La masturbazione uccide fino a 100 tedeschi all'anno, secondo uno studio che ha rivelato i bizzarri metodi in cui le persone “sono morte divertendosi”, si legge sul Daily Mail. Tra questi ci sarebbero un uomo – con addosso un collant, un impermeabile, un muta da sub e un sacco di plastica in testa – rimasto ucciso ad Amburgo dopo essersi seduto accanto a una stufa e aver cercato di sciogliere fette di formaggio sul suo corpo. Un altro uomo ad Halle è stato ritrovato morto con le luci dell'albero di Natale bloccate sui suoi capezzoli: sembra che stesse cercando di raggiungere l’orgasmo per elettrocuzione.

Il patologo forense Harald Voß ha affermato che “il motivo più comune” per le morti da autoerotismo è “il desiderio dell'orgasmo finale attraverso la privazione dell'ossigeno”. Tra le 80 e le 100 persone in tutto il paese muoiono accidentalmente ogni anno a causa di “rischiose pratiche di masturbazione”, ha scoperto lo studio dello scienziato. I dati hanno rivelato che per ogni milione di cittadini tedeschi ci sono "uno o due" casi di decessi all'anno in cui è stato usato un oggetto o un dispositivo per aumentare la stimolazione durante l'attività sessuale. In un caso, un uomo è stato trovato soffocato nella cantina della sua casa nello stato dell’Assia dopo aver legato delle catene attorno al suo corpo e al collo. Secondo Bild, l’uomo stava guardando un film pornografico e gli investigatori presumono che aver causato il decesso sia stato una pratica di autoerotismo. The Local evidenzia come il numero di casi analoghi non denunciati sia "estremamente alto".