Nuovo allarme per le gocce di lassativo Guttalax, già in passato al centro di provvedimenti drastici per limitarne i rischi. La Società Boehringer Ingelheim ha, infatti, comunicato che procederà al ritiro dal mercato di altri lotti del farmaco, sospendendone immediatamente la distribuzione. Le confezioni interessate sono le seguenti, accompagnate dalla data di scadenza: GUTTALAX*OS GTT 15ML 7,5MG/ML – AIC 020949020: 631068A con scadenza minima 31.01.2021, 631069A con scadenza minima 31.01.2021, 631506C con scadenza minima 30.04.2021, 631506D con scadenza minima 30.04.2021, 631507B con scadenza minima 30.04.2021, 632258A con scadenza minima 30.06.2021, 632259A con scadenza minima 30.06.2021, 632260A con scadenza minima 30.06.2021, 633101A con scadenza minima 31.10.2021, 633102A con scadenza minima 31.10.2021 e per ultimo 633103A con scadenza minima 31.10.2021.

Come ha sottolineato Giovanni D'Agata, presidente dello Sportello dei Diritti, è stata la stessa azienda farmaceutica a predisporre il ritiro immediato dei lotti in questione. Si tratterebbe del farmaco utilizzato contro la stitichezza nei bambini e negli adulti, per acquistare il quale non è necessaria la prescrizione del medico, perché rientra nella categoria di farmaci OTC, cioè Over the Counter, vendibile liberamente come farmaco da banco. Non è la prima volta che le gocce Guttalax sono oggetto di un provvedimento simile: l'ultimo in ordine temporale si era avuto la scorsa estate, il 10 agosto 2018. Alcuni lotti furono eliminati dal mercato su ordine dell'Aifa, l'Agenzia del Farmaco. Si ricorda, in ogni caso, che il Guttalax è un lassativo e che per tanto non va preso con regolarità o per lunghi periodi, ma solo in caso di emergenza. Tra gli effetti collaterali che si possono verificare in seguito alla sua assunzione, ci sono diarrea, crampi addominali e dolori e, raramente, capogiro e vomito.