25 Febbraio 22:25 Crisanti: “I 20mila casi di oggi raccontano l’attività delle varianti, riaperture irrealistiche”

"I quasi 20mila contagi di oggi ci raccontano l’attività della variante inglese. E all’ordine del giorno ci sono tematiche – le riaperture – che sono del tutto irrealistiche in questa situazione". Lo ha detto Andrea Crisanti, professore di microbiologia all'Università di Padova, intervenendo a Piazzapulita su La7. Sui vaccini ha aggiunto: "Fare intanto tutte le prime dosi? I risultati hanno dato ragione al Regno Unito, facciamolo anche noi".

25 Febbraio 22:12 Merkel sul passaporto sanitario per i vaccinati: “Tutti d’accordo nell’Ue, pronti per l’estate”

"Tutti hanno convenuto che abbiamo bisogno di un certificato di vaccinazione digitale". Lo detto la cancelliera tedesca Angela Merkel, aggiungendo che la Commissione europea avrà di circa tre mesi per creare la base tecnica per i documenti che dovrebbero poter essere pronti per l'estate.

25 Febbraio 21:55 Covid Usa, oltre 50 milioni di vaccinazioni in 37 giorni

Joe Biden festeggia il traguardo dei 50 milioni di vaccini contro il coronavirus "in 37 giorni" da quando è in carica. "Siamo in anticipo di settimane rispetto all'obiettivo di 100 milioni di vaccini in 100 giorni", ha assicurato il presidente Biden durante un evento alla Casa Bianca, definendo il terzo vaccino in arrivo, quello di Johnson & Johnson "molto promettente".

25 Febbraio 21:28 Lodovico, alpino di 103 anni, è stato vaccinato a Genova

Il signor Lodovico, alpino classe 1918, è stato vaccinato presso l'ospedale san Martino di Genova, che ha condiviso su Facebook la foto che lo ritrae mentre riceve la prima dose. "Lui, che di sfide nella vita ne ha affrontate tante – si legge – oggi ha deciso di far fronte anche a quella contro il Covid vaccinandosi presso l'ormai nostro noto presidio, l’efficiente Padiglione 3. Grazie di cuore Lodovico, che la tua testimonianza possa essere di esempio per uscire al più presto da questa emergenza".

25 Febbraio 21:07 Merkel: “Prepariamoci a vaccinare per anni”. E in Germania i medici chiedono lockdown fino ad aprile

"Dobbiamo prepararci ad una situazione in cui dovremo vaccinarci per anni al causa delle varianti del Covid-19": lo ha detto la cancelliera tedesca, Angela Merkel, citata dalla Reuters. Intanto, i medici di terapia intensiva in Germania chiedono che il lockdown venga prolungato almeno fino ad aprile. Alla luce dell’aumento dei contagi, dovuto probabilmente all’azione della variante britannica, l’associazione della categoria Divi ha rilanciato l’allarme: è necessario resistere ancora alcune settimane, per dare il tempo di procedere nella campagna di vaccinazione ed estendere il più possibile la protezione alle categorie a rischio. Stando ai modelli previsionali degli esperti del settore, un’ulteriore diffusione del contagio, favorita dalle aperture, potrebbe portare a un aumento esorbitante dei ricoveri: si temono, nello scenario peggiore, fino a 25 mila pazienti in terapia intensiva entro metà maggio.

25 Febbraio 21:05 Michel (Consiglio europeo): “Saranno settimane difficili ma ne usciremo”

La campagna vaccinale va avanti ma le prossime settimane saranno comunque difficili. A dirlo è il presidente del Consiglio europeo, Charles Michel, dopo la il vertice Ue: "Le prossime settimane continueranno a essere difficili per quanto riguarda le vaccinazioni – ha spiegato – nonostante le difficoltà nel breve periodo abbiamo le risorse e le capacità di farcela nei prossimi mesi".

25 Febbraio 21:01 L’appello della regina Elisabetta ai sudditi: “Vaccinatevi”

La Regina Elisabetta II (foto: TOLGA AKMEN/AFP via Getty Images)
in foto: La Regina Elisabetta II (foto: TOLGA AKMEN/AFP via Getty Images)

Anche la regina Elisabetta si schiera in favore dei vaccini anti-Covid e invita i suoi cittadini a vaccinarsi quanto prima. La sovrana, che si è già vaccinata a gennaio con il 99enne principe Filippo che ora si trova in ospedale per un'infezione non legata al Covid, ha affermato di comprendere che c'è chi possa esitare ma incoraggia apertamente i sudditi a vaccinarsi poiché – nota – è doveroso "pensare agli altri prima che a sé stessi".

25 Febbraio 20:51 La provincia di Pistoia da sabato è in zona rossa

"La provincia di Pistoia diventerà zona rossa da sabato", ad annunciarlo su Facebook è il il sindaco Alessandro Tomase che dopo l'incontro col governatore Eugenio Giani ha spiegato che firmerà un'ordinanza regionale che durerà fino al 7 marzo. "Ci sono Comuni con un'incidenza di casi particolarmente alta. Lo abbiamo sempre detto: i provvedimenti" a livello "di singoli territori, i provvedimenti ‘spot', sono poco efficaci. Il dato provinciale è alto rispetto a quello della media regionale. Da qui l'estensione della zona rossa a livello di provincia".

25 Febbraio 20:02 Pfizer triplicherà la produzione delle dosi di vaccino per l’Ue

Pfizer ha annunciato un aumento della produzione del vaccino a 2 miliardi di dosi, di cui la maggior parte (il 70%) sarà prodotta in Europa. Entro il 2021, intanto, Pfizer si è impegnata a consegnare all’Ue 500 milioni di dosi e le quantità aumenteranno di mese in mese: nel secondo trimestre dell’anno triplicheranno rispetto al primo, ha detto Angela Hwang, che ha rappresentato il gruppo durante l’audizione dei Big Pharma al Parlamento europeo. "Sappiamo che l'emergenza coronavirus non è finita. E continuiamo a lavorare con la scienza per portarla sotto controllo", ha detto.

25 Febbraio 19:53 A Bergamo spuntanto volantini no vax con falso logo di Aifa e Ministero

Volantini no vax con il logo delle case farmaceutiche, di Aifa e del Ministero della Salute sono comparsi a Bergamo. A denunciarlo è stato lo stesso sindaco Giorgio Gori che ha condiviso la foto di uno dei manifesti: “Sono falsi e contengono false e pericolose argomentazioni no vax. Se li trovate o se vi vengono dati, stracciateli – ha scritto il primo cittadino su Twitter – io nel frattempo ho informato la Questura”.

25 Febbraio 19:43 Galli: “Sistema a colori non va più, bisogna agire in modo mirato sui luoghi”

Nessun sistema a colori ma chiusure mibrate dei luoghi per combattere la diffusione delle varianti, che si diffondono maggiormente. A dirlo è Massimo Galli, primario infettivologo dell'ospedale Sacco di Milano: "Il sistema a colori evidentemente non ce l'ha fatta – ha spiegato – in questo momento io sarei per identificare i luoghi maggiormente colpiti soprattutto da varianti, chiudere per un periodo più o meno breve quei luoghi e vaccinare a tappeto in quei luoghi, dopo aver fatto, sempre a tappeto, test per vedere in che condizioni sono i cittadini". Galli ha poi nuovamente invitato tutti alla prudenza: "Se viene detto in un Dpcm che una cosa può essere fatta, non bisogna fiondarsi a farla tutti insieme", ha concluso.

25 Febbraio 19:18 In Lombardia 4.243 nuovi contagi e 44 morti: quasi 80 nuovi ricoveri

Sono 4.243 i nuovi casi di Coronavirus registrati in Lombardia nelle ultime 24 ore. Anche i decessi fanno registrare un nuovo aumento così come comunicato nel bollettino con i dati di oggi giovedì 25 febbraio sui contagi Covid in Lombardia: sono infatti 44 i morti, per un totale dall’inizio della pandemia di 28.228 morti. Aumentano i ricoveri in ospedale (più 78 per un totale di 4.024) e aumenta il numero di persone ricoverate in terapia intensiva: sono 407 (più uno).

25 Febbraio 18:57 Ceo AstraZeneca: “In arrivo 40 milioni di dosi di vaccino all’Ue entro marzo”

Il Ceo di AstraZeneca assicura l'arrivo delle dosi richieste dall'Ue del vaccino anti-Covid. "Voglio assicurare che stiamo aumentando la produzione e facendo di tutto per consegnare 40 milioni di dosi all'Ue entro il primo trimestre del 2021″, così Pascal Soriot, amministratore delegato di AstraZeneca, nel corso di un'audizione in Parlamento europeo. "A volte è facile dimenticare quanto rapidamente siamo passati da sapere davvero poco su questo virus a sviluppare un vaccino efficace e sicuro", ha concluso.

25 Febbraio 18:44 La Francia rafforza le misure anti-Covid in 20 dipartimenti

Continuano ad aumentare i casi di Coronavirus in Francia tanto che il Paese ha deciso di rafforzare le misure anti-Covid in 20 dipartimenti. "La situazione sanitaria nel nostro Paese e' peggiorata negli ultimi giorni", ha spiegato il premier francese, Jean Castex, in una conferenza per fare il punto sull'epidemia da coronavirus.

25 Febbraio 18:40 Aifa verso via libera a dose unica di vaccino anti-Covid ai guariti

Potrebbe arrivare a breve il parere positivo dell'Agenzia italiana del farmaco (Aifa) sulla somministrazione di un'unica dose di vaccino ai guariti. L'agenzia sarebbe dunque pronta a dare il via libera alla possibilità di somministrare un'unica dose di vaccino ai soggetti che hanno già contratto il Coronavirus.

25 Febbraio 18:33 Sono oltre 2,5 milioni i morti di Coronavirus nel mondo

La cifra totale dei decessi per Covid-19 hanno superato i due milioni e mezzo: sono infatti oltre 2.500.000 i morti nel mondo dall'inizio della pandemia. I dati sono stati diffusi dalla Johns Hopkins University e ammontano a 2.500.770.

25 Febbraio 18:09 Oggi effettuati 353.704 tamponi Covid, tasso positività sale al 5,6%

Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Sono stati 353.704 i tamponi effettuati nelle ultime 24 ore in Italia, con il tasso di positività rispetto ai nuovi casi (19.886) che sale al 5,6% (+0.8% rispetto a ieri). Ad oggi gli attualmente positivi al coronavirus sono 396.143 (+6.725), mentre i dimessi o guariti sono 2.375.318. Le vittime totali, invece, sono 96.974. Aumentano sia le terapie intensive (+11) che i ricoveri (+40). Questi i dati diffusi nel bollettino di oggi giovedì 25 febbraio in Italia.

25 Febbraio 18:01 Il bollettino di oggi: 19.886 contagi e 308 decessi

Secondo il bollettino di oggi, giovedì 25 febbraio, del ministero della Salute i nuovi casi di Coronavirus registrati in Italia nelle ultime 24 ore sono 19.886 su un totale di 443.704 test effettuati, tra antigenici e tamponi molecolari. Il tasso di positività è al 4,5%. Altri 308 morti da ieri. La regione con il maggior incremento giornalieri di infezioni è la Lombardia, seguita dalla Campania.

25 Febbraio 17:37 Infettivologo Grossi: “Covid rischia di diventare incubo senza fine: zone rosse e scuole chiuse”

Zone rosse mirate, vaccinare quanto più è possibile, intervenire sulle scuole perché “è stata un’imprudenza riaprirle”, così l’infettivologo Paolo Grossi, intervistato da Fanpage.it, analizza con preoccupazione la situazione epidemiologica della Lombardia dopo l’esplosione della varianti Covid. Secondo Grossi non si tratta di una terza ondata, ma di una seconda mai terminata: “Stiamo avendo un’impennata: se dobbiamo sempre inseguire il virus non ne usciamo più, è come un incubo che non finisce mai”.

25 Febbraio 17:28 La Cina approva altri due vaccini contro il Covid-19

La Cina ha approvato altri due vaccini contro il Covid-19. L’agenzia regolatoria sui farmaci cinese ha dato il via libera alla distribuzione dei due vaccini prodotti dalle aziende statali CanSino Biologics e Wuhan Institute of Biological Product che sarebbero efficaci al 72 e del 69% .Ad oggi sono dunque quattro i nuovi vaccini, tutti considerati sicuri ed efficaci.

25 Febbraio 17:19 La città metropolitana di Bologna diventa zona arancio scuro dal 27 febbraio

Zona arancione scuro anche per la città metropolitana di Bologna dopo gli ultimi dati in aumento rilevati sull'epidemia. La decisione è giunta quest'oggi nella riunione pomeridiana tra Regione Emilia Romagna, Ausl e città Metropolitana di Bologn ed è stata confermata su Facebook dal sindaco di Anzola Emilia Giampiero Veronesi, consigliere delegato della città metropolitana. Il provvedimento sarà in vigore da lunedì 1 marzo per le scuole e dal 27 febbraio per tutto il resto dell'area.

25 Febbraio 17:04 In Emilia-Romagna 2.092 nuovi contagi e 33 morti

Nuovo bollettino quotidiano sulla diffusione del Coronavirus dall'Emilia-Romagna dove i nuovi contagi sono 2.092. Tornano dunque sopra quota duemila i nuovi casi giornalieri ed era dall'8 gennaio che non succedeva. I tamponi effettuati sono stati 40.804, fra molecolari e antigenici. Crescono i ricoveri e si contano 33 morti.

25 Febbraio 16:49 In Campania 2.385 contagi e 29 morti nelle ultime 24 ore

Sono 2.385 i nuovi casi di coronavirus in Campania, di fatto il numero più alto di contagi dall'inizio dell'anno. I morti registrati sono stati 29 mentre il tasso di positività resta al 10% in regione: il doppio della media nazionale. I tamponi analizzati nelle ultime 24 ore sono stati 23.649 di cui 3.897 antigenici veloci, dai quali sono emersi 278 nuovi casi. Dei positivi al tampone molecolare, invece, 148 sono sintomatici contro 1.959 asintomatici. Questi i dati principali del bollettino di oggi giovedì 25 febbraio.

25 Febbraio 16:46 Moderna annuncia il primo vaccino contro la variante sudafricana del Coronavirus

Moderna ha annunciato di aver iniziato lo sviluppo di un vaccino contro la variante sudafricana di Covid-19 (chiamato mRNA-1273.351) e di averne consegnato già alcune dosi ai National Institutes of Health statunitensi per l’avvio dello studio clinico che ne testerà efficacia e sicurezza. Saranno sperimentate varie opzioni per poi trovare la migliore. "Siamo lieti di iniziare lo studio clinico sulla nostra variante di richiamo e siamo grati per la collaborazione dei National Institutes of Health", ha detto Stephane Bancel, amministratore delegato di Moderna. "Speriamo di dimostrare che le dosi di richiamo, se necessario, possono essere fatte a dosi inferiori: questo ci permetterebbe di fornire molte più dosi alla comunità internazionale entro la fine del 2021 e nel 2022″

25 Febbraio 16:33 Coronavirus, individuato a Tradate secondo caso di variante brasiliana

È stato individuato il secondo caso di variante brasiliana del Covid-19 a Tradate, comune del Varesotto. Stando alle prime informazioni ricevute, si tratterebbe di una donna le cui condizioni di salute non sono al momento note: tutti i suoi contatti stretti sono stati messi in isolamento. Il primo caso era stato individuato a fine gennaio: un uomo di 33 anni, di origine brasiliana e residente in provincia di Varese, era risultato positivo al tampone dopo essere rientrato dal Brasile.

25 Febbraio 16:03 Iss: “Varianti inglese e brasiliana individuate nelle acque di scarico”

Sono state individuate nelle acque di scarico di Perugia e Guardiagrele le varianti inglese e brasiliana del Covid-19. È quanto emerso da una ricerca, prima in assoluto sulle varianti in reflui urbani in Italia e tra le prime al mondo, condotta dal gruppo di lavoro coordinato da Giuseppina La Rosa e da Elisabetta Suffredini dell'Itituto superiore di Sanità (Iss), in collaborazione con l'Istituto Zooprofilattico della Puglia e della Basilicata. Le mutazioni sono state individuate nelle acque reflue raccolte a Perugia dal 5 all'8 febbraio e mutazioni tipiche della variante spagnola in campioni raccolti da impianti di depurazione a Guardiagrele, in Abruzzo dal 21 al 26 gennaio 2021. Grazie ai risultati ottenuti dallo studio hanno dimostrato che le acque di scarico posso essere un utile strumento per valutare la circolazione delle varianti di SARS-CoV-2 nei centri urbani.

25 Febbraio 15:50 Lopalco: “Chiudere le scuole per evitare una terza ondata”

"Le scuole sono un forte volano della circolazione del virus, ora è il momento più delicato di tutta la pandemia. Siamo ad un bivio: c’è il rischio della terza ondata, per evitarlo può servire anche chiudere le scuole e usata per quanto possibile la didattica a distanza", così Pierluigi Lopalco, epidemiologo e assessore alla Sanità della regione Puglia che, intervenuto come ospite alla trasmissione Un giorno da pecora in onda su Radio Rai, ha spiegato che ci sono "dei segnali che un po' ci preoccupano, come un relativo aumento di casi nei bambini più piccoli, forse dovuto al dilagare variante inglese, che pare si diffonda più facilmente in queste fasce d'età anche se nella maggior parte dei casi sono asintomatici".

25 Febbraio 15:37 “Le case farmaceutiche condividano i brevetti sui vaccini”, l’appello dell’Unione Africana

L’Unione Africana sosterrà tutte le richieste che verranno avanzate alle aziende farmaceutiche affinché rinuncino ai diritti di proprietà intellettuale sui vaccini contro il Covid-19. Ciò rappresenterebbe un “vantaggio per tutti” e consentirebbe di affrontare le enormi disuguaglianze in campo sanitario tra le nazioni più ricche del mondo e quelle a basso reddito. John Nkengasong, direttore dei Centri Africani per il controllo e la prevenzione delle malattie, ha dichiarato nel corso di una conferenza stampa che la condivisione dei brevetti sui vaccini rappresenterebbe un "vantaggio per tutti" e consentirebbe di affrontare con efficacia le enormi disuguaglianze in campo sanitario tra le nazioni più ricche del mondo e quelle a basso reddito.

25 Febbraio 15:15 Battiston: “Indice Rt salito a 1,02: mai crescita così veloce da ottobre”

L'indice Rt ha superato 1 a livello nazionale ed è passato da 0,91 a 1,02 in soli quattro giorni: si tratta di una crescita rapidissima che non si aveva da ottobre. La denuncia arriva da Roberto Battiston, dell'Università di Trento, che ha calcolato i numeri di crescita sulla base dei dati della Protezione Civile monitorando quotidianamente la pandemia con risultati simili a quelli di Istituto Superiore di Sanità e Fondazione ‘Bruno Kessler', basati su un flusso di dati più dettagliati ma non disponibili al pubblico'.

25 Febbraio 14:51 In Puglia 1.154 positivi e 27 decessi per Covid-19

Anche oggi la Puglia fa registrare un nuovo incrementi di casi di Covid-19. Su 10.256 test effettuati sono stati infatti 1.154 i casi positivi registrati nelle ultime 24 ore: 420 in provincia di Bari, 85 in provincia di Brindisi, 78 nella provincia BAT, 235 in provincia di Foggia, 99 in provincia di Lecce, 233 in provincia di Taranto, mentre tre casi sono riferiti a residenti fuori regione e un in provincia di residenza non nota. Per quanto riguarda i decessi invece sono 27 quelli registrati oggi. Crescono anche i pazienti guariti che hanno raggiunto il numero di 107.933 dall'inizio della pandemia, mentre sono stati effettuati 1.532.395 test.

25 Febbraio 14:17 A Bologna picco di contagi covid: si valuta zona arancione scuro

Per Bologna si valuta zona arancione scuro, riunione d'urgenza oggi sulla situazione dei Comuni della Città Metropolitana di Bologna dopo il picco di contagi dei giorni scorsi che ha fatto schizzare in alto anche l'indice Rt. Tra il 17 e il 23 febbraio nella città metropolitana di Bologna  i nuovi casi sono stati il 49,4% in più rispetto a quella precedente. L'indice Rt balza a 1.29

25 Febbraio 14:15 A New York diffusa nuova variante del coronavirus che può rendere meno efficaci i vaccini

Gli scienziati del California Institute of Technology e dell’Università Columbia hanno descritto una nuova variante del coronavirus SARS-CoV-2 che sta circolando nella città di New York. Chiamata B.1.526, è caratterizzata da mutazioni che potrebbero rendere meno efficaci i vaccini e l’immunità offerta da una precedente infezione naturale.

25 Febbraio 13:51 Di Lorenzo (Irbm): “Improbabile produzione di vaccino in Italia ora, non bisogna farsi illusioni”

Sulla produzione di vaccino anti covid  in Italia a breve termine "non bisogna farsi illusioni", lo ha ricordato Piero Di Lorenzo, presidente dell'Irbm di Pomezia (Roma), la società che insieme all'università inglese di Oxford ha messo a punto il vaccino anti-Covid e che oggi collabora con l'anglo-svedese AstraZeneca che lo produce. "Io non lo so se ci sono aziende che hanno tutto quello che serve per la produzione di vaccini anti-Covid. Posso dire che AstraZeneca non ha solo detto che il vaccino è un bene comune, lo ha dimostrato facendo una scelta di impareggiabile valore etico e mettendolo in vendita al prezzo del costo industriale. Quando si è parlato del fatto che le multinazionali devono dare ad altre società la licenza per produrre, l‘azienda ha detto: ‘si faccia avanti chi ha la possibilità di produrre su grossi quantitativi'. Che io sappia, nessuno dall'Italia si era fatto avanti" ha ricordato Di Lorenzo all'Adnkronos Salute, aggiungendo: "Certo potrebbero arrivare candidature, ma non bisogna farsi illusioni su tempi da soluzione lampo".

25 Febbraio 13:46 Oms, “Dopo tre mesi un malato covid su 10 non sta ancora bene anche se negativo”

Il "lungo Covid", ovvero gli effetti a lungo termine del coronavirus che colpiscono misteriosamente un numero significativo di pazienti deve essere la priorità delle autorità sanitarie. Lo ha detto il direttore dell'Oms Europa, Hans Kluge, in in una conferenza stampa. Kluge ha usato il termine inglese ‘long Covid' per descrivere un fenomeno diffuso nell'area e cioè che dopo 12 settimane dal coronavirus una persona su 10 contagiata non è ancora in buone condizioni di salute. Le donne soffrono più degli uomini del perdurare a distanza di tempo dalla guarigione di conseguenze psico-fisiche causate dal coronavirus. Lo ha dichiarato, durante la conferenza stampa dell'Oms europeo, Martin Mackee, professore di salute pubblica europea alla London School of Hygiene and Tropical Medicine.  Tra i sintomi principali c'è un prolungato affaticamento, dolori toracici e muscolari, difficoltà di respiro e una certa "nebbia" percepita dal cervello che debilita nella quotidianità. "Sappiamo che circa un quarto delle persone che hanno avuto il virus sperimentano sintomi che persistono per almeno un mese. Circa uno su 10 non sta ancora bene dopo 12 settimane. E con il passare del tempo ci stiamo rendendo conto che molti soffrono molto più a lungo", ha specificato".

25 Febbraio 13:21 Salvini: “Lockdown a Pasqua Irrispettoso per gli italiani”

"Mi rifiuto di pensare ad altre settimane e altri mesi, addirittura di chiusura e di paura. Se ci sono situazioni locali a rischio, si intervenga a livello locale. Però parlare già oggi di una Pasqua chiusi in casa non mi sembra rispettoso degli italiani". Così il segretario della Lega, Matteo Salvini, parlando ai cronisti, fuori dal Senato, di riaperture e ipotesi di lockdown in Italia. "I sindaci di tutta Italia e di tutti i colori politici chiedono di riavviare alcune attività economiche, sociali, imprenditoriali che non comportano alcun rischio" ha aggiunto Salvini.

25 Febbraio 13:17 Massimo Ghini: “Mio figlio di 25 anni in ospedale con polmonite bilaterale da Covid”

L’attore romano Massimo Ghini all’agenzia AdnKronos: “Mio figlio ricoverato in ospedale per polmonite da Covid. Tutto è nato da un assembramento. Mio figlio e un gruppo di sui amici avevano deciso, visto che non ne potevano più, di incontrarsi in una casa e avevano fatto tutti il tampone rapido. Invece non è servito a niente”.

25 Febbraio 12:57 Coronavirus Veneto, 1.304 nuovi positivi e 28 decessi in 24 ore

Sono 1.304 i nuovi positivi al coronavirus trovati in Veneto nelle ultime 24 ore a fronte di 47mila tamponi effettuati (una incidenza del 2,75%). Sono invece 28 i decessi covid registrati nell'ultima giornata. Questi i dati del bollettino odierno sull'andamento dell'epidemia in regione.  I posti letto occupati negli ospedali del Veneto dai malati copvid sono ad oggi 1.351, più 2 rispetto a ieri in terapia intensiva e meno 30 in area non critica.

25 Febbraio 12:48 Speranza: “Contagi crescono, non bisogna allentare le misure covid”

"La situazione è seria: c'è una crescita dei casi in Italia come in altri Paesi come la Francia per l'impatto delle varianti", per questo è necessario "non allentare le misure adesso", lo ha ribadito il ministro della Salute Roberto Speranza alle Regioni, nel corso della riunione di questa mattina, a quanto viene riferito. Per quanto riguarda la campagna di vaccinazione "Negli ultimi 3 giorni -ci sono state 100.000 somministrazioni in media. Le dosi in arrivo e quelle già a disposizione delle Regioni però ci consentono una ulteriore accelerazione" ha sottolineato il ministro della Salute.

25 Febbraio 12:30 Iss: “In Italia variante inglese 37% più trasmissibile ma punte del 60%, servono restrizioni”

"In Italia, si è stimato che la cosiddetta ‘variante inglese’ del virus Sars-CoV-2 ha una trasmissibilità superiore del 37% rispetto ai ceppi non varianti, con una grande incertezza statistica (tra il 18% ed il 60%). Questi valori sono in linea con quelli riportati in altri paesi, anche se leggermente più bassi, che induce a considerare l’opportunità di più stringenti misure di controllo che possono andare dal contenimento di focolai nascenti alla mitigazione" lo scrive l’Istituto superiore di sanità nelle Faq di uno speciale varianti  sul proprio sito spiegando che "la stima è stata ottenuta da uno studio di Iss, ministero della Salute, Fondazione Bruno Kessler, Regioni/Province autonome". "Questi valori sono in linea con quelli riportati in altri paesi, anche se leggermente più bassi, che induce a considerare l’opportunità di più stringenti misure di controllo che possono andare dal contenimento di focolai nascenti alla mitigazione" aggiungono dall'Iss.

25 Febbraio 12:24 In Alto Adige 355 nuovi contagi e 3 decessi covid

Tre decessi e 355 nuovi casi nelle ultime 24 ore in provincia di Bolzano : sono questi i dati dell'ultimo bollettino covid in Alto Adige. I laboratori dell'Azienda sanitaria nelle ultime 24 ore hanno analizzato 2375 tamponi pcr, individuando 196 casi positivi. Dei 15.402 test antigenici analizzati ieri sono risultati positivi 159. Nei normali reparti ospedalieri attualmente si trovano 225 pazienti, nelle cliniche private 162 e in terapia intensiva 41. Altri tre altoatesini sono ricoverati in terapia intensiva in Austria. Infine, 11066 persone sono in quarantena.

25 Febbraio 12:21 Titolare e dipendenti positivi, farmacia chiusa per Covid : “Vaccinate tutti i farmacisti”

Sta facendo molto scalpore a Portogruaro, nel Venerziano,  il caso di una farmacia costretta a chiudere per covid perché Titolare e dipendenti sono risultati tutti positivi al coronavirus. "È una situazione incresciosa. Quello di Portogruaro era un evento che temevamo fin dall'inizio della pandemia, nonostante tutte le precauzioni di sicurezza adottate. Fin dal primo giorno siamo sempre rimasti in prima linea e negli ultimi dodici mesi abbiamo continuato a ricevere tutti. Ci stupisce che la Regione ci abbia dimenticati nel piano vaccinale" sottolinea Emma Piumelli, presidente dell'Ordine dei Farmacisti di Venezia.

25 Febbraio 12:14 La variante Covid della California si diffonde rapidamente: “Più contagiosa e forse più letale”

La variante covid della California CAL.20C, nota anche come B.1.429, si sta rapidamente diffondendo negli Stati Uniti ed è stata segnalata anche in Australia, Danimarca, Nuova Zelanda e Regno Unito. Caratterizzata dalla mutazione L452R a livello della proteina Spike, potrebbe essere del 40% più efficace nell’infettare le cellule umane. Osservata anche una maggiore percentuale di decessi sebbene gli effetti sulla gravità della malattia rimangano ancora incerti.

25 Febbraio 12:11 Oms, contagi covid in Europa in calo ma ancora superiori a maggio

I contagi da coronavirus sono in calo in Europa ma ancora su livelli di gran lunga superiori a quelli registrati l'anno scorso: lo ha detto oggi durante una conferenza stampa il direttore dell'Oms Europa, Hans Kluge. Secondo quanto riporta il Guardian, Kluge ha reso noto che il numero di nuovi casi è quasi dimezzato in Europa dalla fine dell'anno scorso e che per la seconda settimana consecutiva sono stati meno di un milione. Tuttavia, il funzionario dell'Organizzazione mondiale della sanità ha anche sottolineato che attualmente i nuovi contagi sono ben 10 volte superiori rispetto ai livelli del maggio scorso. Inoltre, gran parte dei Paesi registra gradi molto elevati di contagio a livello locale. Attualmente, ha quindi messo in guardia, le varianti del coronavirus rappresentano la minaccia più grande per la popolazione.

25 Febbraio 12:08 Vaccino covid Pfizer efficace al 94%, la conferma degli studi

Il Vaccino covid Pfizer è efficace al 94%, la conferma arriva da uno studio che ha coinvolto 1,2 milioni di cittadini israeliani che hanno ricevuto l'antidoto. Lo studio, pubblicato sulla rivista scientifica The New England Journal of Medicine, la più prestigiosa in ambito medico, evidenzia elevata protezione contro infezione, ricovero, malattia grave e morte. Incrociando tutti i dati è emerso che l'efficacia del vaccino tra 14 e 20 giorni dopo la prima dose è stata del 46 percento contro l'infezione (rilevata dal tampone oro-rinofaringeo); del 57 percento contro la COVID-19 sintomatica; del 74 percento contro il ricovero; del 62 percento contro la malattia grave e del 72 percento nel prevenire la morte. A 7 giorni dopo la seconda dose, necessaria per ottenere l'immunizzazione completa, i dati sono stati sensibilmente migliori; la protezione dall'infezione è infatti salita al 92 percento; quella dalla COVID-19 sintomatica al 94 percento; dal ricovero all'87 percento e dalla malattia grave al 92 percento.

25 Febbraio 12:03 Napoli, variante inglese Covid tra studenti a San Giorgio a Cremano: 3 scuole chiuse

Variante inglese del Covid19 tra i banchi di scuola a San Giorgio a Cremano, in provincia di Napoli. Il sindaco Giorgio Zinno ha ordinato la chiusura di tre plessi scolastici: “Massima allerta, in 2 giorni 21 contagi con la variante. Potrebbe essere più contagiosa. Non bisogna abbassare la guardia”. In soli due giorni i positivi alla variante inglese hanno toccato quota 21 a San Giorgio a Cremano” scrive il sindaco.

25 Febbraio 12:01 Crisanti: “In Italia è un casino, si discute di bar e ristoranti quando serve zona rossa”

"In Italia è un casino, si continua a sbagliare tutto quello che si può sbagliare. Io sono in Inghilterra, sono otto settimane che siamo in lockdown e se ne uscirà il 15 giugno. E, intanto, in Italia, stiamo a discutere quelli che vogliono andare al bar, quelli che vogliono andare al ristorante. Se non si capisce che se ci sta la variante brasiliana… bisogna fare la zona rossa stile Codogno perché altrimenti il Coronavirus si diffonde in tutta Italia e buttiamo un anno di ricerche sul vaccino e incominciamo da capo" lo ha dichiarato Andrea Crisanti ai microfoni di Radio Capital. PEr il direttore del Laboratorio di Microbiologia dell’Università di Padova, la strada è solo una: "Implementare le misure restrittive e una volta tanto farlo anticipatamente invece di aspettare che i casi vadano alle stelle. Ci sono dati che dimostrano che la variante inglese si sta espandendo a ritmo allarmante".

25 Febbraio 11:52 Le regole in zona arancione rafforzata: cosa si può fare e cosa no

In Emilia-Romagna e Lombardia alcuni comuni sono diventati zona arancione scuro: in questi territori le regole e le restrizioni applicate sono più stringenti rispetto a quello delle tradizionali aree arancioni a causa di un incremento dei contagi da Covid-19. Quali sono i divieti in zona arancione rafforzata e cosa cambia rispetto alle tradizionali zone arancioni?

25 Febbraio 11:48 Coronavirus Marche, oltre 700 nuovi casi in 24 ore: è record da gennaio

Sono 732 i nuovi casi di Coronavirus nelle Marche nelle ultime 24 ore: il secondo valore giornaliero più alto dell'anno dopo quello registrato il 5 gennaio scorso. In Regione però è record assoluto di nuove diagnosi (5.625 tra cui 2.892 test antigenici e 2.733 molecolari). Il servizio Sanità della Regione stima il rapporto positivi/testati al "13%". Nel Percorso Screening Antigenico, invece, sulla base dei 2892 test, riscontrati altri 230 positivi (da sottoporre al tampone molecolare) con rapporto positivi/testati è pari all'8%". Resta alta l'incidenza di casi in provincia di Ancona con 307 contagiati (41,9% del totale). Più bassi i numeri delle altre province

25 Febbraio 11:42 In 8 regioni i posti occupati in terapia intensiva superano la soglia critica

In 8 regioni i posti occupati in terapia intensiva superano la soglia critica. il dato emerge dal monitoraggio pubblicato sul portale dell'Agenas (Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali), aggiornato al 24 febbraio. Numeri in crescita visto che erano solo 6 le regini oltre la soglia  una settimana fa. La situazione più critica sempre in Umbria con 57% dei posti occupati dai malati covid, ben oltre la soglia del 40 per cento. Le altre regioni sono Abruzzo (37%), Friuli Venezia Giulia (33%), Lombardia (33%), Marche (36%), Molise (36%), Provincia autonoma di Bolzano (35%), Provincia autonoma di Trento (39%)

25 Febbraio 11:38 Gimbe: “Aumentano contagi, varare nuove misure restrittive in comuni e province”

Il nuovo monitoraggio settimanale della Fondazione Gimbe, presieduta da Nino Cartabellotta, indica che ci vuole subito “un netto cambio di passo del Governo Draghi”, con la tempestiva individuazione delle aree più a rischio dove varare nuove misure restrittive. Nella nella settimana 17-23 febbraio 2021, rispetto alla precedente, si registra un incremento dei nuovi casi (92.571 rispetto a 84.272). In particolare, in ben 74 province su 107 (68,5%) si registra un incremento percentuale dei nuovi casi rispetto alla settimana precedente, con valori che superano il 20% in 41 Province; in 11 Regioni aumentano i casi attualmente positivi per 100.000 abitanti e in 10 Regioni sale l'incremento percentuale dei casi totali.

