immagine di repertorio
in foto: immagine di repertorio

Almeno 15 migranti sono annegati avvenuto al largo della costa libica, all'altezza di Sabrata. I sopravvissuti sono stati tratti in salvo da pescatori. Sempre ieri, più di settanta profughi sono stati intercettati dalla Guardia costiera libica e riportati indietro in Libia. La tragedia è avvenuta ieri 20 ottobre quando l'imbarcazione sulla quale cercavano di raggiungere l'Europa si è ribaltata.

"Un naufragio ieri al largo delle coste di Sabratha, in Libia, ha provocato almeno 15 vittime". Lo scrive su Twitter l'Organizzazione internazionale per le migrazioni (Oim) in Libia precisando che "cinque sopravvissuti sono stati portati a riva dai pescatori". "Migranti disperati continuano a rischiare la vita nel Mediterraneo centrale in fuga da abusi e sfruttamento, in assenza di capacità di salvare vite" si legge. "Almeno 500 vite sono state perse solo nel Mediterraneo centrale quest'anno. Alcune a causa di ritardi nell'assistenza. La mancanza di sforzi guidati dagli Stati per salvare vite umane lungo questa rotta pericolosa è tanto dolorosa quanto vergognosa", ha scritto sempre su Twitter
Eugenio Ambrosi, capo staff all'Oim.