Prende sempre più piedi l'ipotesi dell'omicidio e tentato suicidio. Ugo Ascani, l'anziano di 85 anni, residente a Roma, trovato morto ieri nella casa di famiglia dove stava trascorrendo con la moglie le vacanze in una frazione di Frontone, in provincia di Pesaro, è stato soffocato probabilmente con il cavo di ricarica di un telefonino. E' questo il responso dell'autopsia eseguita all'obitorio di Urbino dal medico legale Mauro Pesaresi.

Accanto alla vittima era stata trovata la Maddalena Agostini, 80anni, rannicchiata vicino alla finestra in stato di shock, dopo aver assunto una massiccia dose di tranquillanti. Erano stati i figli dell'anziana coppia a dare l'allarme, perché non riuscivano più a mettersi in contatto coi genitori. La donna ora è piantonata in Psichiatria a Urbino in stato d'arresto per omicidio volontario nell'ambito dell'inchiesta affidata al pm Irene Lilliu. La donna era depressa da tempo: la sua vita consisteva nell'accudire il marito, sofferente per una forma avanzata di Alzheimer. Nella stanza dell'omicidio è stato trovato un biglietto d'addio scritto dall'anziana che ha confermato subito i sospetti dei carabinieri. Lunedì si svolgerà l'udienza di convalida dell'arresto e l'anziana signora verrà interrogata dal gip di Urbino.