21 maggio 10:47 Camera, bagarre in Aula: M5s attacca sanità lombarda e scoppia il caos

Caos in Aula alla Camera, dopo l’informativa del presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, sulla fase 2. La bagarre scoppia mentre parla il deputato del Movimento 5 Stelle, Riccardo Ricciardi, che attacca la sanità Lombardia, la gestione della crisi nella Regione guidata dalla Lega e fa riferimento anche alle parole dell’assessore al Welfare, Giulio Gallera. “Chi critica Conte propone il modello Lombardia, un ospedale da 21 milioni per 25 pazienti, ecco come sono stati spesi i soldi delle tasse e dei cittadini”, attacca Ricciardi. Scoppiano le proteste dell’opposizione: dai banchi della Lega iniziano a urlare “buffone, buffone”. Alcuni deputati del Carroccio si avvicinano alla base dell’emiciclio, da dove Ricciardi sta parlando. Lui, tra una sospensione e l’altra, continua a provocare parlando di Lega e sanità lombarda. Il presidente della Camera, Roberto Fico, alla fine è costretto a sospendere la seduta. Non solo per il caos e l’impossibilità di andare avanti, ma anche per il mancato rispetto delle misure sul distanziamento sociale venendosi a creare situazioni di affollamento in Aula.

21 maggio 10:39 Dal 25 maggio test sierologici volontari, presto sperimentazione su app Immuni

Sul fronte dell'osservazione epidemiologica, il premier Conte nel suo discorso alla Camera ha annunciato che dal 25 maggio partiranno i test sierologici volontari. "Saranno su campione", ha spiegato aggiungendo che "arriveranno 5 milioni di kit con reagenti”. "In questa fase sono importanti test molecolari. Il 25 maggio partiranno i test sierologici gratuiti per 150mila cittadini per esclusiva finalità di ricerca scientifica", ha spiegato aggiungendo che per farli "occorrerà uno sforzo che si basa sul lavoro di volontari sul territorio" e ci sarà "una struttura nazionale di coordinamento". "Non confidiamo solo nell'autodisciplina dei singoli – ha detto tra le altre cose Conte – abbiamo definito un articolato sistema di controllo degli andamenti epidemiologici. L'Italia è primo posto per numero di tamponi per abitanti", che sono stati pari "fino a oggi a 3,17 milioni”. Conte ha spiegato che il tracciamento dei contagi rappresenta "il secondo pilastro" per il controllo epidemiologico nella fase 2 e "il governo ha introdotto una disciplina per realizzare la app Immuni nel pieno rispetto della privacy e della sicurezza nazionale. Nei prossimi giorni partirà la sperimentazione su questa nuova applicazione, i dati verranno usati solo per la tracciabilità del virus".

21 maggio 10:26 Centro europeo per il controllo delle malattie: “Europa si prepari a seconda ondata”

Andrea Ammon, direttrice del Centro europeo per il controllo delle malattie (Ecdc), lancia l’allarme per una seconda ondata dell’epidemia di Coronavirus nei paesi dell’Ue: "L'Europa dovrebbe prepararsi alla seconda ondata di Coronavirus, che non è più una teoria lontana. La domanda principale che dovremmo porci è quanto sarà grande". In una lunga intervista al quotidiano The Guardian ha fatto il punto della situazione dell'emergenza Covid-19 nei paesi dell'Ue.

21 maggio 10:09 L’appello di Conte: “Invito tutti a fare le vacanze in Italia”

"Vi invito a fare le vacanze in Italia, scopriamo le bellezze che ancora non conosciamo e torniamo a visitare e vedere ciò che non conosciamo", è l'appello del presidente del Consiglio Conte durante l'informativa alla Camera. "Così contribuiamo a rilanciare l’economia e far ripartire il nostro Paese", ha detto ancora presentando le misure in sostegno dei cittadini.

