Il Gruppo Illy ha annunciato di aver acquistato l’inglese Prestat, uno dei brand di cioccolato più amati nel Regno Unito e inventore dei truffles, noto anche per aver ispirato “La fabbrica di cioccolato”, romanzo di Roald Dahl da cui poi è nato nel 2005 il celebre film di Tim Burton con Johnny Depp. A darne notizia è il gruppo triestino del caffè, proprietario anche del marchio Domori. L’intesa consentirà a Prestat “di avere accesso all’esclusiva materia prima usata da Domori e di poter integrare nella propria produzione il controllo dell’intera catena del valore, dalla pianta al truffle”. “L’acquisizione – ha detto il presidente Riccardo Illy – è coerente con il Dna del gruppo, alla costante ricerca di una proposizione di offerta di altissima qualità e rafforza la crescita nel business del cioccolato in cui il gruppo è già presente con Domori. Quella tra le due società è una perfetta complementarietà di prodotti e di presenza geografica nei principali mercati mondiali, con alla base la passione per l’eccellenza del cioccolato”.

Il gruppo italiano mette dunque le mani su un’azienda che ha registrato un fatturato di 7 milioni di sterline nel 2018, ha circa 100 dipendenti e fornisce alcune catene distributive prestigiose come Fortnum & Mason, Liberty, Selfridges, Harrods, Harvey Nichols, Daylesford, Rococo Chocolates. Prestat esporta i suoi cioccolatini in paesi come Giappone, Australia, Singapore, Dubai, Svizzera, Germania e Paesi Bassi e tra l’altro produce il cioccolato preferito dalla famiglia reale britannica e della regina Elisabetta. Le origini di Prestat sono dovute a Louis Dufour, che creò il primo tartufo al cioccolato al mondo nel 1895 a Chambery, in Francia, e aprì il primo negozio Prestat qualche anno dopo, nel 1902. Nel 1998 l’azienda è stata acquistata da Nick Crean e Bill Keeling che l’hanno condotta alla crescita in questi anni come co-direttori generali. Entrambi resteranno in azienda.