Chi porta le lenti a contatto, lo sa bene: mai andare a dormire senza averle tolte. A ribadirlo è stato nei giorni scorsi Patrick Vollmer, optometrista della Vita Eye Clinic di Shelby, North Carolina, che ha lanciato un avviso con tanto di foto (choc) di una sua paziente che ha recentemente sviluppato un’ulcera a base di pseudomonas dopo aver dormito, appunto, indossando le lenti a contatto. Vollmer ha descritto i batteri come "opportunisti" e ha avvertito che una simile lesione può portare rapidamente alla cecità permanente se non trattata. "Sì, questo post è una ‘tattica intimidatoria ‘… per farti smettere di dormire con le lenti a contatto", ha dichiarato Vollmer sotto il post che è stato condiviso oltre 300.000 volte.

“I batteri erodono velocemente la cornea dei pazienti in pochi giorni lasciando una densa, necrosi bianca (tessuto morto) sulla loro scia” spiega. Per curare l'ulcera, il medico ha prescritto alla paziente gocce antibiotiche da somministrare 24 ore su 24, nonché steroidi nel tentativo di ridurre cicatrici permanenti. L'occhio del paziente è migliorato, ma è probabile che avrà sempre difficoltà a vedere. Secondo Vollmer dormire con qualsiasi tipo di lenti a contatto aumenta di 6-8 volte il rischio di contrarre un tipo serio di infezione corneale denominata cheratite microbica: “Su 10.000 persone che dormono durante la notte con le lenti a contatto in un anno medio, si verificheranno 18-20 infezioni da cheratite microbica”. L’optometrista quindi ribadisce che dormire con le lentine morbide è sconsigliato: "I rischi superano i benefici ogni volta. Bastano pochi secondi per rimuovere le lenti a contatto ma la vita può cambiare irreversibilmente se si decide di lasciarle dentro”.