2.162 CONDIVISIONI
Guerra in Ucraina
5 Dicembre 2022
10:16

Tribunale in stile Norimberga per i crimini di guerra della Russia in Ucraina: la bozza Onu

Secondo quanto riferito dal quotidiano inglese The Guardian, starebbe circolando all’Onu la bozza di risoluzione per la creazione di un tribunale in stile Norimberga per ritenere la leadership russa responsabile dei crimini di aggressione in Ucraina su proposta del presidente Zelensky.
A cura di Ida Artiaco
2.162 CONDIVISIONI
Vladimir Putin (Adam Berry/Getty Images).
Vladimir Putin (Adam Berry/Getty Images).
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Guerra in Ucraina

Una bozza di risoluzione per la creazione di un tribunale in stile Norimberga per ritenere la leadership russa responsabile dei crimini di aggressione in Ucraina. È questo il documento che starebbe circolando alle Nazioni Unite a New York e di cui ha parlato nelle scorse ore il quotidiano inglese The Guardian.

In particolare, ci sarebbero segnali secondo cui l'opposizione degli Stati Uniti alla proposta potrebbe attenuarsi di fronte alle pressioni del presidente ucraino, Zelensky.

Beth Van Schaack, ambasciatrice Usa per la giustizia penale, parlando ad un evento a Londra, ha dichiarato recentemente che si tratta di qualcosa a cui il numero uno di Kiev tiene molto. "Ma la domanda è se avranno i voti all'assemblea generale", si è chiesta. Finora, Washington, infatti, non ha preso una posizione definitiva sull'istituzione di un tribunale speciale.

Ma, ha aggiunto, "stiamo esaminando tutta la situazione e certamente siamo favorevoli a compiere alcuni passi intermedi, in particolare quando si tratta di preservare le prove".

Il tribunale penale internazionale ha in realtà già iniziato a indagare sui crimini di guerra in Ucraina, ma la leadership di Kiev sostiene che la stessa Corte penale internazionale – se può processare coloro che sono accusati di crimini di guerra a titolo individuale – non può perseguire la leadership del Cremlino per il più ampio crimine di aggressione poiché la Russia non è firmatario dello statuto in questione.

Due, per tanto, le opzioni prese in considerazione, secondo Van Schaack: quella di un trattato bilaterale tra Ucraina e Nazioni Unite, "consacrato in qualche modo dall'Assemblea generale, che porti il sostegno politico dell'intera comunità internazionale all'istituzione di un tribunale autonomo".

La seconda opzione, ha affermato, è un tribunale interno istituito dall'Ucraina con l'Ue o il Consiglio d'Europa possibilmente approvato da un voto all'assemblea generale delle Nazioni Unite. In entrambi i casi, l'obiettivo sarebbe quello di processare il reato di aggressione. "Sarebbe per un numero limitato di imputati, probabilmente la leadership politica e forse anche alcuni importanti responsabili militari".

A sostenere la creazione di un tribunale in stile Norimberga era stata la scorsa settimana anche la presidente della Commissione Ue, Ursula von der Leyen. L'idea ha già un forte sostegno da parte di Francia, Paesi Baltici e Olanda, ma la posizione di Stati Uniti e Regno Unito è stata meno chiara. C'è infatti la preoccupazione che una mossa del genere possa non solo sminuire lo status della Corte penale internazionale, ma anche fungere da deterrente per il raggiungimento di un accordo di pace da parte dell'attuale leadership russa.

2.162 CONDIVISIONI
3318 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni