Una bambina di quattro anni è morta di meningite poche ore dopo essere stata mandata a casa dall'ospedale in attesa di un'operazione di routine alle tonsille. La drammatica storia di Gracie Foster – questo il nome della piccola morta improvvisamente a quattro anni – arriva dall’Inghilterra. La bimba era originaria di Chesterfield, nella contea del Derbyshire, e come si legge sui media britannici si trovava in ospedale per rimuovere le tonsille quando si è sentita male. Era troppo debole per affrontare l’intervento e così i medici del Chesterfield Royal Hospital l'hanno rimandata a casa senza neppure farle prendere medicinali. La bambina è morta quel giorno stesso nonostante l’ultima disperata corsa in ospedale. La tragica vicenda risale all’ottobre del 2015 e ora la madre di Gracie sta sollevando interrogativi sulla morte improvvisa della figlia in attesa del processo che inizierà lunedì alla Corte di Chesterfield Coroner.

La mamma: "Eravamo fortunati a trovarci in ospedale quando lei si è sentita male, ma l'hanno mandata a casa" – “La morte di Gracie ha completamente cambiato le nostre vite. È qualcosa che dobbiamo rivivere più e più volte ogni singolo giorno. Eravamo stati così fortunati ad essere in ospedale quando Gracie ha sviluppato i sintomi di setticemia da meningococco. Stava in un letto e le infermiere dicevano che era molto debole, ma sfortunatamente è stata mandata a casa, anche se stava morendo”, ha detto Michelle Foster ricordando il dramma della sua bambina. “Speriamo che il processo possa aiutarci e dare delle risposte”, hanno detto ancora i genitori della piccola.