In Abruzzo ieri si è votato per eleggere il nuovo presidente della Regione e il Consiglio regionale, composto da 30 membri: si è votato in un unico turno, e non è previsto ballottaggio. L'affluenza definitiva è del 53,125% (305 Comuni su 305). Il calo, rispetto al 61,55% della precedente tornata, è dell'8,43%. Per tutta la giornata l'affluenza registrata è stata più bassa rispetto a quella delle ultime elezioni regionali, che si sono svolte nel maggio 2014: alle 12 aveva votato solo 13,42% (15,92% nel 2014). Alle 19 l'affluenza è stata invece del 43%, mentre nelle precedenti consultazioni era stata del 45,10%.

Secondo i risultati degli instant poll realizzati dal Consorzio Opinio Italia, in testa ci sarebbe Marco Marsilio, di Fratelli d'Italia, candidato del centrodestra: secondo queste prime rilevazioni Marsilio sarebbe primo, con una percentuale compresa tra il 41 e il 45. Il senatore romano di origini abruzzesi, raggiungerà a breve i suoi. Lo staff dell'aspirante governatore si è detto "contento per il lavoro fatto". La notizia è stata accolta con grande entusiasmo a Pescara, nella sede del suo Comitato elettorale. Segue il candidato del centrosinistra Giovanni Legnini con una percentuale tra il 30 e il 34. Al terzo posto ci sarebbe invece la candidata del M5s, Sara Marcozzi, accreditata tra il 22 e il 26%. Nella notte verranno resi noti i risultati.

Non commentano dal comitato della candidata pentastellata: in viale Nicola Fabrizi a Pescara sono già arrivati alcuni parlamentari come Fabio Berardini, Daniele Del Grosso e il sottosegretario ai Beni Culturali Gianluca Vacca. Si attende l'arrivo del senatore Primo Di Nicola. Mentre non si è ancora vista la candidata presidente Sara Marcozzi. L'ufficio stampa dei pentastellati ha spiegato che non rilasceranno dichiarazioni ufficiali sugli exit poll, ma solo sui primi risultati.