La Francia accoglierà parte dei 629 migranti salvati dalla nave Aquarius delle Ong Sos Mediterranée e Medici Senza Frontiere. Secondo quanto si apprende, le autorità transalpine hanno comunicato al governo Sanchez – che ha preso in carico l'approdo dell'imbarcazione aprendo il porto di Valencia dopo il respingimento deciso dai ministri italiani Salvini e Toninelli – di essere disponibili ad andare a prendere e portare in Francia tutti i migranti dell'Aquarius che decideranno di dirigersi nel Paese presieduto da Emmanuel Macron. Ad annunciare la decisione francese è stata la vicepremier spagnola Carmen Calvo, la quale ha inoltre fatto dapere di aver accettato la proposta del governo transalpino.

Il presidente spagnolo Pedro Sánchez, riferiscono i media iberici, ha ringraziato il presidente francese Emmanuel Macron, sottolineando che questa è la cooperazione "con cui l’Europa deve rispondere". Il gesto della Francia arriva dopo giorni di fortissime tensioni diplomatiche scatenatesi in seguito alla chiusura dei porti italiani disposta dai ministri dell'Interno e dei Trasporti, Matteo Salvini e Danilo Toninelli. L'atto del governo italiano era stato definito "cinico" dal presidente francese e il commento ha scatenato le furie di Salvini, Di Maio e del premier Giuseppe Conte, che ha minacciato di annullare l'incontro istituzionale con Macron, ma in seguito, nel giro di pochi giorni, la crisi è rientrata. 

I migranti comunque continuano a partire dalla Libia, dal Marocco e dalla Tunisia e nonostante il caos scatenatosi in seguito alla mossa di Salvini e Toninelli, il ministro dell'Interno italiano ha fatto sapere che il caso Aquarius sarà solo il primo di una lunga serie e che le navi delle Ong non potranno più approdare nei porti italiani. Intanto, gli sbarchi proseguono incessanti e la Guardia Civil spagnola ha reso noto di aver salvato complessivamente oltre 200 migranti in difficoltà in mare tra Gibilterra e Alboran, salpati dal Marocco. In queste ore, inoltre, un altro barcone, partito dall’Africa, è riuscito ad arrivare in prossimità di Lanzarote, isola delle Canarie, mentre venerdì le navi di soccorso spagnole si sono prodigate a soccorrere e assistere ulteriori 300 migranti.