Denaro in cambio di foto hard. È caccia a Genova a un maniaco seriale, che avrebbe importunato sui bus della città negli ultimi mesi almeno una dozzina di studentesse minorenni. Le sue vittime preferite sarebbero le ragazzine tra i 12 e i 14 anni d'età, stando a quanto è emerso dalle indagini cominciate qualche settimana fa, come riporta il quotidiano Il Secolo XIX, dopo la denuncia da parte di alcune adolescenti che erano state adescate dall'uomo. Secondo la loro descrizione, quest'ultimo agirebbe su varie linee di pullman, dalla periferia al centro. Avrebbe sempre un taccuino tra le mani, una valigia ventiquattr'ore, auricolari bianchi, occhiali neri per coprire il volto e un giaccone nero.

Le ragazze che hanno denunciato i fatti, di 12 e 13 anni, avrebbero tutte riferito di un modus operandi ricorrente del presunto maniaco. Dopo aver avvicinato le minori, consegnerebbe loro un foglietto a quadretti precompliato in cui prometterebbe ricariche telefoniche o della Play Station, capi d'abbigliamento griffati o addirittura denaro in cambio di "compagnia oppure foto o video sexy", con una raccomandazione. "Utilizzate solo il contatto su WhatsApp per inviarmi materiale o contattarmi", come si legge in fondo al biglietto. Le due vittime hanno raccontato tutto ai genitori che a loro volta hanno immediatamente sporto denuncia ai carabinieri della stazione di Forte San Giuliano, i quali hanno dato il via ad una caccia all'uomo in tutta la città.