Quando ha annunciato pubblicamente a tutti che avrebbe lasciato il suo impegno in politica per motivi personali nessuno immaginava che la sua era in realtà non era una pausa da un incarico diventato gravoso ma  una vera e propria svolta di vita. Stiamo parlando di Simona Ibba, 38enne sarda di Sardara, nella provincia del Sud Sardegna, che ha lasciato il lavoro da ingegnere elettronico, il suo ruolo di assessore comunale e l'intero suo passato per farsi monaca e chiudersi in clausura. Come riporta l'Unione Sarda, l'annuncio definitivo è stato dato nei giorni scorsi da don Francesco, sacerdote del convento romagnolo dove dall'estate scorsa Simona ha intrapreso il suo percorso verso la clausura.

Dopo aver concluso il noviziato, ora la 38enne sarda si unirà alle monache agostiniane di Pennabilli, nel Riminese. Una notizia che ovviamente ha destato molta attenzione nella piccola comunità di Sardara dove Sabrina era molto conosciuta. La 38enne aveva rassegnato le sue dimissioni da assessore comunale nel  luglio scorso, lasciando sorpresi gli stessi  colleghi di maggioranza che ora però si congratulano con lei per la scelta."La notizia è motivo di gioia per tutti e fa passare in secondo piano il dispiacere iniziale delle sue dimissioni" ha spiegato il sindaco, sottolineando: "In questi anni, Simona si è distinta per le qualità umane e la bontà d'animo. Ha svolto attività sociale al fianco della gente, dei più deboli, e ora continuerà a farlo in un altro modo, ma sempre in coerenza con il suo percorso di vita che ha orientato l'attuale scelta e definisce il vero animo di una persona per me straordinaria".