Anche sui vaccini covid Gimbe ricorda che la doppia dose è stata ricevuta solo da 3 over 80 su 100. Ad oggi solo 3 anziani su 100 hanno completato la vaccinazione anti Covid e "la continua revisione al ribasso delle forniture, in soli 2 mesi, ha quasi dimezzato le dosi previste per il primo trimestre 2021, che sono precipitate da 28,3 a 15,7 milioni". Il nuovo monitoraggio della Fondazione Gimbe  sottolinea come "una riduzione di tale entità, se da un lato è imputabile ai ritardi di produzione e consegna, dall'altro risente di irrealistiche stime di approvvigionamento del Piano originale". Ma, come mostra la grande differenza di velocità con cui si vaccina nelle varie regioni, è "preoccupante anche la frenata delle somministrazioni", legata a difficoltà organizzative.

25 Febbraio 11:29 Arcuri: “Dal 22 febbraio 100mila somministrazioni di vaccino al giorno”

La campagna di vaccinazione contro l'epidemia Covid sta registrando un "confortante incremento". Da lunedì 22 febbraio "sono state effettuate in media oltre 100mila somministrazioni al giorno e ieri, mercoledì 24 febbraio, è stato raggiunto il picco di 102.433 dosi". Lo riferisce l'ufficio stampa del commissario straordinario per l'emergenza Covid Domenico Arcuri.

25 Febbraio 11:23 Sileri: “Vaccino covid protegge già dalla prima dose, questo rende più facile le riaperture”

"Sapere che il vaccino" anti coronavirus "ti protegge dalla malattia grave già con la prima dose è importante. Questo rende praticabile la via delle riaperture, perché una volta che sono protetti gli anziani e i fragili, la gente non muore più e ci sono meno ricoveri, diventa tutto fattibile. Si potrà ripartire con la vita quotidiana, ovviamente in un primo momento sempre con mascherine, distanza e tutte le accortezze del caso. Se la scorta di vaccini che arriva è esigua a livello europeo, è chiaro che nascono maggiori problemi. Ora serve un cambio di passo. Avere più vaccini come accadrà già a marzo consentirà una vaccinazione più importante". Lo ha affermato Pierpaolo Sileri, sottosegretario alla Salute, nel suo intervento a ‘L’Italia s’è desta' su Radio Cusano Campus. "Sono sicuro che con il progredire della vaccinazione e con l’arrivo della stagione più calda, la situazione migliorerà Nel momento in cui avremo protetto il personale sanitario, anziani e fragili, la strada sarà in discesa. In Inghilterra calano i ricoveri ed i casi gravi, questo è dovuto al lockdown ma anche alla vaccinazione che sta avanzando. La stessa cosa accadrà progressivamente anche da noi" ha aggiunto Sileri

25 Febbraio 11:15 In Finlandia nuovo lockdown covid di tre settimane

In Finlandia nuovo lockdown covid di tre settimane, lo ha annunciato il premier ala luce di una nuova insenata di casi di coronavirus nel Paese. La misura però è più un blocco delle attività che un vero lockdown.  Non è previsto il coprifuoco, ha reso noto il governo, ma la chiusura di bar e ristoranti, l'insegnamento da remoto per gli studenti di oltre 13 anni di età nonché restrizioni alle riunioni di più di sei persone. Il lockdown in Finlandia partirà dall'8 marzo. Secondo l'agenzia di stampa Yle, il primo ministro Sanna Marin ha affermato che la variante altamente contagiosa del coronavirus britannico si è diffusa nel paese da Natale, e si pensa rappresenti adesso circa i tre quarti dei casi.

25 Febbraio 10:36 Dpcm e nuove regole: confermate le zone rosse, gialle e arancioni, no a lockdown generalizzato

Nel nuovo dpcm del Governo Draghi verrà mantenuto il sistema a fasce con zone rosse, arancioni e gialle così come anche i parametri che che portano alle varie zone ma questi ultimi saranno oggetto di discussione  del governo in separata sede. Lo ha spiegato il ministro per le Autonomie, Mariastella Gelmini, durante l'incontro tra Governo Regini e denti locali sulle nuove regole anti contagio dal 6 marzo. "Il sistema a fasce verrà mantenuto. Finora è stato scongiurato un lockdown generalizzato e questo deve essere l'obiettivo principale anche per le prossime settimane e per i prossimi mesi" ha dichiarato Gelmini, aggiungendo: "Il sistema dei parametri per definire i colori delle zone in Italia nell'emergenza Covid si può affinare, ma probabilmente non con il decreto in arrivo, ci vorrà un tavolo tecnico".  "Per l'Esecutivo Draghi è fondamentale il confronto costante con le Regioni e anticipare le decisioni, in modo da lasciare ai cittadini il tempo necessario per poter organizzare la propria vita" ha sottolineato Gelmini

25 Febbraio 10:27 Coronavirus Toscana, 1.374 nuovi positivi su 22.375 test in 24 ore

Sono 1.374 i nuovi positivi al Coronavirus in Toscana nelle ultime 24 ore a fronte di 22.375 test analizzati nell'ultima giornata. Lo comunica il presidente della regione Toscana Eugenio Giani su Facebook anticipando come di consueto i dati del bollettino sull'andamento dell'epidemia in regione. "I nuovi casi registrati in Toscana sono 1.374 su 22.375 test di cui 14.472 tamponi molecolari e 8.263 test rapidi. Il tasso dei nuovi positivi è 6,04% (10,9% sulle prime diagnosi)" ha fatto sapere il Governatore della Toscana, aggiungendo: "Continua il programma regionale ‘Territori sicuri' per lo screening di massa gratuito. Grazie a tutti gli operatori e i volontari impegnati per la tutela della nostra salute.

25 Febbraio 10:14 Con nuovo dpcm Covid chiusure in vigore sempre da lunedì non domenica

Con il nuovo dpcm Covid del Governo Draghi, la cui bozza è attesa per domani, le chiusure in vigore per ogni regione scatteranno sempre da lunedì e mia di domenica. Lo ha spiegato oggi la ministra delle Autonomie Gelmini all'incontro con le Regioni e gli Enti locali proprio per discutere delle nuove regole anticontagio valide dal 6 marzo al 6 aprile. "Il sistema dei parametri per definire i colori delle zone in Italia nell'emergenza Covid si può affinare, ma probabilmente non con il decreto in arrivo, ci vorrà un tavolo tecnico. In ogni caso, per rendere più agevole la programmazione delle attività economiche, le chiusure non entreranno più in vigore di domenica ma di lunedì". ha spiegato Gelmini. "State certamente notando un cambio di metodo. Ci siamo visti domenica e ci stiamo rivedendo oggi. Gli incontri saranno sempre più frequenti e costanti" ha proseguito la ministra rivolta ai Governatori. Sul rinvio al lunedì dalla domenica dell'entrata in vigore delle ordinanze "questo avevano chiesto le Regioni, e lo avevo condiviso, questo abbiamo ottenuto. Così aiutiamo anche le attività economiche che non perderanno il weekend".

