I medici credevano che fosse solo influenza, ma, dopo analisi approfondite, si è scoperto che quel rigonfiamento che cresceva sempre di più accanto alle sue labbra era un tumore alla bocca. Lotta ora tra la vita e la morte Clara van Heerden, che a breve dovrà sottoporsi ad una delicata operazione chirurgica per ricostruire la mascella e le labbra, utilizzando la pelle delle braccia. Il suo calvario è iniziato tre anni fa: era il 2016 quando la donna, sulla trentina, accusando malori e uno strano rigonfiamento sul viso, si era rivolta al medico di famiglia a Pretoria, in Sud Africa, dove vive. Trasferita all'ospedale Steve Biko e dopo essere stata visitata da alcuni specialisti, le è stato detto di non preoccuparsi perché si trattava di una semplice influenza curabile con antibiotico. E così ha fatto.

Ma quel rigonfiamento sul labbro continuava a crescere, finché non ha sviluppato una infezione, per la quale è stata ricoverata. Analisi più approfondite, effettuate a dicembre dello scorso anno, hanno rivelato che si trattava in realtà di un cancro, che si era nel frattempo diffuso anche alla mascella e ai linfonodi. Clara ha anche lanciato una pagina Facebook per aggiornare i suoi amici sulle sue condizioni, soprattutto ora che dovrà subire una delicata operazione chirurgica, che è già stata rinviata una volta perché il suo fisico era troppo debole per affrontare un intervento simile. Il marito Anton, 28 anni, ha raccontato alla stampa locale che "dall’inizio di questo mese la donna non riesce più mangiare, ha perso 30 chili in due mesi, il dolore è talmente forte che non può nemmeno muoversi bene. Spero che tutto inizi a funzionare per il meglio", spiegando poi che "i medici useranno un pezzo del suo osso dell’anca per ricostruire la mascella che devono rimuovere e una parte della carne del suo braccio per il labbro". Intanto, l'ospedale ha aperto un'indagine interna per capire come si sia potuti arrivare a questo punto.