10 Novembre 2021
14:28

Psicosi blackout in Spagna, reparti Fai da te svuotati per materiale di emergenza

Sono le scene a cui si è assistito negli ultimi giorni in alcune grandi città della Spagna come Madrid e Barcellona a causa di una psicosi collettiva alimentata da voci incontrollate e vere e proprie fake news su un possibile rischio di black out nei Paesi del vecchio continente. Il governo: “Allarme ingiustificato”
A cura di Antonio Palma

Reparti fai da te dei grandi magazzini svuotati e negozi di ferramenta presi d’assalto per accaparrarsi materiale elettrico e di emergenza quali torce, fornelli a gas e in generale qualsiasi prodotto utile in caso di mancanza di energia. Sono le scene a cui si è assistito negli ulti giorni in alcune grandi città della Spagna come Madrid e Barcellona a causa di una psicosi collettiva per un possibile blackout, alimentata da voci incontrollate e vere e proprie fake news seguite a una frase vera, arrivata peraltro da oltre confine, sui rischi di una interruzione di energia in Europa. Come riporta El Pais, tutto sarebbe nato da un allarme lanciato diversi giorni fa dal ministro della Difesa austriaco che metteva in guardia da un futuro black out nei Paesi del vecchio continente con una frase effettivamente allarmante: "La questione non è se ci sarà un grande blackout, ma quando".

Le parole, che in realtà si innestano in un dibattito politico che dura da tempo nei Paesi del Centro Europa sull’indipendenza energetica, è stato preso pretesto da una serie di programmi televisivi e di informazione in Spagna per parlare del problema e dove la possibilità di un black out è passata come plausibile. Questo ha innescato un passaparola incontrollato alimentato da gruppi social di ogni tipo che ha spinto molte persone a credere che sarebbe stato imminente. La conseguenza naturale è che in tanti si sono riversati nei negozi per accaparrarsi materiale ritenuto utile in questi casi con scaffali svuotai e prezzi schizzati alle stelle.

“Tutto quello che entra in negozio si vende in giornata" spiegano alcuni negozianti madrileni al quotidiano spagnolo. “Dal 25 ottobre c'è stato un aumento della domanda del 211% nei gruppi elettrogeni e del 230% nelle torce elettriche. Anche la richiesta di kit di energia solare, stufe a pellet senza collegamento elettrico e batterie è aumentata molto” confermano dalla catena Leroy Merlin. Da non sottovalutare la richiesta di gas in bombole per campeggio. Tutti elementi che finiscono per creare una mancanza di un bene per chi effettivamente ne ha bisogno tanto che alcune aziende hanno deciso di porre un freno alle richieste per evitare di rimanere senza scorte e tutelare i clienti abituali.

Gli ultimi appelli alla calma però sembrano aver funzionato. Gli esperti infatti concordano nel ritenere altamente improbabile un grave blackout per mancanza di risorse energetiche. “Il rischio di questo tipo di blackout dovuto a un crollo del sistema in altri Paesi terzi è molto limitato e abbiano la capacità di contenerlo” ha assicurato il ministro di Transizione Ecologica, Teresa Ribera, aggiungendo: “Un blackout in Spagna per mancanza di risorse è un problema che possiamo completamente scartare”. Anche in caso di crisi, le riserve di gas, secondo il governo spagnolo, sono sufficienti a sostenere i consumi per 40-43 giorni.

Ondata di caldo in Spagna, 84 morti in 3 giorni e decine di incendi:
Ondata di caldo in Spagna, 84 morti in 3 giorni e decine di incendi: "Livello estremo di rischio"
Incendi in Spagna, il video impressionante del treno che passa tra le fiamme
Incendi in Spagna, il video impressionante del treno che passa tra le fiamme
1.263 di LoManc
Come ha fatto la CIA a trovare e uccidere il leader di Al Qaeda Ayman al-Zawahiri
Come ha fatto la CIA a trovare e uccidere il leader di Al Qaeda Ayman al-Zawahiri
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni