24 maggio 22:51 Malagò: “Chiederemo rinvio Mondiali di Sci di Cortina al 2022”

I Mondiali di Sci Cortina saranno rinviati al 2022. Lo ha annunciato il presidente del Coni, Giovanni Malagò. "Domani la Federazione di Sci chiederà il rinvio al marzo 2022 dei Mondiali di sci di Cortina, programmati per il prossimo febbraio" ha spiegato Malagò aggiungendo: "La questione non è come svolgere la competizione ma come far arrivare tutti in sicurezza, dagli atleti, ai manager, i giornalisti, i tifosi. Allora abbiamo pensato fosse più corretto posticipare: nel 2022 ci sarebbero prima a febbraio le Olimpiadi invernali in Cina e poi a marzo i Mondiali in Italia".

24 maggio 22:01 Ministro Lamorgese: “Giovani siano responsabili, l’epidemia non è superata”

"La libertà di uscire, nei giovani può aver indotto a pensare che sia tutto superato, ma così non è", per questo bisogna "lanciare un messaggio ai giovani: se dovesse tornare l'epidemia sarebbe un fallimento per il Paese". A dichiararlo è stato il ministro dell'Interno, Luciana Lamorgese al Tg2 raccomandando a tutti di tenere un comportamento responsabile durante la fase due evitando assembramenti come avvenuto durante la prima fase dell'emergenza coronavirus. Parlando dei problemi economici delle famiglie e delle imprese, invece, Lamorgese ha ricordato che bisogna "essere rapidi nell'erogazione dei contributi, della cassa integrazione" perché "i cittadini devono poter comprare generi di prima necessità" e per "evitare assolutamente il rischio che il senso di responsabilità dimostrato finora di trasformi in rabbia".

24 maggio 21:21 Premier Conte convoca vertice di maggioranza per il decreto scuola

Resta la scuola un dei nodi principali da sciogliere per le prossime ore. Il Presidente del consiglio Giuseppe Conte infatti ha convocato per questa sera un vertice di maggioranza proprio per discutere del decreto scuola. In particolare nel vertice notturno che inizierà alle 23 si parlerà del delicato nodo delle assunzione dei precari che vede contrapposti M5s e Pd.

24 maggio 21:06 In Cile sistema sanitario vicino al collasso

Il sistema sanitario cileno è vicino al collasso, lo ha rivelato lo stesso presidente del Paese sudamericano Sebastian Pinera. "Siamo molto vicini al limite perché abbiamo avuto un notevole aumento delle esigenze e delle richieste di cure mediche e di letti e ventilatori per unità di terapia intensiva", ha detto Pinera durante una visita in un ospedale di Santiago, una delle zone più colpite dalla pandemia. Il ministero della Salute ha riportato 3.709 nuovi casi nell'ultimo giorno, portando il totale a 69.102. Il bilancio delle vittime invece è di 718. Secondo il governo, più di mille persone sono state ricoverate in ospedale per coronavirus.

24 maggio 20:28 In Francia lieve aumento dei ricoveri: non accadeva da un mese

I casi di coronavirus in Francia sono passati nelle ultime 24 ore da 144.806 a 144.921 con un aumento di 115 unità rispetto a ieri ma a destare qualche preoccupazione è il numero di ricoveri, tornati a salire dopo oltre un mese anche se in maniera molto leggera. Lo ha reso noto la Direzione generale della Sanità di Parigi nell'ultimo bollettino sull'emergenza coronavirus. Nel dettaglio si tratta di un aumento di 7 pazienti ricoverati per Covid-19: da 17.178 a 17.185. Continua a scendere invece il numero di pazienti gravi che necessitano della terpaia intensiva: 46 di meno rispetto a ieri.

24 maggio 19:57 Seria A, c’è il protocollo per far ripartire il campionato di calcio

Dopo settimane di discussione, è arrivato il protocollo per far ripartire il campionato di calcio di Serie A. Lo ha annunciato il Ministro dello Sport Vincenzo Spadafora. "E' arrivato il nuovo protocollo per la ripresa del campionato, molto simile a quello egli allenamenti. Giovedì prossimo decideremo insieme con Figc e Lega serie A se e quando riprendere il campionato" ha spiegato infatti Spadafora al Tg3, rivelando che al momento si stanno valutando due date per la ripresa della stagione, quella del 13 e del 20 giugno.

24 maggio 19:23 Oltre 100 contagiati dopo messa in chiesa in Germania

Sono oltre cento i contagiati da coronavirus dopo la celebrazione di una messa in chiesa in Germania. Il caso in una chiesa battista di Francoforte sul Meno dopo una funzione religiosa a cui hanno partecipato diverse decine di fedeli. Inizialmente si era saputo di una quarantina di casi di contagio ma, dalle verifiche e dai test sui contatti di queste persone, il numero è già salito a 107. Lo ha reso noto oggi il ministro della Salute del Land dell'Assia, Kai Klose. La Germania in generale conferma però il trend positivo tanto che in alcuni land le autorità hanno già annunciato di voler interrompere le misure anti-coronavirus nelle prossime settimane.

24 maggio 19:13 Boris Johnson: per la fase 2 in Gran Bretagna parziale riapertura delle scuole

Il Regno Unito si prepara a varare la fase due dell'emergenza coronavirus. Lo ha annunciato il premier britannico Boris Johnson. La nuova fase partirà da giugno,  il governo sarebbe intenzionato ad allentare alcune delle misure di lockdown compresa la riapertura di alcune scuole.  Una riapertura che dovrà essere "cauta" e riguarderà le classi elementari e primarie, ma non le secondarie, ha spiegato Johnson. Nelle ultime 24 ore nel Paese ci sono stati 118 morti, che portano il totale dei decessi nel Regno Unito a 36.793.

24 maggio 18:35 Usa contro Cina, Trump: “O sono incompetenti o non hanno voluto fermare il virus”

"Avrebbero potuto fermare il virus. O sono incompetenti o non volevano, entrambi i casi non sono accettabili", così il presidente Usa Donald Trump si è scagliato di nuovo contro la Cina per la gestione della pandemia globale. A rincarare la dose ci aveva pensato poco prima anche Robert O’Brien, il consigliere alla sicurezza nazionale di Trump, che in un’intervista a NBC ha affermato: "il modo in cui hanno insabbiato il coronavirus passerà alla storia insieme a Chernobyl"

24 maggio 18:25 La Lombardia fa segnare zero decessi nelle ultime 24 ore

Sono soltanto cinquanta i decessi per coronavirus registrati nelle ultime 24 ore in Italia secondo il bollettino diramato dalla Protezione civile.  A sorprendere son i numeri della Lombardia, la regione più colpita del contagio che fa segnare zero decessi nell'ultima giornata.  Le stesse autorità locali hanno deciso di verificare prima di confermare ufficialmente il dato ma poi hanno assicurato che i flussi provenienti dalla rete ospedaliera e le anagrafi territoriali oggi non hanno segnalato decessi.

24 maggio 18:07 Bollettino 24 maggio: 50 decessi nelle ultime 24 ore

I casi totali di coronavirus in Italia sono 229.858 (+531 rispetto a ieri) di cui 140.479 guariti (+1639 rispetto a sabato) e  32.785 decessi ( +50 rispetto a ieri). Gli attuali malati sono 56.594 (1.158 in meno rispetto a ieri). Scendono di 19 unità anche i ricoverati in terapia intensiva. I tamponi effettuati finora sono in totale  3.447.012 di cui 55.824 nelle ultime 24 ore. Sono questi gli ultimi dati forniti dalla Protezione civile nel bollettino di oggi domenica 24 maggio

24 maggio 17:33 Nel mondo 5,3 milioni di casi e oltre 342mila morti

Sono oltre 5,3 milioni i casi di coronavirus nel mondo mentre i decessi sono più di 342 mila. Lo rende noto il consueto aggiornamento della Johns Hopkins University sull'andamento della pandemia. Per quanto riguarda i decessi il Paese con il maggior numero restano gli Usa con quasi 100 mila vittime (97.087), seguiti dal Regno Unito (36.757). Stati Uniti al primo posto anche per il numero dei contagi (oltre 1,62 milioni), seguiti dal Brasile (347 mila) e dalla Russia (344 mila).

24 maggio 17:21 164 minatori positivi in Sudafrica: lavoravano in una miniera d’oro

Centosessantaquattro minatori sudafricani sono risultati positivi al coronavirus. Per questa ragione il gruppo AngloGold Ashanti ha "sospeso temporaneamente" le attività nella miniera d'oro di Mponeng, in Sudafrica. La compagnia ha spiegato in una nota di aver "effettuato 650 test sui propri dipendenti da giovedì scorso, e sono risultati positivi in 164, quando ne rimangono pochi altri da verificare". La miniera di Mponeng è una delle più grandi al mondo.

24 maggio 16:37 La direttrice del laboratorio di Wuhan: “Il coronavirus non arriva da qui”

Wang Yanyi, direttrice dell'istituto di virologia di Wuhan accusato soprattutto dall'amministrazione Trump di essere la possibile origine della pandemia di Covid-19, ha spiegato che il laboratorio ha tre ceppi vivi di coronavirus ricavati da pipistrello, ma nessuno corrisponde a quello che ha causato l'emergenza sanitaria globale: "Il Covid-19 non è arrivato dal laboratorio", ha assicurato la direttrice, respingendo le accuse statunitensi, definendole "pura montatura" e negando di aver avuto responsabilità nella diffusione del virus. Wang in un'intervista alla Cgtn, il canale in lingua inglese della tv statale Cctv, registrata il 13 maggio e trasmessa sabato notte, ha affermato che "l'Istituto cinese di virologia di Wuhan possiede tre ceppi vivi di coronavirus legati a pipistrelli, ma nessuno di questi corrisponde a quello del Covid-19".

24 maggio 16:18 In Russia il più alto numero di morti in 24 ore dall’inizio dell’emergenza

La Russia ha fatto registrare il numero più alto di morti in 24 ore da quando è iniziata l'epidemia di coronavirus, 153, ma anche il numero più basso di nuovi contagi in un giorno dal primo maggio, 8.699. E' quanto riferisce il centro anti-coronavirus di Mosca. Il totale dei contagi è  salito a 344.481 con un tasso di cescita del 2,6% rispetto al 2,9% di sabato. A Mosca i nuovi casi sono stati 2.516, con un totale per la capitale di 163.913. I decessi a livello nazionale sono complessivamente 3.541, 113.300 persone sono considerate guarite. Molti osservatori ritengono che i dati delle vittime in Russia sia sottostimato, ma Mosca respinge queste tesi.

24 maggio 16:06 Ilaria Capua: “La pandemia ci insegna che dobbiamo rispettare Madre Natura o ci estingueremo”

"Il Covid è una malattia delle città, legata ai trasporti e all’ambiente: a Milano e in Lombardia non sarà mica stata colpa solo del servizio sanitario. Dobbiamo ripensare il futuro, la pandemia è la prova che non possiamo strafare e permetterci di non essere perdonabili da Madre natura, perché ci estingueremmo". Il monito è stato lanciato da Ilaria Capua, la virologa italiana che dirige il One Health Center of Excellence in Florida. "Bisogna progettare una coesistenza virtuosa e civile con la natura. Costruire una mappa mentale guidata da quello che Covid-19 ci ha forzato a fare. Dobbiamo pensare a un futuro meno di corsa, con meno macchine e meno aerei. Oggi si sta risvegliando un movimento trasformativo dal basso, sto raccogliendo centinaia di ricercatori di altissimo livello e di diverse discipline. C’è tutta una rete intorno alle città lombarde molto attiva, con una popolazione che si muove in continuazione. I raggruppamenti di massa sono a rischio perché prevedono la vicinanza fisica di persone che potrebbero essere infette. Ne basta una".

24 maggio 15:05 Il virologo Silvestri: “Continua la ritirata del virus”

"La ritirata di Covid-19 continua imperterrita. Siamo al cinquantesimo giorno consecutivo in cui cala il numero totale dei ricoveri in terapia intensiva (TI) per Covid-19 in Italia – da 595 a 572, quindi di altre 23 unità, e siamo ormai al 14% del picco". A scriverlo questa mattina Guido Silvestri, virologo e docente alla Emory University di Atlanta, all'interno della rubrica ‘Pillole di ottimismo' che quotidianamente tiene sul suo profilo Facebook. Lo scienziato evidenzia che è in calo anche il numero dei ricoveri ospedalieri (da 8.957 a 8.695) e dei casi attivi (da 59.322 a 57.752). "Siamo ormai al giorno diciannove dalla riapertura del 4 maggio – sottolinea -, e del tanto temuto ritorno del virus non si vede neanche l'ombra". Silvestri fa quindi un riferimento ai "modelli catastrofisti", secondo i quali "la stagionalità del virus non esiste, non c'è nessun effetto del clima e l'unica cosa che riduce la diffusione di Covis-19′ è la chiusura". "Ora, per spiegare che a 19 giorni dalla riapertura i contagi continuano a scendere anziché risalire – dice ancora il virologo -, i catastrofisti devono postulare che ci sia in realtà un grande aumento dei casi che non è ancora stato scoperto, perché si fanno troppo pochi tamponi e/o perché c'è un ritardo nel segnalare i nuovi contagi, ma si scoprirà nei prossimi giorni".

24 maggio 13:47 Bonaccini: “Fare attenzione, richiudere sarebbe un colpo mortale”

"Ho visto assembramenti in diverse piazze anche in città della mia Regione e ho visto qualcuno di troppo con la mascherina abbassata o troppo vicino prendendo troppa confidenza all'aperto dico di stare attenti. Se parliamo di ripartenza è grazie allo straordinario lavoro dei medici ma anche alle restrizioni e ai sacrifici che abbiamo chiesto agli italiani. Non vorrei che per qualche irresponsabile vanificassimo questi sacrifici perché se dovessimo chiudere quello che ha riaperto o sta riaprendo sarebbe un colpo mortale". A dirlo, in un'intervista rilasciata a Sky TG24, il presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini.

24 maggio 12:57 Boccia: “60mila posti per assistenti civici durante la fase 2, bando per i disoccupati”

In arrivo 60 mila "assistenti civici" che avranno il compito di aiutare e vigilare durante la fase 2. In settimana sarà lanciato il bando rivolto "a inoccupati, a chi non ha vincoli lavorativi, anche percettori di reddito di cittadinanza o chi usufruisce di ammortizzatori sociali". Lo annunciano in una nota congiunta il ministro per gli Affari regionali e le Autonomie, Francesco Boccia, e il presidente dell’Anci, Antonio Decaro, sindaco di Bari, spiegando che gli assistenti saranno "individuati su base volontaria".

24 maggio 12:40 “L’app Immuni sarà disponibile tra massimo 10 giorni”: l’annuncio del viceministro Sileri

"La App Immuni sarà disponibile tra 5 massimo 10 giorni". Lo ha annunciato il viceministro della Salute, Sileri, ospite di Agenda su SkyTg24 interrogato proprio sull'app di tracciamento dei contagi. Sileri, che ha manifestato preoccupazione per gli assembramenti che si sono visti sulle spiagge e durante la movida, ha anche precisato che "se i contagi dovessero risalire, le regole potrebbero cambiare".

