Ha ucciso la moglie a coltellate dopo che lei l'ha lasciato per un suo ex col quale si era collegata tramite Facebook dopo più di 50 anni. David Thomas, 74 anni, avrebbe assassinato Sheila Thomas, 69 anni, nella loro ex casa di famiglia a Herne Hill, nel sud-est di Londra, quando è tornata a raccogliere alcuni oggetti. La vittima aveva deciso di mettere la parola ‘fine’ al matrimonio circa un mese prima, dicendo al suo nuovo partner che la vita con Thomas era stata "infernale", descrivendo come fosse stata “infelicemente sposata” per almeno 40 anni. Sheila da qualche tempo aveva accettato la corte di Victor Cassar, un vecchio amico di gioventù di 74 anni che l'aveva contattata sul popolare social network, e aveva cominciato a flirtare con lui. Le cose hanno iniziato ad andare bene. Sheila era di nuovo felice. Così ha fatto le valigie è andata a vivere con il suo nuovo fidanzato. Era il 28 giugno. Neanche un mese dopo, la donna ha trovato la morte.

Sheila doveva recuperare degli oggetti dalla sua vecchia casa. Il marito le aveva assicurato che non si sarebbe fatto trovare e che avrebbe potuto prendere tutto con calma, da sola. "Ma quella era una bugia", ha detto il procuratore Brian O'Neill. "Era lì, ad aspettarla, in attesa di ucciderla” ha aggiunto. Thomas aveva pianificato tutto, come stabilito dagli inquirenti: si era nascosto in una stanza, cogliendo di sorpresa la moglie. Alcuni vicini hanno sentito le urla disperate di Sheila che tentava idi difendersi e quelle minacciose di David che le chiedeva dove fosse andata a vivere. Poi un tonfo. E dopo un po’ le grida si sono fermate. L’uomo si è poi barricato in casa, salvo poi uscire sanguinante con delle ferite al petto che si era autoinflitto. "C'è stata una colluttazione – disse agli agenti – Mia moglie è al piano di sopra". Ha sempre negato le accuse, ma dopo la conclusione delle indagini è stato incriminato ufficialmente.