Quel cane “distraeva troppo” suo figlio. Così ha deciso semplicemente di eliminarlo. Il 13enne però non gliel’ha perdonata: l’adolescente cinese ha preso una mannaia e ha ucciso la madre, una 37enne proprietaria di un negozio di abbigliamento. La storia terribile arriva dalla contea cinese di Jianhu, dove Shao, il ragazzino  protagonista della vicenda, viveva assieme alla sua famiglia. I fatti sono avvenuti sabato, secondo quanto riferito dai media cinesi. Gli agenti hanno arrestato il 13enne lunedì dopo che il corpo della madre è stato ritrovato nella loro casa, ha detto la polizia di Jianhu in una dichiarazione.

Il proprietario di un'azienda vicina ha detto a Red Star News che la donna, identificata dal suo soprannominato Yang, era stata piuttosto severa con suo figlio: "Il ragazzo adorava giocare con il suo animale domestico per tutto il giorno, quindi la madre arrabbiata l'ha ucciso davanti a lui". Shao a quel punto ha preso una mannaia e si è lanciato contro la madre. L’ha uccisa, lasciandola a terra in una pozza di sangue, e poi si è allontanato da casa, secondo Beijing News. Un impiegato in un vicino quartiere residenziale ha detto che il padre del ragazzo è un lavoratore pendolare che passa la maggior parte dell'anno lontano da casa.

Lunedì il ragazzo è stato ritrovato dagli agenti di polizia in un ristorante aperto 24 ore su 24 dopo aver trascorso più di un giorno lì. Il personale del ristorante ha detto che aveva ordinato solo una tazza d'acqua e mangiato i biscotti che aveva portato con sé. “Shao era insoddisfatto dei metodi disciplinari della madre c'è stato un feroce conflitto tra le due parti”, ha detto la polizia di Jianhu in una dichiarazione pubblicata su Weibo martedì.