Covid 19
10 Agosto 2022
16:30

L’Ema avvia la revisione su vaccino Pfizer adattato a Omicron 4-5: arriverà in autunno

L’Ema ha avviato la revisione continua (rolling review) su una versione adattata del vaccino anti-Covid di Pfizer-BioNTech contro Omicron 4 e 5 in vista della campagna di vaccinazione del prossimo autunno.
A cura di Ida Artiaco
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

L'Agenzia europea del farmaco Ema ha avviato la revisione continua, quella che in gergo tecnico viene chiamata rolling review, su una versione adattata del vaccino anti-Covid Comirnaty di Pfizer-BioNTech, contro il virus Sars-CoV-2 originale e le sottovarianti Omicron BA.4 e BA.5.

Lo ha comunicato lo stesso ente Ue, negli aggiornamenti sull'avanzamento regolatorio dei vaccini Covid-19.

Il 22 luglio scorso, l'Ema aveva annunciato in un tweet di avere iniziato la valutazione di una richiesta di via libera per le versioni adattate dei vaccini anti-Covid Comirnaty e Spikevax- di Moderna.

L'Ema ha sempre espresso l'intenzione di arrivare a un via libera per i nuovi vaccini aggiornati in tempi brevi, così da permettere le campagne di immunizzazione che i Paesi sono stati invitati a programmare per l'autunno, quando potrebbe esserci una nuova ondata di contagi.

Nei giorni scorsi, per altro, la Commissione Europea aveva firmato un accordo anche con la casa farmaceutica statunitense Moderna che modifica il calendario delle consegne dei vaccini agli Stati membri, spostandole dall'estate in corso all'autunno-inverno, quando i Paesi ne avranno maggiore bisogno per alimentare le rispettive campagne vaccinali.

L'intesa garantisce anche agli Stati Ue 15 milioni di richiami supplementari adattati alla variante Omicron, previa autorizzazione da parte dell'Ema e della Commissione.

Per la commissaria alla Salute Stella Kyriakides, "l'aumento della vaccinazione contro Covid-19 e i tassi di richiamo saranno essenziali e per garantire al meglio la nostra preparazione comune, gli Stati membri devono disporre degli strumenti necessari. L'accordo garantirà che gli Stati membri abbiano accesso alle dosi di vaccini delle quali hanno bisogno in tempo utile per proteggere i cittadini".

31826 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni