Una donna di 35 anni che stava cercando di togliersi la vita è stata salvata in extremis dagli uomini del commissariato di polizia di Ivrea. E' accaduto il giorno di Pasqua, nel tardo pomeriggio, quando la signora si è affacciata dal balcone della palazzina di via Galvani in cui vive e ha minacciato di farla finita gettandosi nel vuoto, un gesto che aveva tentato di fare altre volte.

A tentare il gesto estremo una trentacinquenne madre di due bimbi che, evidentemente alle prese con gravi problemi di natura personale, l'altro ieri ha tentato di farla finita. Alcuni vicini di casa si sono resi conto della donna che si stava sporgendo pericolosamente dal balcone della sua abitazione ed hanno tempestivamente fatto partire la richiesta di soccorso. Un attimo dopo gli agenti del commissariato d'Ivrea hanno raggiunto il palazzo e sono entrati in casa, appena in tempo per afferrare la donna ormai decisa a lanciarsi nel vuoto.

Gli agenti sono stati particolarmente rapidi, agguantando la giovane madre al volo. Poi la donna è stata affidata al personale del 118 che l'ha trasportata in ambulanza al pronto soccorso di Ivrea. Nelle concitate fasi di salvataggio la donna ha anche riportato alcune lievi ferite.