Come aveva già anticipato nel suo contro-discorso di Capodanno, Grillo si stacca dal Blog ufficiale del movimento. Nel suo intervento lo aveva già annunciato: "Sarò un po' defilato, un po' diverso ma ci sono". Adesso ci sarebbe anche una data del divorzio, secondo l'AdnKronos: l'ora "x" scatterà al più tardi giovedì 18 gennaio, vigilia del raduno grillino di Pescara.

Inoltre ci sarà un altro cambiamento epocale: dopo 13 anni di sodalizio ad occuparsi del blog non sarà più la Casaleggio associati. Il 16 gennaio il blog di Grillo compie gli anni, e in quello stesso giorno Grillo pubblicò il suo primo post, intitolato "Il muro del pianto": "Questo è un post "aperto" per argomenti che non riguardano le città della tournèe", così recitava.

Attorno a quel primo post l'ex comico genovese ha costruito anche alcuni passaggi dei suoi ultimi spettacoli, romanzando il momento in cui pubblicò quelle poche righe stringate affacciandosi al mondo del web. Ma un post dopo l'altro Grillo ha conquistato un ruolo di primo piano nella classifica dei blog più letti al mondo. Poi è iniziata la fase dal "vaffa-day", fino ad arrivare alla nascita del M5S, passando per lo tsunami tour e l'approdo dei grillini in Parlamento. Oggi Grillo, che del Movimento rimane comunque il garante e il padre nobile, sembra tenere fede a quel passo di lato annunciato anni fa.

E ora l'ex comico è pronto per una nuova avventura. Quindi mentre la Casaleggio Associati si occuperà del blog delle Stelle, il blog di Grillo darà più spazio a temi come la tecnologia e la smartcity: "Un altro fatto che vedrete tra qualche giorno" – aveva promesso – "è il cambiamento proprio di fisionomia del blog beppegrillo.it. Perché, mentre il blog delle stelle si occuperà sempre di politica locale e internazionale, quindi dei nostri parlamentari e dei nostri portatori di beneficio alla nazione, i nostri portavoce, il blog beppegrillo, ossia io, andrò a un po’ in giro per il mondo con video, conferenze". Intanto ha già fissato una data per il suo prossimo spettacolo, che andrà in scena a Roma nel weekend prima del voto, il 23 e 24 febbraio.