Quale compro
23 Marzo 2022
17:11

Migliori condizionatori portatili 2022: classifica, recensioni e guida all’acquisto

I migliori condizionatori e climatizzatori portatili del 2022 selezionati in base alla silenziosità, alle dimensioni, alla potenza, espressa in Btu/h, e alle recensioni positive espresse dagli utenti che li hanno acquistati su Amazon.
A cura di Quale Compro Team
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Quale compro

Valido aiuto nelle calde giornate estive, utili per combattere il caldo torrido e l'afa, i condizionatori portatili sono un'ottima alternativa ai condizionatori fissi, poiché sono molto più pratici, non richiedono lavori dispendiosi o l'intervento di un esperto per essere installati, possono essere spostati facilmente tra le diverse stanze della casa e hanno un costo minore. Negli ultimi anni, inoltre, vengono preferiti anche ai ventilatori.

I condizionatori portatili sono condizionatori monoblocco, privi di unità esterna, in grado di immettere aria fresca nell'ambiente, eliminando quella calda attraverso il tubo di scarico, che può essere spostato da finestra a finestra e non essere installato obbligatoriamente all'interno della parete. Funzionano attraverso un fluido refrigerante che, una volta trasformatosi in gas, riesce a "prelevare" l'aria calda presente nella stanza che si vuole raffreddare e a convogliarla verso l'esterno.

Sono in media più rumorosi e meno efficienti di quelli fissi, ma in commercio esistono condizionatori portatili silenziosi, perfetti da usare anche durante la notte, e modelli con una potenza refrigerante pari a 12.000 Btu/h, adatti ad ambienti di 40mq.

Molti modelli in commercio dotati di pompa di calore sono inoltre in grado non solo di raffreddare gli ambienti in estate ma anche di riscaldarli in inverno e di regolare il tasso di umidità, svolgendo anche la funzione di deumidificatore: parliamo, in questo caso, di climatizzatori portatili.

Sono dunque dispositivi pratici e versatili che si adattano a qualsiasi ambiente, complici le piccole dimensioni, ma il loro acquisto non può essere fatto con leggerezza: ci sono diversi fattori di cui tener conto, tra cui i consumi, la rumorosità, la potenza, espressa in Btu/h, e l'ingombro, oltre che le caratteristiche principali.

Per aiutarvi a capire quali sono i migliori condizionatori e climatizzatori portatili per le vostre esigenze tra i diversi modelli disponibili su Amazon di marche come De'Longhi Pinguino, Argo, Electrolux e Whirlpool, abbiamo stilato una classifica dei 9 migliori prodotti di questo tipo basandoci sulle recensioni degli acquirenti.

I migliori condizionatori e climatizzatori portatili del 2022: la classifica

Nella nostra classifica dei migliori condizionatori e climatizzatori portatili del 2022 troverete dieci alternative adatte a soddisfare le diverse esigenze di chi cerca un prodotto che dia sollievo dall'afa dei mesi estivi ma non vuole installare un condizionatore fisso, selezionate sulla base di caratteristiche, funzioni, dimensioni, prezzo e recensioni degli utenti.

1. Condizionatore portatile Oneconcept Baltic

Il miglior condizionatore portatile senza tubo

Quelli che comunemente vengono definiti condizionatori portatili senza tubo sono in realtà raffrescatori evaporativi, vale a dire dispositivi in grado di rinfrescare e deumidificare l'aria grazie alla vaporizzazione dell'acqua nel serbatoio. Ciò nonostante, abbiamo scelto di inserire un elettrodomestico di questo tipo nella nostra classifica perché molti acquirenti cercano dispositivi senza tubo in virtù della loro estrema praticità: il raffrescatore evaporativo OneConcept Baltic non fa eccezione.

Si tratta di un dispositivo 3 in 1 (raffrescatore evaporativo, ventilatore e deumidificatore) che non ha bisogno di installazione: basta infatti collegarlo alla corrente, scegliere la modalità che si preferisce e uno tra i tre livelli di potenza (basso, medio e alto) per rinfrescare l'ambiente e trovare sollievo nelle giornate più torride. Questo raffrescatore sfrutta infatti principi fisici per vaporizzare l'acqua presente nell'ampio serbatoio da 6 litri, in cui è possibile inserire le piastre eutettiche congelate o dei cubetti di ghiaccio per un'extra freschezza.

Dotato di sistema di filtraggio dell'acqua e filtro antipolvere, è sicuro per la salute perché garantisce che l'aria emessa sia priva di batteri e altre micro particelle che possono provocare allergie. Nonostante sia in grado di generare un potente flusso d'aria fino a 360 m³/h, ideale per stanze di medie dimensioni, i consumi sono ridotti: la potenza è di 65 watt, il consumo d'acqua di circa 1 litro per ogni ora di utilizzo.

Altro punto di forza di questo raffrescatore evaporativo è la facilità di trasporto, reso semplice dalla presenza delle quattro ruote girevoli e delle impugnature laterali, oltre che dalle dimensioni ridotte. Per controllarlo a distanza, infine, il telecomando in dotazione è l'ideale, ed è anche possibile impostare un timer per essere sicuri di non lasciarlo in funzione troppo a lungo.