21 maggio 10:00 Conte: “Rischio aumento curva è calcolato, altrimenti mai in condizione di ripartire senza vaccino”

Conte nel suo discorso alla Camera ha rimarcato che il Covid-19 non è sparito ma che il governo ha l'obiettivo del "rischio calcolato” altrimenti non si sarebbe "mai stati in condizione di ripartire senza vaccino". Secondo il presidente del Consiglio, siamo adesso nella condizione di attraversare la fase due con fiducia e responsabilità perché conosciamo meglio il virus e sappiamo come proteggerci. "In Italia abbiamo fatto 3,17 milioni di tamponi. L'Italia è al primo posto nel rapporto tra tamponi e numero di abitanti", ha aggiunto in aula.

21 maggio 09:44 Conte alla Camera: “Peggio alle spalle, ma non è ancora il tempo della movida”

Il premier Giuseppe Conte interviene alla Camera per l’informativa urgente sulle misure per la nuova fase relativa all’emergenza epidemiologica Covid-19. "È tempo di riavviare il motore del Paese", ha detto il presidente del Consiglio, parlando della fase 2 dell'emergenza sanitaria. Conte ha parlato di questa come di una "sfida non meno insidiosa" di quella di inizio emergenza e del lockdown, ma ha rivendicato quanto siano stati importanti i sacrifici fatti dagli italiani. "Siamo consapevoli che quella che abbiamo davanti è una sfida ancora più difficile e non meno insidiosa di quella affrontata a inizio emergenza, di fronte al diffondersi del contagio, con misure restrittive sempre più severe. Siamo stati costretti a limitare gli spostamenti, a imporre il distanziamento sociale, a sospendere le attività. Gli italiani hanno pienamente compreso il rischio e hanno condiviso il grande sforzo collettivo. Le misure sono state ovunque rispettate con disciplina e consapevolezza. Se oggi possiamo constatare che il peggio è alle nostre spalle e lo affermo con tutta la prudenza, lo dobbiamo ai nostri cittadini", le parole del premier in Parlamento. "Forse non tutti avrebbero allora preso decisioni così incisive sui diritti fondamentali. A tre mesi dal primo caso di Codogno possiamo affermare, in coscienza, di aver compiuto la scelta giusta: l’unica in grado di contrastare la diffusione sull’intero territorio nazionale. Con la stessa determinazione, credo che sia giusto compiere una scelta verso un rapido ritorno alla normalità. Siamo nella condizione di attraversare la fase due con fiducia e responsabilità. Tutti conosciamo meglio il virus, sappiamo come proteggerci. E mi rivolgo a tutti e soprattutto ai giovani, dei quali è comprensibile l’entusiasmo per la ritrovata libertà di movimento: in questa fase rimane fondamentale l’uso delle mascherine e il distanziamento, non è ancora il tempo dei party e delle movida. Bisogna fare attenzione, anche per non esporre al contagio i propri cari".

21 maggio 09:30 Fase 2, Emilia Romagna riapre le spiagge il 23 maggio: quali sono le regole

L'Emilia Romagna fissa a sabato 23 maggio l'avvio ufficiale della stagione balneare in riviera: inizialmente prevista per lunedì 25, la riapertura degli stabilimenti balneari è stata anticipata di un paio di giorni per decisione della Regione. La raccomandazione è di evitare il concentramento solo in alcune porzioni di spiaggia, per facilitare e garantire sicurezza e distanziamento tra le persone. Nelle spiagge libere i Comuni possono prevedere accessi contingentati. Distanze di sicurezza, steward e pulizia sono i pilastri delle linee guida cui gli stabilimenti balneari romagnoli si sono adeguati per poter riaprire ai clienti già da questo fine settimana. I protocolli prevedono una superficie minima a ombrellone di 12 metri quadrati: indicativamente 4 e 3 metri tra paletti degli ombrelloni e delle file. Tra le attrezzature di spiaggia, come lettini e sdraio sulla battigia, dovrà esserci almeno un metro e mezzo di distanza. Le postazioni o gli ombrelloni saranno invece numerati e assegnati. In spiaggia ci saranno steward appositamente formati per accompagnare gli ospiti all'ombrellone o al lettino. I pasti saranno ordinati con un servizio di delivery con consegna per la consumazione all'ombrellone-lettino. In alternativa si potrà mangiare in aree ristorazione in grado di garantire il distanziamento sociale. Le aree giochi per i bambini saranno delimitate e con un numero massimo di presenze consentite. Servizi igienici, docce e cabine dovranno essere pulite e disinfettate ogni giorno e a ogni cambio di clientela. Nelle spiagge libere i Comuni avranno la possibilità di prevedere accessi contingentati.

