1.120 CONDIVISIONI
1 Agosto 2022
15:38

Magnifico fossile di pesce giurassico scoperto in un campo agricolo: sembra saltare dalla roccia

In un campo agricolo inglese è stato scoperto lo straordinario fossile di un pesce vissuto 180 milioni di anni fa. La testa 3D e i dettagli sono magnifici.
A cura di Andrea Centini
1.120 CONDIVISIONI
Credit: Sally e Neville Hollingworth
Credit: Sally e Neville Hollingworth

I fossili degli animali preistorici sono tutti incredibilmente affascinanti, ma alcuni possono letteralmente mozzare il fiato, come quello di un pesce vissuto oltre 180 milioni di anni fa e rinvenuto nel distretto di Cotswold, nella contea inglese del Gloucestershire. Il fossile in questione è stato scoperto sul retro di una tipica fattoria britannica, all'interno di un campo agricolo, dal quale erano già stati estratti numerosi altri e preziosi reperti paleontologici, circa 200. L'aspetto più straordinario del fossile, oltre agli splendidi dettagli, risiede nella posa della testa in tre dimensioni che sembra far emergere il pesce dalla roccia, come se stesse saltando fuori. La natura tridimensionale del reperto ricorda quella di un fossile di nodosauro scoperto da ricercatori del Royal Tyrrell Museum (Canada) nel 2011, ad oggi considerato tra i migliori e i meglio conservati fossili di dinosauro mai rinvenuti (non a caso è stato ribattezzato la “Monna Lisa dei dinosauri”). Anche in questo caso la creatura corazzata sembra fuoriuscire dalla roccia preistorica.

Il pesce è stato scoperto durante uno scavo condotto nel campo agricolo da una coppia di scienziati, il geologo Neville Hollingworth dell'Università di Birmingham e sua moglie Sally, coordinatrice di scavi paleontologici ed esperta preparatrice di fossili. Qui erano già stati rinvenuti fossili di ittiosauri (grandi rettili marini), pesci, cefalopodi, insetti e altre creature preistoriche risalenti al Giurassico inferiore, tra i 201,3 e i 145 milioni di anni fa, come specificato da LiveScience che ha intervistato i due esperti. Ma nulla lasciava presagire a un ritrovamento così speciale. “Non ho mai visto niente di simile prima”, ha chiosato la dottoressa Sally Hollingworth. “Puoi vedere le squame, la pelle, la colonna vertebrale – anche il bulbo oculare è ancora lì”, ha aggiunto l'esperta. “Il bulbo oculare e l'orbita risultano ben conservati. Di solito, con i fossili, giacciono piatti. Ma in questo caso, è stato conservato in più di una dimensione e sembra che il pesce stia saltando fuori dalla roccia”, le ha fatto eco con entusiasmo suo marito Neville. I due hanno detto che la cosa più somigliante al pesce è un “Big Mouth Billy Bass”, uno di quegli inquietanti animatronic con pesci parlanti che si dimenano, a quanto pare molto apprezzati negli Stati Uniti.

Il pesce giurassico fossile è un pachicormo, una specie appartenente al genere estinto di pesci ossei Pachycormus. Questi animali potevano raggiungere 1 metro di lunghezza e avevano il corpo ricoperto di resistenti scaglie. Il loro corpo era idrodinamico e simile a quello di un tonno, con un peculiare rostro sulla testa. I pachicormi erano piuttosto diffusi nel Toarciano (la prima parte del Giurassico) nelle terre che oggi sono occupate dall'Europa; i loro fossili sono stati infatti trovati anche in Francia, Germania, Belgio e Italia.

Dove sorge il campo agricolo in cui è stato rinvenuto il fossile, utilizzato per allevare la famosa razza di bovini inglesi longhorn (“cornalunghe”), in passato c'era un mare tropicale poco profondo e ricco di sedimenti, che aiutava a conservare i resti degli animali deceduti. Il pachicormo deve stato rapidamente ricoperto dopo la sua morte, evento che ha permesso una conservazione così eccezionale. Per apprezzare al meglio il fossile la famiglia Hollingworth ha contattato una società specializzata in scansioni 3D che ha messo a punto un raffinato modello tridimensionale, che può essere ruotato a piacimento. Lo potete osservare cliccando su questo link.

Il fossile del pachicormo rivaleggia in spettacolarità con quello del nodosauro canadese, col branco di pesci rinvenuto nella Green River Formation e col gigantesco ittiosauro scoperto recentemente sempre nel Regno Unito, nel cuore della Rutland Water Nature Reserve nelle East Midlands.

1.120 CONDIVISIONI
Il cuore più antico mai scoperto in un fossile di 380 milioni di anni: ha un atrio e un ventricolo
Il cuore più antico mai scoperto in un fossile di 380 milioni di anni: ha un atrio e un ventricolo
La pelle e la coda di un dinosauro emergono dalla roccia: forse cela un fossile di assoluta bellezza
La pelle e la coda di un dinosauro emergono dalla roccia: forse cela un fossile di assoluta bellezza
Possibili organismi viventi scoperti in cristalli fossili di salgemma di 830 milioni di anni
Possibili organismi viventi scoperti in cristalli fossili di salgemma di 830 milioni di anni
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni