"Darò una ricompensa di 100mila euro a colui o a colei che possono dare informazioni utili per mettere dietro le sbarre l'assassino di mia sorella". A ventisei anni dall'assassinio di Elena Mariella, la giovane uccisa 26 anni fa con cinque colpi di pistola in via Ordona Lavello a Foggia, suo fratello Leopoldo Mariella, ha annunciato una grossa ‘ricompensa' in denaro a chiunque possa fornire notizie su quanto accadde la sera del 17 marzo del 1993, quando Elena venne crivellata di colpi mentre passeggiava per strada. "Le prove devono essere attendibili e concrete", precisa Mariella.

Nel mirino l'uomo che Elena frequentava

All'epoca dei fatti,  ventisei anni fa, le indagini si orientarono immediatamente verso la pista passionale e portarono dritto a un architetto foggiano con il quale Elena aveva una relazione. La posizione dell'unico indagato venne poi archiviata su richiesta della Procura per mancanza di prove. A scagionare l'ex di Elena furono, secondo quanto dichiarato da suo fratello Leopoldo alla stampa locale: "grazie allo scontrino di un caffè e a un falso testimone". A marzo dello scorso anno, però, la Procura di Foggia ha riaperto le indagini a carico dello stesso architetto, proprio sulla base dell'ipotesi che l'alibi proposto all'epoca dei fatti poggiasse su una falsa testimonianza.

Il fratello: "Scagionato da falso alibi"

Proprio in questo senso, quello di recuperare elementi che possano completare il puzzle investigativo, va l'offerta del fratello della vittima: "Spero che questa iniziativa possa avere un riscontro positivo, perché da 26 anni io vivo con questo pensiero: ogni istante della mia vita penso che l’assassino di Elena vive tranquillamente in libertà". "So che possono sembrare pochi 100mila euro – si legge nell'intervista di Mariella a FoggiaToday – ma secondo me possono cambiare la vita di qualcuno. Questa mia decisione vuole dare una spinta, economica e nello stesso tempo emotiva, a coloro che vivono o hanno vissuto per tutto questo tempo vicino all’assassino". Per raccogliere informazioni Mariella, che vive ormai da anni lontano da Foggia, ha aperto un indirizzo meil dedicato: elena.mariella17.03.1993@gmail.com.