21 maggio 09:23 Boccia: “Tre regioni a medio rischio, tutte le altre basso. Movida inaccettabile”

"Sulla mobilità interregionale chiedo di avere ancora un po' di pazienza. Oggi le regioni italiane sono tutte a basso rischio e tre a medio rischio, ma parliamo di dati che abbiamo alle spalle. Spero che la settimana prossima diventino tutte a basso rischio". Lo ha detto il ministro degli Affari regionali Francesco Boccia a Mattino Cinque. Anche Boccia ha parlato della movida che "non è solo intollerabile, ma rischia di essere un focolaio permanente". La movida in questa fase "non è accettabile. So che è faticoso dire ai ragazzi di stare a casa, ma la sicurezza non è un optional ma un obbligo e lo Stato interviene. Bisogna spiegarlo ai giovani che finora sono stati bravissimi", ha detto il ministro.

21 maggio 09:14 Aperitivi e assembramenti, si rischiano multe fino a 3000 euro. Conte: “Non è tempo di movida”

Le immagini della “movida” che da ormai qualche giorno rimbalzano sul web e arrivano da ogni zona d’Italia, con giovani spesso assembrati e senza mascherina, allarmano il governo e le forze dell’ordine. Lo ha detto chiaramente il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, che ha spiegato che non è ancora il tempo dei party e della movida, perché la curva dei contagi può ancora risalire. Per cui è necessario controllare le piazze e tutti i luoghi in cui ci si riunisce per l’aperitivo e anche sanzionare, con multe fino a 3000 euro, chi non rispetta i divieti in questa fase. Il capo della Polizia Franco Gabrielli ha inviato una circolare ai questori in cui raccomanda il massimo impegno verso l’attività di controllo del territorio. Gran parte delle pattuglie finora impegnate a effettuare le verifiche delle autocertificazioni si concentreranno in quei luoghi pieni di locali e bar dove ci si incontra per bere, mangiare, o semplicemente chiacchierare. Il primo intervento sarà un invito a rispettare il divieto e a stare distanti, ma se non dovesse sortire effetto scatterà la sanzione da 400 a 3000 euro di multa.

21 maggio 09:02 Informativa sulla Fase 2, alle 9.30 Conte alla Camera

Attesa per il discorso del premier Giuseppe Conte nelle due Aule del Parlamento. Alle 9.30 si parte con Montecitorio, alle 12.30 Conte sarà a Palazzo Madama. Il presidente del Consiglio riferisce sull'emergenza Covid-19 e sulle riaperture. A seguire si svolgerà il dibattito, senza votazione.

21 maggio 08:54 Trump precisa: “Entro due giorni concludo la cura con l’idrossiclorochina

Il presidente americano Donald Trump ha fatto sapere che smetterà di assumere "entro due giorni" l'idrossiclorochina. "Credo che la cura si concluda entro uno o due giorni", ha detto Trump, che ha iniziato a prendere il farmaco in via preventiva dopo che un membro del suo staff è risultato positivo al tampone per il Coronavirus. In precedenza l'addetta stampa della Casa Bianca, Kayleigh McEnany, aveva difeso l'uso del medicinale definendolo "sicuro", secondo quanto riportato dall'emittente Cnn. "L'idrossiclorochina è stato usato per 65 anni per il lupus, l'artrite e la malaria. Ha un profilo molto sicuro", aveva detto. Tuttavia, aveva sottolineato "come qualsiasi altro medicinale, deve essere prescritto da un medico ad un paziente, e nessuno deve assumerlo senza una ricetta del proprio medico".

