Valeria Chiarello, 39 anni (Facebook).
in foto: Valeria Chiarello, 39 anni (Facebook).

Si è improvvisamente accasciata per strada mentre stava portando a spasso il suo cane e non si è mai più ripresa. È giallo a Santa Flavia, in provincia di Palermo, per la morte di Valeria Chiarello, artigiana di 39 anni. La donna stava passeggiando nei pressi della sua abitazione, in Corso Filangeri, quando ha avvertito un malore che non le ha lasciato scampo. Tuttavia, il magistrato di turno ha disposto l'autopsia sul suo corpo per fare luce sulla tragedia, verificatasi nella serata di ieri, domenica 10 marzo. La donna è stata notata intorno alle 23 da alcuni passanti, che hanno subito lanciato l'allarme: sul posto sono arrivati i sanitari del 118 e gli agenti del commissariato di Bagheria. Ma, nonostante i tentativi di rianimarla, non è rimasto che accertare il decesso.

Valeria era molto conosciuta nel piccolo comune siciliano dove viveva. Aveva lavorato per diversi anni in un locale della zona e spesso partecipava a fiere artigianali dove esponeva i prodotti da lei stessa realizzati. Numerosi i messaggi di cordoglio lasciati sui social network dai suoi amici. "Che la terra ti sia finalmente lieve e l'universo possa accoglierti in tutte le sue meraviglie. Grazie di cuore per il percorso che abbiamo condiviso insieme", ha scritto un utente, "Non riesco a crederci che ci hai lasciati in questo modo. Non è una realtà che posso accettare", è il commento dell'amica Silvana. L'esame autoptico verrà eseguito nelle prossime ore all'istituto di medicina legale del Policlinico di Palermo per chiarire le circostanze della tragedia che ha colpito una donna che apparentemente non soffriva di alcuna patologia. Potrebbe essersi trattato di infarto, ma al momento è solo un'ipotesi.

Intanto, è stato fissato per questa sera alle 21:30 in piazza Sant'Anna un appuntamento, organizzato dall'associazione "Artigianando" di cui faceva parte, per tutti coloro che vogliono riunirsi e celebrare la memoria della 39enne "nel suo posto dove esponeva, nella sua panchina dove vendeva le sue bellissime fasce, chi vorrà esserci con un ricordo con qualsiasi cosa è benvenuto".