Diverse persone sono state ferite a colpi di coltello su autobus nella città tedesca di Lubecca, nel nord della Germania. Secondo le ricostruzioni, un uomo armato con un coltello da cucina ha iniziato a colpire "passeggeri a caso", come hanno riferito testimoni. I feriti, secondo quanto ha riferito il ministro degli interni dello Schleswig-Holstein, Hans Joachim Grote, nel corso di un breve incontro con la stampa, sarebbero almeno nove. In un primo momento media tedeschi, citando fonti di polizia, avevano parlato di 14 feriti, dei quali due gravi. Era circolata anche la voce secondo cui fosse una vittima. Voce poi smentita. Anche l'autista del bus figura tra i feriti. L'assalto si è verificato nel quartiere di Kuecknitz.

Testimoni hanno riferito che il sospetto sarebbe poi fuggito, lasciando sul posto uno zaino dal quale "usciva del fumo". Gli agenti di polizia che si trovava vicino all'autobus quando è cominciata l'aggressione sono entrati in azione e hanno arrestato il sospetto. Secondo quanto riferisce la procura di Stato della città si tratta di un 34enne con cittadinanza tedesca. Il procuratore Ulla Hingst ha aggiunto che l'uomo potrebbe essere nato in un altro paese. In un primo tempo il quotidiano locale Luebecker Nachrichten aveva riportato la notizia secondo la quale si sarebbe trattato di un iraniano. “Non escludiamo niente, nemmeno un attacco terroristico”, ha dichiarato a proposito di un possibile movente Hingst a Bild.

“Attualmente a Luebeck è in corso un importante operazione della polizia”, ha scritto su Twitter la polizia locale. “Stiamo esaminando la situazione e forniremo maggiori informazioni in seguito". Secondo il giornale locale di Lubecca, che cita dei testimoni, il pullman era diretto a Travemuende, quando un passeggero avrebbe fatto cadere il proprio zaino per poi tirare fuori l'arma e aggredire ai presenti.