Pro: versatile, facile da utilizzare e compatto, questo raffrescatore evaporativo rinfresca come un condizionatore ma non ha bisogno di installazione.

Contro: tra le tante recensioni, un solo utente non è soddisfatto del dispositivo, che ritiene troppo poco potente.

[/bozza]

1. Climatizzatore portatile Inventor Chilly

Il miglior climatizzatore portatile silenzioso

Uno dei principali punti di debolezza dei climatizzatori portatili è la loro rumorosità, spesso citata nelle recensioni online come elemento di criticità. Il motivo per cui il rumore risulta così fastidioso pur non raggiungendo alti livelli – in media emettono 64 decibel in modalità standard – è che il motore di questi apparecchi è integrato nella loro struttura, diversamente da quanto avviene per i condizionatori fissi, in cui viene collocato all'esterno. Alcuni acquirenti preferiscono dunque dispositivi come il climatizzatore portatile Inventor Chilly, che con i suoi 52 decibel è decisamente il più silenzioso della nostra classifica.

Se la silenziosità è sicuramente il principale punto di forza di questo dispositivo, non è di certo l'unico: si tratta infatti di un elettrodomestico 3 in 1, perfetto per raffreddare, ventilare e deumidificare gli ambienti. Proprio la modalità Dry è particolarmente efficace per eliminare l'umidità presente nell'aria, che viene raccolta nel serbatoio in grado di contenere fino a 51 litri di acqua al giorno. Le alette frontali possono essere regolate manualmente, in modo tale da scegliere come direzionare il flusso d'aria per garantire una circolazione uniforme e un ambiente fresco.

Per dormire sonni tranquilli anche nelle notti più calde la modalità sleep è l'ideale, perché permette di impostare un tempo di funzionamento per il dispositivo, evitando di lasciarlo in funzione tutta la notte. I consumi, in ogni caso, non sono un problema, perché la potenza di 9.000 Btu/h garantisce una piacevole sensazione di freschezza in breve tempo.

Il climatizzatore portatile è dotato di un display digitale a LED tramite cui è possibile impostare la modalità di funzionamento e scegliere la temperatura, ma queste stesse azioni possono essere svolte anche a distanza tramite il telecomando in dotazione. Il design compatto lo rende inoltre facile da spostare ovunque ce ne sia bisogno senza fatica.

Pro: il buon rapporto qualità/prezzo e la facilità di montaggio sono gli aspetti che hanno convinto maggiormente gli acquirenti.

Contro: nonostante sia uno dei climatizzatori portatili più silenziosi sul mercato, alcuni acquirenti lo reputano comunque molto rumoroso. Data la struttura di questi dispositivi, tuttavia, la rumorosità non può essere azzerata del tutto.

2. Climatizzatore portatile De'Longhi Pinguino PACEL98ECO

Il miglior climatizzatore portatile e deumidificatore

La possibilità di eliminare l'umidità presente nell'aria è una delle funzioni più apprezzate dei climatizzatori portatili, poiché garantisce un ambiente sano e contribuisce, in estate, ad abbassare la temperatura percepita. La modalità deumidificazione, con o senza serbatoio interno, è supportata da diversi modelli in commercio, da quelli più economici a quelli di fascia alta, ma la loro efficacia è spesso variabile. Se cercate un climatizzatore portatile e deumidificatore che sia affidabile, questo De'Longhi Pinguino PACEL98ECO potrebbe fare al vostro caso.

È infatti dotato di un'innovativa tecnologia denominata Eco Real Feel, che regola automaticamente il livello di temperatura e quello di umidità, combinandoli per garantire allo stesso tempo un ambiente confortevole e un considerevole risparmio energetico. Oltre alla funzione di deumidificazione, che consente di raccogliere circa 36 litri d'acqua in 24 ore, possono essere selezionate le modalità di raffrescamento, che raggiunge una potenza refrigerante di 10.700 Btu/h, e quella di ventilazione, in cui si può scegliere tra tre velocità.

Se lo smaltimento della condensa vi preoccupa, potete stare tranquilli: il dispositivo è dotato di un efficace sistema di ricircolo, per cui solo una piccola parte di acqua dovrà essere eliminata tramite il tubo di scarico. Altrettanto interessanti sono poi la funzione di auto-diagnosi e la presenza del filtro antipolvere, così come la modalità silenziosa che riduce al minimo la rumorosità, pari a 64 decibel.

Con maniglie laterali e rotelle alla base per un trasporto senza sforzo, questo condizionatore portatile può essere controllato tramite il pratico display a LED frontale oppure utilizzando il telecomando in dotazione, che può essere collocato nell'apposito alloggiamento quando non in uso.

Pro: l'ottimo rapporto qualità prezzo e l'elevata efficienza del prodotto, uniti alla tecnologia Eco Real Feel che garantisce bassi consumi, sono gli aspetti che più hanno convinto i consumatori.

Contro: si tratta di un climatizzatore portatile non particolarmente silenzioso, ma il rumore non impedisce di guardare la tv o svolgere le normali attività quotidiane.