25 Febbraio 10:02 Domani prima bozza del nuovo Dpcm con le regole anti contagio

Domani prima bozza del nuovo Dpcm con le regole anti contagio. Lo ha fatta  sapere il Ministro Gelmini durante l'incontro con le Regioni. ”Il governo sta lavorando intensamente in queste ore sul nuovo provvedimento anti-Covid. Sono naturalmente in costante contatto con Palazzo Chigi e contiamo di farvi avere, nella giornata di domani, con grande anticipo rispetto alla scadenza del 5 marzo, una prima bozza del Dpcm. Per l’esecutivo Draghi è fondamentale il confronto costante con le Regioni e anticipare le decisioni, in modo da lasciare ai cittadini il tempo necessario per poter organizzare la propria vita” ha dichiarato Gelmini ai rappresentanti degli enti locali

25 Febbraio 09:57 “Frazionare dosi del vaccino covid come in guerra”, la proposta dell’infettivologo Vella

"In Italia non ce la facciamo a fare 60 milioni di vaccini anti covid, non abbiamo la quantità di vaccini per immunizzare tutti gli italiani quindi, come avviene in guerra, occorre frazionare", è la proposta dell'infettivologo Stefano Vella, docente di Salute Globale all'università Cattolica di Roma, intervenuto ad ‘Agorà' su Rai 3. Come primo passo poi "Dobbiamo dire chi è che deve essere vaccinato per primo. Poi dobbiamo prendere tutte quelle persone che non sono anziane ma sono fragili, per esempio gli oncologici", ha aggiunto Vella, sottolineando: "Dobbiamo essere veloci nel vaccinare ora i pazienti fragili e gli oncologici. Vanno protette le categorie a rischio". Per Vella "le capacità di produrre vaccini di questa raffinatezza anche in Italia possiamo metterla su, ne siamo capaci, ma ci vuole tempo" perché  "Parliamo non di farmaci chimici ma biologici per produrli servono macchinari molto complessi"

25 Febbraio 09:46 Nuove regole anticontagio e dpcm: via all’incontro Governo-Regioni

Iniziato da poco l‘incontro Governo Regioni e altri enti locali per parlare delle nuove regole anticontagio e del dpcm che entrerà in vigore il 6 marco prossimo. A quanto si apprende, all'incontro – in videoconferenza – partecipano il ministro per le Autonomie, Mariastella Gelmini, e quello della Salute, Roberto Speranza. Presenti anche il presidente dell'Associazione Comuni (Anci) Antonio Decaro e quello dell'Unione delle Province (Upi) Michele de Pascale.

25 Febbraio 09:37 L’Italiana ReiThera pronta a produrre vaccini AstraZeneca, J&J e Sputnik

L'Italiana ReiThera pronta a produrre vaccini AstraZeneca, J&J e Sputnik. L'azienda di Castel Romano che sta studiano un vaccino anti covid italiano e ha ricevuto il sostegno dello Stato ha le tecnologie per fabbricare le fiale e si è fatta avanti con le aziende farmaceutiche che hano già sviluppato l'antidoto. "Le tecnologie sono simili e i nostri bioreattori sarebbero in grado di trattare e far crescere anche gli adenovirus utilizzati dalle tre aziende per produrre il virus depotenziato necessario per attivare gli anticorpi" spiegano da Reithera a Repubblica.

25 Febbraio 09:18 Bonomi (Confindustria): “I Vaccini ci sono, carenze nella logistica, vaccinazioni anche in fabbrica”

"Il problema delle vaccinazioni non è tanto il ritardo nelle consegne dei vaccini da parte delle aziende produttrici ma l'organizzazione del Paese" è quanto sostiene il presidente di Confindustria, Carlo Bonomi. "Le dosi di vaccino utilizzate sono circa il 70% di quelle consegnate, quindi il 30% non è stato utilizzato e le aziende hanno garantito che recupereranno:  il problema non è di avere le dosi, mi preoccupa la struttura logistica italiana che sta mostrando una forte carenza. In un paese normale già dovremmo sapere dove, quando, a che ora saremo vaccinati" ha affermato Bonomi ai microfoni di Rtl 102,5 chiedendo la governo di dare il via libera alle vaccinazioni in fabbrica. “L'idea nasce dal fatto che dobbiamo accelerare il processo vaccinale, ho rilevato con piacere che anche ieri il segretario Landini ha dato disponibilità a ragionare su questa ipotesi, spero che altrettanto faccia il Governo e ci convochi al più presto per un protocollo sulla sicurezza che utilizzi le fabbriche per il piano vaccinale”.

25 Febbraio 09:02 Nuovo dpcm covid: come cambiano le regole anti contagio

Il nuovo dpcm entrerà in vigore il 6 marzo e le sue regole varranno fino al 6 aprile, ovvero fino a dopo Pasqua. Il governo Draghi sembra intenzionato a confermare quasi tutte le misure attualmente in campo, dal coprifuoco al sistema dei colori per stabilire le zone gialle, arancioni e rosse. Niente riapertura per palestre, piscine e per i ristoranti la sera. Ecco quali potrebbero essere le nuove regole anti-contagio.

25 Febbraio 08:58 In Sicilia da oggi zona rossa a San Cipirello e San Giuseppe Jato: divieto di ingresso e uscita

In Sicilia da oggi i comuni di San Cipirello e San Giuseppe Jato sono zona rossa per gli alti livelli dei contagi da coronavirus registrati negli ultimi giorni. I due comuni in provincia di Palermo saranno praticamente in lockdown. Le misure restrittive, che saranno in vigore da giovedì all'11 marzo, prevedono infatti il divieto di accesso e di allontanamento dal territorio comunale, fatta eccezione per gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute. Disposto il divieto di circolare e chiuse le scuole. Rimangono aperte le edicole e i tabaccai.

25 Febbraio 08:48 In Italia somministrate oltre 3,8 milioni di dosi di vaccino covid su 5,2 milioni consegnate

Sono oltre 3,8 milioni le dosi di vaccino anti covid somministrate finora in Italia mentre sono oltre 1,3 milioni le persone completamente vaccinate  nel nostro Paese. Secondo l'ultimo aggiornamento del report sulla campagna vaccinale in Italia, sono esattamente  3.824.331 le dosi somministrate finora nel nostro Paese mentre sono 1.350.124 le persone che hanno ricevuto anche la seconda dose. Il Totale dei vaccini distribuiti è di 5.198.860

25 Febbraio 08:28 Nuovi focolai di contagio da coronavirus in India: record di nuovi casi covid da gennaio

Nuovi focolai di contagio da coronavirus in India dove nelle ultime 24 ore si è registrato un nuovo boom di casi con numeri che non si vedevano da gennaio. Le autorità sanitarie indiane infatti hanno riportato 16.738 nuovi casi di coronavirus. Oltre la metà dei nuovi casi provengono dallo stato occidentale del Maharashtra, dove si trova Mumbai, la capitale finanziaria del Paese. L'India con 11,05 milioni di casi totali dall'inizio della pandemia  è il secondo Paese al mondo più colpito dopo gli Stati Uniti. I decessi totali sono finora 156.705.

