Il governatore leghista del Friuli Venezia Giulia Massimiliano Fedriga, a 38 anni, si è ammalato di varicella e sui social è stato attaccato da vari utenti, che lo accusavano di essere un ‘no vax': "Sto leggendo una serie di commenti su Twitter di fenomeni festeggianti perché sono stato ricoverato affermando che sarei un ‘No vax'. Questa setta di invasati che seguono Burioni non hanno nemmeno letto le mie interviste dove dico che sono a favore dei vaccini e per raggiungere il risultato è necessaria un'alleanza con le famiglie non l'imposizione", ha scritto in un post su Facebook. La notizia che il governatore del Fvg fosse in terapia per aver contratto la varicella era già circolata nei giorni scorsi: è stato ricoverato per quattro giorni e ieri è stato dimesso dall'ospedale di Udine. "Hanno perfino detto che avrei preso la varicella dai miei figli – ha aggiunto – non sapendo nemmeno che i miei figli sono vaccinati, come ho dichiarato in più interviste".

Una delle critiche è arrivata da Tommaso Ederoclite (Pd): "Massimiliano Fedriga, Presidente Friuli-Venezia Giulia, noto per le sue posizioni a sfavore dell'obbligo vaccinale, ricoverato per aver contratto la varicella. Sipario".

L'appello di Roberto Burioni

"Se non siete certissimi di avere avuto la varicella da bambini, io vi consiglio di vaccinarvi. Non per proteggere gli altri, ma perché – ve lo garantisco – la varicella è una malattia molto contagiosa e prenderla da adulti è davvero qualcosa di molto, molto, molto spiacevole". Questo è il monito lanciato dal virologo Roberto Burioni, sul sito Medical Facts, agli adulti. La notizia della malattia del governatore leghista, che l'avrebbe contratta in aereo, secondo il medico "ripropone il tema delle vaccinazioni in età adulta, importantissime per evitare spiacevoli complicazioni e a volte quasi indispensabili per le donne che vogliono iniziare una gravidanza". In caso di contagio da varicella, ha spiegato,"nel migliore dei casi passate quindici giorni a grattarvi come pazzi, nel peggiore possono accadere tanti guai, che non sto a elencare, ma che potete evitare con una semplice, sicura ed efficace vaccinazione. Se poi oltre a essere adulti siete donne in età fertile, ricordate che contrarre la varicella mentre si aspetta un bambino non è un guaio: è una tragedia".

"Poi – ha aggiunto – vedete voi. Negli ospedali non mancano mai pazienti ricoverati, perché non si sono vaccinati e che stanno soffrendo pene dell'inferno a causa di una varicella: vedete voi se volete essere uno di questi".