3. Climatizzatore portatile Daitsu APD12HR

Il miglior climatizzatore portatile inverter

L'inverter è un dispositivo elettronico presente all'interno del motore dei climatizzatori in grado di regolare automaticamente la potenza del flusso d'aria in base alla temperatura della stanza, determinando un risparmio sui consumi. I climatizzatori portatili dotati di inverter non sono molti, poiché questa tecnologia è più frequente nei condizionatori fissi, ma tra quelli che ne sono provvisti il Daitsu APD12HR è senza dubbio il migliore.

Oltre ad avere l'inverter, infatti, ha anche la pompa di calore, che permette di riscaldare gli ambienti in inverno. Non solo: grazie alla funzione Dry elimina l'umidità dagli ambienti, grazie alla funzione Fan, invece, si comporta come un classico ventilatore a quattro velocità. È dotato di un piccolo serbatoio per raccogliere l'acqua di condensazione completo di sensore, per cui una volta pieno il funzionamento del dispositivo si blocca automaticamente per evitare perdite. In alternativa, l'acqua può essere eliminata tramite un tubo retraibile da collocare all'esterno, preferibilmente fuori ad una finestra.

L'elevata potenza di 12.000 Btu/h gli permette di rinfrescare stanze fino a 30mq, ma determina una rumorosità di 65 decibel, per cui non può essere ritenuto un modello silenzioso. Questa caratteristica viene però compensata dalla presenza della modalità sleep, da impostare di notte o in momenti in cui desidera un ambiente fresco ma allo stesso tempo silenzioso.

Oltre alla possibilità di controllare il condizionatore portatile tramite telecomando, è possibile impostare un orario di accensione o spegnimento fino a 24 ore prima grazie al timer integrato. Il peso è contenuto rispetto ad altri dispositivi simili, per cui spostarlo tra le diverse stanze risulta un'operazione piuttosto semplice e veloce.

Pro: un prodotto completo ed efficiente, dalle ottime prestazioni.

Contro: non si tratta di un dispositivo silenzioso, ma comunque il livello di rumorosità è paragonabile ad altri simili per caratteristiche e funzioni.

4. Condizionatore portatile Whirlpool PACW212HP

Il miglior condizionatore portatile con pompa di calore

Il condizionatore è uno strumento molto utile d'estate per raffreddare l'ambiente e abbassare la temperatura percepita, ma alcuni modelli, dotati di pompa di calore, possono essere utilizzati anche in inverno per eseguire l'azione opposta: riscaldare le stanze della casa. Anche definiti condizionatori portatili caldo/freddo, questi dispositivi svolgono dunque una doppia funzione, di raffreddamento e di riscaldamento. Tra le diverse alternative disponibili su Amazon il condizionatore portatile Whirlpool PACW212HP si distingue per potenza ed efficienza.

Con i suoi 12.000 Btu/h è uno dei modelli più potenti in commercio, in grado di garantire aria fresca d'estate e calda in inverno senza pesare eccessivamente sui consumi in bolletta. È infatti dotato di una innovativa tecnologia denominata 6° Senso, che grazie a sensori interni ed esterni rileva la temperatura della stanza ed imposta automaticamente il livello di temperatura, umidità e velocità del flusso d'aria, per garantire il massimo del comfort e ridurre i consumi di gas ed elettricità.

Altra importante caratteristica che lo rende un elettrodomestico dalle alte prestazioni è la presenza del filtro HEPA, il migliore per catturare e trattenere acari, allergeni e micro-particelle presenti nell'aria. Per quanto riguarda il livello di rumorosità, con i suoi 64 decibel questo modello rientra nella media, ma grazie alla modalità silenziosa il rumore può essere ridotto del 70% rispetto alla modalità standard.

Il design compatto e sottile assicura un facile spostamento del condizionatore portatile da una stanza all'altra, agevolato dalle ruote alla base e dalle maniglie laterali, mentre la presenza del telecomando – dotato anch'esso di sensore per il rilevamento della temperatura – permette il controllo a distanza.

Pro: buon rapporto qualità/prezzo ed efficienza sia in modalità raffreddamento che in modalità riscaldamento sono i principali punti di forza che emergono dalle recensioni.

Contro: come per altri prodotti di questo tipo, il livello di rumore è l'aspetto più criticato dagli utenti.

5. Condizionatore portatile Padiafel

Il miglior condizionatore portatile mini

Per quanto possano essere compatti e leggeri, i condizionatori portatili di dimensioni standard hanno comunque un determinato ingombro. La soluzione per le case molto piccole o per le stanze d'ufficio, dove spesso non c'è spazio per un elettrodomestico di grandi dimensioni, è allora un mini condizionatore portatile come questo di Padiafel, un dispositivo 4 in 1 che assolve le funzioni di raffreddatore, ventilatore, umidificatore e purificatore d'aria.

Il suo funzionamento è molto semplice: basta riempire il serbatoio da 500ml con acqua o cubetti di ghiaccio, collegarlo alla corrente e scegliere una tra le quattro modalità disponibili, regolando il flusso d'aria ad una delle tre velocità (bassa, media e alta) a seconda della temperatura della stanza, prima di premere il pulsante di accensione. A serbatoio pieno, il dispositivo funziona per un massimo di 6 ore, trascorse le quali basterà aggiungere nuovamente acqua tramite l'apposito ingresso per garantirsi altri minuti di freschezza.

