video suggerito
video suggerito
Guerra in Ucraina

Guerra Ucraina-Russia, Grossi: “C’è la possibilità di un grave incidente nucleare a Zaporizhzhia”

Rafael Grossi, direttore generale dell’Agenzia Internazionale per l’Energia Atomica (Aiea), ha spiegato che dopo la distruzione della diga di di Nova Kakhovka c’è la possibilità di “un grave incidente nucleare con grandi conseguenze radiologiche” a Zaporizhzhia.
A cura di Davide Falcioni
36 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Rafael Grossi, direttore generale dell'Agenzia Internazionale per l'Energia Atomica (Aiea), ha dichiarato in un'intervista rilasciata alla Ria Novosti che la sua agenzia sta facendo del suo meglio per porre fine alle sofferenze derivanti dal conflitto ucraino, oltre che evitare un eventuale disastro nucleare. "Quindi, quello che stiamo cercando di fare è prevenire". Infatti, ha aggiunto Grossi, c'è la possibilità di "un grave incidente nucleare con grandi conseguenze radiologiche, perché questo è il nostro mandato. Vorremmo fare di più, se possiamo". "Guerre e conflitti, qualunque siano le loro motivazioni o giustificazioni, portano inevitabilmente sofferenza, morte e dolore, e l'Aiea sta facendo tutto il possibile per garantire che le conseguenze del conflitto ucraino non peggiorino ulteriormente", ha aggiunto Grossi.

Immagine

Grossi: "Possibile perdita di acqua di raffreddamento a Zaporizhzhia

Parlando in particolare della centrale nucleare di Zaporizhzhia il direttore dell'Aiea ha confermato le preoccupazioni per l'approvvigionamento idrico necessario per il raffreddamento dei reattori dell'impianto, una preoccupazione aumentata dopo la distruzione della diga di Nova Kakhovka, nel sud dell'Ucraina. Grossi ha spiegato che si recherà personalmente sul sito con una nutrita squadra di esperti perché "a possibile perdita della principale fonte di acqua di raffreddamento dell'impianto complica ulteriormente una situazione di sicurezza nucleare già estremamente difficile e impegnativa".

Immagine

Grossi ha fatto sapere che il livello dell'acqua del serbatoio è già sceso di 2,8 metri da martedì, ma che il tasso orario di perdita è rallentato a "tra 5 e 7 centimetri all'ora da un picco di circa 11 centimetri all'ora ieri". "Se il livello scende sotto i 12,7 metri, lo ZNPP (Ukraine’s Zaporizhzhya Nuclear Power Plant, ndr) non sarà più in grado di pompare acqua dal serbatoio al sito". Per questa ragione si stanno continuamente ricostituendo le riserve d'acqua impiegando completamente l'acqua residua del bacino di Kakhovka "finché sarà ancora rimane possibile".

Zelensky chiama Macron: aggiornamento su diga e centrale di Zaporizhzhia

E sempre a proposito della diga di Nova Kakhovka le autorità ucraine hanno reso noto un primo e ancora sommario bilancio delle vittime della sua distruzione. Almeno tre persone hanno perso la vita a causa delle inondazioni. Nel frattempo il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha avuto al riguardo una conversazione telefonica con il leader francese Macron: "Ho avuto una telefonata approfondita con il Presidente della Francia Emmanuel Macron. L'ho ringraziato per l'opportunità di partecipare al Vertice della Comunità politica europea e per il sostegno al Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite. Ha parlato dell'attuale situazione nella regione di Kherson, delle conseguenze ambientali e umanitarie dell'atto terroristico russo e ha illustrato le necessità urgenti dell'Ucraina per eliminare il disastro".

"Abbiamo discusso della possibilità di utilizzare i meccanismi internazionali per indagare sulle sue cause. Ho anche raccontato dell'accordo con l'Aiea e con Rafael Grossi per aumentare il controllo sulla centrale di Zaporizhzhia", si legge nel tweet, "abbiamo concordato di continuare la cooperazione in materia di difesa, in particolare per proteggere i nostri cieli. Ci auguriamo che l'addestramento dei piloti ucraini inizi il prima possibile. Abbiamo discusso i formati delle garanzie di sicurezza per l'Ucraina, le aspettative per il Vertice Nato di Vilnius e i preparativi per il Vertice sulla pace globale".

Gli approfondimenti sul conflitto russo-ucraino

36 CONDIVISIONI
4345 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views