Si erano allontanate improvvisamente seguendo un animale selvatico tra le montagne ma probabilmente hanno perso l'orientamento e non sono più riuscite a tornare a casa. Per dodici lunghi giorni le cagnoline hanno vagato da sole mentre a casa aumentava lo sconforto del loro padrone che infine ha deciso di lanciare un appello su Facebook grazie al quale ha mobilitato decine di persone riuscendo alla fine a ritrovare i due animali. È la storia a lieto fine di  Kim e Lucy, due esemplari di pastore australiano, e del loro proprietario Adriano Bonmassar. L'uomo che vive in Trentino Alto Adige, in provincia di Bolzano, dopo essersi accorto dell'allontanamento le ha seguito tramite Gps installato nel collare ma poi il segnale si è perso. "Era già successo che Kim e Lusy si allontanassero: con la primavera sentono l'odore degli animali e partono. Ma non erano mai state lontane da casa per più di tre giorni" ha spiegato l'uomo al quotidiano l'Adige.

"Erano a passeggio con mia moglie quando si sono allontanate. Lei pensava che le avrebbe trovate qui al suo arrivo, ma invece ha trovato solo me. Mi sono vestito di corsa e sono partito al volo a cercarle. Le ho seguite, ma erano già andate troppo avanti in montagna ed è calata la notte" ha raccontato Bonmassar. Era ancora convito che sarebbero ritornare ma dopo tre giorni ha deciso di lanciare un appello su Facebook che in poso tempo ha raccolto miglia di condivisioni. L'attesa è durata ancora una settimana fino alla bella notizia. Una signora lo ha chiamato comunicandogli che erano lì con lei. L'uomo è corso subito a riprenderle e a riabbracciarle. "Per fortuna loro non hanno incontrato lupi, hanno perso 5 chili, ma ora sono al sicuro" ha assicurato Bonmassar.