Intervento da record quello eseguito all’ospedale Engles Profili di Fabriano, in provincia di Ancona, che ha visto l’asportazione in laparoscopia di una massa di 3 kg a una paziente che soffriva, da anni, di problemi ai reni. Si tratta di uno primi casi in Italia, se non il primo, effettuato con questa tecnica chirurgica considerando le dimensioni. La donna operata, 54enne del posto, sta bene e attende il trapianto di rene.

Ad effettuare l’intervento chirurgico è stata l’equipe di Urologia (FOTO) diretta dal primario, il dottor Behrouz Azizi. I reni erano pieni di cisti ed è stato necessario asportare obbligatoriamente una massa che avrebbe impedito il successivo intervento. Il blocco estratto era lunga più di 30 cm e occupava gran parte dell’addome. Con un piccolo taglio è stato così possibile migliorare le condizioni di salute della paziente che da anni doveva ricorrere alla dialisi. Dopo due giorni si è potuta alzare tranquillamente dal letto e adesso è nella sua abitazione in attesa di trapianto. “A Fabriano – riferisce il dottor Azizi – abbiamo eccellenze sia in campo medico che infermieristico e ottime attrezzature d’avanguardia (monitor 3d, laser ecc.). Nelle sale operatorie con professionisti in grado di affrontare anche interventi complessi. Come dimensione, peso e volume quello effettuato dalla mia equipe recentemente è uno dei primi casi, se non il primo, in Italia, di asporto di massa superiore a 3 kg in laparoscopia”.

Come riporta Airc.it, la laparoscopia è una tecnica chirurgica mini-invasiva, impiegata per osservare direttamente gli organi all'interno dell'addome inserendo strumenti chirurgici miniaturizzati attraverso piccole incisioni nell'addome. È necessaria quando si vuole confermare o escludere il sospetto di una patologia (per esempio un tumore) che le tecniche di imaging non rilevano, oppure per prelevare campioni di tessuto da sottoporre ad analisi (biopsia).