Dopo oltre trenta anni di corse con gli asini, lo storico Palio dei Borghi di Venaria Reale, in provincia di Torino, dice addio agli animali. Per la 33esima edizione del palio cittadino infatti a sfidarsi non saranno più i soliti asinelli ma degli originali go-kart a pedali appositamente realizzati per la manifestazione. I go kart, costruiti in Olanda e costati cinquecento euro l'uno, pagati con l'aiuto degli sponsor, hanno già ricevuto anche la benedizione del parroco e ora sono pronti a entrare in azione tra Piazza dell’Annunziata, la Reggia di Venaria e i borghi cittadini nel prossimo mese di settembre

La svolta  è arrivata l'anno scorso dopo l'ultima edizione quando il sindaco del M5S Roberto Falcone ha stabilito che "non si utilizzano animali per le manifestazioni pubbliche". I venariesi quindi hanno detto addio agli asinelli spronati a correre più velocemente e si sono subito adeguati. Ora però bisognerà trovare i piloti adatti: sei guidatori per ogni kart, due uomini, due donne e altrettanti ragazzi dai 13 ai 16 anni. "La metà di loro verrà proposta dai sostenitori del borgo, l'altra uscirà dopo una serie di selezioni, giusto per coinvolgere di più di venariesi" ha spiegato al quotidiano La Stampa il presidente del Comitato per i festeggiamenti di Maria Bambina, Enzo Cusanno.

"Verranno organizzati una serie di eventi, il 19 maggio in occasione della Festa delle Rose; l’11 giugno in via Mensa e il 2 luglio dalle 16 alle 18,30 in piazza Nenni e dalle 20,30 alle 23 in piazza Petitti. Durante questi eventi gli aspiranti piloti potranno provare i kart e fare una pre-iscrizione. I migliori saranno scelti" ha aggiunto Cusanno, ricordando che gli unici requisiti richiesti sono non superare i 100 chili di peso e i due metri di altezza.