21 maggio 08:37 Sono più di 5 milioni i casi di coronavirus nel mondo

Sono ormai più di 5 milioni i casi di coronavirus nel mondo. Il bilancio aggiornato della Johns Hopkins University parla in questo momento di 5.000.038 contagi e di 328.172 decessi a livello globale. Gli Stati Uniti restano il Paese più colpito con 1.551.853 di casi e 93.439 morti dall'inizio dell'emergenza sanitaria.

21 maggio 08:23 Germania, i casi di contagio salgono a 176.752: +745 in un giorno

Il bilancio dei contagi da coronavirus in Germania sale di altri 745 casi per un totale di 176.752, secondo i dati del Robert Koch Institute. Le vittime sono complessivamente 8.147, con un aumento di 57 decessi nelle ultime 24 ore.

21 maggio 08:09 Crisanti: “Impreparati per la fase 2, giovani non hanno capito la gravità della situazione”

"Siamo arrivati alla Fase 2 impreparati. I giovani non hanno capito la gravità della situazione. Stiamo dando al virus l'opportunità di trasmettersi". Lo ha detto in un'intervista a Repubblica il microbiologo Andrea Crisanti, capo del laboratorio di virologia dell'ospedale di Padova, secondo cui la “colpa” non è tanto dei ragazzi, “quanto delle istituzioni che hanno inviato loro messaggi ambigui e incoerenti”. L'errore è stato, secondo Crisanti, il rivolgersi nel chiedere "cautela soprattutto agli anziani e ai soggetti deboli, dimenticandoci però che sono i giovani che si infettano più facilmente”. Crisanti ha parlato anche dell’utilità delle mascherine: “Servirebbero se le indossassimo tutti, cosa che non mi pare che accada. Comunque non è vero che ci sono ovunque, mi arrivano segnalazioni che, in alcune zone d'Italia, ancora non si trovano". "Se il governo ritiene che le mascherine servano le deve fornire a tutti – ha detto ancora il microbiologo -. Se invece non ha scorte sufficienti, deve ammettere con chiarezza come stanno le cose. Anche sulle mascherine i messaggi sono stati ambigui: all'inizio hanno detto che servivano quelle certificate, poi andavano bene non certificate, ora invece dicono che si possono usare quelle fatte in casa. In questo modo induci i giovani a sottovalutare, a ritenere che qualcuno li stia prendendo in giro. Lo stesso si può dire con le distanze sociali: sulla spiaggia tre metri, nei ristoranti uno… dov'è l'elemento razionale?". Crisanti ha parlato anche dell’app di tracciamento: "Prima era obbligatoria, poi è diventata facoltativa. Ora dicono che funzionerà se la usa il 60 per cento degli italiani. Considerando che i positivi sono almeno quattro volte di più di quelli diagnosticati, la app potrebbe rivelarsi poco efficace".

21 maggio 07:56 In Messico record di morti: 424 in un solo giorno

Il Messico ha registrato il dato più alto di decessi su base giornaliera legati all'epidemia di coronavirus dall'inizio della crisi: sono 424 le vittime delle ultime 24 ore. Registrati anche in un giorno 2.248 contagi, secondo il ministero della Salute. I casi confermati quindi sono 56.594 e i morti 6.090.

21 maggio 07:44 Giro di mazzette in Sicilia, arrestato il Commissario regionale Covid-19

Una operazione della Guardia di Finanza ha svelato un intreccio perverso su un sistema che avrebbe consentito di pilotare appalti milionari della Sanità in Sicilia. L'indagine, che coinvolge imprenditori e funzionari pubblici, ha portato all'arresto di dieci persone accusate, a vario titolo, di corruzione. È stato accertato un giro di mazzette che ruotava intorno alle gare indette dalla Centrale Unica di Committenza della Regione Siciliana e dall'Asp 6 di Palermo per un valore di quasi 600 milioni di euro. Tra gli arrestati ci sono anche Antonio Candela, attuale Coordinatore della struttura regionale per l'emergenza Covid-19 in Sicilia, e l'attuale direttore dell'Asp di Trapani Fabio Damiani. Candela, che è ai domiciliari, è stato Commissario Straordinario e Direttore generale dell'Asp di Palermo.

21 maggio 07:38 Quasi 20.000 contagi in un giorno in Brasile

La pandemia spaventa sempre di più il Brasile. Sono la cifra record di 19.951 i nuovi contagi registrati nelle ultime 24 ore nel Paese. Lo ha annunciato il ministero della Salute, precisando che il totale sale a 291.579 casi. Le vittime sono state oggi 888, che fanno così aumentare il bilancio totale a 18.859.

21 maggio 07:25 Usa, 23.285 nuovi casi e 1.518 morti in 24 ore

Gli Stati Uniti hanno registrato 23.285 nuovi casi di coronavirus e 1.518 morti legate alla pandemia, secondo i dati aggiornati della Johns Hopkins University. Il totale passa quindi ad almeno 1.551.853 di contagi e 93.439 morti. New York resta lo stato più colpito seguito dal New Jersey, Illinois e Massachusetts.

21 maggio 07:00 Le ultime notizie sul Coronavirus in Italia e nel mondo di giovedì 21 maggio

Sono 227.364 i contagi da Coronavirus in Italia secondo l'ultimo bollettino della Protezione Civile, trasmesso nella giornata di ieri. Aumentano di 665 unità i nuovi casi da Covid-19. Ecco la mappa del contagio in tutte le regioni italiane:

Lombardia: 85.775

Piemonte: 29.885

Emilia Romagna: 27.364

Veneto: 19.030

Toscana: 9.982

Liguria: 9.289

Lazio: 7.533

Marche: 6.677

Campania: 4.714

Puglia: 4.407

Trento: 4.368

Sicilia: 3.411

Friuli VG: 3.209

Abruzzo: 3.205

Bolzano: 2.587

Umbria: 1.427

Sardegna: 1.355

Valle D'Aosta: 1.175

Calabria: 1.156

Molise: 422

Basilicata: 393

La Fase 2, iniziata il 18 maggio, entra nel vivo: nonostante il generale rispetto delle regole, in alcuni Comuni si sono verificati casi di assembramento e movida che hanno portato i Governatori di alcune Regioni a minacciare un nuovo lockdown qualora non vengano rispettate le misure di contenimento del contagio. Il Ministro Boccia frena sulla riapertura delle Regioni dal 3 giugno, dichiarando che le aree ad alto rischio non potranno partecipare alla mobilità interregionale. Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto rilancio: oltre 50 miliardi di euro per il sostegno a famiglie e imprese. Dal 2 giugno Alitalia ripristinerà i voli internazionali per New York, la Spagna e il Sud America, oltre a introdurre voli agevolati per la Sardegna. La ministra dei trasporti De Micheli ha dichiarato che dal 3 giugno potranno riaprire tutti gli aeroporti. La Regione Veneto si organizza per effettuare i tamponi in "pool", utilizzando una sola provetta ogni dieci test. Intanto una ricerca dimostra che un milanese su dieci aveva gli anticorpi contro il Coronavirus prima del 21 febbraio, e che quindi l'epidemia circolava già da molto prima del cosiddetto "paziente zero".

Quasi 5 milioni i casi di Coronavirus nel mondo; l'Università di Cambridge comunica che per almeno un anno non saranno previste lezioni in presenza. Superati in Russia i 300mila contagi da Coronavirus, record di morti nella giornata di ieri; centinaia di contagi nella più grande miniera d'oro della Russia, in Siberia. Il Presidente Trump ha dichiarato che è "un onore" detenere il primato dei casi da Coronavirus nel mondo, e ha poi aggiunto che "l'incompetenza della Cina ha provocato una strage mondiale"; anche la cerimonia degli Oscar potrebbe essere rinviata a causa della pandemia. Nel mondo ci sono stati oltre 100mila casi nelle ultime 24 ore: è il dato più alto dall'inizio della pandemia.