Ci sono feste di nozze perfette e quelle che purtroppo non riescono benissimo ma quella del  31enne statunitense Matthew Aimers  è stata sicuramente da dimenticar,  e non per colpa di altri. Dopo aver dichiarato il suo amore eterno alla sposa, infatti, durante  la cerimonia al ristorante, l'uomo si è lasciato andare un po' troppo, tentando prima di abusare sessualmente di una cameriera minorenne e poi scatenando una rissa fino a quando è stato fermato, arrestato e portato via in manette davanti alla sposa in lacrime. È quanto accaduto all'interno di un locale di Philadelphia, nello stato della Pennsylvania, dove si era svolto il banchetto nuziale.

Secondo l'accusa, l'uomo, probabilmente complice anche l'abuso di alcol, durante i festeggiamenti ha iniziato a molestare una cameriera minorenne offrendole anche 100 dollari per andare con lui ma al rifiuto di questa l'ha seguita in bagno e ha cominciato a toccarla ovunque. Fortunatamente la ragazza è riuscita a scappare ma lui, non contento, appena è venuto fuori dal bagno ha scatenato una violenta rissa tanto da rendere necessario l'intervento della polizia . Ora il 31enne deve rispondere delle accuse di aggressione sessuale nei confronti di una minorenne, aggressione e resistenza all'arresto.