Era il luglio del 1983 quando era stato visto per l'ultima volta dopo aver partecipato ad una delicatissima missione top secret riguardante aerei spia di sorveglianza Nato nei Paesi Bassi. Sarebbe dovuto tornare nella base dell'aeronautica militare Usa di Kirtland, nel Nuovo Messico, ma da allora di lui si erano perse completamente le tracce tanto che, dopo una inutile ricerca durata mesi, le autorità avevano addirittura ipotizzato il suo tradimento a favore del'Unione Sovietica. In realtà William Howard Hughes Jr, questo il nome ufficiale dell'aeronautica militare statunitense protagonista della storia, non si era mai mosso dagli Stati Uniti dopo il suo ritorno dall'Europa e ha vissuto per 35 anni sotto falso nome.

Avrebbe continuato a farlo a lungo se il caso non avesse portato la polizia verso di lui. L'incredibile scoperta infatti è avvenuta per caso nei giorni scorsi nell'ambito di una operazione della polizia su passaporti falsi che aveva condotto gli inquirenti a interrogare un uomo di nome Barry O'Beirne. Il sospetto aveva iniziato raccontare storie che non parevano credibili agli agenti federali del Dipartimento di Stato statunitense che volevano incriminarlo. A questo punto il colpo di scena: l'uomo ha spiegato di essere il capitano William Howard Hughes, la persona più ricercata dell'aeronautica statunitense. L'uomo è stato così consegnato ai militari che lo hanno  arrestato e condotto i cella nella Base Aerea di Travis, nella Baia di San Francisco, in attesa del processo militare per diserzione.

"Il capitano Hughes ha affermato che nel 1983 era depresso per il suo lavoro nell'Aeronautica, quindi aveva deciso di andarsene, ha creato l'identità fittizia di O'Beirne e da allora viveva in California", hanno spiegato gli inquirenti. Sul suo caso però si continua a indagare per capire tutti i suoi spostamenti di questi anni. Per lungo tempo infatti si è pensato che si fosse trasferito all'estero dopo aver rivelato segreti militari ai russi. L'uomo i effetti  aveva accesso a informazioni segretissime su armi e aerei dell'aeronautica Usa e il sospetto si era rafforzato dopo il fallimento di diversi test su razzi avvenuti negli anni seguenti.