12 Settembre 2022
12:22

Ha predetto la morte della Regina su Facebook, ma è un trucco

Otto anni prima l’illusionista Davide Petrullo avevan postato la data del decesso di Elisabetta II, in realtà ha solo modifciato un post sul social.
A cura di Elisabetta Rosso

È un trucco di magia sulla bacheca di Facebook. L’illusionista ventiduenne Davide Petrullo ha ingannato quasi tutti. Sulla sua pagina social, infatti, appare il seguente post: “Elisabetta morirà l’8/09/22.. salvatevi questa data”, lo scrive il 26 ottobre 2014. 10.000 condivisioni, 7.000 reazioni. Ovviamente è solo un trucco.

Su Facebook infatti è possibile modificare un post pubblicato anche anni prima. La piattaforma, però, permette anche di accedere a una cronologia delle modifiche. Basta andare sui tre puntini che compaiono sopra al post e selezionare l’opzione “visualizza cronologie modifiche”. Qualcuno l’ha fatto e ha svelato il trucco. Si scopre infatti che Davide Petrullo ha modificato il post alle 20:06 dell’8 settembre, poco dopo l’annuncio ufficiale della Famiglia reale della morte della Regina. Il post dell’epoca, quello pubblicato il 26 ottobre 2014, conteneva in realtà questa frase: “Il tempo vola frate, su un jet privato”.

Potrebbe essere un precedete

Moltissime persone hanno fatto lo screenshot del post e l’hanno condiviso su WhatsApp e altre app di messaggistica. Su Facebook è possibile smascherare il trucco osservando la cronologia del post, attraverso uno screenshot no. E infatti moltissime persone sono state tratte in inganno. Il trucco di Petrulli è innocuo. Il caso però potrebbe spingere a nuove riflessioni. Si pensi al dibattito sul tasto edit di Twitter, il pulsante che permette di modificare i tweet. Pulsante che sta dividendo gli utenti della piattaforma. Il caso Petrullo potrebbe essere un inoffensivo precedente su cui riflettere.

Addio alla Regina Elisabetta, la sovrana dei social e della tecnologia
Addio alla Regina Elisabetta, la sovrana dei social e della tecnologia
No, la Regina Elisabetta non era un'amante degli animali
No, la Regina Elisabetta non era un'amante degli animali
Perché gli NFT su Instagram e Facebook potrebbero essere un problema
Perché gli NFT su Instagram e Facebook potrebbero essere un problema
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni