Nella dichiarazione dei redditi, avrebbe omesso investimenti detenuti in territori off shore per quasi 120 milioni di euro. Per questo motivo l’ingegnere Carlo De Benedetti rischia di dover pagare una maxi multa fino a 36 milioni di euro. Ad accusarlo è la guardia di finanza di Torino. a vicenda riguarda, in particolare, l'acquisto in leasing di My Aldabra, yacht di 51 metri battente bandiera delle Isole Cayman. A far scattare i controlli delle fiamme gialle torinesi è stata una segnalazione dei finanzieri della Toscana, dove l'imbarcazione è stata costruita. L'ingegnere rischia una sanzione fino a 36 milioni di euro.

"Esprimiamo profonda sorpresa per la notizia data dall’Ansa – fa sapere un portavoce di Carlo De Benedetti – Premesso che da un punto di vista formale non sono stati rispettati i dovuti obblighi di riservatezza, l'ingegner De Benedetti non ha mai evaso, o omesso di dichiarare, alcuna proprietà estera, in particolare per quanto riguarda l'imbarcazione MY Aldabra, che era di proprietà di UniCredit Leasing SpA in Italia. Un’informazione data al pubblico e basata sul nulla, gravemente lesiva. L'Ingegnere avvierà pertanto azioni a tutela della sua reputazione e in tal senso ha già dato mandato al professor Franco Coppi di procedere giudizialmente".