Ennesima tragedia sulla strada nella mattinata di martedì  in Calabria. Un improvviso e terribile schianto tra un'auto e un minibus sul  quale viaggiavano 10 persone è costato la vita ad un uomo di 42 anni. Il dramma lungo  la strada provinciale 17, nel Vibonese, arteria stradale già tristemente famosa per analoghi fatti finiti tragicamente. La vittima dell'incidente stradale è un 42enne residente a Tropea, Francesco Piccolo, che era al volante della sua utilitaria una fiat Punto. Dopo lo schianto, sul posto,  tra il bivio per Nicotera e quello per Spilinga, sono accorsi in poco tempo vigili del fuoco e sanitari del 118 che hanno subito estratto  dalle lamiere l'automobilista praticandogli le prime manovre rianimatore. All'arrivo dei soccorsi infatti l'uomo era ancora vivo anche se conferite gravissime ma purtroppo è morto poco dopo.

Soccorsi e trasportati in ospedale anche alcuni passeggeri del furgone rimasti feriti a seguito dell'impatto. In particolare a destare maggiori preoccupazioni sono le condizioni di uno di loro che ha riportato ferite gravissime che hanno richiesto anche l'intervento dell'eliambulanza, L'uomo infatti è stato portato in elisoccorso all’ospedale di Catanzaro con un grave trauma alla schiena che potrebbe avere interessato la colonna vertebrale. Trasportati in ambulanza al pronto soccorso dell'ospedale Jazzolino di Vibo Valentia invece gli altri feriti.

Sul posto anche i carabinieri della Compagnia di Tropea a cui spetta il compito dei rilievi per accertare l'accaduto. Secondo una prima ricostruzione dei fatti, si è trattato di uno scontro frontale. L'auto sui cui viaggiava la vittima, per cause ancora da accertare, avrebbe invaso la corsia opposta finendo per scontrarsi violentemente con il minibus che stava trasportando gli ospiti di un B&b  per un giro turistico