24 maggio 12:05 Il virologo Pregliasco: “Allentamento dell’attenzione potrebbe essere pericoloso”

E' "il paradosso della prevenzione: ammonire e difendere dai rischi potenziali viene percepito come un atto ostile. Quando stanno male, invece, pendono dalle tue labbra". Così il virologo Fabrizio Pregliasco docente di Igiene e medicina preventiva all'Università Statale di Milano, direttore sanitario dell' Istituto Galeazzi e supervisore scientifico del Pio albergo Trivulzio, intervistato dal Corriere della Sera commenta insulti e minacce ricevute online. "Hanno scritto che rovino la vita della gente sulla base di nulla e mi hanno augurato la morte" ha aggiunto. La risposta degli italiani all'emergenza, soprattutto nella prima fase "è stata molto buona. Adesso, purtroppo, stiamo assistendo a un allentamento dell'attenzione che potrebbe essere pericoloso". Bisogna lavorare "nell' ottica di prevenire lo scenario peggiore possibile". In Lombardia "il virus ha coinvolto più del 10 per cento della popolazione ed è ancora in circolazione. Quindi se si ricreano le situazioni favorevoli al contagio non possiamo non preoccuparcene".

24 maggio 11:58 Allarme Anif: “Il 30 per cento dei centri sportivi non riaprirà domani”

"Il 30 per cento dei centri sportivi domani non riaprirà. Finalmente si riparte, l’impegno del governo è stato notevole, ma non basterà a salvare i tanti che rischiano il fallimento". E' questo l'allarme lanciato da Giampaolo Duregon, presidente di Anif, l’Associazione nazionale impianti sport & fitness affiliata a Confindustria, che chiarisce all’Agi che domani, lunedì 25 maggio, tra i circa 100mila centri sportivi italiani, una fetta non potrà riaprire le porte.

24 maggio 11:24 Al via da domani il giro d’Italia delle Frecce Tricolori: il programma

In vista del prossimo 2 giugno, giorno in cui si festeggia la proclamazione della Repubblica, l'Italia sarà unita e letteralmente abbracciata dalle Frecce Tricolori che sorvoleranno tutte le regioni, dalla Valle d'Aosta alla Sicilia. Il giro d'Italia della Pattuglia acrobatica nazionale, sottolinea la Difesa, comincerà il 25 maggio e toccherà, in cinque giorni, tutti i capoluoghi di Regione, in segno di "unità, solidarietà e di ripresa". Sorvoleranno anche Codogno, prima zona rossa dell'emergenza sanitaria che ha colpito il Paese.

24 maggio 10:49 Al via domani test sierologico su 150mila persone residenti in duemila comuni italiani

Al via da domani, lunedì 25 maggio, l'indagine di sieroprevalenza dell’infezione da virus SarsCoV2 per capire quante persone nel nostro Paese abbiano sviluppato gli anticorpi al nuovo Coronavirus, anche in assenza di sintomi. L'operazione verrà svolta da Ministero della Salute e Istat in collaborazione con la Croce Rossa. Il test verrà eseguito su un campione di 150mila persone residenti in duemila Comuni, distribuite per sesso, attività e sei classi di età. Gli esiti dell’indagine, diffusi in forma anonima e aggregata, potranno essere utilizzati anche per altri studi scientifici e per l’analisi comparata con altri Paesi europei. Partecipare non è obbligatorio, ma conoscere la situazione epidemiologica nel nostro Paese serve a ognuno di noi, si legge in una nota dell’Istat.

24 maggio 10:31 Fase 2, da lunedì 25 maggio riaprono palestre, piscine e scuole guida

Continua il programma di riaperture della fase 2 dell'emergenza Coronavirus. Secondo il calendario realizzato dal Governo, domani, lunedì 25 maggio, riapriranno palestre, piscine ma anche luna park e scuole guida, che dovranno osservare le rigide regole di sicurezza e distanziamento sociale stabilite dal comitato tecnico-scientifico.

24 maggio 10:08 La Cina: “Sull’orlo di una nuova guerra fredda con gli Usa”

La Cina e gli Stati Uniti sono "a un passo da una nuova Guerra Fredda". Lo ha dichiarato il ministro degli Esteri cinese Wang Yi, spiegando che i due Paesi "non dovrebbero avere conflitti e cooperare in una logica di rispetto reciproco". Allo stesso tempo, ha aggiunto, "gli Stati Uniti devono rinunciare a voler cambiare la Cina e rispettare la sua volontà di sviluppo nazionale".

24 maggio 09:54 Cina, capo laboratorio Wuhan: affermazioni Usa sul Coronavirus “pure invenzioni”

Le affermazioni promosse dall'amministrazione Trump secondo cui la pandemia globale di Coronavirus sia stata originata dall'Istituto di virologia di Wuhan sono una "pura invenzione", ha detto il direttore dell'istituto. Wang Yanyi è stato citato dai media statali domenica sostenendo che l'istituto non aveva "nessuna conoscenza prima di allora né avevamo mai incontrato, ricercato o tenuto il virus. Non sapevamo nemmeno dell'esistenza del virus, quindi come poteva essere trapelato dal nostro laboratorio quando non lo avevamo?". Il presidente Donald Trump e il segretario di Stato Mike Pompeo hanno ripetutamente affermato di sospettare che il virus scoperto per la prima volta nella Capitale dell'Hubei sia stato in qualche modo rilasciato dal laboratorio, anche se la maggior parte degli scienziati afferma che l'agente patogeno che ha infettato 5,3 milioni e ucciso più di 342.000 è stato passato dai pipistrelli agli umani attraverso una specie intermedia probabilmente venduta in un mercato umido alla fine dello scorso anno.

24 maggio 09:34 Il virologo Crisanti”: Troppe bugie a fini politici, sono indignato”

"È una polemica a senso unico. Io l'ho ignorata fino all'ultimo, ma quando vengono dette delle bugie a fini politici, con sprezzo di tutte le sofferenze e dei morti, devo rispondere perché sono indignato. Si vuole riscrivere la narrativa per accaparrarsi un dividendo politico". Lo ha detto in un'intervista a Il Fatto Quotidiano il virologo Andrea Crisanti, professore di Microbiologia a Padova. "Se in Veneto – aggiunge Crisanti – esisteva un piano regionale sui tamponi al 31 gennaio allora mi devono spiegare come mai l'11 febbraio il direttore della Sanità regionale mi ha minacciato di danno erariale perché cercavo di intercettare gli asintomatici che venivano in Italia. Sia chiaro che se non fossi stato fermato, probabilmente le prime infezioni le avremmo intercettate e l'epidemia avrebbe avuto un corso completamente diverso. Chi ha scritto quelle lettere ha una responsabilità precisa. Mi indigna che queste persone tentino di riscrivere la storia"

24 maggio 09:03 In India è record di contagi da Coronavirus: 6.700 nuovi casi in 24 ore

L'India ha registrato 6.767 casi di Coronavirus nelle ultime 24 ore: si tratta del più alto aumento giornaliero mai segnato dall'inizio della pandemia nel Paese. Lo ha reso noto il ministero della Sanità, secondo cui i nuovi contagi portano il totale a quota 131.868. Finora in India sono morte a causa della malattia 3.867 persone.

24 maggio 08:44 Il New York Times pubblica in prima pagina i nomi di mille vittime Covid: “Nessuno era solo un numero”

Il famoso New York Times ha pubblicato in prima pagina nell'edizione della domenica i nomi di mille vittime del Coronavirus nell’intento di segnare una pietra miliare nella storia dell’epidemia. "Mille persone rappresentano solo l’uno per cento del bilancio totale dei morti – spiega il giornale in una breve introduzione -. Nessuno di loro era solo un numero". Accanto ai nomi, è stato pubblicato un breve necrologio. Intanto, negli Usa contano circa 97mila vittime, avvicinandosi a quota 100mila.

24 maggio 08:37 Vanno a messa dopo la riapertura: 40 contagiati e 6 ricoverati

In Germania, a Francoforte, più di 40 persone sono state infettate dal Coronavirus dopo aver partecipato a una messa. Sei sono state ricoverate in ospedale. La funzione si era svolta il 10 maggio, pochi giorni dopo la riapertura dei luoghi di culto. Nella vicino distretto di Main-Kinzig-Kreis 16 persone che avevano preso parte ad un evento si sono infettate. Berlino ha cominciato da settimane ad allentare le misure restrittive per il contenimento dell'epidemia, ma c'è paura per una possibile seconda ondata. Quanto alla riapertura delle chiese, è un tema molto delicato, non solo in Germania. In Francia, una riunione di una settimana organizzata da una chiesa evangelica alla fine di febbraio, alla quale avevano partecipato circa 2000 persone, era stata la fonte di dozzine di focolai in tutto il paese.

