Tragedia su una nave da crociera Costa mentre era ormeggiata presso le Isole Cayman. Un italiano di 69 anni, Albo Imbroisi, ex comandante della polizia stradale di Mirandola, in provincia di Modena, è morto dopo essere stato trovato positivo al Coronavirus. L'uomo si trovava in vacanza con la moglie, stando a quanto riferito dalla stampa locale. Era partito con lei lo scorso 24 febbraio dall'aeroporto di Milano Malpensa per raggiungere la Florida e imbarcarsi sulla nave da crociera Costa Luminosa. Il 29 febbraio ha poi avuto un attacco cardiaco ed è stato ricoverato. Il tampone per il Covid-19 ha dato successivamente esito positivo al Covid-19. È deceduto sabato alle 4.40 in un ospedale delle Isole Cayman.

Su Facebook il figlio Vincenzo ha scritto: "Hai lottato con tutte le tue forze contro un virus letale del quale non si conosce ancora nessuna cura o vaccino, con il sorriso sulle labbra come era nel tuo stile, con determinazione e speranza senza però, questa volta, uscirne vincitore. I valori che mi hai trasmesso, il senso della Giustizia e la passione per le moto hanno fatto di me l’uomo che sono diventato oggi grazie al tuo sostegno ed al tuo appoggio. Mi mancheranno le nostre discussioni sui casi che affronto quotidianamente in studio e le tue osservazioni per cercare di risolverli".

Costa Crociere, in attesa di ulteriori conferme a Fanpage.it, ha fatto sapere di "porgere le sue sentite condoglianze alla moglie e ai familiari dell'ospite italiano. La nave Costa Luminosa si trova attualmente a Tenerife per una sosta tecnica e proseguirà poi per Marsiglia. Costa Crociere ha implementato uno specifico protocollo sanitario sulla crociera in corso di Costa Luminosa per mitigare i possibili rischi. Questo protocollo è stato rafforzato con l'isolamento precauzionale degli ospiti nelle loro cabine. Tutti gli ospiti – spiega Costa Crociere – e i membri dell'equipaggio sono inoltre sottoposti a controlli della temperatura quotidiani, per verificare costantemente lo stato di salute a bordo".

tot. contagiati 105.792
31 marzo 2.107
tot. guariti 15.729
31 marzo 1.109
tot. deceduti 12.428
31 marzo 837