Ha portato la figlioletta di 3 anni dal medico perché lamentava mal di stomaco. Ne è uscita devastata: la piccola ha un cancro al quarto stadio. Enya Gooding, 23 anni, di Collumpton, nel Devon, ha raccontato la sua drammatica storia al Sun. Aveva portato la piccola Cayla Jones dal dottore nel giugno dello scorso anno: la piccola da qualche giorno lamentava dei dolori alla pancia. Il medico ha inizialmente attribuito quei sintomi ad un'infezione urinaria e le ha somministrato un ciclo di antibiotici, ma Cayla si sentiva ancora male dopo aver terminato le cure. Enya ha così deciso di portarla da un altro medico il 2 luglio: ulteriori test hanno rivelato che aveva neuroblastoma al quarto stadio. La a bambina ha attraversato otto cicli di chemioterapia in soli 70 giorni, oltre a un intervento chirurgico per rimuovere il tumore, la chemioterapia e la radioterapia ad alte dosi. La famiglia sta ora raccogliendo fondi su JustGiving per un trattamento vaccinale negli Stati Uniti per prevenire le ricadute.

Enya ha ricordato quella triste giornata di luglio: "Il mio cuore è affondato, li ho sentiti dire che avevano trovato un tumore. Io e Brad [il padre di Cayla] siamo crollati, non riuscivamo a parlare. Non so se c'è un modo giusto per agire in quella situazione, abbiamo solo dovuto fare ciò che era giusto per noi e in quel momento ho capito che Cayla aveva bisogno che restassi calma" ricorda. Ora però la piccola sta meglio. “Quando è tornata a casa- ricorda ancora Enya – è stato così bello. Il suo appetito era migliore di prima”. Tra qualche giorno la piccola dovrà tornare in ospedale per le analisi e confermare se è davvero in via di guarigione prima del ciclo finale di radioterapia alla fine del mese. "È stato davvero difficile. Abbiamo dovuto destreggiarci tra un sacco di cose; non è mai stato facile, ma ci siamo riusciti e una risonanza magnetica ha mostrato che due terzi del tumore allo stomaco erano scomparsi”.