Una bambina di 4 mesi è morta dopo essere stata abbandonata nello scuolabus del suo asilo per cinque ore. Mercoledì scorso, la polizia di Jacksonville, ha ricevuto una chiamata d’emergenza dall’Ewing’s Love & Hope Preschool and Academy, secondo quanto dichiarato da un ufficio dello sceriffo della città della Florida in una nota su Facebook. Quando i soccorritori di emergenza sono arrivati sul posto, hanno trovato una bambina ancora legata al suo seggiolino all'interno del furgone. È stata subito ricoverata in un ospedale locale dove è stata dichiarata morta poco dopo.

Stando a quanto ricostruito, come ogni mattina, la piccola sarebbe stata prelevata da casa e portata a scuola in un pulmino guidato dal comproprietario della struttura Darryl Ewing (nella foto), ha spiegato la polizia. L’uomo, 56 anni, è arrivato all’Ewing’s Love & Hope intorno alle 8:25 e i bambini sono stati "fatti scendere e portati al centro". Tuttavia, la bambina di 4 mesi è stata lasciata all'interno. "Il sospetto ha parcheggiato il furgone di fronte all'asilo e ha lasciato il veicolo incustodito con la vittima ancora legata nel suo seggiolino nella terza fila del furgone", ha detto la polizia nella dichiarazione.

I dipendenti dell'asilo non si sarebbero resi conto del fatto l’alunna non fosse presente in classe fino a quando sua madre non ha chiamato a scuola per mettersi d’accordo sul ritorno a casa intorno alle 13:03, secondo la polizia. A quel punto, i dipendenti sono usciti fuori e hanno fatto la drammatica scoperta. A seguito di un'indagine preliminare, Ewing è stato arrestato. Si ritiene che la bimba abbia subito una "ferita legata al calore", dato che la temperatura a Jacksonville ha raggiunto i 33° mercoledì, ha spiegato Brian Kee, Assistente capo dello sceriffo di Jacksonville, in una conferenza stampa all'ABC News.