24 maggio 08:27 Scuola, le regole per ripartire a settembre: un metro tra i banchi e obbligo di mascherina

Come si andrà a scuola a settembre? L'idea di scienziati e istituzioni è quella di riaprire dopo mesi di lockdown a causa dell'emergenza Coronavirus, ma bisogna capire come. Secondo il rapporto del comitato di esperti, come riporta il quotidiano La Repubblica, per riprendere a pieno regime le lezioni in presenza in aula i banchi dovranno essere posizionati a distanza di un metro l'uno dall'altro e le mascherine dovranno essere obbligatorie dalla primaria alle superiori. Si dovrà stare in classe con la protezione, e non sarà semplice. La si potrà abbassare se il prof interroga e la cattedra è ad almeno due metri, come già concesso per la Maturità. Per quanto riguarda la mensa varranno le regole dei ristoranti, come gli ingressi scaglionati.

24 maggio 08:06 Gli Usa vicini ai 100mila morti per Covid: altri 1.127 nelle ultime 24 ore

Negli Stati Uniti si sono quasi raggiunti i 100mila morti per Covid-19. Solo nelle ultime 24 ore sono stati 1.127, in lieve calo rispetto al giorno precedente quando se ne erano contati 1.260, che porta il totale a 97.048.  È quanto emerge dai dati della John Hopkins University, secondo la quale i contagi nel Paese sono 1,62 milioni.

24 maggio 07:00 Le ultime notizie sul Coronavirus in Italia e nel mondo di domenica 24 maggio

I contagi da Coronavirus in Italia sono 229.327, in aumento di 669 casi rispetto al giorno presente, secondo quanto riferito dalla Protezione Civile nel suo consueto bollettino. Ecco la situazione sui contagi regione per regione:

Lombardia: 86.825

Piemonte: 30.137

Emilia Romagna: 27.513

Veneto: 19.069

Toscana: 10.047

Liguria: 9.427

Lazio: 7.607

Marche: 6.701

Campania: 4.744

Puglia: 4.448

Trento: 4.395

Sicilia: 3.421

Friuli VG: 3.233

Abruzzo: 3.221

Bolzano: 2.590

Umbria: 1.430

Sardegna: 1.356

Valle D'Aosta: 1.177

Calabria: 1.157

Molise: 431

Basilicata: 398

Prima domenica di nuova Fase 2, iniziata lunedì 18 maggio. Il Governo ha emanato delle linee guida per la riapertura degli stabilimenti balneari e di tutte le attività in spiaggia, in vista dell'estate 2020. In relazione agli spostamenti tra Regioni, il Ministro Boccia ha confermato che si darà il via ad aperture graduali qualora il rischio resti basso in tutte le regioni. Da domani riaprono anche palestre e piscine, con nuove regole per permettere il distanziamento sociale e contenere la diffusione del contagio. In Friuli Venezia Giulia via libera ai centri estivi a partire dal 3 giugno, in Veneto dal 1 giugno apriranno i servizi per l'infanzia, per i quali il Governo ha previsto specifiche regole e linee guida. Il Commissario straordinario Domenico Arcuri ha dichiarato che le mascherine non avranno l'IVA e costeranno 50 centesimi.

Oltre 5 milioni di contagi da Coronavirus nel mondo; il Brasile diventa il secondo Paese per casi da Covid-19, dietro solo agli Stati Uniti. Aumentano i contagi in India e in America Latina, l'Austria consente il corridoio tra Germania e Italia per il transito dei turisti. Arriva l'ufficialità per la ripartenza della Liga spagnola, al via dall'8 giugno.