video suggerito
video suggerito
Guerra in Ucraina

Guerra in Ucraina, la Russia bombarda Dnipro: uccisa una bambina di 2 anni, feriti 20 civili

Il corpo di una bimba di due anni è stato estratto dalle macerie di un edificio alla periferia della città ucraina di Dnipro colpita ieri sera da un raid russo: lo ha reso noto il governatore della regione di Dnipropetrovsk, Sergiy Lysak.
A cura di Davide Falcioni
200 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Il corpo di una bimba di due anni è stato estratto dalle macerie di un edificio alla periferia della città ucraina di Dnipro colpita ieri sera da un attacco russo: lo rivelato il governatore della regione di Dnipropetrovsk, Sergiy Lysak, come riportano i media nazionali, aggiungendo che ci sono anche 22 feriti. "Due edifici a due piani sono stati parzialmente distrutti. Anche dieci case private, un'auto, un negozio e gasdotti sono stati danneggiati", ha detto Lysak. Inoltre, nella notte passata, i russi hanno colpito Nikopol con l'artiglieria, a seguito della quale due auto hanno preso fuoco.

Kiev: "Intercettati tutti i missili e droni russi diretti sulla città"

Nel frattempo proseguono anche i bombardamenti russi su Kiev, efficacemente intercettati dai sistemi di difesa antiaerea forniti dall'Occidente all'Ucraina: lo ha reso noto su Telegram il capo dell'amministrazione militare della capitale ucraina, Serhii Popko, come riporta il Kyiv Independent. Tutti i missili e i droni diretti nella capitale sono stati intercettati nella "lontana periferia" della città, ha precisato Popko aggiungendo che i russi hanno lanciato l'attacco dai bombardieri strategici Tu-95MS nella regione del Caspio. "Secondo le informazioni preliminari, nessun bersaglio aereo ha raggiunto la capitale. Tutto ciò che si stava dirigendo verso la città è stato distrutto dalla difesa aerea nella lontana periferia. Per la seconda notte consecutiva, la gente di Kiev non ha sentito le esplosioni sopra le loro teste", ha sottolineato Popko.

Immagine

Il governatore di Belgorod: "Notte turbolenta"

Di segno apparentemente opposto la situazione nella regione russa di Belgorod. Il governatore Vyacheslav Gladkov ha spiegato che quella passata è stata una notte "piuttosto turbolenta  Sono stati bombardati i distretti e i quartieri di Shebekinsky e Volokonovsky. Ci sono danni ingenti. Non ci sono informazioni sulle vittime. Ad oggi abbiamo più di 4mila persone nei centri di accoglienza temporanea. Si sta fornendo tutta l'assistenza necessaria", ha affermato Gladkov.

200 CONDIVISIONI
4346 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views