Un'altra interessante funzione è la presenza del timer che permette di impostare un funzionamento di due o quattro ore, utile soprattutto durante la notte. Il dispositivo può fungere infatti anche da luce notturna, perché la sua base è dotata di luce led cambia colore, ed ha una rumorosità di appena 50 decibel, che non risulta fastidiosa durante il sonno.

Perfetto da posizionare su tavoli o scrivanie per garantirsi frescura e sollievo durante le calde giornate d'estate, questo condizionatore portatile è non solo piccolo (misura appena 29 x 15 cm) ma anche estremamente leggero, con un peso di poco meno di 600 grammi, facile da trasportare grazie al comodo manico a scomparsa.

Pro: un mini condizionatore portatile dal prezzo contenuto ma dalle ottime prestazioni, silenzioso e molto facile da usare.

Contro: la sua efficienza non può essere paragonata a quella di modelli più grandi e potenti, ma per rinfrescare un ambiente piccolo si rivela un prodotto efficace.

6. Climatizzatore portatile Argo Relax Style

Il miglior climatizzatore portatile per rapporto qualità/prezzo

Il climatizzatore portatile Argo Relax Style è senza dubbio il migliore della nostra classifica per rapporto qualità/prezzo. Offre infatti prestazioni di alto livello – complice la classe energetica A – ad un prezzo inferiore ai 300 euro che lo colloca in fascia media. Nella confezione sono inoltre inclusi il tubo flessibile, un adattatore per finestra e un kit per l'installazione fissa a vetro, per cui non dovrete preoccuparvi di acquistare a parte questi accessori.

Partiamo proprio dalle prestazioni: con i suoi 10.000 Btu/h di potenza, questo dispositivo riesce a rinfrescare in poco tempo ambienti fino a 30mq, abbassando sensibilmente la temperatura della stanza. È inoltre un modello di tipo 3 in 1, per cui alla funzione di raffrescamento unisce quella di ventilazione, con tre velocità tra cui scegliere, e quella di deumidificazione, durante la quale entra in funzione il doppio drenaggio per la condensa. Le alette frontali motorizzate permettono poi di selezionare una posizione fissa oppure un'oscillazione automatica verticale che diffonde il flusso d'aria in tutta la stanza.

Altre interessanti funzioni sono la modalità sleep, che riduce la rumorosità – pari a 64 decibel – per assicurare il massimo comfort durante la notte, la funzione memory con modalità auto-restart che permette al dispositivo di ripartire automaticamente dopo un black-out, e la funzione auto-diagnosi, che mostra eventuali errori di funzionamento sul display a LED collocato sulla parte superiore.

Caratterizzato dal Vertical Design Concept, questo condizionatore portatile è compatto nelle dimensioni e dunque facile da spostare pur garantendo la massima efficienza. Oltre ad essere dotato di timer che consente di programmare accensione o spegnimento nelle 24 ore successive, può inoltre essere controllato a distanza tramite il telecomando in dotazione.

Pro: un climatizzatore portatile dall'ottimo rapporto qualità/prezzo, compatto e di facile installazione.

Contro: anche in questo caso, la rumorosità si rivela il principale aspetto negativo del prodotto.

7. Condizionatore portatile Comfee MPPHA-05CRN7

Il miglior condizionatore portatile economico

I condizionatori portatili di ultima generazione, completi di diverse funzioni e ad alta efficienza, possono arrivare a costare diverse centinaia di euro. Sul mercato esistono tuttavia anche modelli meno costosi, più semplici nel funzionamento ma non per questo meno efficaci: se il vostro obiettivo è acquistare un dispositivo che vi aiuti a combattere il caldo estivo ma non siete disposti a grossi investimenti, vi consigliamo il condizionatore portatile Comfee MPPHA-05CRN7, il più economico tra quelli che abbiamo selezionato.

Il prezzo contenuto non determina tuttavia scarsa efficacia: si tratta infatti di un dispositivo ad alta efficienza, che garantisce raffreddamento efficace e consumi ridotti grazie alla tecnologia brevettata che consente di raffreddare il compressore (responsabile della trasformazione dell'aria da calda a fredda) utilizzando parte dell'acqua di condensa, che in tal modo evapora riducendo la quantità di liquidi da smaltire durante il funzionamento. La potenza di 5.000 Btu/h, inoltre, pur non essendo tra le più alte sul mercato, riesce comunque a rinfrescare rapidamente ambienti fino a 20mq.

L'unica nota dolente di questo dispositivo è il livello di rumore, che, pur non superando i 63 decibel, viene percepito maggiormente data la dimensione ridotta delle stanze in cui viene posizionato. Non è comunque un aspetto di cui preoccuparsi eccessivamente, poiché è un livello comunque inferiore ad altri modelli e decisamente sopportabile.

Il display a LED posto sulla sommità del condizionatore portatile permette di gestirlo in modo facile e intuitivo, mentre il telecomando in dotazione è indispensabile per il controllo a distanza. Le dimensioni ridotte e il peso contenuto lo rendono inoltre facile da spostare muovendolo tramite le ruote piroettanti e le maniglie laterali.

Pro: un ottimo prodotto ad un prezzo contenuto, perfetto da utilizzare anche in camper o in ufficio.

Contro: data la potenza non troppo elevata, questo condizionatore portatile si rivela efficace in stanze non più grandi di 20mq.

8. Climatizzatore portatile Olimpia Splendid 01921 Dolceclima Compact 10 P

Il miglior climatizzatore portatile compatto

Importanti da valutare prima dell'acquisto di un condizionatore portatile, peso e dimensioni influiscono sulla facilità di trasporto e sull'ingombro che avrà l'elettrodomestico una volta installato. Se temete che possa occupare troppo spazio in casa, potete optare per l'acquisto di un dispositivo compatto come questo di Olimpia Splendid, il Dolceclima Compact 10 P, che già nel nome riporta la sua principale caratteristica: le dimensioni compatte che lo rendono perfetto per qualsiasi zona della casa.

Compatto sì, ma efficace: questo modello è infatti il più potente della gamma Compact, con una capacità refrigerante di 2.6kW e una potenza di ben 10.000 Btu/h. Offre inoltre ben sei modalità di funzionamento: oltre a quelle di raffrescamento, ventilazione e deumidificazione (perfetta da utilizzare tutto l'anno, non solo in estate), è possibile selezionare la modalità automatica, che consente di ottimizzare il consumo energetico, sleep, che riduce la rumorosità – pari a 63 decibel – per non disturbare il riposo, e infine turbo, che massimizza la velocità del flusso d'aria per un'extra freschezza.

Vale la pena citare anche la presenza della funzione auto-restart, grazie alla quale il dispositivo è in grado di riavviarsi automaticamente in caso di interruzione di corrente, senza che ci sia bisogno di selezionare nuovamente le impostazioni. È inoltre dotato di filtro antipolvere, facile da estrarre e lavabile sotto acqua corrente, che garantisce che l'aria emessa sia priva di allergeni e altre micro-particelle.

Se peso e dimensioni rendono questo condizionatore portatile facile da trasportare, il display touch e il telecomando lo rendono semplice da configurare e controllare anche a distanza, mentre il timer consente di impostare un determinato intervallo di funzionamento.

Pro: chi lo ha acquistato lo ritiene un ottimo prodotto, compatto ed efficace nel rinfrescare gli ambienti.

Contro: il livello di rumorosità è giudicato troppo elevato da alcuni utenti. Secondo altri, invece, è accettabile e non fastidioso.

9. Condizionatore portatile Electrolux ChillFlex Pro 11 A+ EXP26U538CW

Il miglior condizionatore portatile ad alta efficienza energetica

Come tutti gli elettrodomestici che per funzionare necessitano di corrente elettrica, anche i condizionatori portatili generano dei consumi, che possono essere più o meno bassi a seconda della tecnologia del modello che si prende in considerazione. Il condizionatore portatile Electrolux ChillFlex Pro 11 A+ EXP26U538CW è un dispositivo ad alta efficienza energetica, che garantisce una elevata capacità di raffreddamento con un consumo di energia molto ridotto se paragonato ad apparecchi simili.

Ciò che caratterizza maggiormente questo dispositivo è la tecnologia definita Self Evaporative System che, grazie alla doppia ventola, consente di usare l'acqua di condensa per raffreddare l'evaporatore, senza utilizzare nuova energia. Date le sue prestazioni, è un dispositivo di classe energetica A+ e, come i modelli di ultima generazione, utilizza il gas R290, che non ha effetti negativi sull'ozono ed è quindi considerato ecologico e a basso impatto ambientale, oltre che molto performante. La potenza di 10.500 Btu/h si adatta agli ambienti fino a 30mq, la rumorosità è invece di 64 decibel alla massima velocità.

La presenza del filtro antibatterico è un ulteriore punto a favore di questo apparecchio, poiché consente di filtrare gli agenti patogeni e gli allergeni presenti nell'ambiente per garantire un flusso costante di aria pulita. Grazie alla funzione Filter Check, inoltre, le performance del filtro sono costantemente monitorate ed eventualmente segnalate, così come avviene per le anomalie rilevate dalla funzione autodiagnosi.

Dal design moderno caratterizzato da linee essenziali e pulite, questo condizionatore portatile si adatta facilmente alle diverse zone della casa. È inoltre facile da controllare sia tramite il display LCD posto sulla parte superiore sia utilizzando il telecomando, anch'esso con pratico display, per regolare modalità e temperatura anche a distanza oppure impostare un timer di accensione o spegnimento.

Pro: un condizionatore portatile dal design elegante, con un buon rapporto qualità/prezzo ed efficace nel rinfrescare rapidamente stanze di medie dimensioni.

Contro: non è un prodotto particolarmente silenzioso, ma secondo alcuni utenti il livello di rumore non dà particolarmente fastidio, nemmeno durante la notte.

Come scegliere un condizionatore portatile

Abbiamo preparato per voi una breve guida all'acquisto in cui troverete tutti i principali aspetti da prendere in considerazione quando si acquista un condizionatore portatile, dalle caratteristiche tecniche alle dimensioni ai consumi.

Come abbiamo visto, infatti, i modelli in commercio differiscono non solo per il prezzo di vendita, ma anche per altri fattori che è importante prendere in considerazione per assicurarsi di scegliere un apparecchio adatto alle proprie esigenze.

Tipologia: solo freddo o pompa di calore?

I condizionatori portatili "solo freddo" sono studiati per rinfrescare gli ambienti d'estate, perfetti per combattere l'afa e le alte temperature. I condizionatori portatili con pompa di calore, invece, assolvono una doppia funzione: d'estate immettono aria fredda convogliando quella calda all'esterno, d'inverno si comportano esattamente all'opposto, immettendo aria calda ed eliminando aria fredda dalla stanza. La seconda tipologia è meno diffusa, essendo tale caratteristica prerogativa dei modelli fissi, ma in commercio si trovano comunque dispositivi con pompa di calore da utilizzare tutto l'anno.

Il nostro consiglio è di valutare l'uso che vorreste fare di un condizionatore portatile: se intendete semplicemente trovare sollievo dal caldo, potete optare per un modello solo freddo; se invece ritenete che il riscaldamento della vostra casa in inverno non sia particolarmente efficace, acquistate un apparecchio dotato di pompa di calore.

Dimensioni

Le dimensioni sono indubbiamente un aspetto da prendere in considerazione quando si acquista un condizionatore portatile: sebbene tutti gli elettrodomestici di questo tipo siano a forma di parallelepipedo, studiati per essere stabili e dotati di ruote e maniglie per facilitarne il trasporto, in commercio esistono modelli che differiscono per peso e ingombro.

Per darvi un'idea delle dimensioni standard, la maggior parte dei modelli misura 35 x 40 cm con un'altezza variabile tra i 70 e gli 80 cm. Il peso, invece, oscilla tra i 30 e i 35kg. Esistono tuttavia anche condizionatori portatili compatti che misurano circa 30cm di larghezza e circa 60cm di altezza, e hanno un peso inferiore ai 30kg.

Naturalmente, la scelta dipende anche dalle dimensioni della casa e in particolare della stanza in cui pensate di collocarlo la maggior parte del tempo, per cui l'ingombro andrebbe valutato in relazione allo spazio a disposizione.

Potenza (Btu/h) e portata d'aria

L'unità di misura della potenza di un condizionatore portatile è il Btu/h (British Termal Unit/hour): più è alto questo valore, più il dispositivo sarà potente e riuscirà a rinfrescare efficacemente stanze anche molto grandi. Una potenza di 5.000 Btu/h, ad esempio, è indicata per ambienti di circa 20mq, mentre 12.000 Btu/h, la potenza massima dei condizionatori portatili in commercio, sono sufficienti per stanze fino a 40mq.

È importante tuttavia sottolineare che nel valutare la potenza necessaria sono da tenere in conto anche altre aspetti, tra cui l'esposizione della stanza, la grandezza delle finestre o dei balconi, il numero di persone che vivono in casa e la presenza di fonti di calore come forno o ferro da stiro.

Tra le caratteristiche presenti nella scheda tecnica del prodotto, potrete leggere il valore della portata d'aria, che indica quanti metri cubi d'aria possono essere raffreddati in un'ora. Generalmente, i condizionatori portatili ad alte prestazioni riescono a raffreddare tra i 300 e i 350 metri cubi in 60 minuti, valore che dipende tuttavia dal livello di velocità scelto.

Consumi

L’etichetta energetica del condizionatore portatile De’Longhi PACEL98ECO
L’etichetta energetica del condizionatore portatile De’Longhi PACEL98ECO

Per capire quanto l'utilizzo di un condizionatore portatile inciderà sulla bolletta dell'elettricità, bisogna valutare il suo consumo energetico. Per farlo, è importante saper leggere l'etichetta energetica, obbligatoria per legge per gli elettrodomestici di questo tipo.

In etichetta vengono riportate le informazioni più importanti: in alto è indicato il nome del modello e l'azienda produttrice, al centro la classe di efficienza energetica e infine in basso i dati tecnici sui consumi, vale a dire i kW, il valore EER, che indica l'efficienza energetica nominale in modalità di raffreddamento, il rumore emesso dal dispositivo e il consumo in kWh.

La classe energetica viene indicata con una lettera dell'alfabeto, dove A+++ è la più alta e D l'ultima: migliore sarà la classe energetica, minori saranno i consumi, con un conseguente risparmio in bolletta.

Tecnologia

Sul consumo energetico incide anche un altro fattore, la tecnologia del condizionatore portatile, che può essere di tipo on/off oppure inverter; vediamo in cosa differiscono.

  • Condizionatori portatili con tecnologia on/off: i condizionatori di questo tipo si spengono quando raggiungono la temperatura impostata, per poi ripartire quando l'ambiente si riscalda nuovamente.
  • Condizionatori portatili con tecnologia inverter: la tecnologia inverter consente invece al dispositivo di rimanere in funzione anche una volta raggiunta la temperatura, riducendo al minimo la potenza in modo da garantire una temperatura costante.

I condizionatori portatili inverter consentono un maggior risparmio sui consumi, poiché una volta raggiunta la temperatura riducono la potenza consumando dunque meno energia. I modelli di tipo on/off, al contrario, funzionano sempre alla massima potenza, accendendosi e spegnendosi frequentemente.

Rumorosità

Dalle recensioni degli acquirenti la rumorosità è l'aspetto di gran lunga più criticato nei condizionatori portatili. Nonostante questa sia dovuta alla struttura di questi dispositivi, e in particolare al funzionamento del compressore, acquistare un condizionatore portatile silenzioso può rivelarsi una buona scelta soprattutto se pensate di tenerlo in funzione durante la notte. Se infatti il livello di rumorosità standard di un elettrodomestico di questo tipo si attesta sui 64 decibel, i modelli silenziosi emettono appena 50 decibel.

Molti condizionatori portatili, comunque, offrono la possibilità di impostare la modalità notte o sleep, che riduce notevolmente la rumorosità garantendo riposi tranquilli.

Funzioni

I modelli di condizionatori portatili più moderni e tecnologici offrono, accanto a quella di raffrescamento, numerose altre funzioni: le più apprezzate dai consumatori sono sicuramente quella di ventilazione e deumidificazione, ma ce ne sono altre altrettanto utili, come quella di auto-diagnosi che permette al dispositivo di rilevare e segnalare eventuali malfunzionamenti, la già citata modalità sleep, e ancora la possibilità di impostare un timer di accensione o spegnimento.

Tutte le funzioni possono essere gestite tramite il display presente sull'apparecchio oppure utilizzando il telecomando che gli elettrodomestici di questo tipo hanno in dotazione.

Scarico della condensa

La condensa non è altro che l'acqua derivante dall'umidità presente nell'aria che i condizionatori portatili eliminano in modalità deumidificazione. Alcuni modelli sono dotati di un serbatoio interno deputato alla raccolta dell'acqua, che dev'essere svuotato regolarmente: una volta pieno, infatti, un galleggiante blocca il funzionamento dell'apparecchio per evitare allagamenti. In altri casi, invece, la condensa viene fatta evaporare internamente e utilizzata per raffreddare i circuiti interni oppure eliminata attraverso il tubo di scarico.

Impatto ambientale

Come abbiamo detto parlando di come funzionano i condizionatori portatili, uno degli elementi necessari al loro funzionamento è il gas refrigerante, immesso all'interno del circuito in fase di produzione, in quantità sufficiente per tutto il ciclo di vita del dispositivo. A seconda del tipo di gas utilizzato, il GWP (Global Warming Potential), ovvero il potenziale di riscaldamento globale corrisponde a un valore specifico.

Alcuni modelli in commercio, in particolare quelli meno recenti, utilizzano il gas R104A, che ha un GWP pari a 2088. I modelli più avanzati, come quasi tutti quelli che abbiamo inserito nella nostra guida, utilizzano invece il gas R290, con un GWP molto inferiore, pari a 3. A partire dal 2025 l'Unione Europea ha stabilito che i gas refrigeranti con un GWP superiore a 750 debbano cadere in disuso: se acquistate oggi un condizionatore portatile, dunque, è importante che sia già provvisto di un gas di nuova concezione, più ecologico e sostenibile.

Prezzo

Pur essendo inferiore a quello dei sistemi fissi, il prezzo dei condizionatori portatili è un elemento da prendere in considerazione in fase d'acquisto. In commercio si trovano infatti modelli economici al di sotto dei 200 euro, così come dispositivi di fascia alta il cui costo supera i 500 euro. Per un prodotto dall'ottimo rapporto qualità/prezzo, potete optare per un condizionatore portatile di fascia media pagando all'incirca 300 euro. Se siete alla ricerca di un prodotto più economico vi suggeriamo l'acquisto di un condizionatore portatile senza tubo.

Marca

L'ultimo aspetto che vi consigliamo di valutare è la marca del prodotto che intendete acquistare. Di aziende che producono condizionatori portatili ne esistono a decine, ma sono poche quelle che offrono prodotti davvero validi ed affidabili: quelle che trovate nella nostra classifica sono leader di mercato, come De'Longhi e Argo, oppure nel settore da diversi anni, come Olimpia, Electrolux e Daitsu.

Condizionatore portatile o condizionatore fisso: pro e contro

Tra condizionatore portatile e condizionatore fisso ci sono innegabili differenze, a partire da quella più evidente: in un caso l'elettrodomestico può essere facilmente spostato, nell'altro rimane necessariamente dove viene installato. La possibilità di trasporto non è tuttavia l'unico elemento che distingue questi sistemi tra loro, che si differenziano anche per potenza, prezzorumorosità e, elemento da non sottovalutare, facilità di installazione.

Il condizionatore portatile è decisamente meno costoso e può essere installato autonomamente senza l'ausilio di un professionista, oltre che spostato dove lo si ritiene più utile; di contro, è molto rumoroso e meno potente di un sistema fisso. Il condizionatore fisso ha un'elevata potenza refrigerante, è in media molto silenzioso e in genere è dotato di pompa di calore che offre la possibilità sia di raffreddare che di riscaldare l'aria, funzione non sempre presente sui modelli portatili. Il prezzo è tuttavia elevato, e per l'installazione è necessario l'intervento di un tecnico, la cui prestazione ha un costo che si aggiunge al prezzo di vendita.

In conclusione, dunque, il condizionatore portatile è perfetto per chi ha un budget ridotto, oppure non può o non vuole installare un apparecchio fisso, magari perché è in una casa in affitto. Ancora, per ambienti piccoli come monolocali o stanze di ufficio, un dispositivo portatile è l'ideale, perché si rivela efficace a fronte di un investimento economico ridotto. Un sistema fisso è invece adatto a chi intende utilizzare il condizionatore tutto l'anno e predilige apparecchi silenziosi e discreti, ancorché potenti.

Come funzionano i condizionatori portatili

L'elemento che garantisce il corretto funzionamento di un condizionatore portatile è il fluido refrigerante contenuto in un circuito chiuso, non visibile dall'esterno. Tale fluido, inizialmente allo stato liquido, viene spinto verso l'evaporatore, dove si trasforma in gas per effetto di una reazione termodinamica. A questo punto il vapore passa attraverso il compressore che ne aumenta pressione e temperatura e poi confluisce nel condensatore, in cui torna allo stato liquido. Il ciclo si ripete continuamente, facendo sì che l'aria calda che viene aspirata attraverso la ventola posteriore sia raffreddata a contatto con la serpentina del liquido refrigerante e rilasciata nell'ambiente sotto forma di flusso d'aria fresca tramite le bocchette anteriori.

Il calore assorbito dal gas, insieme all'umidità generata dal passaggio dell'aria sulla serpentina, viene invece rilasciato all'esterno dell'abitazione tramite il tubo di scarico, la cui estremità dev'essere collocata fuori da una finestra, o attraverso un apposito foro creato nel vetro oppure utilizzando un kit da installare solo per il tempo necessario, ad esempio durante i mesi estivi.

Questo appena descritto è il funzionamento dei condizionatori aria-aria, in cui l'aria viene raffreddata mediante altra aria, i più comuni tra quelli portatili. I condizionatori aria-acqua, invece, sono dotati di un serbatoio da riempire con dell'acqua fredda, in cui viene fatta passare l'aria che in questo modo risulterà molto più fresca. Il principale svantaggio, in questo caso, è il dover riempire il serbatoio ogniqualvolta l'acqua sia esaurita, e comunque almeno una volta al giorno.

Come mettere in funzione il condizionatore portatile

Tutto ciò che dovrete fare per mettere in funzione il vostro dispositivo è montare sul retro il tubo di scarico, assicurandone l'estremità in un foro che gli consenta di espellere l'aria calda fuori da una finestra.

Se non volete praticare fori nel vetro o nel muro, potete acquistare una guarnizione per finestra come questa di Hoomee, una soluzione temporanea ed estremamente pratica che vi consente di sigillare la stanza in cui intendete posizionare il condizionatore. La maggior parte dei modelli, comunque, è provvista di kit che comprende non solo il tubo di scarico ma anche gli accessori necessari per fissarlo alla finestra, per cui non dovrete far altro che seguire le istruzioni riportate sul manuale di funzionamento.

Come usare un condizionatore portatile: consigli utili

Per permettervi di utilizzare al meglio il vostro nuovo condizionatore portatile abbiamo raccolto una serie di accorgimenti utili ad ottenere il massimo dal prodotto e al contempo evitare di danneggiarlo.

  • Rimuovete gli ostacoli che possono rendere più difficile la circolazione del flusso d'aria assicurandovi in particolare di non frapporre mobili o altri oggetti davanti alla bocchetta di aerazione.
  • Posizionate il condizionatore portatile all'ombra e lontano da fonti di calore che potrebbero surriscaldarlo, rendendo necessaria più energia per il corretto funzionamento.
  • Assicuratevi di sigillare tutte le finestre, soprattutto quella dove posizionate il tubo di scarico, per evitare che l'aria fresca prodotta esca dalla stanza.
  • Non utilizzate prolunghe che potrebbero determinare un pericoloso sovraccarico di corrente.
  • Ricordate di svuotare regolarmente il serbatoio dell'acqua, se presente, e di pulire i filtri della polvere periodicamente.
  • Sfruttate la funzione timer se il modello ne è provvisto, in modo da impostare un orario di accensione o spegnimento riducendo così i consumi.

Dove acquistare i migliori condizionatori portatili

I condizionatori portatili possono essere acquistati nei negozi di elettronica o in quelli monomarca, ma se volete ampia scelta e magari trovare qualche offerta interessante il nostro consiglio è di considerare gli store online. La sezione dedicata ai condizionatori portatili su Amazon, ad esempio, offre modelli diversi per fascia di prezzo e prestazioni, tra cui scegliere quello più adatto alle proprie esigenze leggendo attentamente la descrizione dei prodotti e le recensioni degli acquirenti.

I contenuti Quale Compro sono redatti da un team di esperti, esterni alla redazione Fanpage.it, che analizza, seleziona e descrive i migliori sconti, prodotti e servizi online in maniera affidabile ed indipendente. In alcune occasioni, viene percepita una commissione sugli acquisti effettuati tramite i link presenti nel testo, senza alcuna variazione del prezzo finale.
Per eventuali informazioni o segnalazioni scrivere a qualecompro@ciaopeople.com
LA TUA GUIDA PER LO SHOPPING
I 15 migliori rossetti 2022: marche e tipologie a confronto
I 15 migliori rossetti 2022: marche e tipologie a confronto
I 12 migliori epilatori luce pulsata del 2022
I 12 migliori epilatori luce pulsata del 2022
Offerte fine mese: fino al 50% di sconto su iPhone, smartphone e dispositivi tech su eBay
Offerte fine mese: fino al 50% di sconto su iPhone, smartphone e dispositivi tech su eBay
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni