Quando i carabinieri l'hanno fermata e arrestata per furto di cibo in un supermercato della zona credevano si trattasse di una povera clochard spinta dalla fame. In effetti i suoi abiti malridotti, il fatto che non avesse un'abitazione e che fosse un'assidua frequentatrice di mense dei poveri, lasciava poco spazio all'immaginazione. Così è stata enorme la sorpresa quando durante la perquisirne le hanno trovato addosso qualcosa che non credevano possibile: un estratto conto delle Poste in cui risultava intestataria di un conto corrente su cui erano depositati ben 400mila euro, forse i risparmi di una vita. Colme racconta La Stampa , è quanto accaduto ad Arma di Taggia, in provincia di Imperia, dove i militari hanno fermato la donna di 79 anni.

L'anziana infatti era destinataria di un ordine di carcerazione a seguito di una condanna definitiva ad un mese di reclusione per un furto di 50 euro di prodotti alimentari. Quando i carabinieri le hanno chiesto spiegazioni su quel documento, la donna pare abbia confermato che il conto è suo ma anche che preferisce vivere da vagabonda. Una scelta che però le è costata anche il carcere visto che non è stato possibile concederle gli arresti  domiciliari, nonostante l ‘età avanzata,  in quanto senza fissa dimora.