25 Novembre 22:43 Germania spinge perché l’Ue vieti le vacanze sciistiche fino al 10 gennaio

La Germania spinge perché l'Ue vieti le vacanze sciistiche fino al 10 gennaio. Angela Merkel ha chiarito in conferenza stampa di voler tentare un accordo con i vicini europei a riguardo, aggiungendo che non sarà facile.

25 Novembre 22:32 Germania, a Natale ok a incontri di 10 persone: “Nessuno dovrà vivere le vacanze in solitudine”

Per le feste di Natale, il divieto di contatto verrà ammorbidito in Germania e si consentiranno incontri fino a 10 persone. Lo ha detto la cancelliera Angela Merkel, presentando le nuove misure dopo la riunione con i ministri presidenti dei Laender. "Nessuno dovrà vivere le vacanze di Natale in solitudine", ha ribadito. Il divieto di contatto viene invece inasprito per le prossime settimane: non saranno possibili incontri oltre le cinque persone di due nuclei abitativi escludendo i ragazzi sotto i 14 anni.

25 Novembre 21:59 Ministro Azzolina: “Abbia corsia preferenziale su test rapidi”

"Sui test rapidi o sui test salivari, oggi con i sindaci concordavamo sul fatto che la scuola avrebbe bisogno di una corsia preferenziale". Così la ministra dell'Istruzione Lucia Azzolina intervenendo a ‘Stasera Italia', su Rete4.

25 Novembre 21:58 Germania, il mini-lockdown durerà fino al 20 dicembre

Il semi-lockdown vigente in Germania sarà prolungato fino al 20 dicembre. Lo ha annunciato il ministro presidente della Sassonia-Anhalt Reiner Haseloff, dopo il vertice in via di chiusura a Berlino fra Merkel e i governatori.

25 Novembre 21:46 Ricciardi: “Riaperture a Natale? Valutare territorio per territorio”

"L'aspetto positivo degli ultimi giorni è che c'è stato un rallentamento della crescita, ma siamo ancora in presenza di un aumento che riguarda migliaia di casi. Dobbiamo avere pazienza, continuare ad applicare le misure e fra due settimane ragionare su cosa fare a seconda della circolazione del virus. Ma abbassare la guardia ora e' un azzardo". Così Walter Ricciardi ospite di Porta a Porta. Il consulente del Ministro Speranza sulle riaperture in vista del Natale chiarisce: "Bisogna valutare territorio per territorio, nei territori in cui la circolazione del virus e' contenuta si può pensare di riaprire esercizi commerciali, a riconsentire una circolazione delle persone, mentre negli altri territori no".

25 Novembre 21:33 Conte convoca capi delegazione domani su dpcm

Il premier Giuseppe Conte ha convocato per domani i capi delegazione di maggioranza per valutare le misure di contrasto al Covid in vista del nuovo dpcm e della stagione natalizia. Lo si apprende da fonti di governo. La riunione era ipotizzata per questa sera alle 19, al ritorno di Conte dalla Spagna, ma la convocazione ufficiale slitta a domani: l'incontro, decisivo per le nuove misure anti contagio, dovrebbe iniziare alle 13.

25 Novembre 20:48 Nel Regno Unito record di decessi da maggio, 696 nuovi in 24 ore

Il Regno Unito ha registrato 696 nuovi morti e altri 18,213 contagi nelle ultime 24 ore, secondo il ministero della Sanità. Si tratta del numero più alti di morti in un giorno, dal 5 maggio scorso. Il totale delle vittime nel Paese è salito a 56.533.

25 Novembre 20:25 Lombardia, Gallera annuncia: “Medici di famiglia potranno fare i tamponi rapidi”

“La Giunta regionale ha approvato oggi le linee d’indirizzo per la Medicina Generale in tema di effettuazione dei tamponi antigenici rapidi”. Lo ha annunciato l'assessore al Welfare della Lombardia Giulio Gallera al termine di una riunione straordinaria della Giunta. Ecco chi potrà essere sottoposto al test rapido antigenico e come deve comportarsi in caso di positività.

25 Novembre 20:09 Nelle carceri italiane 826 detenuti e 1042 operatori positivi al Covid

Sono 826 detenuti e 1042 gli operatori penitenziari positivi al coronavirus. A fare il punto sulla situazione del contagio nelle carceri italiane è il ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede. "Alla data del 24 novembre 2020, su 53.720 presenti negli istituti di pena del Paese, sono stati registrati 826 casi di positività al Covid-19, di cui, 804 gestiti dall’Area sanitaria interna (dei quali 772 senza sintomi) e 22 ricoverati presso luoghi esterni di cura", ha detto Bonafede. Sono invece 1042 invece i casi di positività registrati fra gli operatori penitenziari: di questi, 1013 si trovano in quarantena presso il proprio domicilio, 19 presso le caserme annesse agli istituti di pena e 10 risultano ricoverati in strutture ospedaliere. "Presso gli istituti minorili su 299 presenze (a fronte di una capienza di 536 posti), 3 sono i positivi al Covid 19, uno dei quali era tale già al momento del suo ingresso".

25 Novembre 19:36 In Austria screening di massa dal 4 dicembre

Il governo austriaco ha fissato la tabella di marcia per lo screening di massa con il tampone rapido. Si partirà con il Vorarlberg e Tirolo dal 4 al 6 dicembre, seguiranno il land Salisburgo e l'Alta Austria dal 12 al 13 dicembre. Parallelamente a livello nazionale saranno testati tutti i poliziotti dal 7 al 8 dicembre. Quindi seguiranno Vienna e gli altri laender ad elevata densità abitativa. Il cancelliere Sebastian Kurz ha annunciato che la settimana prossima il consiglio dei ministri stabilirà le riaperture dopo il lockdown totale, partendo dalla scuola e dal commercio.

25 Novembre 19:12 Nel mondo superati i 60 milioni di casi di Coronavirus

I contagi ufficiali di coronavirus nel mondo hanno superato i 60 milioni dall'inizio della pandemia. È quanto risulta dai dati della Johns Hopkins University. In questo momento si contano 60.037.735 contagi e 1.414.513 vittime.

25 Novembre 18:42 Oms, Americhe hanno registrato oltre 1,5 milioni di casi negli ultimi 7 giorni: record dall’inizio dell’epidemia

Le Americhe hanno registrato oltre 1,5 milioni di casi di coronavirus negli ultimi sette giorni, il numero più alto dall'inizio dell'epidemia. È l'allarme lanciato dalla branca regionale dell'Organizzazione mondiale della sanità sottolineando che negli Usa continua l'impennata di contagi e in Canada l'incremento è particolarmente acuto tra anziani e nelle comunità indigene.

25 Novembre 18:18 Per il secondo giorno consecutivo in calo i pazienti ricoverati con sintomi

Per il secondo giorno consecutivo sono in calo i pazienti positivi al Covid ricoverati con sintomi, che sono passati dai 34.577 di ieri ai 34.313 di oggi (-264). In calo anche il numero degli attualmente positivi (-6.689), risultato dell'aumento dei dimessi o guariti che in 24 ore sono stati 31.819. La regione con il maggior numero di nuovi casi è ancora la Lombardia (+5.173), seguita da Piemonte (+2.878) e Campania (+2.815). Le terapie intensive salgono a 3.848 (+32).

25 Novembre 18:03 Natale, Conte: “Controlli a chi torna dall’estero”

Parlando in conferenza stampa a Palma di Maiorca il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha chiesto un coordinamento a livello europeo sulle vacanze di Natale e sulla chiusura degli impianti sciistici invitando poi alla prudenza: “Pensiamo si debbano introdurre maggiori cautele per prevenire un’impennata nei contagi, la dobbiamo evitare”. Il governo pensa anche a controllare a chi torna in Italia dall’estero.

25 Novembre 17:54 In Lombardia 5.173 nuovi casi e 155 morti: più di 21mila decessi dall’inizio dell’epidemia

In Lombardia nelle ultime 24 ore sono stati segnalati 5.173 nuovi contagi di Coronavirus e 155 decessi (oltre 21mila in totale). I ricoveri in ospedale fanno registrare una diminuzione (meno 246 rispetto a ieri) ma aumentano i ricoveri in terapia intensiva (più 10 rispetto a ieri, per un totale di 942): ecco il bollettino con i dati di oggi 25 novembre sui contagi Covid in Lombardia.

25 Novembre 17:44 Il bollettino di oggi: 25.853 casi e 722 morti

Stando ai dati comunicati dal Ministero della Salute nel bollettino di oggi, mercoledì 25 novembre, i nuovi positivi registrati nelle ultime 24 ore sono 25.853, in aumento rispetto a ieri. I morti in un giorno sono 722, per un totale di 52.028 da inizio epidemia. La Lombardia è la regione con il maggior incremento di infezioni, seguita da Piemonte e Campania. Nelle ultime 24 ore effettuati 230.007 tamponi.

25 Novembre 17:09 Liguria, 460 nuovi positivi e 22 decessi

In Liguria sono 460 i nuovi contagiati a fronte di 5.831 tamponi per una percentuale che scende per la prima volta sotto il 10 per cento e si attesta al 7,8%. Diminuiscono anche i ricoverati (62 in meno) e aumentano i nuovi guariti che sono 1169. Purtroppo si registrano ancora 22 decessi.

25 Novembre 17:00 Campania, 2.815 casi e 47 morti nelle ultime 24 ore

Nelle ultime 24 ore in Campania sono stati rilevati 2.815 contagi su 23.130 tamponi analizzati. Ieri erano stati appena 1.764 su 13.744 tamponi. Il numero di morti sale a 1.434 (+47), mentre quello dei guariti raggiunge 39.428 (+3.471). Più di dieci le città campane sopra i mille casi. A Giugliano record: superati i 2.600 contagi attivi.

25 Novembre 16:56 Piemonte, Cirio: “Saremo regione arancione tra l’1 e il 3 dicembre”

"Il Piemonte sta uscendo dalla zona rossa, tra pochi giorni saremo arancioni". A dirlo il governatore Alberto Cirio, che prevede il passaggio della regione alla zona arancione, con restrizioni meno severe e misure meno rigide in relazione all'emergenza coronavirus. "Io penso che saremo arancioni tra l'1 e il 3 di dicembre perché l'Rt quando andammo in zona rossa era 2.16 e nell'ultimo report di venerdì era di 1.1 il che significa che il contachilometri del contagio ha rallentato e rallentato molto". Riguardo la riapertura degli impianti di sci "nessuna fuga in avanti come Regione. Quello che è successo questa estate sulle spiagge mi preoccupa, quindi non vogliamo che si ripeta d'inverno però che meritiamo un momento di confronto con il Governo per capire se c'è un punto di equilibrio".

25 Novembre 16:47 Emilia Romagna, 2.130 nuovi casi e 54 morti

Dall'inizio dell'epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 112.700 positivi, quindi 2.130 in più rispetto a ieri, su un totale di 18.498 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi casi sul numero di tamponi fatti scende ulteriormente: oggi è dell'11,5%, rispetto al 12,7% di ieri. Purtroppo, si registrano 54 nuovi decessi: 3 in provincia di Piacenza (un uomo di 83 anni e due donne, di 79 e 90 anni), uno nel parmense (un uomo di 96 anni), 13 a Modena (6 donne – 1 di 76 anni, 2 di 85 anni, 1 di 88, 1 di 90 anni e 1 di 94 anni – e 7 uomini, rispettivamente di 62, 64, 72, 82, 83, 84, 88 anni), 25 in quella di Bologna (7 donne – rispettivamente di 75, 92, 93, 94, 96, 97, 100 anni – e 18 uomini, rispettivamente di 61, 63, 71, 73, 77, 80, 83 anni; 3 di 84 anni; 1 di 86, 87, 88, 90, 91, 93, 96, 98 anni), dove si è verificato anche il decesso di una donna di 98 anni residente in Sicilia. Due decessi, poi, sono nel ferrarese (un uomo di 70 anni e una donna di 77), 3 nel ravennate (una donna di 79 anni e due uomini di 70 e 84 anni); 6 in provincia di Rimini (rispettivamente 2 donne di 78 e 85 anni, 4 uomini di 78, 80, 87 e 97 anni). Dall'inizio dell'epidemia di Coronavirus, in Emilia-Romagna i decessi sono complessivamente 5.493.

25 Novembre 16:42 In Toscana 986 nuovi casi e 67 morti nelle ultime 24 ore

In Toscana sono 986 i casi di coronavirus in più rispetto a ieri (625 identificati in corso di tracciamento e 361 da attività di screening) su un totale complessivo, da inizio epidemia, di 97.976 unità. L'età media dei 986 casi odierni è di 50 anni circa (il 14% ha meno di 20 anni, il 18% tra 20 e 39 anni, il 34% tra 40 e 59 anni, il 23% tra 60 e 79 anni, l'11% ha 80 anni o più). I guariti crescono del 5,3% e raggiungono quota 46.318 (47,3% dei casi totali). I tamponi eseguiti hanno raggiunto quota 1.494.998, 14.843 in più rispetto a ieri, di cui il 6,6% positivo. Sono invece 6.682 i soggetti testati oggi (escludendo i tamponi di controllo), di cui il 14,8% è risultato positivo. A questi si aggiungono i 3.027 tamponi antigenici rapidi eseguiti oggi. Gli attualmente positivi sono oggi 49.280, -2,8% rispetto a ieri. I ricoverati sono 2.040 (27 in meno rispetto a ieri), di cui 286 in terapia intensiva (10 in meno). Oggi si registrano 67 nuovi decessi: 33 uomini e 34 donne con un'età media di 82,6 anni.

25 Novembre 16:31 Boccia: “A Natale no agli spostamenti senza limiti”

Francesco Boccia, ministro per gli Affari regionali, si è detto contrario all’ipotesi di riaprire senza limiti a dicembre, con la piena libertà di spostamenti tra diverse Regioni: “Bisogna dirsi con chiarezza che se apriamo senza limiti le stesse perdite di dicembre ce le ritroviamo a febbraio. Vorrà dire che saremo dentro la terza ondata e dobbiamo evitarlo”, afferma riferendosi agli 853 decessi di ieri a causa del Covid.

25 Novembre 15:03 Record di nuovi casi positivi in Basilicata, sono 380

Nuovo record di positivi al coronavirus in Basilicata: 380 contagi registrati sui 2.585 tamponi analizzati ieri. Cinquantaquattro casi si riferiscono a cittadini residenti fuori regione. Dei nuovi casi, 49 sono stati registrati a Potenza e 26 a Matera. Sono 176 le persone attualmente ricoverate nelle strutture ospedaliere lucane: a Potenza 12 pazienti in Terapia intensiva, 10 a Matera. Nella stessa giornata sono guarite 50 persone, mentre 3 sono decedute.

25 Novembre 14:04 Nessun beneficio dal plasma dei guariti per i pazienti Covid, lo studio che smonta la terapia

Non c'è nessun beneficio dal plasma dei guariti per i pazienti Covid, lo ha stabili uno studio condotto da un team di ricerca internazionale guidato da scienziati dell’Hospital Italiano de Buenos Aires. La ricerca ha dimostrato che i pazienti gravi con COVID-19 non ottengono alcun beneficio dalla somministrazione dal plasma dei guariti. Mortalità e complicazioni, infatti, non differiscono da quelle rilevate nei pazienti trattati con un placebo. Gli scienziati, coordinati dal professor Ventura A. Simonovich, sono giunti alle loro conclusioni dopo aver sottoposto una parte dei pazienti ospedalizzati con polmonite grave indotta dal coronavirus SARS-CoV-2 al trattamento col plasma, e confrontando i loro esiti clinici con quelli di altri pazienti trattati con un placebo, il classico gruppo di controllo.

25 Novembre 13:59 Ilaria Capua: “Con feste di Natale si rischia terza ondata e vaccinare sarà più complicato”

Con il Natale si rischia la terza ondata di contagi da coronavirus” l’avvertimento è di Ilaria Capua che, intervenuta a DiMartedì su La7, ha ricordato: “Se si fa festa a Natale e si va a sciare ci sarà la terza ondata. Gli infermieri e i medici non ce la fanno più, non possiamo noi fare festa e vomitare malati negli ospedali". “Se non si sta molto attenti ci saranno dei cicli successivi di amplificazione del contagio, quindi a fine gennaio avremo un aumento della circolazione virale e vaccinare in corso di infezione è ancora più complicato. “Tutto il personale sanitario non ce la fa più. Non possiamo fare festa perché crolla tutto", ha concluso la virologa.

25 Novembre 13:48 Coronavirus Toscana, 986 contagi nelle ultime 24 ore

Sono 986 i contagi da coronavirus registrati in Toscana nelle ultime 24 ore su 14.843 tamponi molecolari e 3.027 test rapidi analizzati. A rivelare i numeri è stato lo stesso Governatore della Regione, Eugenio Giani, anticipando i dati del bollettino odierno dell’emergenza covid in Toscana.

25 Novembre 13:38 Tokyo dispone chiusura anticipata per bar e ristoranti per l’emergenza coronavirus

Anche Tokyo impone stop anticipato per i locali a causa dell'emergenza coronavirus. I bar e i ristoranti della capitale giapponese dovranno chiudere alle 22 a partire da sabato e fino al 17 dicembre. Lo ha dichiarato la governatrice della capitale nipponica, Yuriko Koike. Le misure varranno per tutti i locali che servono alcolici, inclusi i karaoke bar. "La situazione dei contagi continua a essere grave ed è necessario fare grandi sforzi ed evitare il collasso sanitario", ha spiegato la governatrice in conferenza stampa.  Tokyo da giorni fa registrare registrare oltre  500 contagi giornalieri, il massimo dallo scorso maggio.

25 Novembre 13:26 Vaccino Covid Moderna, l’Ue firma accordo per 80 milioni di dosi: “Arriveranno all’inizio del 2021”

L'Unione Europa ha firmato il nuovo accordo per acquistare 80 milioni di dosi del Vaccino Covid Moderna. Ad annunciarlo è stata la stessa casa farmaceutica. "Annunciamo che  che la Commissione Europea ha appena approvato un accordo per garantirsi 80 milioni di dosi del Vaccino mRNA-1273, con una opzione che dà la possibilità di aumentare il loro acquisto fino a un totale di 160 milioni di dosi" hanno spiegato da Moderna. La consegna del vaccino potrebbe iniziare già nel primo trimestre 2021 se ne verrà approvato l'uso da parte dell'Agenzia europea per i medicinali (EMA). "Abbiamo aumentato la nostra capacità di produzione al di fuori degli Stati Uniti con i nostri partner strategici, Lonza e Rovi, per essere in grado di fornire circa 500 milioni di dosi all'anno e possibilmente fino a 1 miliardo di dosi all'anno a partire dal 2021" spiegano dall'Azienda.

25 Novembre 13:17 Riapertura scuole il 9 dicembre, Speranza “È una priorità, ma aspettiamo i dati”

Speranza frena sulla riapertura delle scuole il 9 dicembre. “È una priorità, ma aspettiamo i dati” ha spiegato infatti il Ministro intervenuto al talk di Rcs Academy. “Aspettiamo il report di venerdì, poi faremo le valutazioni” ha sottolineato il rappresentante del governo. "Le scuole saranno ancora al centro dell'attenzione del Governo, valuteremo giorno per giorno i dati epidemiologici e proveremo a capire come il contesto ci consentirà una gestione di una funzione fondamentale del nostro Paese". Ma se si parla di scadenze temporali, il ministro della Salute rimanda: "Aspettiamo il report di venerdì e faremo le successive valutazioni".

25 Novembre 13:11 Coronavirus Veneto, 2.660 contagi e 76 morti covid nelle ultime 24 ore

Sono 2.660 i nuovi contagi da coronavius in Veneto registrati nelle ultime 24 ore a fronte di circ 30mila tamponi analizzati mentre sono 76 i decessi covid nell'ultima giornata. lo ha comunicato il Governatore Luca Zaia nel consueto appuntamento stampa presso la Protezione Civile regionale a Marghera. Da inizio pandemia in Veneto sono 130mila i positivi  al coronavirus mentre i decessi salgono a 3.429. Attualmente sono 2.529 i ricoverati nei normali reparti covid (+77), e 324 in terapia intensiva (+4). "La fase che stiamo vivendo è importante per numero di letti occupati, abbiamo una pressione importante. Stiamo andando avanti avanti con assunzioni e concorsi ma sul personale la coperta è corta" ha spiegato il presidente del Veneto, Luca Zaia nel corso del punto stampa.

25 Novembre 13:03 Nel Regno Unito, a Natale 5 giorni di libertà dalle restrizioni covid

Nel Regno Unito a Natale 5 giorni di libertà dalle restrizioni covid. È l'intesa raggiunta tra i rappresentanti di Inghilterra, Scozia, Galles e Irlanda del Nord dopo una lunga discussione con il governo centrale. Dal 23 al 27 dicembre, infatti, ci sarà un sensibile allentamento delle misure di contrasto dell'epidemia: sarà possibile spostarsi liberamente in tutto il Regno Unito a prescindere dal livello di restrizione e si potranno riunire fino a un massimo di tre famiglie.

25 Novembre 12:50 Il vaccino di Oxford-AstraZeneca efficace al 90% grazie a un errore di dosaggio durante i test

Il vaccino di Oxford-AstraZeneca si è rivelato efficace al 90% grazie a un errore di dosaggio durante i test. Lo ha rivelato Mene Pangalos, scienziato a capo del Dipartimento di Ricerca e Sviluppo non oncologico di AstraZeneca. Durante un trial clinico, ha spiegato Pangalos a Reuters, gli scienziati dello Jenner Institute si sono accorti che gli effetti collaterali (di base) legati alle somministrazioni – come affaticamento, mal di testa e dolore al sito dell'iniezione – erano più lievi del previsto, dunque sono andati a ricontrollare i dati della sperimentazione, e si sono accorti di aver commesso un errore nel dosaggio in un gruppo di pazienti. In pratica, invece di somministrare loro una dose completa, come previsto dal programma, hanno usato mezza dose. Una volta compreso l'errore hanno deciso di non interrompere il trial. Analizzando i dati sull'efficacia è stato dimostrato che i più protetti erano risultati proprio quelli che avevano ricevuto la mezza dose iniziale (90 percento contro 62 percento).

25 Novembre 12:43 Crisi Covid, Easyjet taglia un quarto della flotta in Italia

La compagnia aerea Easyjet ha tagliato un quarto della flotta in Italia a causa della crisi economica conseguente all'emergenza covid. Il Covid ha avuto "impatti senza precedenti sul traffico" spiegano da Easyjet che per la prima volta nella sua storia ha chiuso in perdita. I 1500 dipendenti ad oggi sono in cassa integrazione, con un meccanismo di rotazione, fino a marzo2021. La compagnia sta programmando di ridurre di 9 unità la propria flotta portando da 36 a 27 gli aeromobili basati in Italia. Nelle prossime settimane saranno avviate le discussioni con i sindacati "con l'obiettivo di mitigare l'impatto sui livelli occupazionali e salvaguardare il maggior numero possibile di posti di lavoro"

25 Novembre 12:33 Boris Johnson come Conte, rassicura i bambini: “Babbo Natale verrà, per lui niente restrizioni”

"Posso assicurare che Babbo Natale arriverà e consegnerà i regali anche questo Natale" così in un tweet il primo ministro britannico Boris Johnson ha rassicurato i piccoli inglesi sull'arrivo dei doni di Natale assicurando che per Babbo Natale non ci saranno restrizioni covid. Come aveva fatto anche Conte, Johnson  ha risposto a na lettera inviata da un bimbo a Downing Street. "Monti, che ha 8 anni, mi ha scritto per chiedere se Babbo Natale sara' in grado di portare i regali quest'anno. Ho ricevuto molte lettere a riguardo, quindi ho parlato con esperti e posso assicurarti che Babbo Natale arriverà" ha scritto Johnson.

25 Novembre 12:26 Dl Covid, ok definitivo della Camera alla proroga dello stato di emergenza

Via libera definitivo dell'Aula della Camera al decreto legge relativo alla proroga dello stato di emergenza Covid. Il testo è stato approvato definitivamente a Montecitorio con 252 voti a favore e 203 contrari. Il decreto legge estende fino al 31 gennaio 2021 la possibilità di adottare misure di contrasto dell'epidemia da Covid-19 nell'ambito dello stato di emergenza, anch'esso prorogato al 31 gennaio 2021, e prevede che le Regioni, nei limiti delle proprie competenze, possano introdurre temporaneamente misure maggiormente restrittive, nel rispetto dei criteri previsti dai Dpcm. Nel provvedimento è confluito anche il contenuto del Dl riscossioni, che proroga al 31 dicembre 2020 i termini di sospensione del versamento di somme derivanti da cartelle di pagamento, accertamenti esecutivi, accertamenti esecutivi doganali, ingiunzioni fiscali degli enti territoriali e accertamenti esecutivi degli enti locali.

25 Novembre 12:18 Riaperture piste da sci, Berlino punta alla ripresa con tetto alle presenze

La Germania rompe il fronte che si stava creando con Italia e Francia sul no alla riaperture delle piste da sci e pensa di riaprire gli impianti con tetto alle presenze. "Un divieto generale sarebbe sbagliato. Dobbiamo rendere le cose possibili quando può essere creata sicurezza" ha spiegato infatti il commissario per il Turismo del governo tedesco, Thomas Bareiss. Secondo il commissario il settore dei viaggi e del turismo ha raggiunto il suo limite economico e non può sostenere altre misure. In Germania l'orientamento del governo è quello di mantenere rigide misure restrittive, ma solo fino a poco prima di Natale.

25 Novembre 11:59 Covid Europa, allerta Oms: “Attenzione alle feste di Natale, non abbassare la guardia”

Secondo l’Organizzazione mondiale della Sanità anche se c’è stata una “tendenza al ribasso” nel numero di contagi in Europa, la regione ha ancora la più grande percentuale di nuovi casi e decessi a livello globale, con il tasso di mortalità che continua a salire per questo bisogna fare  “Attenzione alle feste di Natale, non abbassare la guardia”. L'appello è quello di vivere un Natale nella maniera più sobria possibile senza abbassare la guardia e senza allentare troppo le misure restrittive, perché "bisogna attendere fino a quando i numeri non saranno bassi e si manterranno bassi".

25 Novembre 11:45 Speranza: “Saremo chiamati a scegliere a chi dare prima il vaccino covid”

"Voglio dare un messaggio molto chiaro: verranno fatte tutte le verifiche affinché il vaccino che sarà distribuito sia efficace e sicuro, due parole che devono essere sempre mantenute insieme" Lo ha detto il ministro della Salute Roberto Speranza, al talk della Rcs Accademy Business School "La sanità futura tra innovazione e ricerca". "Ho grandissima fiducia nelle agenzie regolatorie preposte a verificare la sicurezza dei vaccini. In Europa è l'Ema, in Italia l'Aifa. Quando queste agenzie avranno completato il percorso di verifica il vaccino che verrà reso disponibile sarà sicuro", ha aggiunto Speranza, ricordando che  "A quel punto dovremo lavorare per costruire una campagna di vaccinazione molto larga in Italia: il vaccino non arriverà subito per tutti, Pfizer per esempio darà dosi per 3,4 milioni, quindi per 1,7 milioni di persone. Saremo chiamati a scegliere e stiamo ragionando sul partire da quelle categorie che hanno più possibilità di incrociare il virus: in primis il personale sanitario e poi le persone anziane e quelle con più patologie". "Dobbiamo resistere ancora per alcuni mesi, ma il Covid verrà sconfitto dall'umanità, dall'Europa, dal nostro Paese, grazie alla ricerca scientifica, con soluzioni che saranno strutturali", ha concluso Speranza rivelando: "Io sarò in Parlamento il 2 dicembre per presentare il piano strategico dei vaccini che stiamo costruendo".

