,1 milioni di download e, da ieri, è la prima app di tracciamento dei contagi a essere interoperabile a livello europeo, con quelle di Germania e Irlanda". Lo scrive su Twitter il ministero della Salute, aggiungendo: "Con Immuni abbiamo un'arma in più contro Covid-19"

20 Ottobre 19:55 Nove positivi al coronavirus al dipartimento prevenzione dell’Asl di Treviso

Nove dipendenti di più reparti del dipartimento di prevenzione dell'azienda Ulss n.2 di Treviso sono risultati positivi al Coronavirus. Si tratta di personale  che lavora nella sede "La Madonnina". Sono operatori attivi nei servizi di medicina legale, Servizio di igiene e sanità pubblica (Sisp), Servizio igiene alimenti e nutrizione (Sian), Servizio prevenzione igiene e sicurezza negli ambienti di lavoro (Spisal) e servizio screening. Entro domani sarà completato il monitoraggio su tutti i dipendenti che operano in quella sede.

20 Ottobre 19:48 La Campania vieta gli spostamenti tra province, torna l’autocertificazione

La Campania si prepara a vietare gli spostamenti tra province imponendo l'autocertificazione. Anticipando il contenuto della nuova ordinanza, la numero 82, che sarà emanata dal governatore De Luca nelle prossime ore per contrastare la diffusione del Coronavirus, in una nota si annunciar oltre alla riapertura delle scuole elementari dal 26 ottobre e al coprifuoco dalle 23 alle 5, anche il divieto agli spostamenti tra le varie province se non per comprovata necessità. L’Ordinanza prevederà la limitazione degli spostamenti interprovinciali, se non giustificati – previa autocertificazione – da motivi di lavoro, sanitari, scolastici, socio-assistenziali, approvvigionamento di beni essenziali" si legge in una nota diramata dalla Regione Campania.

20 Ottobre 19:42 Stop alla movida a Torino, ordinanza della sindaca Appendino

Stretta alla movida anche a Torino dove domani la sindaca, Chiara Appendino, firmerà l'ordinanza che bloccherà l'accesso serale e notturno alle zone considerate più critiche a partire da piazza Santa Gulia, via Matteo Pescatore e piazza Montanaro, come è stato disposto dal nuovo dpcm. Iniziamo con queste aree valutando man mano la situazione per tarare al meglio i provvedimenti ed estenderli eventualmente ad altre zone" ha spiegato la prima cittadina del capoluogo pimontese. La sindaca ha annunciato anche ulteriori approfondimenti con la ministra degli Interni Luciana Lamorgese, i presidenti di Circoscrizione e le associazioni di categoria.

20 Ottobre 19:33 Negli Usa superati i 220mila morti per Covid, 298 i decessi nelle ultime 24 ore

Gli Stati Uniti superano i 220mila morti per covid. Secondo i dati della Johns Hopkins University, nel PAese si registrano 220.417 decessi dall'inizio della pandemia mentre si contano almeno 8.228.870 casi di coronavirus. Nelle ultime 24 ore sono stati registrati 15.889 casi e 298 decessi.

20 Ottobre 19:29 In Piemonte scatta la didattica a distanza, a scuola superiore solo il 50% degli studenti a rotazione 

In Piemonte scatta la didattica a distanza per l'emergenza coronavirus. Dal 26 ottobre le scuole superiori , dal secondo al quinto anno, devono attivare forme di didattiche a distanza che prevedono il coinvolgimento di almeno il 50% degli studenti, a rotazione. Il provvedimento è previsto nella nuova ordinanza che si prepara a firmare il Presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio , che prevede anche la chiusura di centri commerciali nel weekend

20 Ottobre 19:20 Coronavirus Spagna, altri 13.873 casi e 218 morti in 24 ore

Sono 13.873 i casi di coronavirus in Spagna nelle ultime 24 ore mentre sono 218 i morti per covid nell'ultima giornata he portano il bilancio totale a 34.210. Si tratta di numeri in linea con i dati rilevati negli ultimi giorni e che stanno costringendo il governo spagnolo a valutare nuove restrizioni

20 Ottobre 19:12 Melania Trump non ancora guarita, cancellato comizio col marito

Melania Trump non è ancora guarita dal coronavirus e salterà il comizio in programma col marito Donald in Pennsylvania per le elezioni presidenziali Usa. Doveva essere la sua prima apparizione, dopo oltre un anno, ma Melania non ha recuperato pienamente le condizioni fisiche dopo la convalescenza dal Covid. "La first lady continua a sentirsi meglio ogni giorno di più ma a causa di una tosse persistente e per maggiore precauzione non viaggerà oggi", ha riferito il suo chief of staff Stephanie Grisham.

20 Ottobre 18:57 Boris Johnson: “Tentiamo di evitare lockdown nazionale ma non è escluso”

"Penso che l'approccio regionale sia giusto. Stiamo cercando di evitare un lockdown nazionale ma non escludiamo nulla", lo ha detto il premier britannico Boris Johnson in conferenza stampa confermando per ora le restrizioni per alcuni territori del Regno Unito che rappresentano circa metà ella popolazione del Paese. "Il modo per far funzionare questo livello 3 di allerta è che tutti rispettino le regole, Se queste saranno  attuate ce la faremo. Normalmente ci vogliono da due a tre settimane dopo l'attuazione delle misure per  vedere un impatto sui tassi di casi. Non possiamo ancora togliere il piede dal freno. Potremmo aver bisogno di spingerci oltre" ha affermato Johnson.

20 Ottobre 18:49 Focolaio in Rsa a Firenze, 22 positivi al coronavirus

Focolaio di contagio da coronavirus in una Rsa di Montaione (Firenze) dove si registrano al memento già 22 positivi. Dopo il primo caso emerso ieri tra i degenti, adesso sono dodici gli ospiti della struttura positivi su un totale di 130. Ai pazienti si aggiungono anche quattro infermieri e sei operatori sanitari. Riguardo agli anziani ospiti, fa sapere l'Asl Toscana Centro in una nota, tre sono stati trasferiti in strutture per le cure intermedie e uno nell'area dedicata al coronavirus dell'ospedale di Empoli. Si sta lavorando per creare una ‘bolla' all'interno della struttura per separare i positivi dai negativi e per eseguire i tamponi a tutti gli ospiti e i dipendenti della rsa. Il Gruppo di intervento rapido ospedale territorio dell'Asl ha dichiarato per il momento la struttura, la più grande del suo genere nell'Empolese Valdelsa e gestita dall'Unione dei Comuni, idonea per isolare i pazienti al proprio interno.

20 Ottobre 18:35 Mattarella: “I vaccini covid siano disponibili per tutti e in tutto il mondo”

Occorre la "collaborazione" di tutti i popoli nel mondo anche "riguardo alla pandemia che stiamo attraversando perché le cure e i vaccini che la scienza potrà fornirci siano resi disponibili per tutti, in tutto il mondo". Lo ha detto il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, intervenendo in Campidoglio all'Incontro per la Pace con Papa Francesco, organizzato dalla comunità di Sant'Egidio.

20 Ottobre 18:24 L’ex ministro Cesare Damiano ricoverato per Covid-19

L’ex ministro Cesare Damiano, positivo al coronavirus già da alcuni giorni, è stato ricoverato all’ospedale Spallanzani di Roma per covid dopo l'aggravarsi del sue condizioni di salute. Aveva annunciato la sua positività al Covid-19 lo scorso 10 ottobre e si era messo in autoisolamento nella sua abitazione di San Gemini, in provincia di Tern. Poi il peggioramento delle sue condizioni di salute ha reso necessario un ricovero.

20 Ottobre 18:16 Nel Regno Unito nuovo record di contagi da coronavirus, 21mila casi e 241 morti in un giorno

Nuovo record di contagi da coronavirus nel Regno Unito  dove nelle ultime 24 ore sono stati registrati ulteriori 21 mila casi mentre sono 241 i decessi per covid nell'ultima giornata, il numero più alto dal 5 giugno scorso. "La curva dei decessi  per covid è in forte aumento. Sappiamo che le persone anziane e le persone con malattie tendono a soffrire di più in caso di malattia, per questo tutti abbiamo la responsabilità di seguire le restrizioni per aiutare a fermare la diffusione del virus e difendere coloro che sono a maggior rischio"  ha dichiarato la direttrice medica della Public Health England illustrando i numeri

20 Ottobre 18:01 Crisanti: “Da vigliacchi paragonare Italia-Francia”

"Ci siamo illusi che la pandemia quest'estate fosse (quasi) superata, ma l'esplosione del numero di contagi in Italia nell'ultima settimana ci ha rimesso di fronte alla dura realtà. La capacità di tracciamento sul territorio è ormai saltata, la app Immuni non funziona con numeri così alti e alle misure del Dpcm, se mai funzioneranno, deve seguire un piano nazionale di sorveglianza e prevenzione, altrimenti non ne usciamo". A dirlo è il professor Andrea Crisanti, a capo del dipartimento di Medicina molecolare dell'Università di Padova e padre dello studio sugli abitanti di Vo', che ha permesso di conoscere meglio il virus. In un'intervista con Askanews, Crisanti si è augurato che le nuove misure adottate con il Dpcm del 18 ottobre funzionino e portino a far calare i contagi. Ma non basta, perché ciò che manca è una strategia a lungo termine: "Il problema non è abbassare i livelli di trasmissione, perché guardi, si mette l'Italia intera in lockdown per 4 settimane e si abbassano, ma il problema non è abbassarli, ma tenerli bassi, altrimenti ritorniamo al punto di partenza, questo è il problema dell'Italia. Le misure del Dpcm speriamo funzionino, il problema non sono le misure, il problema è che cosa viene dopo", è il parere dell'esperto. Dopo che il "piano Crisanti" da 300-400mila tamponi al giorno di cui si era parlato ad agosto è rimasto lettera morta, il microbiologo, che i negazionisti chiamano con disprezzo "zanzarologo" per i suoi studi sulle zanzare geneticamente modificate, propone un piano nazionale, fatto di prevenzione e sorveglianza attiva: "Manca una strategia di sorveglianza attiva e di prevenzione, che sono due cose diverse. Le faccio un esempio di prevenzione e uno di sorveglianza attiva: un esempio di prevenzione è quello di controllare se una persona che entra in un ambiente protetto non sia infetto. Faccio un esempio: vogliamo verificare che i parenti degli ospiti delle case di riposo per anziani non siano infette. Come puoi farlo? In questo momento non abbiamo la possibilità di farlo. Un'ipotesi è quella di fare il tampone il giorno prima, di stare in isolamento il giorno prima, vieni e se sei negativo vieni ammesso. Sistemi di questo genere sono utilizzati in tantissimi studi televisivi, in tantissime società: se vuoi entrare devi dimostrare che il giorno prima eri negativo al tampone. Queste sono misure di prevenzione, che creano una barriera tra un'ambiente protetto e l'esterno", ha spiegato Crisanti. "La sorveglianza attiva è un'altra cosa: è quella serie di processi che permettono, a partire da una persona infetta, sintomatica o asintomatica, di ricostruire la catena dei contagi. Questo si può fare per contact tracing, ma il contact tracing è molto inefficace perché richiede una quantità di personale e una logistica incredibile. Un modo più efficiente è quello di fare il ‘network testing': io mi immagino, che tutti quanti noi viviamo in uno spazio di interazioni, fatto di vari piani – la scuola, gli amici, il lavoro, i vicini di casa, i parenti – che hanno interazioni sia orizzontali, che verticali. All'interno di questo spazio c'è sicuramente chi mi ha passato l'infezione e all'interno di questo spazio ci sono sicuramente persone che io ho contagiato. Se noi questo spazio lo saturiamo con dei test, praticamente interrompiamo la catena di trasmissione", ha aggiunto ancora. Il suo modello ispiratore è probabilmente la Cina, dove per 5 contagi si è arrivati a testare una città di 11 milioni di abitanti, ma anche Taiwan, Singapore o la Nuova Zelanda, dove si è contenuto il virus anche a colpi di vaccino anti-influenzale e mascherine. Perché dice "è da vigliacchi" paragonare l'Italia alla Francia, alla Spagna o al Regno Unito, dove la situazione è peggiore, bisogna guardare a chi è riuscito a vincere il virus e seguire il loro esempio.

20 Ottobre 17:52 Coronavirus Piemonte, 1.396 contagi: regione col numero maggiore di casi dopo la Lombardia

Accelera la crescita dei contagi da Coronavirus in Piemonte: l'incremento di oggi è di 1396 casi (ieri +933), dei quali 56% asintomatici, dopo l'esito di 13.008 tamponi, il numero più alto di sempre nella regione (ieri 9564). Sei i decessi (in aumento rispetto a ieri, con 5 vittime). Un paziente in più in terapia intensiva, il totale arriva a 62, mentre c'è un nuovo boom di ricoveri in altri reparti, +154 (totale a 1037).

20 Ottobre 17:44 L’appello di Galli: “Occorre agire adesso, con misure energiche”

"Salviamo l'economia da un nuovo lockdown generalizzato, che oggi avrebbe gravi costi sociali ancor maggiori e metterebbe tutti in grande difficoltà. Occorre agire adesso, con misure energiche, ma ancora sostenibili". A lanciare un appello alle Istituzioni politiche e sanitarie e ai cittadini è il direttore di malattie infettive del Sacco Massimo Galli insieme ai colleghi Marino Faccini, direttore UOC Medicina Preventiva nelle Comunità – Malattie Infettive dell'ATS Milano e Marco Rizzi, Direttore Malattie Infettive ASST Papa Giovanni XXIII Bergamo, Presidente SIMIT Lombardia.

20 Ottobre 17:34 Sono 144.737 i tamponi effettuati in un giorno, +45.000 circa rispetto a ieri

Il numero totale dei casi di contagio in Italia sale oggi a 434.449: gli incrementi maggiori si registrano in Lombardia (2.023), Piemonte (1.396), Campania (1.312), Lazio (1.224) e Liguria (907). Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 144.737 tamponi (in aumento rispetto ai 98.862 di ieri). Gli attualmente contagiati salgono a 142.739 (+8.736) con 8.454 pazienti ricoverati con sintomi (+778) e 870 in terapia intensiva (+73). Sono in isolamento domiciliare 133.415 pazienti mentre sono 2.046 le persone guarite o dimesse.

20 Ottobre 17:29 Conte: “La nostra politica sanitaria non è legata al Mes”

Il presidente del Consiglio Conte, durante la conferenza stampa a Palazzo Chigi con il premier spagnolo Pedro Sanchez, torna a parlare del Mes: "La nostra politica sanitaria non è legata al Mes. Non è che se lo prendiamo o non lo prendiamo siamo più o meno attrezzati nella reazione all'emergenza".

E ancora: "Il Mes non ha nulla a che vedere con le priorità politiche" da affrontare al tavolo per il patto di legislatura, "ma se qualcuno porrà il tema sul tavolo lo affronteremo".

Secca la replica del Pd: "Il tema del Mes è stato posto, e sarà al centro di un confronto tra le forze politiche di maggioranza. Il presidente Conte farebbe meglio a non divagare ma a trovare forme e modi di un esame parlamentare serio ed approfondito". ha commentato il capogruppo Pd a Palazzo Madama Andrea Marcucci.

20 Ottobre 17:27 Coronavirus Campania, 1.312 nuovi positivi in 24 ore

I positivi nelle ultime 24 ore in Campania sono 1.312, di cui 67 sintomatici e 1.245 asintomatici. In calo i tamponi effettuati (10.205 rispetto ai 12.695 precedenti). Questi i dati del bollettino dell'Unità di crisi regionale dal quale si apprende anche che ci sono stati 12 morti tra il 13 ed il 19 ottobre ma registrati ieri. I guariti del giorno sono 156. Il report dei posti letto complessivi indica in 91 quelli di terapia intensiva occupati (su 227 complessivi), in 946 quelli di degenza occupati (su 1.100 complessivi).

20 Ottobre 17:22 Coronavirus Lombardia, 2.023 contagi e 19 morti in 24 ore

Secondo l'ultimo bollettino della Lombardia, che si conferma anche oggi la regione col maggior incremento di casi, in 24 ore sono stati segnalati 2.023 nuovi contagi di Coronavirus e 19 morti. Aumentano ancora i ricoveri in ospedale (più 142) e in terapia intensiva (più 10 da ieri, per un totale di 123).

20 Ottobre 17:17 Coronavirus Lazio, 1.224 casi e 5 decessi

Cresce il numero dei nuovi positivi nel Lazio. Secondo il bollettino di oggi su oltre 21.000 tamponi si registrano oggi 1.224 casi. Ieri i nuovi positivi erano stati 939 su oltre 17.000 tamponi eseguiti. Cinque i decessi e 77 i guariti nelle ultime 24 ore.

20 Ottobre 17:14 Conte su coprifuoco locali: “Misure restrittive possono essere imposte a livello territoriale”

Giuseppe Conte ha incontrato il capo del governo spagnolo, Pedro Sanchez, a Roma: "La tragica esperienza del Covid ha unito ancora di più i nostri Paesi. Per quanto riguarda la prospettiva europee, abbiamo condiviso una sensibilità sull'impegno verso i cittadini sulla lotta al coronavirus tanto sul piano sanitario quanto su quello economico. Entrambi i Paesi stanno soffrendo tante perdite. Solo una risposta europea può avviare una ripresa: ricette nazionalistiche non hanno alcuna possibilità di offrire soluzioni". Rispondendo a una domanda sulle ipotesi di coprifuoco, Conte ha sottolineato come la strategia per il contrasto delle diffusione al virus non possa essere la stessa dello scorso marzo: "Ora dobbiamo affrontare il virus in modo diverso. In queste ore si stanno decidendo misure restrittive, ma che sono localizzate. Ora dobbiamo entrare nella prospettiva che misure restrittive possono essere imposte a livello territoriale dove la situazione diventa particolarmente critica, sia dai governatori che dai sindaci. Quello che raccomandiamo è di mantenere un coordinamento nazionale, in particolare con il ministro della Salute. Abbiamo degli aspetti a livello nazionale che dialogano con quelli locali: solo così possiamo mantenere una strategia coordinata più forte".

20 Ottobre 17:09 Bollettino 20 ottobre: in Italia 10.874 nuovi contagi e 89 morti

Sono 10.874 i nuovi contagi registrati in Italia nelle ultime 24 ore secondo quanto emerge dal bollettino diffuso dal ministero della Salute. Si registra anche un incremento di 89 vittime mentre i guariti in un giorno sono 2046. I ricoveri in più rispetto a ieri sono 778, 73 in terapia intensiva. Sono stati effettuati 144.737 tamponi. Tasso di positività: 7,5% (-1,9%). I casi attuali sono 142.739 (+8.736), i deceduti 36.705, i guariti 255.005, totale dei casi dall'inizio della pandemia 434.449.

20 Ottobre 17:05 Anche Chiara Ferragni chiede di indossare la mascherina

Dopo Fedez, anche Chiara Ferragni mette a disposizione delle istituzioni la sua popolarità sul web per sensibilizzare all'uso della mascherina. L'imprenditrice ha fatto seguito alla richiesta del Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, che nelle scorse ore ha contattato la coppia chiedendo di invitare le persone ad utilizzare la mascherina in questo momento particolarmente delicato, mentre la curva dei contagi è in crescita costante e si torna a parlare di lockdown. "Ciao ragazzi mi vorrei collegare a quello che ha detto Fede perché penso che chiunque abbia un grosso seguito debba avere responsabilità di sensibilizzare. Vorrei invitarvi a mettere la mascherina perché un piccolo gesto può fare la differenza, soprattutto se usata da tutti. In Italia siamo davvero in una situazione delicata e un semplice gesto come questo può far sì che non si verifichi lo scenario peggiore, quel lockdown che tutti abbiamo provato sulla nostra pelle", le parole della Ferragni.

20 Ottobre 17:00 Coronavirus Campania, De Luca: “Lamorgese invia 100 militari”

"Dopo il colloquio di ieri con il ministro dell'Interno Lamorgese, questa mattina lo stesso Ministro ha confermato l'invio immediato di 100 militari a supporto dei controlli sul territorio e per il rispetto delle ordinanze anti-Covid. È un segno importante di attenzione da parte del ministro, che fa seguito agli impegni assunti e mantenuti dal commissario Arcuri. Ci auguriamo che anche dalla Protezione Civile nazionale vengano risposte efficaci e proporzionate alle esigenze evidenziate". Lo ha detto il governatore della Campania Vincenzo De Luca.

20 Ottobre 16:56 Coronavirus Sardegna, 221 nuovi contagi e 3 decessi

Sono complessivamente 6.476 i casi di positività al Covid-19 accertati in Sardegna dall'inizio dell'emergenza. Nell'ultimo aggiornamento dell'Unità di crisi regionale si registrano 221 nuovi casi, 147 rilevati attraverso attività di screening e 74 da sospetto diagnostico. Si registrano tre decessi, un uomo di 79 anni residente nel nord Sardegna, uno di 85 del Sud Sardegna e uno di 76 della Città Metropolitana di Cagliari. In totale sono stati eseguiti 233.027 tamponi con un incremento di 2.016 test rispetto a ieri. Sono 226 i pazienti attualmente ricoverati in ospedale in reparti non intensivi (+16 rispetto al dato di ieri), è di 34 (+1) il numero dei pazienti in terapia intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono 3.426. Il dato progressivo dei casi positivi comprende 2.564 (+31) pazienti guariti, più altri 49 guariti clinicamente. Sul territorio, dei 6.476 casi positivi complessivamente accertati, 1.114 (+70) sono stati rilevati nella Città Metropolitana di Cagliari, 954 (+58) nel Sud Sardegna, 507 (+21) a Oristano, 954 (+22) a Nuoro, 2.947 (+50) a Sassari.

20 Ottobre 16:53 Regno Unito, a Manchester misure restrittive di livello 3

Il governo britannico ha fatto sapere che nuove restrizioni saranno unilateralmente imposte sulla città di Manchester e sul suo circondario anche senza un accordo con i leader locali. Diverse entità locali avevano richiesto maggior supporto economico da Londra in cambio dell'adozione delle nuove misure anti-Covid di livello tre, il più alto nella scala di valutazione del rischio a tre livelli introdotta dal governo la scorsa settimana. Ora pub e bar verranno chiusi nella regione del Greater Manchester per un periodo di 28 giorni dopo che i colloqui con il governo si sono interrotti senza un accordo. Per maggiori dettagli si attende la conferenza stampa di Johnson.

20 Ottobre 16:49 Coprifuoco in Lombardia, torna l’autocertificazione

Torna l’autocertificazione in Lombardia: con l'entrata in vigore del coprifuoco richiesto dalla Regione solo determinate categorie di cittadini potranno trovarsi lontani da casa dalle 23 alle 5. L'indiscrezione, riportata dal Corriere, trova conferme in una logica secondo cui solo determinate categorie di cittadini potranno allontanarsi dal proprio domicilio nelle sei ore notturne.

20 Ottobre 16:40 Coronavirus Calabria, + 94 contagi in 24 ore

In Calabria le persone risultate positive al Coronavirus sono complessivamente 2.963 (+94 rispetto a ieri), quelle negative 237.631. Territorialmente, dall'inizio dell'epidemia, i casi positivi sono così distribuiti: Catanzaro: 127 casi attivi (20 in reparto; 3 in terapia intensiva; 104 in isolamento domiciliare); 312 casi chiusi (278 guariti, 34 deceduti). Cosenza: 292 casi attivi (21 in reparto; 2 in terapia intensiva, 269 in isolamento domiciliare); 578 casi chiusi (542 guariti, 36 deceduti). Reggio Calabria: 573 casi attivi (30 in reparto; 1 in terapia intensiva; 542 in isolamento domiciliare); 437 casi chiusi (416 guariti, 21 deceduti). Crotone: 19 casi attivi (19 in isolamento domiciliare); 148 casi chiusi (142 guariti, 6 deceduti). Vibo Valentia: 19 casi attivi (2 ricoverati , 17 in isolamento domiciliare);  119 casi chiusi (113 guariti, 6 deceduti). Altra Regione o stato Estero: 222 casi attivi (222 in isolamento domiciliare); 117 casi chiusi (116 guariti, 1 deceduto).È compresa anche la persona deceduta al reparto di rianimazione di Cosenza che era residente fuori regione. I casi confermati oggi sono così suddivisi: Cosenza: 23, Catanzaro 10, Crotone 9, Vibo Valentia 2, Reggio Calabria 50.

20 Ottobre 16:30 Napoli, tamponi rapidi al Pascale: 6 test in un’ora

Sei tamponi analizzati in un'ora e quaranta minuti. Queste le potenzialità di uno strumento che è stato affidato al dipartimento di Melanoma e Immunoterapia del professor Paolo Ascierto all'ospedale Pascale di Napoli. "In questo momento storico in cui c'è un incremento dei contagi e in cui abbiamo tanto bisogno di tracciabilità in tempi brevi", ha spiegato Ascierto, "questo esame molecolare, in grado di dare risultati subito, rappresenta una vera e propria svolta. Immaginate la possibilità di utilizzarlo nelle scuole, nei presidi, non necessariamente negli ospedali. Il Pascale ha fatto uno studio su questo nuovo test, e se ancora non è stato ratificato dall’Istituto Superore di Sanità, i dati sono molto interessanti".

20 Ottobre 16:23 Coronavirus Abruzzo, 184 nuovi contagi e un morto

Dall'inizio della pandemia sono complessivamente 6.353 i casi positivi al Covid-19 registrati in Abruzzo. Rispetto a ieri si registrano 184 nuovi casi (di età compresa tra 1 e 97 anni). Dei nuovi casi, 61 sono riferiti a tracciamenti di focolai già noti. I positivi con età inferiore ai 19 anni sono 31, di cui 7 in provincia dell'Aquila, 3 in provincia di Pescara, 13 in provincia di Chieti e 8 in provincia di Teramo (il totale risulta inferiore di 3 unità, in quanto sono stati sottratti 3 casi positivi comunicati nei giorni scorsi e risultati duplicati o in carico ad altra Regione). Il bilancio dei pazienti deceduti registra 1 nuovo caso e sale a 495 (una 82enne della provincia di Teramo).

20 Ottobre 16:14 Coronavirus Puglia, 295 nuovi casi e tre decessi in 24 ore

In Puglia sono stati registrati 295 nuovi casi positivi al Covid-19: 113 in provincia di Bari, 9 in provincia di Brindisi, 31 nella provincia Bat, 91 in provincia di Foggia, 4 in provincia di Lecce, 46 in provincia di Taranto, 2 residenti fuori regione. Sono stati registrati 3 decessi in provincia di Foggia. Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 497.031 test. 5.629 sono i pazienti guariti; 5.730 sono i casi attualmente positivi. Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 12.001: 5060 nella Provincia di Bari; 1122 nella Provincia di Bat; 907 nella Provincia di Brindisi; 2850 nella Provincia di Foggia; 964 nella Provincia di Lecce; 1003 nella Provincia di Taranto; 89 attribuiti a residenti fuori regione; 6 provincia di residenza non nota. I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l'acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti.

20 Ottobre 16:08 La Regione Piemonte chiude i centri commerciali nel weekend

Il Piemonte chiude nel fine settimana i centri commerciali. Lo ha detto il governatore Alberto Cirio. "Entro questa sera firmerò una ordinanza che chiude i centri commerciali non alimentari su tutto il territorio regionale", dice ai microfoni della trasmissione Tagadà, su La7. "Teniamo aperti solo alimentari e farmacie, i generi di prima necessità", ha aggiunto Cirio.

20 Ottobre 16:06 Coronavirus Toscana, 812 nuovi contagi e due decessi

Sono 812 i nuovi casi di Coronavirus registrati in Toscana da ieri e comunicati con il consueto bollettino giornaliero che fotografa l'andamento dell'epidemia nella regione. I nuovi casi segnano un +3,4 per cento: 407 interessano l'Asl Centro, 228 quella Nord Ovest e 177 la Sud est. Due i decessi, un uomo e una donna con età media 86,5 anni nelle province di Firenze e Livorno. Con 7.359 persone sottoposte a esami (esclusi i tamponi di controllo) e 11.351 tamponi effettuati (939.153 dall'emergenza scattata a febbraio) vuol dire che nelle ultime ventiquattro ore l'11 per cento dei test ha dato esito positivo, che è una percentuale un po' più bassa rispetto a quella di ieri.

20 Ottobre 16:00 Spadafora: “In arrivo nuove regole per palestre e piscine”

Sulla questione palestre e piscine, per ora ancora aperte, è intervenuto questa mattina Vincenzo Spadafora, Ministro per le Politiche giovanili e lo Sport che, oltre a rassicurare sul fatto che questi luoghi non sono assolutamente "focolaio dell'infezione da Sars-CoV-2″, ha annunciato ulteriori misure, ancora più rigide, che arriveranno entro venerdì prossimo "Se i dati sull'aumento del contagio da Covid avessero evidenziato una responsabilità delle palestre – ha detto il Ministro – sarei stato il primo a chiederne la chiusura. Ma così non è. Nessuna segnalazione, al momento, evidenzia focolai in tali strutture e non mi andava che fosse lo sport a pagare questo momento di criticità".

20 Ottobre 15:56 Milano, 7 ospiti della Rsa Emmaus positivi trasferiti d’urgenza in ospedale

Torna il Coronavirus nelle Rsa lombarde e milanesi. Nella Emmaus di Milano, in zona Gratosoglio, è stato organizzato nella giornata di ieri, lunedì 19 ottobre, un trasferimento d'urgenza di sette pazienti positivi negli ospedali a causa della improvvisa complicazione del quadro sanitario dei contagiati. Secondo fonti sanitarie consultate da Fanpage.it, un consistente numero di mezzi si è adoperato in fretta e furia per completare il trasferimento nei nosocomi e procedere nel minor tempo possibile all'ospedalizzazione degli anziani per offrire quanto prima le cure di cui necessitano. Uno di loro è stato portato a San Donato, altri due al Policlinico e quattro sono finiti all'Humanitas di Rozzano.

20 Ottobre 15:45 In Brasile più di 154.000 persone sono morte di Covid

Il Brasile ieri ha registrato altri 271 decessi causati dal Coronavirus in 24 ore. Il Paese sudamericano ha dunque raggiunto quota 154.176 morti da quando è stato segnalato il primo caso ufficiale del virus, alla fine di febbraio. Secondo il bilancio del ministero della Salute locale, nell'ultimo periodo sono state registrate altre 15.383 diagnosi positive, portando a 5.250.727 i casi totali della malattia. Sempre secondo il ministero, il Brasile ha segnato un calo del numero di contagi e di vittime per la quarta settimana consecutiva. In termini assoluti, gli Stati con il maggior numero di morti sono San Paolo (38.035, per 1.064.039 casi); Rio de Janeiro (19.770, per 291.413 casi), Cearà (9.211 per 265.583 casi), Pernambuco (8.4490 per 156.130 casi) e Minas Gerais (8.453, per 336.648 casi).

20 Ottobre 15:33 Ricciardi: “Ci sono aree in cui epidemia è fuori controllo, subito lockdown a Milano e Napoli”

"Ci sono delle aree in cui l'epidemia è fuori controllo. Per queste aree c'è bisogno di lockdown mirati, il giorno e la notte come Milano e Napoli". Lo ha detto Walter Ricciardi, consulente del ministro della Salute, Roberto Speranza, ai microfoni di "Un giorno da pecora" su Radio1. "Una chiusura mirata di tutte le attività non essenziali, con scuole aperte, attività produttive e fabbriche, ad esempio", le parole di Ricciardi. Quanto all'ipotesi di un lockdown generalizzato, secondo Ricciardi "non ci sarà e non sarà necessario. Ma per far si che questo non accada entro Natale bisogna farne alcuni adesso. Ieri la cancelliera Merkel ha detto una cosa che io credo il ministro Speranza comincerà a dire: state a casa, createvi la vostra bolla sociale perché in questo momento la circolazione del virus è talmente intensa che comportarsi normalmente non è possibile. Fatevi un esame di coscienza e cercate di salvarvi il Natale comportandovi così ora. Questo – conclude – è quello che dovrebbero fare i cittadini".

20 Ottobre 15:22 Direttore dell’Oxford Vaccine: “Non torneremo alla normalità prima della prossima estate”

"Il Covid non ci permetterà di tornare alla normalità fino almeno alla prossima estate": a dirlo il direttore dell'Oxford Vaccine Group, Andrew Pollard, secondo cui potremmo aver bisogno di indossare le mascherine fino a luglio. "Fino a quando non avremo un alto livello di immunità nella popolazione in modo da poter fermare il virus così che le persone più vulnerabili siano immuni, ci sarà un rischio", ha spiegato Pollard.

20 Ottobre 15:17 Coronavirus Regno Unito, alle 18 Johnson parla alla nazione

Alle 18 il premier britannico Boris Johnson parlerà alla nazione. Secondo l’annuncio di Downing Street, il premier sarà affiancato dal direttore del Servizio sanitario nazionale britannico (Nhs), il professor Stephen Powis e dal suo vice Jonathan Van-Tam. Al centro della conferenza stampa ci sarà indubbiamente la vicenda di Manchester e il braccio di ferro tra l’amministrazione locale e il governo di Londra, che vorrebbe imporre alla città e alla sua regione misure restrittive di Livello 3, il massimo attualmente previsto. Ma altre aree, come il Nottinghamshire e il nord est potrebbero essere presto costrette al lockdown di Livello 3 a causa dell’aumentare dei contagi.

20 Ottobre 15:10 Coronavirus Iran, record di 5.039 casi in 24 ore: 322 morti in un giorno

Nuovo record di contagi in Iran. Nelle ultime 24 ore i casi positivi al Covid-19 sono stati 5.039, arrivando in tutto a 539.670. Le nuove vittime ammontano a 322, dopo il picco massimo di 337 toccato ieri. I decessi complessivi salgono a 31.034. I pazienti guariti crescono a 434.676, mentre quelli in terapia intensiva aumentano a 4.810. I test effettuati sono in tutto 4.570.243. Lo ha riferito nel suo bollettino quotidiano la portavoce del ministero della Salute Sima Lari.

20 Ottobre 15:01 Positivo tenta di imbarcarsi all’aeroporto di Catania: bloccato

Risultato positivo al Coronavirus, un cittadino senegalese ha tentato di imbarcarsi su un volo diretto a Roma nell'aeroporto Fontanarossa di Catania. È stato il personale della Polizia di Frontiera che lo ha scoperto deferendolo in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Catania. N. M. F., 35 anni, incurante della sua positività al Covid 19, si è comunque presentato ai banchi check-in dello scalo etneo per espletare le pratiche d’imbarco su un volo diretto a Roma, esibendo al personale addetto, biglietto aereo, passaporto, permesso di soggiorno e referto del tampone “Positivo al Covid”. Immediatamente isolato il passeggero e attivata la procedura sanitaria con l’intervento del medico USMAF, tramite l’intervento dell’ambulanza attrezzata per il biocontenimento l'uomo è stato trasportato all’ospedale Garibaldi.

20 Ottobre 14:38 Bonaccini (Emilia-Romagna): “In questo momento non servono altre restrizioni”

"Crescono i numeri, però stiamo facendo un tracciamento enorme e in questo momento non vediamo necessità di altre restrizioni". Lo ha detto, in un'intervista al Tgr Emilia-Romagna, il presidente dell'Emilia-Romagna Stefano Bonaccini in riferimento alla situazione Covid in regione. Commentando il primo giorno dei test sierologici rapidi nelle farmacie, iniziati ieri sul territorio, ha detto: "Ieri circa 10mila persone, studenti e genitori, si sono recati nelle farmacie, vuol dire che la misura è molto apprezzata. Non bisogna mai cantare vittoria, stare sempre molto attenti. Il virus sta circolando anche da noi, seppur in modo più contenuto che in altre parti d'Italia".

20 Ottobre 14:31 Alto Adige, annullati i mercatini Natale

 Sono stati annullati definitivamente i mercatini di Natale in Alto Adige. Lo ha comunicato il governatore Arno Kompatscher, auspicando che "nelle città si respirerà comunque un'atmosfera natalizia". Il presidente della provincia ha sottolineato che, "in questo momento la priorità è garantire il funzionamento della scuola e delle imprese e per questo rinunciamo a tutto quello che non è irrinunciabile". Nelle scuole superiori scatta l'insegnamento a distanza di almeno il 30%.

20 Ottobre 14:21 Coronavirus Umbria, 194 nuovi casi nelle ultime 24 ore

Sono stati 194 i nuovi casi di coronavirus individuati in Umbria nell'ultimo giorno, 5.103, complessivi, a fronte però di 4.371 tamponi analizzati, 258.701 dall'inizio della pandemia. Emerge dai dati della Regione. Continuano intanto ad aumentare i ricoverati in ospedale 170, 24 più di ieri, 20 dei quali (erano 15) in intensiva. Nell'ultimo giorno sono stati poi certificati 88 nuovi guariti, 2.330 in totale, mentre si mantengono 93 i deceduti. Gli attualmente positivi sono ora 2.680 contro i 2.574 dell'ultimo giorno.

20 Ottobre 14:11 “In Veneto all’orizzonte non c’è lockdown o coprifuoco”

“Quello che abbiamo presentato oggi è un piano ospedaliero, su altre iniziative dettate da altri numeri e su cui c'è un dialogo a livello nazionale è un'altra partita. Oggi in Veneto all'orizzonte non c'è nessun pensiero di lockdown o di coprifuoco”. Lo ha detto ai giornalisti l'assessore regionale alla Sanità, Manuela Lanzarin. Il piano di sanità pubblica – è stato spiegato in conferenza stampa – è un piano di sicurezza passiva di fronte al numero di malati che cresce, mentre le decisioni su lockdown sono di sicurezza attiva.

20 Ottobre 13:56 Coronavirus Svizzera, oltre 3.000 nuovi contagi in 24 ore

Sono 3008 le nuove infezioni da Coronavirus registrate in Svizzera (2.986) e nel Liechtenstein (22) nelle ultime 24 ore. L'incidenza ha raggiunto i 1.003,9 casi ogni 100.000 abitanti. Il totale di casi dallo scoppio della pandemia è salito a 86.167, secondo il bollettino quotidiano dell'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP). In tutto sono decedute 1.845 persone, di cui 8 nelle ultime 24 ore.

20 Ottobre 13:46 A casa perché positiva, accompagna il marito in ospedale: denunciata a Catania

Agenti del commissariato Nesima hanno denunciato una donna di 46 anni per non aver osservato un ordine dall'autorità sanitaria per impedire la diffusione del Covid-19. La donna, che è risultata positiva al Covid-19, non è stata trovata in casa durante un controllo medico: aveva accompagnato in ospedale il marito che doveva sottoporsi a visita medica. La donna era a conoscenza della propria positività e delle procedure previste dall'isolamento domiciliare obbligatorio e non poteva avere alcuna certezza sulla sua avvenuta guarigione. Tra l'altro, a seguito di ulteriori tamponi, anche un altro elemento del suo nucleo familiare è risultato positivo al Covid-19 ed è stato sottoposto all'isolamento obbligatorio.

20 Ottobre 13:36 Coronavirus Campania, De Luca: “Da venerdì lockdown alle 23, blocco attività e mobilità”

"Ci prepariamo a chiedere in giornata il coprifuoco. Il blocco di tutte attività e della mobilità da questo fine settimana in poi". Lo ha detto il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca. "Volevamo partire – ha detto il governatore campano – dall'ultimo weekend di ottobre ma partiamo ora. Si interrompono le attività e la mobilità alle 23 per contenere l'onda di contagio. Alle 23 da venerdì si chiude tutto anche in Campania come si è chiesto anche in Lombardia".

20 Ottobre 13:26 Record di contagi e vittime in Bosnia-Erzegovina, oltre 20% dei test è positivo

Record di contagi e vittime in Bosnia-Erzegovina, dove in 24 ore sono stati accertati 718 nuovi casi di coronavirus e 20 decessi, per un totale di 1.028 da inizio epidemia. I contagi sono stati in tutto 35.389. Essendo stati effettuati 2.671 test, l'incidenza in fatto di positività è risultata di oltre il 20%.

20 Ottobre 13:19 Slovenia, quasi 800 contagi in 24 ore: scatta coprifuoco dalle 21 alle 6 del mattino

In Slovenia nelle ultime 24 ore si sono registrati 794 nuovi contagi su 4.326 test effettuati, con una incidenza del 18,5% di casi sul totale dei test. Come hanno riferito le autorità sanitarie, da ieri vi sono stati due decessi legati al Covid-19. I pazienti in ospedale sono 313, dei quali 56 in terapia intensiva. Sotto osservazione una casa di riposo per anziani a Crneca, dove 11 ospiti e due dipendenti sono risultati positivi. Nel Paese – dove da inizio epidemia si sono registrati 14.777 contagi e 192 morti – da oggi entrano in vigore le nuove restrizioni decise dal governo, con il coprifuoco dalle 21 alle 6, il divieto di raduni con oltre sei persone e il blocco agli spostamenti fra le varie regioni.

20 Ottobre 13:07 Russia segna un nuovo record di contagi in 24 ore: 16.319 casi di Covid

La Russia segna un nuovo record di contagi in 24 ore: sono 16.319 quelli accertati in un giorno di cui 4.999 a Mosca. Il totale sale a 1.431.635 casi di Covid-19. I morti sono 269 e il totale dall'inizio della pandemia sale a 24.635.

20 Ottobre 12:46 Veneto, 490 nuovi casi nelle ultime 24 ore

Sono 490 i nuovi casi di Covid 19 in Veneto registrati nelle ultime 24 ore (ieri erano 502). Ad annunciarlo è stato il governatore Luca Zaia nella conferenza stampa odierna. 8.126 i tamponi effettuati.

20 Ottobre 12:35 L’ex ministro De Girolamo positiva al Covid: “Malattia subdola, ho molti dolori”

Nunzia De Girolamo, parlamentare di Forza Italia e moglie del ministro degli Affari Regionali Francesco Boccia, è risultata positiva al Coronavirus. Ne dà l'annuncio su Facebook, descrivendo sintomi particolarmente dolorosi. Boccia è negativo e in isolamento. "Ho il Covid19 – spiega in un video l'ex ministro dell'Agricoltura del governo Letta –  Questo virus non mi ha risparmiata: anche io ho contratto il Covid19. Dopo una cena a Benevento con una persona, poi risultata positiva, da giovedì pomeriggio mi sono subito messa in auto isolamento anche da mio marito e mia figlia, nonché sottoposta ad un primo tampone (risultato negativo). Non avevo niente, ma ero comunque in isolamento in attesa dell'altro tampone. Poi domenica sono arrivati i forti dolori alle ossa, la febbre, la tosse e il mal di testa. Ieri sera il risultato: positivo".

20 Ottobre 12:32 Marche, rallentano i contagi: 89 i nuovi casi

In sensibile calo il contagio nelle Marche, secondo il bollettino Covid di oggi 20 ottobre, diramato dal Servizio Sanità della Regione. Sono 89 i positivi riscontrati nelle ultime 24 ore (ieri erano 98). Sono stati testati 1882 tamponi: 913 nel percorso nuove diagnosi e 969 nel percorso guariti. Cala anche la percentuale dei positivi sui tamponi processati nel percorso nuove diagnosi (913), che si attesta al 9,7%. Ieri era stata del 14%, a fronte di meno tamponi (694), e domenica 12,3% (204 nuovi positivi su 1.662 tamponi).

20 Ottobre 12:15 L’allarme dei medici: “Napoli è malata, agire o sfileranno le bare”

"Non dimentichiamo che questa è una guerra e anche se al momento ci sembra che le cose vadano ancora benino, far finta che non lo sia ci porterebbe al disastro. Non rendiamo vana la sofferenza dei mesi scorsi, altrimenti molto presto saremo costretti a vedere sfilare carri militari impegnati a trasportare altrove le bare dei nostri cari. Il Covid non lascia seconde occasioni, i nostri medici lo sanno bene". Questo l'sos lanciato da Bruno Zuccarelli, vice presidente dell'Ordine dei medici di Napoli. "Le notizie che arrivano dagli ospedali mi preoccupano molto. Una delle prime lezioni che mi sono state impartite in gioventù è stata che girare la testa dall'altra parte non serve a nulla, le malattie è bene scovarle sul nascere e affrontarle di petto. Per questo è bene dircelo fuori dai denti, la Campania è malata. Napoli è malata".

20 Ottobre 12:07 Alto Adige: oltre 200 nuovi casi nelle ultime 24 ore

In Alto Adige i nuovi casi covid superano soglia 200 e si registra un forte aumento di ricoveri e persone in quarantena. I laboratori dell'Azienda sanitaria altoatesina nelle ultime 24 ore hanno effettuato 1.819 tamponi. Sono stati registrati 209 nuovi casi positivi. Un'impennata registrano anche i ricoveri nei normali reparti ospedalieri, che in un solo giorno sono saliti da 67 a 96. Invariato invece il numero dei pazienti in terapia intensiva. Si avvicina a soglia 5 mila invece il numero delle persone in isolamento domiciliare, che attualmente sono 4887, dei quali 18 di ritorno da Croazia, Grecia, Spagna o Malta.

20 Ottobre 12:00 Mattarella: “Onorificenze a chi rappresenta Italia, serve responsabilità collettiva

"I meriti acquisiti non si esauriscono nel ricordo di un giorno ma permangono. Vi siete
impegnati per la cura di coloro che erano malati per il Covid, vi siete impegnati ad assicurare con forte sostegno ad aiutare chi era in condizioni di disagio, vi siete impegnati affinché il nostro Paese non rimasse paralizzato assicurando trasporti e
collegamento. Come voi, tanti italiani e italiane lo hanno fatto. Voi qui li rappresentate tutti gli italiani". Lo afferma il presidente della Repubblica Sergio Mattarella nel corso della cerimonia per le onorificenze a chi si è distinto nel corso della pandemia. "In questa fase serve la responsabilità collettiva, comportamenti diffusi,  tutti siamo chiamati a contribuire e  a sconfiggere la pandemia, con i comportamenti, le mascherine, il distanziamento" ha aggiunto il Capo dello Stato.

20 Ottobre 11:48 Coprifuoco in Lombardia, Pregliasco: “Situazione esplosiva, chiusure necessarie”

Il coprifuoco in Lombardia "è necessario perché la situazione è esplosiva. Ne abbiamo parlato nel Comitato tecnico scientifico della Regione Lombardia venerdì scorso e avevamo già fatto presente al presidente Attilio Fontana questa esigenza, in considerazione della situazione che nella regione è esplosiva". A dirlo Fabrizio Pregliasco, virologo dell'Università degli Studi di Milano durante il programma ‘L'imprenditore e gli altri' su Cusano Italia Tv.

20 Ottobre 11:36 Vaccino AstraZeneca/Oxford: controllo positivo per volontario italiano

Si è sottoposto a una nuova visita di controllo che ha dato esito positivo Antonio Metastasio, volontario umbro impegnato nella sperimentazione del vaccino per il Covid al quale stanno lavorando AstraZeneca e l'Universita' di Oxford. Lo ha confermato all'ANSA lo psichiatra e geriatra di Terni che vive e lavora a Cambrige. “Sto bene e la sperimentazione sta andando avanti – ha detto -, speriamo di avere risultati positivi quanto prima”. Lo studio si svolge con la formula del ‘doppio cieco' e quindi né i volontari né i medici sanno attualmente quali siano le dosi del vaccino sperimentale somministrate e quale quelle di placebo.

20 Ottobre 11:33 Il premier Conte: “Vaccino covid? Possibile arrivino dosi già a dicembre”

"Se le ultime fasi di preparazione (il cosiddetto ‘rolling value') del vaccino Oxford-Irbm Pomezia-Astrazeneca) saranno completate nelle prossime settimane, le prime dosi saranno disponibili all'inizio di dicembre". Lo ha detto il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, in un'anticipazione dell'ultimo libro di Bruno Vespa "Perche' l'Italia amo' Mussolini (e come ha resistito alla dittatura del Covid)" in uscita il 29 ottobre da Mondadori Rai Libri. "Gia' all'inizio avremo i primi due o tre milioni di dosi – ha precisato Conte – Altri milioni ci arriveranno subito dopo. La Commissione europea ha commissionato ad Astrazeneca e ad altre societa' alcune centinaia di milioni di dosi. Penso che per contenere completamente la pandemia dovremo aspettare comunque la prossima primavera".

20 Ottobre 11:14  Bulgaria, record di infetti in un giorno: 1.024 nelle ultime 24 ore

Record dei contagi da Covid 19 in Bulgaria: nelle ultime 24 ore se ne sono registrati ben 1.024, pari al 23,2% dei 4.406 test diagnostici effettuati. Si tratta del nuovo record giornaliero di contagi nel Paese balcanico. Il maggior numero delle persone contagiate si registra nella capitale Sofia: 292. Il totale dei casi da inizio epidemia è a oggi di 30.527. Da ieri sono stati segnalati ventidue decessi e il numero complessivo delle vittime sale a 1.008. Il bilancio dei casi di infezione fra il personale medico-sanitario è salito a 1.622. Attualmente vi sono 12.366 casi attivi in Bulgaria, mentre negli ospedali sono ricoverati 1.562 pazienti, 88 dei quali in terapia intensiva.

20 Ottobre 10:56 Scuola, tutti i cambiamenti col nuovo dpcm del 18 ottobre

Il dpcm firmato il 18 ottobre dal presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, prevede nuove disposizioni che riguardano anche il mondo della scuola, soprattutto per gli studenti delle superiori e per i docenti. Andiamo a vedere cosa cambia per quanto riguarda gli orari di ingresso, la didattica a distanza, lo sport durante l’ora di educazione fisica e le riunioni degli organi collegiali.

20 Ottobre 10:49 Il Covid continua a correre: i Paesi che entrano di nuovo in lockdown generale

Dopo il record di contagi che si sta registrando negli ultimi giorni, preoccupa in Europa la seconda ondata di Coronavirus. Numerosi paesi sono tornati in lockdown: l’Irlanda è il primo a reintrodurre il blocco totale insieme al Galles, mentre altre restrizioni, tra coprifuoco e blocchi parziali, sono tornate in Francia, Austria, Polonia. Per l’Oms la causa di questa situazione è da ricercarsi negli “errori sulla quarantena dei contatti dei positivi”

20 Ottobre 10:43 Festa di compleanno con oltre 50 persone a Bari: chiusa sala ricevimenti

A Capurso (Bari) i carabinieri della locale Stazione sono intervenuti in una sala ricevimenti, ove era in corso una festa per un diciottesimo compleanno a cui stavano partecipando 56 persone: inevitabilmente sono scattate le sanzioni per la violazione delle misure anticovid.

Nel capoluogo pugliese sette persone sono state sanzionate dai carabinieri per il mancato utilizzo della mascherina, nel corso di un servizio coordinato nelle zone della movida di Bari per verificare il rispetto delle recenti prescrizioni per il contenimento del contagio da Covid-19.

20 Ottobre 10:34 Oms. “Impennata casi in Europa? Errori sulla quarantena”

L'aumento vertiginoso dei casi di coronavirus nell'emisfero settentrionale è dovuto al fatto che le persone entrate in contatto con un contagiato "non sono state messe in quarantena per un periodo adeguato". Lo sostiene il direttore per le emergenze dell'Oms Michael Ryan. "Non è accaduto ovunque e in modo sistematico ma sono convinto che sia la principale ragione per la quale stiamo vedendo dei numeri così alti", ha aggiunto precisando che nella metà dei 48 paesi dell'area Europa che fanno parte dell'Agenzia dell'Onu i casi di Covid-19 sono aumentati del 50%.

20 Ottobre 10:31 I medici bocciano il nuovo Dpcm: “Servono misure più drastiche”

Carlo Palermo, segretario dell’Anaao-Assomed, il principale sindacato dei medici ospedalieri, in prima linea contro il Covid-19, ha giudicato non sufficienti le misure del nuovo Dpcm del 18 ottobre per frenare l’avanzata del Coronavirus: “Servirebbe impostazione più complessiva senza escludere anche misure più drastiche, come il coprifuoco sul modello francese o anche il lockdown breve proposto da Crisanti per resettare il sistema”. Anelli (Fnomceo): “Occorrono più medici”.

20 Ottobre 10:27 Gimbe: “Dpcm con restrizioni troppo blande, così si va dritti al lockdown”

"La necessità di emanare due Dpcm in una settimana conferma che il contenimento della seconda ondata viene affidato alla valutazione dei numeri del giorno con la progressiva introduzione di misure troppo deboli per piegare una curva dei contagi in vertiginosa ascesa". Lo afferma Nino Cartabellotta, presidente della Fondazione GIMBE. "Non essere riusciti a prevenire la risalita della curva epidemica quando avevamo un grande vantaggio sul virus oggi impone la necessità di misure di contenimento in grado di anticipare il virus. Tali misure devono essere pianificate su modelli predittivi ad almeno 2-3 settimane, perché la "non strategia" di inseguire i numeri del giorno con uno stillicidio di Dpcm che, settimana dopo settimana, impongono la continua necessità di riorganizzarsi su vari fronti, spingerà inevitabilmente il Paese proprio verso quel nuovo lockdown che nessuno vuole e che non possiamo permetterci", conclude Cartabellotta.

20 Ottobre 10:00 De Magistris (Napoli): “Errori gravi della Regione Campania, andremo in lockdown”

"Penso ci siano stati errori molto gravi della Regione e non è uno scaricabarile, i numeri parlano da soli. Le persone a casa sono sole, appena aumenta la febbre vanno in ospedale, il virus è fuori controllo, la medicina territoriale è stata smantellata già prima della pandemia. De Luca ha vietato anche ai medici di dire la verità. Il tampone viene fatto dopo molti giorni. Il problema non sono i ragazzi. Non prendiamocela con i cittadini che hanno avuto in gran parte un atteggiamento responsabile. Andremo sicuramente al lockdown in Campania, sono rimasti 15 posti in terapia intensiva". Così Luigi De Magistris, sindaco di Napoli, su Rai Radio1 all'interno di Radio anch'io condotto da Giorgio Zanchini.

20 Ottobre 09:57 L’Irlanda è il primo Paese europeo a tornare in lockdown

L’Irlanda ferma tutte le attività non essenziali, tranne le scuole. Il blocco scatterà alla mezzanotte del 21 ottobre e durerà sei settimane, nella speranza di “celebrare il Natale in modo significativo”, ha detto il primo ministro Martin. Chiuse tutte le attività commerciali non essenziali, inclusi musei e biblioteche, oltre che bar e ristoranti.

20 Ottobre 09:00 Usa: 58.387 contagi e 445 morti nelle ultime 24 ore

Gli Stati Uniti hanno registrato 58.387 nuovi casi di coronavirus nelle ultime 24 ore, secondo i dati forniti dalla Johns Hopkins University. Le vittime da ieri sono invece 445. Il bilancio complessivo della pandemia nel Paese è ora di 8.212.981 contagi e 220.119 decessi, secondo la stessa fonte

20 Ottobre 08:50 Ippolito (Spallanzani): “Dobbiamo prepararci a convivere col virus per tutto il 2021″

“Salvaguardare scuola e lavoro perché con questo coronavirus dobbiamo prepararci a convivere per tutto il 2021“: questa la priorità per Giuseppe Ippolito, direttore scientifico dell’Istituto nazionale per le malattie infettive Lazzaro Spallanzani di Roma. In un’intervista a Il Fatto Quotidiano, il medico ha affermato che “rispetto a marzo-aprile siamo tutti più preparati” perché “ciascuno di noi sa quali sono le precauzioni da prendere” tanto che “abbiamo dimostrato come collettività una disciplina e un senso di responsabilità che non sospettavamo di possedere“. “Dobbiamo continuare in questo modo anche senza aspettare che qualcuno ci dica come comportarci“.

20 Ottobre 08:47 Tunisia, è emergenza nazionale: 2185 nuovi casi e 61 morti in 2 giorni

Situazione drammatica in Tunisia, dove il premier Hichem Mechichi ha autorizzato tutti i 24 governatori del Paese a decretare misure di coprifuoco secondo le diverse esigenze, nei territori di loro competenza, ove si rendesse necessario. Secondo i dati riferiti al 17 e 18 ottobre sono stati registrati altri 2185 contagi (su 5689 test effettuati), che portano il totale delle infezioni confermate nel Paese nordafricano a quota 42.727. Lo ha reso noto il ministero della Sanita' di Tunisi in un comunicato, precisando che il bilancio dei decessi e' salito a 687, di cui 61 nei 2 giorni considerati.

20 Ottobre 08:12 Trump: “La pandemia sta per finire”

"La pandemia sta finendo". Così Donald Trump durante il comizio elettorale a Tucson, il secondo della giornata in Arizona. Con i lockdown, il piano dello sfidante democratico Joe Biden "distruggerebbe l'America", attacca il comandante in capo, "mentre il mio piano vuole distruggere il virus e far rinascere il sogno americano".

20 Ottobre 08:08 Germania: 6.868 casi e 47 morti in 24 ore

Almeno 6.868 persone hanno contratto il coronavirus nelle ultime 24 ore in Germania, secondo i dati comunicati oggi dall'Istituto per le malattie infettive Robert Koch. Le vittime da ieri sono invece 47. Il bilancio complessivo della pandemia nel paese sale così a 373.167 infezioni e 9.836 decessi.

20 Ottobre 07:57 Sardegna, 5 casi di contagio da Covid nel carcere di Oristano

La pandemia di coronavirus non ha risparmiato la casa di reclusione di Oristano Massama, dove si sono registrati 5 casi di contagio. Lo ha reso noto Maria Grazia Caligaris, dirigente dell'associazione "Socialismo, Diritti, Riforme". "Si tratta di situazioni in via di risoluzione – fa sapere l'esponente di Sdr – e dovrebbero riguardare alcuni operatori della struttura, che si trovano in isolamento domiciliare. Non si conoscono tempi e modi del contagio".

20 Ottobre 07:37 Zangrillo: “Sono contrario al metodo della paura, non spaventiamo i cittadini”

"Sono contrario al metodo della paura: ossia a spaventare i cittadini affinchè reagiscano come voglio io", Il professor Alberto Zangrillo, medico del San Raffaele, dove guida l'Anestesia e la Rianimazione, dice in un'intervista al "Corriere della Sera" che "io sono per dire la verità", che sintetizza cosi': "A maggio il virus era in ritirata, oggi è tornato a mordere, probabilmente anche per comportamenti negligenti". E aggiunge: "Con il virus dobbiamo imparare a convivere". E secondo il medico del San Raffaele "per almeno il 30% dei pazienti che arrivano in Pronto soccorso basterebbe una responsabile assistenza domiciliare". Per Zangrillo, infatti, "è fondamentale la diagnosi tempestiva che solo i medici di famiglia possono mettere in atto. Il segreto è prendersi la responsabilità di inviare in ospedale solo chi ne ha bisogno", aggiunge.

20 Ottobre 07:23 Argentina: raggiunto il milione di casi

L'Argentina ha raggiunto 1 milione di casi confermati di coronavirus, diventando così la seconda nazione dell'America Latina a raggiungere il tragico traguardo e la quinta al mondo a farlo. Il bilancio totale è arrivato a quota 1.002.662 casi e 26.716 vittime. L'America Latina è una delle regioni più colpite e ospita la metà delle 10 nazioni che hanno segnalato il maggior numero di casi confermati.

20 Ottobre 07:15 Crisanti: “Limitare al massimo i contatti sociali”

"Giusto bloccare la movida per salvare lezioni e lavoro". Il coprifuoco? "Male non fa, purtroppo non è più tempo di stare davanti ai locali e frequentare luoghi affollati, ma di limitare i contatti superflui, come ben indicato dagli ultimi due decreti del governo". In un'intervista alla Stampa Andrea Crisanti, professore ordinario di Microbiologia all'Università di Padova, dice di condividere "l'idea di ridurre al massimo i contatti sociali per provare a salvare scuola e lavoro" anche se ammette che non è detto che le misure rallentino i contagi: "Lo spero fortemente, ma la verità è che non lo sa nessuno". "Tutto dipende dai comportamenti degli italiani", aggiunge.

20 Ottobre 07:10 Le ultime notizie sul Coronavirus Covid-19 di oggi, 20 ottobre

Calano i contagi giornalieri da coronavirus in Italia a fronte però di un numero inferiore di tamponi effettuati durante il fine settimana. Stando ai dati riportati nel bollettino di ieri, lunedì 19 ottobre, diramato dal Ministero della Salute, sono stati registrati 9.338 casi (domenica ne erano 11.705), che portano il totale dall'inizio dell'emergenza sanitaria a quota 423.578. I guariti totali sono invece 252.959 (+1498 nelle ultime 24 ore, domenica erano +2.334) e i decessi sono 36.616 (+73, domenica erano 69). . Complessivamente i tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore sono stati 98.862, per un totale dall’inizio dell’epidemia di 13.639.444. La Regione con più casi positivi nelle ultime 24 ore è la Lombardia che fa registrare ulteriori 1.687 contagi, seguita dalla Campania con 1.593 contagi e dalla Toscana con 986 nuovi casi.

I dati relativi agli incrementi relativi alle ultime 24 ore Regione per Regione:

Lombardia +1.687 (  totale casi 128.456 )

Piemonte: +933 (  totale casi 44.923)

Emilia-Romagna: +552 ( totale casi 41.410)

Veneto: +502 (totale casi 36.353 )

Campania: +1.593  ( totale casi 1.593)

Lazio: +939 ( totale casi 25.927)

Toscana: +986  ( totale casi 23.788)

Liguria: +323 ( totale casi 18.438)

Sicilia: +362 ( totale casi 12.654)

Puglia: +321 ( totale casi 11.706)

Marche: +98 ( totale casi 9.556‬)

P.A. Trento: +79 ( totale casi 6.924)

Friuli Venezia Giulia: +90 ( totale casi 6.505)

Abruzzo: +159 ( totale casi 6.353 )

Sardegna: +159 ( totale casi 6.255)

Umbria: +167 ( totale casi 4.909)

P.A. Bolzano: +85 ( totale casi 4.904)

Calabria: +108 (  totale casi 2.869)

Valle d'Aosta: +135 ( totale casi 1.946)

Basilicata: +22 ( totale casi 1.296)

Molise: +38 ( totale casi 994 )

La Lombardia vuole ampliare le misure anti Covid: stop di tutte le attività e degli spostamenti, a esclusione dei casi ‘eccezionali' (motivi di salute, lavoro e comprovata necessità), nell'intera regione dalle ore 23 alle 5 a partire da giovedì 22 ottobre. Questa la proposta che, all'unanimità, i sindaci dei Comuni capoluogo lombardi, il presidente dell'Anci e il governatore Attilio Fontana, chiederanno di condividere al governo per fronteggiare la diffusione del coronavirus.

L'Irlanda è la prima nazione europea a ripristinare il lockdown. Il primo ministro irlandese Micheal Martin ha emesso una direttiva nazionale di "restare a casa", ma ha sottolineato che le scuole rimarranno aperte. Si ferma anche il Galles: il blocco scatterà da venerdì prossimo e proseguirà fino al 9 novembre, per tentare di resettare una situazione sempre più fuori controllo. Anche in Belgio sono entrate in vigore le nuove misure di contenimento, con la chiusura di bar e ristoranti e il coprifuoco dalla mezzanotte alle cinque del mattino