Erano saliti su una piattaforma mobile di un carro gru piazzato in strada per procedere con la ristrutturazione della facciata di un edificio su cui stavano lavorando quando il braccio meccanico della gru si sarebbe rotto facendo ribaltare il cestello e facendoli precipitare a terra dopo un volo di oltre dieci metri nel vuoto. Così sono morti tragicamente martedì mattina a Taranto i due lavoratori edili coinvolti nel terribile incidente su lavoro che ha sconvolto la città pugliese. Si tratta di Giovanni Palmisano, 32enne di Locorotondo titolare della ditta Gioedil, e di un operaio di 64 anni, Angelo d’Aversa. A causa del movimento del cestello, i due hanno perso l’equilibrio e si sono schiantati sul marciapiede davanti agli occhi impotenti di un terzo operaio.

Nell'impatto il 64ene sarebbe morto sul colpo mentre Giovanni Palmisano era ancora vivo al momento dell'arrivo dei soccorsi. Purtroppo però anche lui poco dopo è deceduto nonostante i tentativi di rianimarlo da parte dei sanitari durante il trasporto in ospedale. Secondo un primo accertamento compiuto dagli ispettori del Servizio per la prevenzione e la sicurezza negli ambienti di lavoro, i due operai pare non avessero la cintura di sicurezza che serve a legarsi alla piattaforma. L'esatta dinamica dei fatti e le eventuali responsabilità comunque saranno oggetto delle indagini avviate dalla Questura di Taranto e coordinate dalla Procura.

Intanto l’intera comunità di Locorotondo è in lutto per la scomparsa del 32enne che in zona tutti conoscevano. Tantissimi infatti i messaggi di cordoglio pubblicati sui social network e che ricordano la vittima come un ragazzo allegro, lavoratore e tifosissimo di calcio. "Società, Squadra, e Staff A.C. Virtus Locorotondo 1948 esprimono tutto il loro cordoglio e si unisco al dolore della famiglia per la prematura perdita del caro Giovanni Palmisano, nostro caloroso tifoso! Ciao Sayan, ti ricorderemo per sempre fiero, allegro, e spensierato con una bandiera blu granata fra le tue forti mani!”, si legge in un commosso post sula pagina Facebook della squadra di calcio locale. altri messaggi di cordoglio anche dal mondo sportivo delle città vicine.