Millantava superpoteri che l’avrebbero protetto da ogni attacco. Anche farlo sopravvivere ad una nuotata in un bacino idrico popolato dai coccodrilli. Non era esattamente così. L’uomo, di nome Suprianto, si era diretto all'estuario del Muara Jawa nel Kutai Kartanegara, in Indonesia, per recuperare il corpo di Arjuna, un giovane che era stato ucciso il giorno prima da un alligatore. Così si è gettato nelle acque per la sua missione: ma poche bracciate dopo è finito nelle fauci dei predatori. Entrambi i cadaveri sono stati recuperati dalla polizia.

Nel filmato ripreso dagli astanti e pubblicato da LiveLeak prima e da YouTube poi, si vede lo sciamano Suprianto che nuota nella acqua: all’improvviso spunta un’ombra dalle profondità e lo trascina giù. L’uomo riesce però a liberarsi dalla presa dell’animale e prova ad arrivare a riva. I suoi “superpoteri” sembrano proprio averlo abbandonato e così Suprianto trova la morte. “Li abbiamo ritrovati domenica”, ha spiegato il capo della polizia Fadillah Zulkarnaen al sito indonesiano Detik. “Il corpo dello sciamano era intatto”, ha aggiunto, spiegando che probabilmente è stato attaccato dal coccodrillo che lo ha trascinato sott’acqua finché non è morto per mancanza di ossigeno. Si tratta del secondo attacco di coccodrilli avvenuto nell'area in pochi mesi.