25 Febbraio 08:11 Vaccino anti Covid, Moderna accelera la produzione e promette 1 miliardo di dosi nel 2021

Dopo Pfizer anche Moderna annuncia un'accelerazione sui vacci anti covid promettendo ulteriori investimenti di capitale per aumentare la capacità produttiva globale del vaccino per l'anno in corso. La capacità produttiva prevista per il 2022 è aumentata a 1,4 miliardi di dosi mentre per il piano di base del 2021 si sta lavorando per fornire fino a 1 miliardo di dosi. Inoltre molta attenzione è posta sulla flessibilità della produzione per affrontare le varianti emergenti del virus.

25 Febbraio 07:59 Coronavirus, in Brasile superate le 250mila vittime 

Il Brasile supera le 250mila vittime di Covid-19 dall'inizio della pandemia. Nelle ultime 24 ore, il Paese sudamericano ha registrato 1.428 morti e 66.588 nuovi contagi. Dall'inizio dell'emergenza il bilancio delle vittime sale così a 250.036 morti, a fronte di 10.324.463 casi. Il Paese è il secondo al mondo per decessi dopo gli Usa e terzo per contagi dopo Usa e India

25 Febbraio 07:49 AstraZeneca: “Entro giugno 25 milioni di dosi del vaccino covid all’Italia, valutiamo terza dose per varianti”

"Da AstraZeneca entro giugno arriveranno 25 milioni di dosi del vaccino anti covid promesse all’Italia" lo ha assicurato Lorenzo Wittum, l’ad dell'azienda farmaceutica per il nostro Paese. Secondo Wittum i dati hanoa dimostrato che la protezione dalla malattia grave e dal rischio di ospedalizzazione arriva al 100% già dopo la prima dose. "Contro le varianti valutiamo la possibilità di una terza iniezione e lavoriamo a nuove versioni del vaccino" ha spiegato l'amministratore al Corriere della Sera

25 Febbraio 07:42 Nuovo decreto covid, oggi riunione della Cabina di regia con ministri e regioni

Oggi riunione della Cabina di regia con ministri e regioni sulle nuove norme anticontagio da introdurre nel nuovo decreto covid. All'appuntamento in programma alle 9 parteciperanno i ministri Speranza e Gelmini e i rappresentanti di Regioni, Comuni e Province. Sul tavolo il nuovo Dpcm, in vigore dal 6 marzo per 30 giorni, ha anticipato il ministro Speranza. Dunque il provvedimento e le limitazioni del prossimo Dpcm saranno valide anche a Pasqua e a Pasquetta. "La bussola, per me,nella scrittura del prossimo Dpcm, sarà sempre il principio di tutela e salvaguardia di diritto alla salute", ha detto Speranza nella sua informativa al Senato, avertendo e che al momento non c'è spazio per allentare le misure anticontagio.

25 Febbraio 07:35 Vaccino covid Pfizer: +50% di dosi grazie a 11 partner della rete di produzione europea

Pfizer produrrà più vaccini anti covid grazie ai partner della rete di produzione europea, lo ha annunciato la stessa azienda farmaceutica cheh aportao sul mercato il primo vaccino. "La nostra rete di produzione europea si è ulteriormente ampliata, passando da tre partner nel dicembre 2020 quando abbiamo ricevuto le prime autorizzazioni, agli 11 attuali, compresa BioNTech Marburg". Lo dice Pfizer, sottolineando: "Stiamo rafforzando questa rete e siamo in fase di colloqui con ulteriori partner qualificati per nuovi potenziali accordi" in vista di un aumento della produzione di dosi anti-Covid. L'obiettivo è di produrre due miliardi di  dosi di vaccino anti-Covid Pfizer  nel 2021, aumentando di fatto la produzione del 50%. "Per rispondere alla maggior richiesta di dosi di vaccino abbiamo in programma di produrre 2 miliardi di dosi nel 2021, oltre il 50% della produzione prevista di 1,3 miliardi di dosi. Gli interventi previsti per aumentare le nostre capacità produttive sono a buon punto" spiegato dalla stessa azienda .

25 Febbraio 07:27 Biden prolunga l’emergenza nazionale per Covid negli Stati Uniti

Il presidente americano Joe Biden ha deciso di estendere l'emergenza nazionale a causa della pandemia da coronavirus. "Il Covid-19 continua a causare significativi rischi alla salute pubblica e alla sicurezza del Paese. Per questo l'emergenza nazionale dichiarata il 13 marzo 2020, e iniziata l'1 marzo del 2020, deve continuare a restare in effetto dopo l'1 marzo 2021", si legge in una nota della Casa bianca. Intanto a New York è stata scoperta una variante del coronavirus che "indebolisce l'efficacia dei vaccini". Lo riporta il New York Times citando due studi, uno di Caltech e uno della Columbia. La nuova è chiamata B.1.526 e contiene una mutazione che potrebbe aiutare il virus a schivare il sistema immunitario.

25 Febbraio 07:19 Le ultime notizie sul Coronavirus di oggi, giovedì 25 febbraio

Continua l'emergenza Covid-19 in Italia e nel mondo. Secondo i dati dell'ultimo bollettino di ieri, nel nostro Paese sono stati registrati altri 16.424 contagi su 340.247 tamponi , tra antigenici e tamponi molecolari, e 318 morti per Covid. La Regione che fa registrare il più alto numero di infezioni su base giornaliera è è la Lombardia, seguita dall'Emilia-Romagna. Ecco, di seguito, il dettaglio regione per regione:

    • Lombardia: +3.310
    • Veneto: +895
    • Piemonte: +1.453
    • Campania: +2.185
    • Emilia Romagna: +1.427
    • Lazio: +1.188
    • Toscana: +857
    • Sicilia: +542
    • Puglia: +991
    • Liguria: +285
    • Friuli Venezia Giulia: +503
    • Marche: +616
    • Abruzzo: +535
    • Sardegna: +65
    • P.A. Bolzano: +355
    • Umbria: +292
    • Calabria: +278
    • P.A. Trento: +357
    • Basilicata: +166
    • Molise: +110
    • Valle d'Aosta: +14

Governo al lavoro sul nuovo decreto covid che sarà in vigore dal 6 marzo e per un mese ma per il Ministro Speranza al momento non ci sono margini per le riaperture. In attesa del monitoraggio dell'Iss che potrebbe portare alcune regioni in zona rossa molti provvedimenti con mini lockdown locali per arginare la diffusione del contagio spesso dovuto a varianti covid. Continua la campagna vaccinale con oltre 3,8 milioni di dosi somministrate finora ma continuano anche i ritardi nelle consegne. Pfizer produrrà il 50% si dosi in più del previsto. Moderna 1 miliardo di dosi nel 2021. Nel mondo quasi 2,5 Milioni di morti covid mentre i contagi accertati sono saliti a più di 112,5 milioni. In Brasile superate le 250mila vittime.