Ha atteso che i  suoi bambini gli fossero affidati per la settimana che gli spettava  come previsto dall'accordo di separazione dalla moglie avvenuto pochi mesi fa, poi ha preso un pistola che aveva in casa e ha fatto fuoco sui minori uccidendoli, infine ha rivolto l'arma contro se stesso e si è tolto la vita. È la tragica storia che arriva da Rockford, nello stato dell'Illinois, in Usa. Protagonista è il 58enne Peter S. Ruckman, noto professore universitario di scienze politiche al Rock Valley College e alla Northern Illinois University. Il dramma scoperto sabato in mattinata quando la polizia ha fatto irruzione in casa ritorvando i tre cadaveri in una pozza di sangue. Ad allertare gli agenti è stata l'ex moglie dell'uomo, Heidi, preoccupata dopo che per due giorni non era riuscita a mettersi in contatto con il 52enne e i figli

I due avevano divorziato in agosto e da allora però le cose sembravano essere risolte visto che i due avevano anche trovato un accordo per condividere la custodia dei bambini. "Stiamo cercando di capire quale sia stata la dinamica e cosa possa aver portato a questa tragedia" hanno spiegato gli inquirenti. Niente infatti lasciava presagire quanto accaduto e nessuno aveva mai avuto sentore che potesse accadere. L'uomo era molto conosciuto perché appariva anche in tv  e scriveva sui giornali come opinionista politico. Sconvolti e increduli anche i vicini di casa che lo descrivono come un uomo affabile e premuroso per i suoi bambini.