25 Novembre 11:35 Il Vaccino Covid russo Sputnik V ha un’efficacia superiore al 95%

Il Vaccino Covid russo Sputnik V ha confermato una efficacia superiore al 95%. I risultati della seconda analisi ad interim su oltre 18mila volontari rafforzano infatti l’annuncio dello scorso 11 novembre, indicando che la formulazione sviluppata dal Gamaleya Research Institute di Mosca ha mostrato un’efficacia superiore al 95%. “Una grande notizia non solo per la Russia ma per il mondo”, queste le parole con cui Kirill Dmitriev, Ceo del Fondo russo per gli investimenti diretti che finanzia lo sviluppo del candidato vaccino Sputnik V, ha comunicato i risultati della seconda analisi.

25 Novembre 11:28 Nelle Marche oggi 448 nuovi casi di contagio

Nelle Marche oggi registrati nuovi 448 casi di contagio da coronavirus su 3763 tamponi analizzati (124 in provincia di Macerata, 107 in provincia di Ancona, 81 in provincia di Pesaro-Urbino, 48 in provincia di Fermo, 63 in provincia di Ascoli Piceno e 25 da fuori regione). Lo ha comunicato il Servizio Sanità della Regione Marche.

25 Novembre 11:17 Due virus “cugini” del coronavirus trovati in pipistrelli fuori dalla Cina

Grazie a due ricerche distinte, scienziati giapponesi e cambogiani hanno individuato in pipistrelli ferro di cavallo (di specie diverse) due coronavirus strettamente imparentati col SARS-CoV-2, il patogeno responsabile della pandemia che stiamo vivendo. Per la prima volta questi virus “cugini” sono stati trovati al di fuori della Cina. Questi studi ci aiuteranno sicuramente a capire meglio l'origine e l'evoluzione della pandemia, ma rappresentano anche un chiaro segnale di allerta sul possibile rischio di nuovi, potenziali spillover, cioè il salto di specie da animale all'uomo di altri virus pericolosi.

25 Novembre 11:08 Moderna: “Le sperimentazioni del vaccino covid porteranno a curare anche malattie incurabili”

Grazie alla sperimentazione sul vaccino covid Moderna “c’è il potenziale per trattare o prevenire patologie che oggi non sono curabili”, a rivelarlo è Dan Staner, vicepresidente della divisione Europea di Moderna. “Noi utilizziamo l’Rna messaggero che stimolano il sistema immunitario con anticorpi neutralizzanti, sono set di istruzioni per l’organismo che guidano le cellule a produrre determinate proteine, per prevenire o combattere le melattie , cosa che non è possibile con altri approvaci farmaceutici “ ha spiegato Staner a il Foglio

25 Novembre 10:53 Galli contro la riapertura delle scuole: “Alunni in classe è un boomerang”

“Abbiamo toppato il contenimento dopo il lockdown ma riaprire la scuola troppo presto per richiuderla sarebbe uno smacco ancora peggiore perché nel frattempo sarebbe costato qualcosa nel mezzo”, così il professor Massimo Galli si è detto contrario alla riapertura delle scuola a dicembre come propone il Ministro Azzolina. “Al di là della buona volontà messa in campo, ora non possiamo dire che ci siano garanzie sufficienti” ha aggiunto Galli in a intervista al Il Messaggero, concludendo: “Non ha senso riaprire le scuole fino a quando non si è in condizione di garantire tutto. Prima riaprire si deve parlare anche di tuto quello che viene prima e dopo come i trasporti”.

25 Novembre 10:36 Bonaccini: “A Natale evitare liberi tutti, siamo ancora dentro la curva pandemica”

"Da un lato occorre evitare che diventi anche pandemia economica e sociale ma certamente dobbiamo evitare il tana liberi tutti perché siamo ancora dentro la curva pandemica", lo ha ricordato il presidente dell'Emilia-Romagna e della Conferenza delle Regioni Stefano Bonaccini. "Pare che le misure restrittive comincino a funzionare ma siamo ancora a fine novembre e quindi ci sono ancora un po' di giorni per valutare quale può essere la condizione di equilibrio migliore, mettendo ovviamente la salute a primo posto. Se qualche apertura ci può essere, deve essere fatta nella miglior sicurezza possibile" ha aggiunto Bonaccini intervistato a Unomattina su Raiuno.

25 Novembre 10:18 Ranieri Guerra: “Nuova ondata di contagi perché il coronavirus è mutato”

“I morti di oggi sono il riflesso dei contagi di dieci giorni fa. Ci vorrà tempo prima che il oro numero cali. Poi poreo parlare di riapertura” a metterlo in chiaro è Ranieri Guerra, vicedirettore vicario dell’Organizzazione mondiale della sanità e membro del Cts. “Sui decessi siamo a livelli della primavera ma i casi sono molti di più quindi la letalità è nettamente diminuita” ha spiegato Guerra a Repubblica, ricordando che “la mutazione del virus è stata probabilmente la causa della violenza della seconda ondata”.

25 Novembre 09:57 Record di vittime covid in Germania: 410 morti in 24 ore: numero più alto dall’inizio della pandemia

È record di vittime covid in Germania dove si registrano 410 morti in 24 ore. Secondo i dati diffusi questa mattina dall'Istituto per le malattie infettive Robert Koch, nel Paese sono stati 18.633 i nuovi casi di coronavirus registrati nelle ultime 24 ore che portano il bilancio complessivo del Covid-19 in Germania a 961.320 casi. Per quanto riguarda i decessi, si tratta del numero più alto registrato nel Paese dall'inizio della pandemia che portano il totale a 14.471 vittime.

25 Novembre 09:42 Sci e Natale: chi chiude e chi non chiude gli impianti e le piste in Europa

Il problema delle piste da sci e la riapertura delgi impianti per questa stagione invernale è diventato ormai una questione europea. Lo stesso governo Conte ha posto il caso a Bruxelles e sta insistendo con i partner europei per mantenere chiusi gli impianti almeno fino al 10 gennaio ma l’accordo al momento appare lontano e i Paesi si stanno muovendo in modo autonomo. Ecco chi chiude e chi non chiude gli impianti e le piste in Europa.

25 Novembre 09:26 “Primi vaccinati Covid in Ue prima della fine di dicembre”, l’annuncio di Von der Leyen

"Ormai abbiamo un portafoglio di 6 potenziali vaccini. I primi cittadini Ue potrebbero essere vaccinati ancora prima della fine di dicembre", ad annunciarlo è stata la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, nel corso del dibattito al Parlamento europeo sulla prossima riunione del Consiglio europeo del 10 e 11 dicembre 2020. L'anuncio è arrivato dopo il nuovo accordo siglato con l'azienda farmaceutica Moderna. "So che chi ha negozi, bar, ristoranti, vuole la fine delle restrizioni, ma dobbiamo trarre insegnamenti dall'estate evitando di ripetere gli stessi errori. Un rilassamento troppo celere ed eccessivo delle misure diventa un rischio per una terza ondata dopo Natale" ha avvertito però Ursula von der Leyen.

25 Novembre 09:20 Vaccino covid Astrazeneca costerà 3 euro e si conserverà nel frigo casa

Il Vaccino covid Astrazeneca costerà 3 euro e potrà essere conservato anche nel frigo di casa a una temperatura di -2/8 gradi.  A spiegarlo Lorenzo Wittum, amministratore delegato di AstraZeneca Italia. "Avrà una durata di sei mesi, potrà essere conservato anche nel frigo di casa a una temperatura di -2/8 gradi e costerà meno di 3 euro" ha rivelato Wittum in una intervista la Corriere della Sera.  "Fissare date non mi sembra corretto. Stiamo lavorando sodo per preparare il dossier da sottoporre all’agenzia europea del farmaco, l’Ema", ha aggiunto Wittum, sottolineando: "I dati da analizzare sono 6-10 milioni e riguardano tutti i partecipanti, e dico tutti, arruolati nella sperimentazione. Quando li invieremo all’autorità regolatoria dobbiamo dare loro tutto il tempo per valutare. Certo è che una volta ricevuto il via libera siamo organizzati per ultimare la produzione di 3 miliardi di dosi. Ci stiamo preparando da fine maggio". Secondo Wittum "questa è una gara contro la pandemia e per vincerla serve più di un vaccino. Serve una capacità produttiva tale da avere un alto numero di dosi sicure e efficaci. Ben venga la concorrenza. Ai nostri 3 miliardi di dosi si aggiungeranno il miliardo e 200 milioni di Pfizer/Biontech e altre centinaia di milioni di Moderna. La popolazione mondiale è di quasi 8 miliardi di persone. Abbiamo bisogno di più opportunità per proteggerci dal virus",

25 Novembre 09:04 Immunologa Viola: “Rischioso aprire impianti sci a gennaio, situazioni di super-diffusione del virus”

"Sappiamo bene che le misure più efficaci sono quelle che riducono la diffusione del virus. Per cui io starei attenta a dire che a gennaio si possono riaprire gli impianti sciistici. Potrebbero crearsi molte situazioni di super-diffusione come è accaduto in estate con l'apertura delle discoteche. Chiunque sia andato a sciare sa bene che è difficile riuscire a mantenere la situazione sotto controllo", così l'immunologa Antonella Viola dell'Università di Padova, ospite di Agoraà su Rai3, esprime la sua opinione scientifica sull'ipotesi ventilata in riaprire gli impianti sci sciistici dopo capodanno.

25 Novembre 08:38 Seconda ondata covid in Brasile, 630 vittime e 31.100 casi in un giorno

Anche il Brasile in questi giorni sta facendo i conti con la seconda ondata di contagi da coronavirus . Nel Paese sudamericano nelle ultime 24 ore si sono registrati 630 vittime e 31.100  nuovi casi di contagio. Il bilancio complessivo nel Paese è ora di 6.118.708 casi e di 170.115 vittime covid che fanno del Brasile la Nazione col più alto numero di morti al mondo dopo gli Usa.

25 Novembre 08:23 Calabria ancora senza commissario alla Sanità: salta la nomina di Mostarda

Fumata nera in Calabria sul commissario alla Sanità: è saltata la nomina di Narciso Mostarda. Resta dunque un rebus da risolvere la nomina del nuovo commissario alla Sanità in Calabria. Nella notte, dopo un lungo Consiglio dei ministri che si è concluso all’una, è arrivato il veto del Movimento Cinque Stelle che ha fatto saltare anche questa soluzione. Slitta la nomina e si fa anche il nome di Agostino Miozzo.

25 Novembre 08:00 In Usa 2.146 morti e 172.935 casi covid in 24 ore, Biden: “Vaccino anche per la riapertura delle scuole”

Gli Stati Uniti hanno registrato 2.146 nuove vittime Covid nelle ultime 24 ore, secondo i dati forniti questa mattina dalla Johns Hopkins University. Si ttatta della 21esima volta che nel Paese viene superata la soglia dei 2.000 decessi giornalieri dall'inizio della pandemia. Sono 172.935 invece i contagi da coronavirus nelle ultime 24 ore. Il bilancio totale delle infezioni in Usa è ora di 12.591.163. Le vittime complessive ammontano a 259.925. "La mia speranza è che l'amministrazione Trump sia in grado di cominciare a distribuire il vaccino anti-Covid prima che io assuma l'incarico" ha detto Joe Biden in una intervista alla Nbc. Il presidente eletto degli Stati Uniti ha quindi sottolineato come per la sua amministrazione per la distribuzione del vaccino bisognerà concentrarsi innanzitutto sul personale in prima linea sul fronte della lotta alla pandemia e sulla riapertura delle scuole.

25 Novembre 07:45 Dpcm Natale, oggi il governo decide su posti a tavola e spostamenti

Previsto per oggi un incontro premier e i capi delegazione delle forze di maggioranza per discutere del nuovo dpcm anti Covid per il Natale che il Premier Conte dovrà firmare entro il prossimo 3 dicembre, affinché entri in vigore il 4: durante la riunione si deciderà probabilmente il numero delle persone che potranno riunirsi a tavola per la cena e il pranzo durante le feste. Si guarda alla Germania che ha fissato il numero massimo di commensali a 10. Si ragione anche sulla Messa di natale e il coprifuoco spostato in avanti e sulle piste da sci su cui però il governo sembra orientato nettamente verso la chiusura

25 Novembre 07:42 Per la scuola l’ipotesi di riapertura il 9 dicembre

C'è attesa per il prossimo Dpcm di Natale su cui il governo Conte è al lavoro per regolare le festività natalizie ma altrettanta attesa c'è per la decisione sulla riapertura delle scuole. L'ipotesi del ministro dell'istruzione Azzolina è di riaprire il 9 dicembre cioè prima di Natale ma sarà tutt'altro che facile. Non bastano le regole in classe perché il problema dei contagi non è a scuola ma l'uso dei mezzi e gli assembramenti fuori dagli istituti. L'idea è di riaprire poco per volta le classi a partire dal 9 dicembre per richiudere poco prima di Natale: se ne discuterà oggi nell'incontro di Conte con i capi delegazione della maggioranza ma non si deciderà prima dei dati sula situazione epidemiologica diffusi venerdì prossimo. La didattica a distanza, per ora, riguarda tutte le scuole superiori e, nelle zone rosse, anche le classi seconde e terze di scuola media.

25 Novembre 07:26 L’Ue ha ordinato 160 milioni di dosi di vaccino covid da Moderna

L'UE ha annunciato che sta concludendo un sesto contratto per acquistare dosi di vaccino covid, questa volta si tratta del vaccino Moderna per il quale si tratta su un base di 160 milioni di dosi. "Ogni stato membro lo riceverà allo stesso tempo su base proporzionale", ha spiegato  la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen.  Secondo Fauci il Vaccino sarà disponibile in Usa ed Europa già a dicembre ma molti Paesi hanno già annunciato che la campagna vaccinale probabilmente avrà inizio solo a gennaio con priorità alle categoria più esposte. Così hanno già annunciato ad esempio Francia e Spagna ma cos si preparano a fare anche Italia e  Germania.

25 Novembre 07:17 Le ultime notizie sul Coronavirus Covid-19 di oggi, mercoledì 25 novembre

Gravissimo il bilancio dei decessi covid in Italia dove ieri si è registrato un nuovo picco con 853 morti in 24 ore per un totale di 51.306 dall'inizio dell'epidemia.  I nuovi casi di Coronavirus registrati in Italia nelle ultime 24 ore sono stati invece 23.232 per un totale dall'inizio dell'emergenza sanitaria di 1.455.022 positivi. Sono i dati dell'ultimo bollettino di martedì 24 novembre, diffuso dal direttore della Prevenzione del ministero della Salute, Gianni Rezza, alla conferenza stampa del ministero sull'analisi della situazione epidemiologica. I guariti dall'inizio della pandemia sono 605.330 (+20.837, ieri +31.395). I casi attualmente positivi sono 798.386 (+1.537). Di questi, 34.577 sono i pazienti ricoverati in ospedale con sintomi e 3.816 quelli in terapia intensiva. Complessivamente i tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore sono stati 188.659. La Regione con più casi positivi su base giornaliera è la Lombardia con  4.886 nuovi casi seguita da Lazio ed Emilia Romagna. Le cifre comunicate dal ministero della Salute e i dati relativi agli incrementi delle ultime 24 ore, Regione per Regione:

Toscana: +962

Sicilia: +1.306

Liguria: +509

Puglia: +1.567

Marche: +351

Abruzzo: +536

Friuli Venezia Giulia: +554

Umbria: +218

P.A. Bolzano: +160

Sardegna: +290

P.A. Trento: +143

Calabria: +307

Valle d'Aosta: +73

Basilicata: +261

Molise: +72

"C'è qualcosa di positivo, ma c'è anche qualcosa di tragicamente negativo che permane. Bisogna continuare a tenere alta la guardia" ha spiegato Rezza nel consueto appuntamento stampa sulla situazione epidemiologica in Italia. "Faremo i conti con una scia di decessi ancora per un po'", ha chiarito il direttore generale della Prevenzione al ministero della Salute.  Il governo è al lavoro sul nuovo Dpcm di Natale con l'obiettivo di varare misure ad hoc e bloccare le  zone rosse a dicembre. Il ministro Speranza invita a "limitare i posti a tavola agli affetti più stretti" e oggi è prevista una riunione per decidere il numero massimo. Per la scuola, si punta a riaprire il 9 dicembre. Continua intanto il braccio di ferro tra governo e regioni sulla stagione sciistica e la riapertura degli impianti. Per il presidente del Consiglio superiore di Sanità Locatelli, "i numeri attuali non rendono compatibile l'apertura delle piste perché potrebbe comportare una ripresa della curva epidemica". Intanto il ministro Speranza ha rinnovato le misure per Bolzano (zona rossa), Liguria, Basilicata e Umbria (zona arancione) fino al 3 dicembre.

Nel mondo quasi 60 milioni di contagi e oltre 1, 4 milioni di decessi covid. I Paesi europei pensano alle misure sulle feste natalizie. In Francia Macron annuncia: “Il picco della seconda ondata è passato”. Secondo Fauci il "Vaccino disponibile in Usa ed Europa già a dicembre" con le vaccinazioni che dovrebbero iniziare tra il 12 e il 15 dicembre. Pfizer ha chiesto l’autorizzazione di emergenza e presto lo farà anche Moderna.